Fiore di aloe vera: descrizione, caratteristiche di cura e coltivazione, proprietà medicinali, foto

L'Aloe Vera appartiene alla famiglia delle Xantorrea, in cui sono presenti circa 500 specie. La patria storica del fiore è la parte centrale del continente africano, da dove si è diffuso in tutto il globo. La pianta è così senza pretese per la composizione del terreno che attecchisce bene anche sulla cenere vulcanica.

Descrizione

In natura, l'aloe fiorisce una volta ogni 2-3 anni, in vaso - una volta ogni 10-20 anni. La fioritura avviene principalmente in primavera, ma avviene anche in estate. Per i medicinali, il fiore viene coltivato in estese piantagioni. In effetti, il fiore di aloe vera indoor cresce bene a casa, ma raramente piace con le infiorescenze..

Una caratteristica di tutte le piante grasse sono le foglie xifoidi spesse che crescono densamente dal tronco in tutte le direzioni. Ci sono piccole spine lungo i bordi di ogni foglia e il loro strato superiore può avere un rivestimento bianco innocuo. L'apparato radicale dell'aloe è poco sviluppato.

La raccolta e l'accumulo di umidità, caratteristica di questo genere, avviene attraverso le foglie. Tra le varietà ci sono piante arboree che raggiungono i 10 metri di altezza e piccoli cespugliosi rappresentanti della famiglia.

Caratteristiche di cura e coltivazione

La pianta è senza pretese e si adatta perfettamente alle diverse condizioni. Coltivare l'aloe vera a casa non causerà alcun inconveniente, perché per una buona crescita è necessario:

  • fare l'alimentazione;
  • mettere in un luogo ben illuminato;
  • irrigazione corretta;
  • fornire un regime di temperatura delicato.

Ora per ogni articolo in modo più dettagliato.

Piantare e illuminare

Il fiore di aloe vera dovrebbe essere piantato in contenitori di argilla perché l'argilla assorbirà l'umidità in eccesso dal terreno. Uno strato di drenaggio elevato è un prerequisito, perché l'acqua stagnante può portare alla decomposizione del sistema radicale.

La pianta è piuttosto instabile. Diverse piccole pietre attorno alla base aiutano a rafforzare e sostenere la pianta, che cresce ogni anno. In estate, la succulenta dovrebbe essere portata all'aperto, perché i raggi ultravioletti necessari per far crescere un potente gambo e foglie carnose e spesse non passano attraverso il bicchiere..

La pianta ama il sole, quindi il sito di impianto consigliato è un davanzale sul lato sud o sud-est. Se l'aloe non ha abbastanza luce UV, si allunga. In inverno, si consiglia di utilizzare un'illuminazione aggiuntiva. Come puoi vedere dalle raccomandazioni, non è necessaria un'attenzione particolare per l'aloe vera..

In primavera e in estate, durante una maggiore attività solare, la pianta dovrebbe essere ombreggiata, altrimenti appariranno ustioni. Per fare questo, usa tulle o garza. Ombreggia per circa una settimana prima di "abituarti".

Temperatura e irrigazione

Per il fiore di aloe vera, l'assistenza domiciliare consiste in un'irrigazione moderata regolare con acqua a temperatura ambiente. La pianta può essere portata sul balcone, ma è necessario prestare attenzione per evitare precipitazioni e correnti d'aria. In inverno, l'aloe praticamente "dorme", quindi dovresti metterlo in un luogo buio e fresco con una temperatura non superiore a +14 gradi.

Un'irrigazione corretta è praticamente tutta la cura per l'aloe vera in modo che la pianta cresca sana. Il terreno dovrebbe essere irrigato mentre lo strato superiore si asciuga e in inverno è due volte meno spesso. Assicurati che l'umidità non entri nella presa con le foglie: questo porterà alla decomposizione del tronco.

Top vestirsi

La pianta va nutrita con fertilizzanti minerali dalla primavera a metà autunno. Nella stagione fredda, non dovresti nutrire l'aloe. La ricarica dovrebbe essere ripresa con l'arrivo di giornate calde all'inizio della primavera. Non è consigliabile utilizzare fertilizzanti complessi a causa del loro alto contenuto di azoto..

Metodi di riproduzione

Dopo aver capito quale fiore di aloe vera e come prendersene cura, procediamo a considerare i metodi di riproduzione. Il processo per aumentare il numero di piante grasse non è laborioso. La pianta può essere propagata:

  • semi;
  • sottobosco;
  • spara;
  • talee.

Propagazione dei semi

Dopo la fioritura, i cotiledoni compaiono sull'aloe. Dopo aver atteso la maturazione, vengono seminati in contenitori pieni di miscela di terreno. Per creare il terreno, prendiamo sabbia, tappeto erboso e terreno frondoso (2: 1: 1).

Non vale la pena ripiantare germogli fragili: sii paziente. Quando le aloe giovani sono forti, prepara contenitori separati per loro. Il terreno dovrebbe essere lo stesso nella composizione, ma con l'aggiunta di trucioli di mattoni e carbone.

Ulteriore cura per la giovane aloe vera consiste nell'irrigazione regolare. La primavera successiva, le piante vengono trapiantate in vasi spaziosi. Il fiore di aloe vera è fatto in casa, i benefici sono evidenti, poiché non solo disinfetta l'aria, ma funge anche da kit di pronto soccorso verde.

Riproduzione di scatti

Questo metodo per aumentare il numero di piante non richiede abilità speciali. I giovani germogli compaiono costantemente intorno all'aloe vera adulta. Per far crescere un fiore a tutti gli effetti da loro, è sufficiente scavarli con cura e trapiantarli in un contenitore separato con un buon terreno e un alto drenaggio..

Propagazione per talea

Può essere effettuato tutto l'anno, ma è più efficace in primavera e in estate. I germogli maturi vengono tagliati in pezzi di 10 cm. I punti di taglio sono cosparsi di carbone ei germogli stessi devono essere posti in un luogo buio in modo che si asciughino un po '.

Le talee pronte vengono piantate nella sabbia bagnata. Profondità di impianto - 1-2 cm, la distanza tra talee adiacenti - 5 cm Con l'aspetto delle radici, vale la pena intensificare l'irrigazione e dopo 7 giorni trapiantare in vasi separati.

Riproduzione della crescita

Dopo il taglio, i germogli dovrebbero essere leggermente nascosti, dopodiché vengono piantati a una profondità di 2 cm nel substrato del terreno e legati a un supporto affidabile. Fornire una temperatura di + 18 gradi e annaffiature regolari in modo che le piante acquisiscano forza. Dopo aver radicato le talee, l'irrigazione dovrebbe essere indebolita.

Posti a sedere

Il fiore di aloe vera tende a crescere in altezza, crescere, acquisisce giovani germogli. Quando il contenitore diventa poco profondo per la pianta, viene trapiantato in un vaso più profondo. I giovani germogli vengono trapiantati in un piccolo contenitore in modo che diventino più forti e acquisiscano forza.

Le piante adulte vengono piantate circa una volta ogni 3-4 anni, le giovani piante - una volta ogni 2 anni. Il drenaggio viene posto sul fondo del contenitore, quindi sul substrato. Dopo aver estratto la pianta dal vecchio vaso, pulire accuratamente la radice del terriccio in eccesso, metterla in una nuova pentola e cospargere di substrato. Non dimenticare le piccole pietre per rafforzare il tronco.

Problemi crescenti

A casa, il fiore di aloe vera cresce bene, ma a causa di cure improprie, possono sorgere numerosi problemi. Per esempio:

  1. Con un'umidità eccessiva, le foglie appassiscono e perdono la saturazione del colore. Per lo stesso motivo, possono iniziare processi putrefattivi dello stelo e del sistema radicale. Se ciò accade, trapianta il fiore di aloe vera in un nuovo vaso, ispezionando e rimuovendo eventuali marciumi.
  2. La mancanza di luce solare stimola l'allungamento della pianta, che la fa sembrare brutta. È possibile compensare la mancanza di radiazioni ultraviolette con lampade fluorescenti.
  3. Un'umidità insufficiente nell'aria porta alla comparsa di macchie marroni sulla punta delle foglie. Ventilare regolarmente l'area con la pianta.
  4. La pianta non ama le correnti d'aria e il freddo. Quando arieggi la stanza, proteggi l'aloe.

Parassiti che danneggiano la pianta:

  • cocciniglia;
  • scudo;
  • afide;
  • falso scudo.

I prodotti chimici sono usati per eliminare i parassiti. Lo scudo viene rimosso con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool, quindi irrigato con insetticida di aloe. È importante rilevare le macchie marrone scuro caratteristiche dell'aspetto del parassita nel tempo. Il fiore di aloe vera, la cui foto è presentata nell'articolo, si riprende abbastanza rapidamente dopo il trattamento con sostanze chimiche.

Per sterminare l'acaro del ragno, la pianta viene trattata con un insetticida, portata all'aria aperta e la stanza viene ventilata. È quasi impossibile salvare una pianta dal marciume secco. Segui le linee guida per la cura per prevenire la malattia.

Proprietà curative

Le foglie di aloe vera contengono un set completo di vitamine e minerali, grazie ai quali hanno un effetto complesso sul corpo. È sia un farmaco che un farmaco profilattico. In medicina si utilizzano le parti esterne del fusto (alburno) e le foglie da cui si ricava il succo. Le infiorescenze succulente non hanno proprietà medicinali.

Il succo fresco o uno spogliato (sabur) sono le medicine più efficaci dell'aloe. Nei medicinali, la pianta è meno efficace a causa dell'uso di conservanti, che bloccano alcuni nutrienti. I benefici del fiore di aloe vera sono stati dimostrati per generazioni.

Per ottenere un succo sano, è necessario tagliare le foglie inferiori e più carnose e metterle in frigorifero. Il tempo consigliato è di 10-14 giorni, durante i quali vengono prodotti stimolanti biogenici e molte altre sostanze utili nelle foglie. Per evitare che le materie prime si deteriorino, avvolgerle nella pellicola trasparente.

Il succo concentrato non deve essere conservato per più di 2-3 giorni, perché si ossida quando interagisce con l'aria. Per la conservazione a lungo termine, il succo viene diluito con alcol e il contenitore per esso viene sterilizzato. Il contenitore deve essere scelto scuro in modo che i raggi del sole non influiscano sul contenuto.

Oltre al succo e al sabur, in medicina vengono utilizzati prodotti a base vegetale:

  • olio;
  • sciroppo;
  • estratto liquido;
  • unguento;
  • gel.

Cosa guarisce l'aloe

Il complesso di nutrienti nella pianta ha un effetto positivo su:

  • sistemi cardiovascolare, nervoso e immunitario;
  • il tratto gastrointestinale;
  • pelle.

Le proprietà curative del fiore di aloe vera:

  • ha un effetto antifungino;
  • usato come farmaco antivirale;
  • purifica il corpo dalle tossine;
  • rimuove le scorie;
  • aumenta il tono;
  • abbassa lo zucchero nel sangue;
  • ripristina la microflora intestinale;
  • accelera la crescita dei capelli;
  • abbassa i livelli di colesterolo;
  • previene la caduta dei capelli;
  • migliora la circolazione sanguigna;
  • facilitare la manifestazione di allergie;
  • allevia il dolore;
  • tratta la stomatite;
  • guarisce la placca dentale;
  • tratta la gengivite;
  • utilizzato per la prevenzione e il trattamento del cancro;
  • ha proprietà lassative;
  • ha proprietà diuretiche;
  • ha proprietà antiossidanti;
  • aiuta nel trattamento delle malattie respiratorie;
  • utilizzato in ginecologia.

L'effetto battericida del succo di aloe aiuta a combattere i seguenti microrganismi:

  • stafilococco;
  • streptococco;
  • bastoncino di dissenteria;
  • bastone tifoide;
  • bacillo della difterite.

Aloe vera in cosmetologia

In questa zona, la pianta porta meritatamente il nome dell'elisir miracoloso. Il complesso di vitamine contenuto nella pianta ha un effetto positivo su qualsiasi tipo di pelle. Tra le qualità positive, va notato:

  • pulizia delicata della pelle;
  • idratare la pelle e la sua protezione antibatterica;
  • ricaricare a livello cellulare;
  • proprietà rigeneranti e curative;
  • ringiovanisce;
  • deodora;
  • rallenta l'invecchiamento;
  • normalizza i processi metabolici.

L'aloe vera è nota per i suoi effetti positivi su smagliature e cicatrici. I cosmetici a base di questa pianta alleviano l'acne, l'eczema, la dermatite e le ulcere cutanee. Unguenti succulenti eliminano efficacemente le vene varicose. Inoltre, sotto l'influenza dei componenti dell'aloe, la pelle si rigenera e si rinnova più velocemente..

Il succo ha proprietà antiscottatura e anestetiche, grazie alle quali allevia perfettamente il dolore e aiuta a liberarsi delle conseguenze delle ustioni.

Aloe vera in profumeria

L'odore di questa pianta non viene utilizzato nei prodotti di profumeria come principale, ma solo come ausiliario. Con il profumo di aloe vera, il profumo viene donato freschezza, leggerezza e una nota erbacea. Il profumo della succulenta è abbastanza versatile e si sposa bene con gli altri..

Aloe Vera per il cibo

Non tutti sanno che le piante grasse possono essere mangiate. I prodotti di aloe sono venduti molto richiesti all'estero. Un contenitore con un gel, che viene estratto dalla polpa delle foglie, è popolare e l'aloe vera viene utilizzata al posto dei succhi di frutta. Questo viene fatto nel trattamento di malattie o per aumentare la vitalità..

Nella medicina popolare, la polpa di foglie sbucciate viene utilizzata per trattare il sistema nervoso. L'infuso di miele tratta le malattie del tratto gastrointestinale. Poiché i prodotti succulenti sono un blando lassativo, sono spesso usati per pulire l'intestino e come aiuto per perdere peso..

Si mangiano anche sabur, gel, crema di aloe e gelato soft. La dolcezza fresca è venduta nei negozi europei ed è in una domanda senza precedenti. Vale la pena ricordare che anche i cibi sani possono danneggiare se consumati in modo eccessivo, quindi dovresti stare attento e consultare il tuo medico sui possibili pericoli..

Controindicazioni

Le preparazioni di aloe vera non sono consigliate per:

  • malattie esacerbate del tratto gastrointestinale;
  • emorragia interna;
  • cistite;
  • intolleranza individuale ai componenti;
  • giada;
  • epatite A;
  • gravi patologie del sistema cardiovascolare;
  • colecistite;
  • gravidanza;
  • emorroidi.

Gli unguenti curativi hanno meno controindicazioni. Possono essere utilizzati da bambini a partire da un anno e in gravidanza. L'aloe vera è un fiore domestico, i suoi benefici e rischi dipendono dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Sono stati considerati i vantaggi della pianta e, per quanto riguarda i lati negativi, va tenuto presente che il succo di aloe è molto caustico. Dovrebbe essere usato con cautela per le mucose, poiché potresti scottarti.

Coltivare l'aloe vera è un processo semplice. Devono essere seguite solo poche semplici regole per mantenere la pianta sana: irrigazione moderata, illuminazione adeguata e una temperatura confortevole. Una malattia o un parassita rilevati tempestivamente possono essere eliminati senza conseguenze.

Aloe: dai guaritori selvaggi a quelli domestici. Storia dell'origine

Tra le piante domestiche, ce n'è una che ha molte proprietà utili, il suo nome è familiare a tutti: questa è Aloe. Il fiore sembra un incrocio tra un cactus e una palma e appartiene al genere delle piante grasse. In natura, l'aloe è abituata a crescere nelle regioni aride, quindi non necessita di annaffiature frequenti e immagazzina l'acqua nelle sue foglie carnose e appuntite..

Aloe e Achillea sono la stessa cosa?

Questo fiore ha molti altri nomi, nel nostro paese si chiama agave, poiché si credeva che l'aloe fiorisse una volta ogni cento anni. Ma oggi è noto che non è così, in casa una pianta adulta fiorisce da novembre a marzo, ma non tutti gli anni, mentre il frutto con i semi non matura.

A volte l'aloe viene confusa con l'achillea, ma sono due diversi tipi di piante e hanno un aspetto diverso l'una dall'altra. Achillea ha preso il nome proprio per l'abbondanza di piccoli fiori bianchi sul suo gambo. Fiorisce per tutta l'estate, quindi è molto facile riconoscerlo. È molto senza pretese per il suo habitat; nella Russia centrale si trova ovunque. La vera aloe cresce solo nelle zone calde dove non c'è neve..

Ma per certi versi queste due piante sono simili, entrambe hanno un sapore molto amaro e hanno le seguenti proprietà benefiche:

- fermare il sangue e rafforzare i vasi sanguigni;

- hanno effetto antinfiammatorio e battericida;

- accelera il metabolismo nel corpo.

Cosa devi sapere sull'aloe?

Storia

La prima menzione di questa pianta medicinale può essere trovata più di 2 mila anni aC. e. Gli antichi egizi lo studiarono e ne usarono le proprietà utili. L'immagine dell'aloe si trova anche nei disegni nelle tombe dei faraoni. Grazie ai metodi di utilizzo del fiore in medicina, è stato chiamato "la pianta che dona l'immortalità". Questo stato può anche essere associato al fatto che è stato utilizzato durante l'imbalsamazione dei morti..

La provenienza del nome del fiore non è stata stabilita con certezza, ci sono diverse teorie. Secondo uno di loro, era formato dalle parole greche "sale" e "dare", che significavano - una pianta con il succo del sapore dell'acqua di mare. Durante l'adattamento alla lingua latina, è uscita una parola: "amaro", che suona come l'aloe. Secondo altre versioni, ci sono parole consonanti per il gusto amaro in arabo ed ebraico.

Patria della pianta di aloe

La patria dell'aloe sono le isole di Barbados, Curacao e l'ovest della penisola arabica. L'aloe deve la sua diffusione negli altri continenti alle persone, poiché la fama delle sue proprietà benefiche ha raggiunto gradualmente tutti gli angoli del pianeta. In quasi tutti i paesi del mondo, l'aloe è diventata una pianta domestica popolare..

Dove si trova l'aloe?

Ora l'aloe spontanea è diffusa nei paesi africani: Sud Africa, Swaziland, Mozambico, Malawi, Zimbabwe, Somalia, Etiopia ed Egitto. Trovato nell'Asia meridionale e in paesi con climi caldi come la Turchia e la Grecia.

Condizioni di crescita in natura

In natura, l'aloe ha dimensioni impressionanti e raggiunge i 4 metri, le foglie crescono fino a un metro di lunghezza e 20-30 cm di larghezza. In totale, sono conosciute più di 350 specie di questa pianta, la maggior parte ha un tronco simile ad un albero, il resto sembra un cespuglio in espansione. Sulle sue foglie si trovano spine o peli a intervalli regolari..

Questi fiori preferiscono crescere vicino alle zone costiere semi-desertiche, circondate da altri arbusti. Possono essere trovati spesso nelle savane con terreno ghiaioso o sabbioso. L'area di crescita raggiunge anche i deserti di montagna con un'altezza fino a 2750 metri sul livello del mare.

Quale terreno preferisce l'agave?

L'aloe è abituata alle condizioni più estreme e durante un periodo di siccità chiude i pori della pelle, trattenendo così l'acqua all'interno delle foglie. Pertanto, dove muoiono altre piante, questo fiore si sente a suo agio, è preparato per una scarsa irrigazione e un terreno povero. Idealmente, il terreno per questa pianta è costituito dai seguenti tipi di riempitivi:

- roccia vulcanica - perlite;

- terreno sciolto con equilibrio idrico-alcalino neutro, comprendente argilla, sabbia, humus e zolla.

In un taglio immaginario della pentola, il terreno dovrebbe assomigliare a questo: drenaggio sotto, poi terra e sopra sabbia grossolana mista a ghiaia.

Che aspetto ha l'aloe?

Radici

Nell'aloe selvatica, il sistema radicale è una radice lunga e diritta con una forte ramificazione. I fiori di casa sono molto più compatti e anche vasi poco profondi sono sufficienti per farli crescere con calma..

Stelo

Sul suo gambo diritto, le foglie si ramificano a forma di ventaglio; hanno un colore grigio-verdastro. Per il loro tipo, le foglie sono lisce, carnose e succose, di forma lanceolata-lineare e hanno denti affilati ai bordi.

Le foglie

L'ombra bluastra del colore conferisce alle foglie una speciale fioritura cerosa, non si sfrega dall'acqua ed è progettata in modo che l'umidità dalla foglia evapori meno. Il foglio stesso è diviso in celle all'interno, è in esse che si accumula l'acqua.

In inverno, non è consigliabile annaffiare l'aloe domestica; senza luce solare, le sue foglie cercheranno di crescere, ma risulteranno sottili e brutte. Nella stagione calda, oltre all'irrigazione, è necessario spruzzare, che in natura viene sostituita dalla rugiada mattutina.

Fiori

Quando l'aloe decide di fiorire, il suo proprietario ha la fortuna di vedere fiori grandi fino a 4 cm di lunghezza. Sono di colore arancione opaco, con struttura tubolare e campana. L'infiorescenza stessa è racemosa e in esemplari di grandi dimensioni raggiunge i 40 cm di lunghezza. I fiori di aloe sono profumati ed emettono molto nettare..

Frutta

A casa, i frutti dei fiori di aloe non maturano, ma in natura sembrano scatole triangolari. Hanno molti semi grigio scuro con ali, grazie ai quali espandono il loro raggio di crescita..

L'aloe è una coltura popolare tra le piante domestiche, non solo perché ha una serie di proprietà benefiche, ma anche perché non richiede cure particolari. Dopotutto, se ti dimentichi di annaffiarlo, non se ne accorgerà nemmeno. È utile sapere cosa cresce nella tua casa in vaso, perché prima la pianta ha fatto molta strada per la terra e ha giovato a molte persone, e ora piace anche a te.

Per altre foto di aloe, vedi sotto:

Video utile

Nel seguente video, vedrai diversi tipi di aloe selvatica:

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

Descrizione dell'aloe, ovvero quattromila anni al servizio della salute umana

Se alle piante venissero assegnati tutti i tipi di titoli, il primo sarebbe dato all'aloe, una straordinaria succulenta, nota per le sue qualità curative da più di un millennio. Difficilmente c'è una persona che non abbia mai sentito parlare di aloe.

La descrizione della pianta e della sua immagine si trova ormai ovunque, dai pannolini per neonati, alle salviettine umidificate e termina con intere linee cosmetiche di prodotti per la cura della pelle e medicinali per la cura di varie malattie..

L'Aloe ha un percorso di servizio all'uomo sorprendentemente lungo, per tutta la sua lunghezza la pianta è sempre rimasta un assistente costante nel fornire pronto soccorso per varie ferite, malattie infiammatorie, ferite purulente e sanguinanti. La pianta succulenta, come un salvavita, era sempre lì, coltivata in vaso sul davanzale della finestra per tutelare la salute di chi se ne prende cura in ogni momento. E questa preoccupazione invisibile è durata un anno, un secolo, un millennio.

Le prime descrizioni dell'aloe nell'antichità

Per la prima volta la pianta è stata descritta su tavolette assire di argilla datate 2000 aC, ma l'aloe è stato chiamato lì in modo diverso - siburu, tradotto dalla lingua accadica "resistenza". Lo stesso nome è stato dato al farmaco, che è stato preparato con foglie di aloe..

Si otteneva come segue: le foglie venivano tagliate alla base e poste verticalmente in grandi contenitori di legno a forma di vasca. Il succo ne uscì gradualmente e riempì l'intero spazio del serbatoio. I contenitori con il succo sono stati posti al sole e lasciati fino a quando tutta l'umidità è evaporata e il contenuto degli abbeveratoi si è trasformato in una massa opaca vetrosa di colore brunastro scuro con un sapore amaro e un odore specifico sottile.

Già nel Medioevo gli arabi scaldavano il succo in calderoni di rame fino a farlo evaporare completamente, quindi curavano le malattie gastrointestinali con il farmaco risultante, e credevano anche che il sabur acuisca la mente ed espelle la depressione, aiuta il concepimento e dà forza ai soldati.

Tra gli antichi egizi, l'aloe era considerata un talismano, credevano che la pianta migliorasse lo stato d'animo di ciascuno dei membri della famiglia e il suo ramoscello decorava qualsiasi porta d'ingresso della casa. La regina egiziana Cleopatra, colpendo tutti con la sua eterna giovinezza, ha lasciato molte ricette per la bellezza, tra cui la famosa composizione di succo di aloe, olio di rose e miele a base di crema di grasso di maiale.

La leggenda narra che l'aloe arrivò in Europa dopo che Alessandro Magno conquistò Socotra su consiglio di Aristotele, e i Greci mantennero il segreto della coltivazione della succulenta per molto tempo. La descrizione dell'aloe è molto ben presentata nei trattati degli antichi dottori romani Dioscoride, Claudio Galeno e Plinio il Vecchio. Circa 200 ricette con suggerimenti sull'uso dell'aloe furono lasciate da Ippocrate, una descrizione della pianta con una foto del suo aspetto fu presentata nel suo "Canone della Medicina" dal famoso Avicenna.

Il guaritore medievale Shirazi, con l'aiuto dell'aloe, ripristinò la capacità degli uomini anziani di concepire un bambino, offrendo loro di masticare semplicemente pezzi di foglie di aloe per sei mesi. La descrizione della succulenta si trova nella medicina tibetana e nel cinese Ben-Cao, un libro sulle erbe. Anche nel Vangelo troviamo una menzione dell'aloe, che fa parte dell'infuso, con cui fu lavato il corpo di Gesù dopo essere stato deposto dalla croce..

In Russia, la pianta è stata descritta per la prima volta nel "Principe Izbornik Svyatoslav" e successivamente - nelle opere di molti scienziati che hanno studiato le piante ai fini dell'uso in medicina - N. M. Maksimovich-Ambodik, I. A. Dvigubsky, Yu. K. Trapp, I. Kashinsky e altri. Il metodo di trattamento delle malattie degli occhi con il succo di aloe, sviluppato e applicato con successo dal professor V.P. Filatov, è considerato davvero unico..

Per quasi quattromila anni, l'aloe ha guarito le persone, un'impresa veramente disinteressata per un normale rappresentante della flora. È solo ordinario? Puoi discutere.

Descrizione botanica dell'aloe

Il genere Aloe è molto esteso - comprende fino a 350 specie, molte forme, varietà e ibridi, tra cui ci sono piante perenni erbacee, arbusti e piante arboree alte come un vero albero - circa 10-15 me un tronco rossastro con tracce di foglie cadute in un cerchio più di 2 m.

L'aloe ha in natura foglie succose e carnose, che raggiungono talvolta i 60-65 cm, dal basso sono convesse, dall'alto, invece, concave, con spine acuminate e chiare lungo tutto il perimetro della lamina fogliare, triangolari allungate, lanceolate oa forma di spada. Lungo il fusto, le foglie sono disposte alternativamente, coprendolo con i seni, nella parte superiore sono raccolte in una rosetta stretta. Il colore della corona in aloe è uno smeraldo scuro con una sfumatura bluastra, spesso la superficie delle foglie è ricoperta da una fioritura cerosa e in alcune specie - un motivo di macchie e tratti di un tono scuro o chiaro rispetto allo sfondo principale della foglia.

Contrariamente alla nota affermazione che l'aloe fiorisce una volta ogni cento anni, la pianta forma un peduncolo in condizioni naturali, se non ogni anno, quindi in un anno è necessario. L'infiorescenza è bella, densa, fiori tubolari di piccole dimensioni, corallo, giallo brillante, arancio, raramente bianco, strettamente raccolti in una pannocchia o un racemo di 20-40 cm di lunghezza. nettare.

I frutti di aloe sono capsule triangolari con molti semi grigio scuro con ali che li aiutano a diffondersi dal vento su lunghe distanze.

Dove cresce l'aloe allo stato selvatico

La patria della succulenta è considerata il Sud-est Africa e il Madagascar. Tuttavia, la pianta si è diffusa in molti angoli tropicali del pianeta, principalmente nelle regioni meridionali e sud-occidentali del continente africano, nella penisola arabica e in Macronesia, nonché in America centrale e meridionale, regioni meridionali del Nord America, Asia e Nuova Guinea, su l'Europa meridionale e il Mediterraneo, raggiungendo l'Irlanda meridionale e la Svezia.

Cresce principalmente su suoli poveri di semi-deserti e savane tra cespugli spinosi, si trova anche ad un'altitudine di circa 2750 m sul livello del mare, abitando le pendici desertiche di montagna. Alcune specie che vivono negli altopiani sono abbastanza resistenti al freddo e possono sopportare temperature sotto lo zero. Le foreste di aloe sull'altopiano del Namaqualand e in una delle regioni del deserto del Namib sembrano incredibilmente colorate e completamente esotiche..

Proprietà farmacologiche dell'aloe

Il succo di aloe contiene molte vitamine: B1, B3, B2, B12, B6, E e C, oltre a provitamina A, polisaccaridi, proteine, enzimi, aminoacidi, flavonoidi, micro e macroelementi. La medicina moderna produce estratti dal succo di aloe, nonché preparati contenenti biostimolanti, che sono popolari nel trattamento di problemi broncopolmonari, tubercolosi, tratto gastrointestinale e malattie degli occhi.

L'uso esterno è associato alla capacità della succulenta di agire sulle lesioni cutanee da streptococco e stafilococco. Il succo di aloe e lo sciroppo di zucchero con aggiunta di una soluzione di cloruro ferroso aiutano a curare l'anemia.

Conclusione

Le proprietà benefiche dell'aloe non sono ancora ben comprese, sebbene molti istituti di ricerca stiano conducendo ricerche sull'uso dell'estratto di aloe per il trattamento di varie malattie. È assolutamente certo che il segreto finale dell'aloe non è stato ancora risolto e le persone hanno ancora molto da imparare sui superpoteri della straordinaria succulenta..

Aloe - proprietà medicinali e controindicazioni

L'aloe è una delle piante le cui proprietà medicinali, possibili effetti negativi e conseguenze sono state individuate da tempo. Il secondo nome di questa pianta è agave. In totale, gli scienziati hanno contato circa 400 delle sue specie, ma l'unica utilizzata nell'industria medica è l'aloe vera..

Dove cresce l'aloe

L'aloe è una delle poche piante perfettamente coltivate in casa. In natura, è diffuso nelle regioni calde, anche calde: Africa, Madagascar, India, Asia meridionale e orientale, Messico e Cuba. Tuttavia, cresce bene sia sulle terre desolate che sui pendii di alta montagna..

A casa, la pianta è abbastanza senza pretese. Non dovrebbe essere annaffiato spesso, poiché le radici sono soggette a decomposizione e all'ombra nelle giornate calde dalla luce solare diretta. In inverno, può essere annaffiato solo una volta ogni 20-30 giorni..

Caratteristiche benefiche

Questa pianta della famiglia delle succulente è incredibilmente sana, motivo per cui è così popolare per la coltivazione domestica. Avendo un tale "aiutante" a portata di mano, puoi ottenere un eccellente farmaco multifunzionale in qualsiasi momento..

A causa del fatto che la pianta contiene un'enorme quantità di componenti utili, ha proprietà preziose.

Ad esempio, il succo di questa pianta senza pretese contiene componenti come:

  • vari sali minerali;
  • carotene;
  • aminoacidi;
  • flavonoidi;
  • vari enzimi;
  • vitamine C, A, E;
  • catechina;
  • tannini.

E le foglie dell'agave (questo è uno dei nomi usati dalle persone) sono piene di resine utili, fibre, glicosidi. Esistono un numero enorme di proprietà medicinali dell'aloe vera, dovute alla sua ricca composizione di componenti. Questi includono:

  • purificare il corpo, rimuovendo sostanze tossiche da esso;
  • stimolante;
  • rafforzare l'immunità;
  • effetto benefico e cicatrizzante dei sistemi nervoso, digestivo, cardiovascolare e diuretico;
  • allevia l'infiammazione;
  • riduce il livello di colesterolo cattivo nel sangue;
  • spesso usato per combattere le malattie ginecologiche nelle donne;
  • usato per alleviare il dolore e curare la pelle da varie lesioni;
  • a causa della presenza di tannini nella sua composizione, la pianta può essere utilizzata per fermare l'emorragia;
  • rigenerazione della pelle.

Applicazione nella medicina tradizionale

Oggi l'aloe è una materia prima abbastanza comune per la produzione di vari medicinali. Nelle moderne farmacie puoi trovare molti prodotti a base di esso, che vanno dal puro succo di aloe alle iniezioni di aloe, oltre a una vasta gamma di prodotti cosmetici (maschere, creme, shampoo e balsami).

Grazie alla sua capacità di migliorare l'assorbimento del ferro, l'aloe può essere spesso vista negli integratori. Inoltre, gli estratti di aloe vengono aggiunti a varie creme e unguenti per la guarigione di ferite, ustioni e varie malattie della pelle..

Anche popolare è l'estratto d'acqua di aloe, che viene spesso utilizzato non solo per aumentare l'immunità, ma anche per trattare disturbi agli occhi e malattie dello stomaco (ad esempio un'ulcera). Inoltre, viene spesso consigliato il linimento di agave, che include non solo il succo di questa pianta, ma anche una miscela di due oli: ricino ed eucalipto..

Applicazione nella medicina tradizionale

Albero di aloe a casa in una pentola

I guaritori popolari usano non solo il succo della pianta stessa, ma anche le foglie. Centennial è una pianta incredibilmente preziosa che è utile avere sempre a portata di mano, poiché per preparare le medicine servono foglie vive. Possono essere tagliati in qualsiasi momento dell'anno. Si ritiene che quando la foglia ha una parte superiore leggermente secca, il succo in essa sarà più efficace. Ma va ricordato che l'utilità delle foglie tagliate non dura a lungo - solo circa tre ore.

Le foglie vengono utilizzate per fare il succo, intero (schiacciato) o solo la polpa. Per ottenere la polpa, è necessario rimuovere la pelle dalla foglia e impastare la foglia insieme al succo.

Da questa pianta vengono prodotti vari medicinali: unguenti, estratti, soluzioni, pozioni. È spesso usato per curare l'acne, malattie degli occhi, alleviare mal di testa, raffreddori, anche per la loro prevenzione, carenze vitaminiche, influenza, infiammazioni del cavo orale, vari problemi digestivi, per prendersi cura della pelle grassa, secca e invecchiata.

Controindicazioni

Sebbene l'aloe abbia molte proprietà medicinali, può anche essere dannosa..

  • Il succo di questa pianta non è raccomandato per i bambini piccoli e gli anziani, poiché può causare allergie, irritazione delle pareti dello stomaco e dell'intestino.
  • È categoricamente impossibile usare il succo di aloe per le donne incinte, così come in presenza di disturbi come epatite, emorroidi, colecistite, malattie cardiache e vascolari, sanguinamento.
  • Le iniezioni di aloe hanno controindicazioni per i pazienti che soffrono di malattie degli occhi, soprattutto nella forma cronica.

In ogni caso, va ricordato che le materie prime di questa pianta possono essere utilizzate per un tempo molto breve. E prima di iniziare qualsiasi trattamento, dovresti consultare un medico sui dosaggi consentiti, sul metodo di trattamento e sulla durata del corso del trattamento. Se prendi l'aloe in modo incontrollabile, puoi ottenere più effetti negativi che benefici.

Aloe o agave - condizioni di crescita, riproduzione

Aloe o agave - condizioni di crescita, riproduzione

Patria della pianta. Nord Africa.

Descrizione dell'aloe. Il genere contiene oltre 300 specie, oltre a ibridi, piante piccole e grandi, rosette. Queste sono piante perenni sempreverdi, arbusti o piccoli alberi.

L'Aloe o Agave è una pianta grassa a crescita lenta che si trova principalmente nella boscaglia africana (cespuglio) e varia per forma e dimensione. Molti di loro hanno foglie carnose e spesse con denti uncinati o spine, anche nel mezzo della foglia. Le spine variano in dimensione e forma a seconda della varietà di aloe. Il colore delle foglie va dal verde al blu-verde, con alcune aloe anche di colore rossastro. Sulle forme variegate, ci sono macchie, macchie o strisce sulle foglie. Le foglie raggiungono i 30-60 cm di lunghezza e 5-8 cm di larghezza.

L'aloe emette un peduncolo alto e slanciato alto fino a 90 cm dal centro della rosetta, può essere ramificato. I fiori variano di dimensioni, ma di solito sono tubolari, dal bianco al rosso vivo, giallo e arancione. I semi si formano in capsule secche non appena i fiori scompaiono. L'aloe fatta in casa fiorisce solo 3-4 anni dopo la semina, ma i suoi fiori hanno un piacevole aroma dolciastro. Per la fioritura, è necessario mantenere l'aloe all'aperto durante un periodo di tempo caldo e fornire alla pianta sufficiente luce solare all'interno..

L'aloe da interni è una pianta d'appartamento longeva che è all'altezza del suo nome popolare: agave, e il suo succo ha un incredibile effetto curativo quando viene strofinato su ferite, lividi e persino sui capelli. Può anche essere usato per alleviare il dolore da ustione. L'aloe è coltivata da molto tempo e acclimatata in molti paesi del mondo, dove viene utilizzata sia in medicina che in cosmetica.

Tipi di aloe:

Aloe arborescens - Aloe arborescens

La specie più comune nella cultura indoor, con foglie lunghe, molto succose, verdi o bluastre. Quasi il 99% delle foglie di aloe sono acqua. Spine corte ma forti si trovano lungo il bordo delle foglie. Nel suo ambiente naturale, questa specie fiorisce con grandi fiori rosa, ma a casa la fioritura si verifica raramente..

Aloe bianco

Le varietà bianche pure di aloe non esistono ancora, ma esistono diverse sottospecie, le cui foglie hanno sfumature chiare, il più vicino possibile al bianco, ad esempio, aloe somalo - Aloe somaliensis, aloe a foglia corta - Aloe brevifolia, Descuana aloe - Aloe descoingsii e Aloe dhufarensis.

Aloe variegata, striata o tigrata - Aloe variegata (Tiger Aloe)

Una piccola pianta succulenta sempreverde che forma una rosetta o foglie grandi, succulente, triangolari, sessili. Le foglie sono colorate in una tonalità verde scuro con strisce chiare trasversali e un bordo chiaro lungo il bordo dei piatti fogliari. Durante il periodo della fioritura, lancia alti peduncoli eretti, in cima ai quali si trovano molti fiori tubolari rosso-rosati con piccoli petali.

Aloe spaventoso - Aloe ferox

Nel suo ambiente naturale raggiunge i 2 - 3 m di altezza. In base al nome, diventa chiaro che questa sottospecie è dotata di spine forti e crescono non solo sulle costole, ma anche al centro delle foglie. Le foglie sono oblunghe - triangolari, verdi, con una fioritura cerosa bluastra; in piena luce acquisiscono una tonalità rosa-viola. I gambi dei fiori portano infiorescenze sulle cime: candele, che contengono un numero molto elevato di fiori d'arancio con un lungo tubo di fiori.

Aloe Barbados o Aloe Vera - Aloe vera

Conosciamo tutti l'agave. E 'un succulento arbusto sempreverde alto fino a 1 m Il fusto reca foglie lunghe, succulente, di colore verde chiaro con spine sulle costole, disposte a spirale. Le foglie giovani a volte hanno macchie più chiare o più scure sulla loro superficie, ma scompaiono con l'età. Se tenuti alla luce solare diretta, i bordi delle foglie acquisiscono una tinta rosata. Ampiamente usato in medicina e cosmetologia.

L'aloe dalle molte foglie, che vive nelle montagne del Lesotho a un'altitudine di circa 2500 m sul livello del mare, tollera a lungo il gelo e il manto nevoso. Nell'aloe bulbosa nella parte inferiore dell'infiorescenza, al posto dei fiori si sviluppano dei "bulbi", che servono anche per la riproduzione vegetativa.

Esistono forme molto attraenti di aloe variegata con punti luce o foglie rosso-viola, alcune varietà si distinguono per la presenza di un gran numero di spine lunghe bianche o addirittura rosa.

Altezza. Fino a 1 m di Aloe

Aloe a casa

Condizioni di temperatura. Aloe indoor - piante che tollerano qualsiasi temperatura dell'abitazione La temperatura ottimale è di 21 - 26 ° C, tollera un calo fino a 10 ° C.L'aloe non ama il caldo intenso e nei mesi invernali preferisce una visita piuttosto fresca con una temperatura di circa 12 ° C.

Aloe crescente - illuminazione. Preferisce una luce molto intensa, ma non la luce solare diretta. In autunno e in inverno, in assenza di un periodo di riposo, la pianta potrebbe necessitare di un'illuminazione aggiuntiva con lampade fluorescenti. Non spostare le piante fuori dalla stanza alla luce diretta del sole: lascia che le foglie si adattino gradualmente alle mutevoli condizioni di illuminazione.

Come prendersi cura dell'aloe. L'aloe è poco impegnativa da curare, adatta ai coltivatori alle prime armi. È importante fornire loro un buon drenaggio e un sole sufficiente. Rimuovere i peduncoli e le foglie vecchie in modo tempestivo dopo la fioritura. Le varietà alte spesso richiedono supporto per una buona crescita. Porta le piante all'aria aperta durante i mesi più caldi usando un riparo dalla pioggia.

Condizioni di crescita - suolo. Qualsiasi miscela per cactus e piante grasse con un pH leggermente acido e una grande quantità di sabbia di fiume grossolana aggiunta per migliorare il drenaggio.

Top vestirsi. In primavera e in estate, durante il periodo di crescita, una volta ogni due settimane, concimare a metà della concentrazione. In autunno e in inverno, quando la pianta è a riposo, non viene effettuata alcuna alimentazione. Ricorda che l'aloe è una pianta grassa e immagazzina una grande quantità di umidità e sostanze nutritive nelle foglie spesse..

Appuntamento. Il fiore di aloe in vaso è una pianta appariscente e frondosa decorativa e il succo di aloe ha molte proprietà benefiche ed è ampiamente utilizzato in cosmetologia e medicina popolare. L'aloe con miele e limone rafforza il sistema immunitario e viene utilizzata come espettorante.

Tempo di fioritura. La fioritura dell'aloe nella cultura è un fenomeno piuttosto raro, la fioritura avviene solo con una buona fonte di luce.

Umidità dell'aria. Una pianta molto poco impegnativa, andrà bene l'aria abbastanza secca. Se la pianta di aloe viene mantenuta fresca durante i mesi autunnali e invernali, l'aria intorno dovrebbe essere asciutta..

Come innaffiare l'aloe a casa. Una pianta succulenta tollera bene la siccità, assicurati di asciugare il substrato tra un'annaffiatura e l'altra. In inverno, l'acqua molto raramente e ogni volta assicurati che le gocce di umidità non cadano nell'uscita delle foglie: la pianta marcirà. Le varietà basse possono essere annaffiate immergendo completamente la pentola in un grande contenitore di acqua a temperatura ambiente. Naturalmente, l'umidità in eccesso dal pallet deve essere drenata immediatamente dopo l'irrigazione. In primavera e in estate, quando la pianta si sta sviluppando attivamente, vale la pena annaffiare in modo che tra un'annaffiatura e l'altra il terreno si asciughi a una profondità di circa 2-3 cm.

Come trapiantare l'aloe. Man mano che il vaso si riempie, le piante di aloe da interno vengono piantate in un contenitore di diametro leggermente più grande. Dopo il trapianto in terreno fresco, interrompere l'irrigazione per 7-10 giorni.Le radici vecchie e decomposte vengono tagliate con uno strumento sterile affilato durante il trapianto.

Come propagare l'aloe. Le talee a foglia picciolo si radicano abbastanza facilmente in primavera o in estate a temperature intorno ai 20 ° C, ma assicurati di asciugarle per alcuni giorni prima di piantare. L'irrigazione è molto economica, il radicamento richiede molto tempo - circa un mese. Anche le talee apicali e i bambini piccoli, che a volte compaiono vicino alla pianta madre, vengono utilizzati per la riproduzione. Il radicamento può essere effettuato in un normale bicchiere di acqua bollita. Semi, caldi - 21 ° C.

Parassiti e malattie dell'aloe. Le piante possono essere attaccate dalle cocciniglie. Ispeziona regolarmente le foglie per questi parassiti e se la pianta sembra debole, rimuovi i 13 mm superiori. substrato e assicurarsi che le radici non siano danneggiate.

Le scottature possono causare macchie marroni secche sulle foglie, soprattutto se la pianta viene esposta al sole subito dopo l'irrigazione. L'irrigazione eccessiva è la causa dell'avvizzimento delle foglie, specialmente in condizioni fresche. Una tinta rossastra appare sulle foglie sotto una luce eccessiva; le foglie diventano pallide quando crescono all'ombra. Le foglie pallide indicano una mancanza di luce: sposta la pianta in un'area più luminosa.

Le specie alte perdono le foglie più basse con l'età e diventano meno attraenti. In tali piante, la parte superiore viene tagliata e, dopo l'essiccazione preliminare, viene radicata nella sabbia bagnata. Il taglio può essere cosparso di carbone tritato. Inoltre, gli esemplari di grandi dimensioni durante il trapianto possono essere semplicemente interrati nel terreno in modo che il tronco, nudo alla base, non sia visibile..

Nota. Il succo di aloe è usato in lozioni cosmetiche, creme, unguenti e shampoo, ha proprietà battericide, cicatrizzanti e antinfiammatorie. Velenoso per cani e gatti. Una caratteristica sorprendente di questa pianta è che il suo succo viene utilizzato per radicare talee e per inzuppare i semi di altre piante: questa è la percentuale di radicazione e germinazione dei semi.

Aloe (agave): descrizione e metodi di coltivazione

Molte persone considerano la pianta di aloe un "medico domestico" e hanno assolutamente ragione. Per scopi medicinali, viene utilizzato il succo spremuto dalle foglie inferiori e medie; le rosette apicali non devono essere toccate in modo che la pianta non smetta di svilupparsi. Inoltre, le proprietà curative dell'aloe (agave) iniziano ad apparire solo più vicino all'età di cinque anni, quindi il succo delle giovani piante è assolutamente inutile.

L'aloe, l'agave (Aloe) appartiene alla famiglia delle Liliaceae.

L'albero più diffuso è l'aloe. La pianta ha un fusto su cui sono presenti foglie carnose, grigio-verdi, leggermente ricurve con spine lungo i bordi. A volte l'aloe fiorisce fiori rosso-arancio, ma questo è molto raro..

L'aloe è una pianta d'appartamento succulenta dalle foglie decorative. Di regola, forma rosette basali di foglie spinose carnose. Raramente colpito da malattie e parassiti.

L'aloe (dall'arabo alloeh - "brillante e amaro") appartiene alla famiglia degli asfodeli, il genere dell'aloe - Aloe L. In natura esistono circa 350 specie di aloe, molte varietà e forme ibride.

Questa pianta ha ricevuto i seguenti nomi popolari: "agave", "dottore", "rannik". Quando si descrivono i fiori di aloe, si dice spesso che il nome "agave" che questa pianta ha ricevuto grazie alla credenza popolare - presumibilmente la sua fioritura avviene una volta ogni 100 anni. Questo non è vero, poiché con una buona cura domestica dell'aloe, i fiori possono apparire quasi ogni anno. Sin dai tempi antichi, questa pianta medicinale è stata venerata dalla gente come simbolo di vita e salute..

Dove cresce l'aloe in natura: il luogo di nascita della pianta e la storia dell'origine

La patria dell'impianto di ploe è il Sud Africa. In natura, l'aloe è diffusa in Somalia, Etiopia, Africa sud-occidentale (regione del Capo), Transvaal (provincia del Sud Africa), Penisola arabica, Isola di Socotra, Macronesia, Madagascar, America settentrionale meridionale, America centrale e meridionale, Asia, Nuova Guinea, Mediterraneo, Europa (fino alle regioni meridionali di Svezia e Irlanda).

È sempre caldo dove cresce l'aloe. Queste piante vivono nelle zone costiere semidesertiche tra cespugli spinosi, nelle savane, nei deserti montani ad un'altitudine di 2500-2750 m sul livello del mare. L'aloe alpina, come l'A. Polyphylla, può resistere al gelo e alcune specie nel deserto del Namib e sugli altopiani del Namaqualand formano vere foreste di piante grasse.

Alla fine del XVI secolo. l'aloe iniziò a essere coltivata in America centrale (una specie di piantagione di aloe di importanza mondiale). Il Sud Africa è la principale fonte di sabur dalle piante selvatiche.

E dove cresce l'aloe in natura nel continente eurasiatico? Queste piante possono essere trovate nella zona delle subtropicali umide - nel Transcaucasus, Crimea e Asia centrale. Anche nei tempi antichi, gli arabi notarono l'effetto curativo dell'aloe sul corpo umano..

Facendo lunghe passeggiate nel deserto, sia le persone che gli animali sono stati costretti per molto tempo ad accontentarsi di cibo scarso. Spossate dal caldo e dalla stanchezza, le persone erano più esposte alle malattie causate da numerose infezioni. Consumando cibo semplice e grossolano, i carovanieri soffrivano di disturbi intestinali e dolori di stomaco. Il vento caldo secco ha influito negativamente sulla pelle e, a causa dell'indebolimento del corpo e di una diminuzione della funzione rigenerativa, piccoli tagli e abrasioni si sono trasformati in ulcere non cicatrizzanti.

Dalla storia dell'origine dell'aloe, è noto che fin dall'antichità queste piante hanno contribuito a sopportare le difficoltà e le privazioni della vita nomade. Non c'è da stupirsi che fosse considerato dagli arabi un simbolo di pazienza. Grazie alle sue proprietà curative, l'aloe è stata usata come pianta magica nei rituali di guarigione, il più delle volte come parte dell'incenso.

Ora è difficile dire quale degli stregoni dell'antica Africa abbia notato per primo la capacità delle foglie di aloe di dare forza a una persona malata e ripristinare la salute, ma hanno iniziato ad aggiungerla al cibo e alle bevande del campo di guerrieri che hanno fatto lunghe transizioni, partecipando a numerose scaramucce e battaglie..

Di conseguenza, le ferite, che fino a poco tempo fa erano considerate fatali, si sono rimarginate più velocemente e le forti tempeste di sabbia non hanno esaurito così tanto le carovane lungo la strada. L'aloe era anche considerata un antidoto salvifico per le ferite lasciate dalle frecce avvelenate. Ogni guerriero aveva con sé una composizione di un'agave, preparata con le proprie mani sotto la guida di un esperto guaritore.

Le donne arabe consideravano l'aloe una pianta capace di facilitare il concepimento e dare forza a un neonato. Persino gli anziani in via di estinzione, gli stregoni-guaritori offrivano una pozione di succo di aloe e vino giovane. Si credeva che l'effetto della bevanda prolungasse la vita e ravvivasse il sangue del vecchio più profondo.

Il famoso Ibn Sina (Avicenna) menzionava l'aloe come un potente rimedio contro la febbre della sabbia, una condizione che spesso si verificava nei viaggiatori indeboliti dalla fame e dalla disidratazione, quando, sotto l'influenza della luce solare cocente e del vento secco, il loro corpo perdeva la capacità di uno scambio termico soddisfacente e si verificava uno stato di colpo di calore. In questo momento, la temperatura della persona è aumentata notevolmente e la sudorazione si è fermata completamente. Continuando a essere sotto il sole, lo sfortunato ha perso rapidamente conoscenza ed è morto per un ulteriore aumento della temperatura a limiti letali - questo è 41-42 ° C, quando inizia la coagulazione delle proteine ​​nel sangue.

Al giorno d'oggi, l'agave è uno dei farmaci più importanti nel trattamento di tutti i tipi di impotenza, poiché ripristina efficacemente la circolazione sanguigna nei corpi cavernosi e ha una capacità non molto forte, ma stabile di aumentare la produzione di ormoni sessuali maschili.

Le tribù indigene del Sud Africa non hanno messo in dubbio la connessione della pianta con l'emergere di una nuova vita. I loro stregoni credevano che ogni nascita di un bambino fosse accompagnata dall'apparizione di un nuovo germoglio sull'aloe, che in Sud Africa raggiunge dimensioni davvero gigantesche - circa 6-8 m. Durante la nascita di un bambino, l'aloe veniva riempita con un nuovo ramoscello giovane, che simboleggiava l'inizio di una nuova vita.

Di seguito puoi leggere la descrizione botanica dell'aloe e conoscere le sue proprietà benefiche..

Descrizione botanica dell'aloe, composizione chimica delle foglie, foto della fioritura

Le piante erbacee o arbustive perenni (simili ad alberi) raggiungono un'altezza di 10-15 me hanno un diametro del tronco fino a 2 m. Le forme arboree hanno un folto tronco rossastro con tracce di foglie morte nella parte inferiore.

Le foglie di aloe sono succose, enormi (lunghe fino a 65 cm, larghe fino a 3,5 cm, spesse fino a 2 cm), carnose, convesse sotto e concave sopra, con spine appuntite lungo i bordi. Forma foglia: allungata lanceolata, lanceolata, xifoide o deltoide. Foglie avvolgenti dello stelo, situate alternativamente, nella parte superiore dello stelo, riunite a forma di rosetta.

Il colore delle foglie è grigio-verdastro o verde scuro, a volte con una fioritura cerosa. Le foglie di aloe hanno spesso macchie scure e chiare o striature gialle. Le foglie di aloe sono in grado di chiudere i pori in condizioni sfavorevoli e trattenere così l'umidità.

In condizioni favorevoli, l'aloe fiorisce e fruttifica ogni anno o ogni anno. I fiori di aloe sono raccolti in infiorescenze paniculate o racemose di arancio, giallo, corallo, a volte bianche, lunghe 20-40 cm; molto bello. Il perianzio è semplice, tubolare, la corolla in basso è spesso espansa globalmente, vi si accumula il nettare dolce. Il perianzio è formato da sei petali lineari, che si trovano sulla base in due cerchi. Ci sono sei stami e sono anche disposti in due cerchi..

Guarda una foto di questa aloe durante la fioritura:

Quando si descrivono le foglie di aloe, va notato che contengono un'enorme quantità di sostanze utili: antraglicosidi (aloina), che irritano la mucosa gastrica e migliorano la motilità intestinale, derivati ​​esistenti di alcune sostanze resinose, enzimi, aminoacidi, oli essenziali. Inoltre, la composizione chimica delle foglie comprende vitamine (gruppo B: B5, B6, B9), beta-carotene, vitamine A, K, C, E), minerali - calcio, sodio, magnesio, potassio, rame, fosforo, acido malico, salicilico acido, polisaccaridi, zinco, cromo.

Una pianta integra e lavata in modo pulito può ridurre significativamente il numero di batteri in casa: 2-3 arbusti adulti o 7-8 giovani piante miglioreranno la qualità dell'aria in un soggiorno di 20 metri di almeno 2 volte.

Se sei malato a casa, dovresti aumentare l'effetto benessere spruzzando estratto di aloe freddo.

Per fare questo, macinare 2-3 foglie di aloe, versarle con acqua fredda, insistere per almeno mezz'ora e con questo infuso umidificare l'aria della stanza in ogni modo possibile: utilizzando uno spruzzatore elettrico o manuale, o semplicemente appendendo un asciugamano imbevuto di questa infusione sul riscaldatore.

Inoltre, quando si descrive la pianta di aloe, vale sicuramente la pena menzionare che può anche accumulare ed elaborare formaldeide, che viene emessa da molti materiali utilizzati per la decorazione di interni e la produzione di mobili. Un attento dottore verde ti proteggerà anche qui.

L'aloe ha la proprietà di rafforzare la forza dello spirito, aiutando a sopportare la solitudine.

I musulmani di ritorno dalla Mecca portano l'aloe come prova del loro pellegrinaggio di successo. Lo appendono sopra la soglia della loro casa con la cima verso i luoghi santi. Secondo loro, dopo questo nessun demone malvagio può entrare nell'abitazione..

Di tanto in tanto, la pianta dovrebbe essere pizzicata. Si perdona volentieri tale trattamento, se lo facciamo bene: usiamo le foglie inferiori per il trattamento, rimuovendole dal tronco con una leggera rotazione da sinistra a destra.

Ed è anche bene ricordare il vecchio consiglio dei guaritori - di avere quante più piante spinose possibile sulla finestra - questo proteggerà la tua casa dai nemici e dal malocchio.

Per scopi medicinali, le foglie inferiori e medie ben sviluppate di aloe vengono utilizzate con una lunghezza di almeno 18 cm, lasciando le rosette apicali delle foglie giovani (per l'ulteriore sviluppo delle piante l'anno prossimo). Foglie con un debole odore particolare e un forte sapore amaro. Perdita all'essiccamento almeno del 92%; residuo secco nel succo prelevato dalle foglie fresche prima dell'inscatolamento, non inferiore al 2%. Le foglie vengono raccolte nel periodo autunno-inverno da una pianta di 3-4 anni, lavate accuratamente con acqua bollita, avvolte in carta nera (con un tubo con estremità passanti) e conservate in un luogo buio (ad esempio, in frigorifero sul ripiano inferiore) a una temperatura di 4-8 ° C entro 2 settimane.

Quindi vengono lavati con acqua bollita fredda, tagliati in piccoli pezzi lamellari di 0,2–0,3 mm e versati con acqua in un rapporto di 1: 3. Lasciare in un luogo fresco e buio per 1,5 ore, quindi avvolgere in una garza e strizzare a mano o con uno spremiagrumi. Filtrato attraverso materiale denso o diversi strati di garza.

Si consiglia di non innaffiare l'aloe per 20 giorni prima di utilizzare le foglie, il che crea condizioni artificiali sfavorevoli per la pianta e quindi accelera la produzione di stimolanti.

Successivamente, puoi vedere le foto e scoprire i nomi dei tipi di aloe, i più comuni tra i coltivatori domestici.

Quali sono i tipi di piante di aloe: foto e nomi di fiori

Nella floricoltura indoor sono diffusi i seguenti tipi di fiori di aloe:

Aloe variegata (A. variegata) - foglie verde scuro con strisce trasversali chiare, le foglie sono disposte su tre file

Aloe biancastra (A. albida)

Albero di aloe (A. arborescens) - con foglie lunghe su uno stelo alto

Aloe grazioso (A. sopstpa)

Aloe a foglia corta (A. brevifolia)

Aloe Marlota (A. marlothii)

Sapone di aloe (A. saponaria) - foglie con macchie bianche oblunghe

Aloe (A. vera)

Aloe spinosa (A. aristata) - una pianta con una rosetta sferica di foglie e molti figli

Aloe striato (A. striata)

Aloe dolce (A. jucunda)

Aloe squat (A. humilis)

Aloe ciliate (A. ciliaris)

Aloe piegata (A. plicatilis) - altamente decorativo.

La maggior parte delle specie di piante di aloe non fiorisce in casa..

In quasi tutte le case, in quasi tutti gli appartamenti, da qualche parte sul davanzale della cucina c'è una graziosa pentola con un'agave. Questa pianta perenne viene solitamente tramandata di generazione in generazione, diventando un grande cespuglio bizzarro. Fiorisce, secondo la leggenda, una volta ogni cento anni, ma con la dovuta cura sembra molto decorativo..

Albero di aloe

In casa si coltiva solitamente l'aloe arborescens (Aloe arborescens), un arbusto succulento, anche in casa cresce fino a 3 mo più. La sua patria è il Sudafrica, dove la cultura cresce sui pendii delle montagne rocciose fino a 1800 me sulla costa. Le foglie ramificate erette sottostanti sono coperte da resti di foglie morte. Foglie laterali strette-lanceolate, succulente, appuntite all'apice, lungo il bordo con spine ricurve verso l'alto, di colore verde opaco o bluastro, lunghe fino a 60 cm Nell'Africa meridionale e tropicale, nelle regioni più aride, l'aloe fiorisce ogni anno, formando peduncoli con folti pennelli fiori scarlatti, che raggiungono una lunghezza di 80 cm.

Quando si descrivono i fiori di aloe, è importante notare che sono raccolti in un'infiorescenza racemosa a più fiori, un perianzio tubolare di sei colori, separato quasi alla base, con foglie lunghe fino a 4 cm.

Nella medicina tradizionale dei paesi tropicali e subtropicali, le foglie di aloe fresche sono ampiamente utilizzate, in Russia l'uso del succo di aloe è più comune..

In Georgia, l'albero di aloe viene coltivato come pianta annuale. Per ottenere un raccolto di foglie per il prossimo anno, viene propagato in agosto-settembre radicando i germogli laterali.

A casa, l'aloe simile ad un albero, coltivato in vaso, dà molti germogli laterali e cresce bene in altezza. Le foglie dell'aloe addomesticata sono le stesse succose e strette, con spine ai bordi, in lunghezza possono raggiungere i 20-30 cm.

Variegato di Aloe

Un altro tipo di agave è l'aloe variegata (Aloe variegata) - una pianta succulenta alta fino a 30 cm Le foglie sono disposte in tre file dense e attorcigliate a spirale su steli molto corti o in rosette basali, carnose, triangolari-lanceolate, carenate, piccole spine lungo il bordo, 10 -15 cm, verde. Questo tipo di aloe ha preso il nome dalle strisce trasversali irregolari sulle foglie, costituite da piccole macchie bianche. Fiori lunghi fino a 3,5 cm su peduncoli alti fino a 30 cm, rosa perianzio giallo all'interno, all'esterno rosso sangue o scarlatto con strisce verdi.

Aloe piegata

Un arbusto o alberello con un corto tronco ramificato alto fino a 3-5 m - aloe ripiegato (Aloe plicatilis). Le foglie si trovano all'estremità dei rami in due file di 10-16 pezzi, a forma di cintura, arrotondate nella parte superiore, succose, lunghe fino a 30 cm, larghe 3-4 cm, di colore grigio o grigio-verde. Il fogliame dell'aloe si trova in Sud Africa, dove cresce sui pendii rocciosi delle montagne. Va notato che in questa varietà di aloe, le foglie secche e appassite cadono rapidamente e lasciano una debole cicatrice..

Aloe spinosa

L'Aloe spinosa (Aloe aristata) è una pianta con foglie spesse, che vengono raccolte in fitte rosette basali del diametro di 9-10 cm. Foglie larghe 1-1,5 cm alla base, lunghe 8-10 cm, terminano con una macchia incolore alla sommità. La superficie fogliare è ricoperta da spine uncinate bianche e morbide in file trasversali o longitudinali. Un bordo frastagliato cartilagineo si trova lungo il bordo della foglia. L'infiorescenza è un racemo debolmente ramificato su un peduncolo alto circa 50 cm.Fiori con perianzio tubolare rosso-arancio lungo 4 cm.

Aloe a tenda lunga

L'aloe dalla tenda lunga (Aloe longiaristata) è una pianta con foglie verdi. Le spine bianche si trovano sotto e lungo i bordi delle foglie, che creano rosette dense.

Aloe latifoglia

L'aloe latifolia cresce come un arbusto. Le sue foglie sono larghe e ricurve, dipinte di verde, con punti chiari e granelli, spine spinose lungo i bordi.

Aloe macchiato

Aloe maculata (Aloe vahegata) - la pianta è piuttosto corta, ma molto bella, le sue foglie sono disposte come a spirale, su tre file.

Aloe multifoglia

Le brevi foglie deltoidi dell'aloe multifoglia sudafricana (Aloe polyphylla) formano una spirale distinta, motivo per cui questa varietà è spesso chiamata aloe a spirale.

Aloe imperterrito

Diffusa in molte parti del Sud Africa, l'Aloe Undaunted (Aloe ferox) cresce su terreni rocciosi con bassa copertura erbosa. Questa specie è spesso usata come pianta paesaggistica, specialmente nella regione del Capo. Ai bordi delle sue foglie ci sono denti spinosi. I suoi fiori sono molto ricchi di nettare, che si accumula alla base della colonna fiorale.

Nettari - piccoli uccelli - siedono sull'infiorescenza appena sotto il fiore, da cui bevono il nettare, immergendo il becco nel perianzio, così avviene l'impollinazione.

Aloe dicotomica

Il dicotoma dell'aloe è una pianta simile ad un albero che viene impollinata da uccelli solari e api. I babbuini, attratti dalla fioritura dell'aloe, succhiano il nettare dal grappolo fiorale, lacerandolo. L'altezza del tronco ramificato può essere fino a 9 m.

I Boscimani e gli Ottentotti usavano in passato i rami scavati dell'aloe dicotomica come faretre per le frecce. Pertanto, è anche chiamato albero faretra..

Aloe Pilansa

Questa specie di agave sembra un aloe dicotomico, ma la pianta è meno ramificata e più alta, fino a 10 m.

L'Aloe Pilansa cresce anche nel deserto del Namib in Sud Africa e negli altopiani del Namaqualand sulle cime piatte di piccole colline rocciose. L'unicità di questa specie è che i suoi peduncoli, che possono sopportare fino a 50 pennellate di fiori giallo limone, fuoriescono dalle ascelle non delle foglie superiori, ma delle foglie più basse della rosetta. Tuttavia, il peduncolo pende a terra, mentre i suoi rami laterali con spazzole sono curvi verso l'alto.

Aloe Bainesa

L'Aloe Bainesi, che cresce nell'Africa sudorientale e nella regione del Capo in fitti boschetti di macchia e basse foreste sulle pendici di colline e montagne, è la più alta e la più grande di tutte le varietà di aloe simile ad alberi. È una pianta slanciata e espansa che può raggiungere un'altezza di 10-18 m, il diametro di un tronco liscio è di 1-2 m, sulle cime dei rami sono presenti rosette di foglie ricurve verde scuro lunghe 60-90 cm e un grappolo di fiori rosa. L'Aloe Bainesa viene spesso coltivata in parchi e giardini grazie al suo effetto decorativo.

Aloe ciliato

Alcuni tipi di eloe sono viti arbustive. Il più famoso di loro cresce in Sud Africa e si chiama aloe ciliaris (Aloe ciliaris). Questa pianta è alta fino a 6 m con foglie piatte lineari-lanceolate, un fusto ramificato sottile, alto fino a 6 m, aggrappato alle piante che crescono nelle vicinanze.

Aloe spinosa e aloe kniphofiform

Un numeroso gruppo di specie di aloe è costituito da erbe con una rosetta di foglie situata alle radici. Sono vari nel loro aspetto. Queste possono essere piante molto piccole, che raggiungono un'altezza di 20-50 cm, con foglie strette e succulente - l'aloe dei cereali, che comprende l'aloe spinosa (Aloe myriacantha), diffusa nell'Africa meridionale e tropicale, e l'aloe iuiiphofioides, che si trova in Sud Africa. Entrambe le specie crescono su luoghi rocciosi, sono quasi invisibili fino a quando non fioriscono, poiché crescono insieme ad altra vegetazione di erba bassa.

Aloe nuvola

L'aloe delle nuvole (Aloe nubigena) si trova spesso in luoghi insoliti per questa pianta: sulle scogliere umide ricoperte di muschio, in luoghi ombrosi ricchi di humus, si trova vicino alle cascate. È anche una specie di cereali.

L'aloe kniphofid ha i fiori più grandi rispetto ad altre varietà del genere. Sono di colore rosso vivo e raggiungono un diametro di 5 cm.

Aloe Butner

Alcune specie di aloe hanno un bulbo sotterraneo, come l'Aloe Buettneri, che ha la gamma più ampia del suo genere. Questa specie cresce sul territorio di quasi tutta l'Africa tropicale su pendii erbosi asciutti e nelle savane arbustive.

I bulbi di aloe Boutner abbastanza grandi con un diametro di 8-10 cm sono organi di immagazzinamento. Le foglie non sono sempreverdi, come la maggior parte delle piante di questa specie, - nell'aloe di Boutner, si seccano e cadono entro l'inverno.

Aloe vera Barbados o aloe vera

L'Aloe real Barbados (Aloe barbadensis) appartiene alle piante erbacee perenni.

La pianta dalle foglie larghe lanceolate, verde-bluastre, quasi erette forma rosette compatte, il peduncolo raggiunge un'altezza di 60-90 cm.

Non c'è consenso sulla patria dell'aloe vera, alcuni biologi ritengono che siano le Isole di Capo Verde e le Isole Canarie, altri ritengono che l'aloe delle Barbados sia cresciuta originariamente nell'Africa nord-orientale e nella penisola arabica.

Le proprietà medicinali dell'attuale Aloe sono note fin dall'antichità, era coltivata in tutto il Mediterraneo, e in molte zone ha attecchito molto bene..

L'aloe Barbados è stata portata nel continente americano dagli spagnoli, era particolarmente diffusa nell'isola di Barbados nelle Indie occidentali.

Era da lì alla fine del XVI secolo. entrò nei giardini botanici inglesi, per poi diffondersi nella Cina meridionale, in India e nel sud-est asiatico.

È vero, alcuni scienziati sostengono che l'aloe vera fosse familiare agli abitanti della Cina meridionale, dell'India e del sud-est asiatico da tempo immemorabile. Quindi, si ritiene che si tratti di lui come uno degli agenti terapeutici menzionati nei testi Akkadak dell'antica Assyro-Babylonia, che esisteva fin da 2000 anni aC. eh.

Se guardi nel profondo dei secoli, puoi vedere che l'aloe ha suscitato l'interesse di molti personaggi storici famosi: scienziati, guaritori, medici, biologi, filosofi - come Ippocrate e Paracelso, Avicenna, Carlo Linneo, Cristoforo Colombo, Nifertiti e Cleopatra. L'aloe è stata descritta anche nel libro sacro degli indù, nell'antico papiro egizio Eber, nella Bibbia e anche nella Torah..

I cosmetici a base di aloe vera sono particolarmente efficaci, poiché penetrano nella pelle 3-4 volte più velocemente e 4 volte più in profondità dell'acqua.

Ora che hai imparato quali sono i tipi di aloe, leggi le regole per coltivare queste piante..

Coltivare una pianta di aloe da interno a casa e prendersi cura di un fiore (con foto)

L'aloe da interno è una pianta che ama la luce, dalla primavera all'autunno si può portare in terrazza, ma va insegnata al sole gradualmente per non bruciare le foglie.

In inverno è necessaria una temperatura fresca (8-10 ° C). Tollera liberamente l'aria secca della stanza.

Il substrato viene preparato da zolle e terreno frondoso, humus e sabbia (2: 1: 1: 1) con l'aggiunta di trucioli di mattoni e carbone.

I fioristi dovrebbero conoscere un fatto piuttosto interessante: le proprietà curative dell'aloe iniziano ad apparire dopo il 3 ° anno di vita (secondo alcuni rapporti, anche dopo il 7 ° anno). Pertanto, non dovresti affrettarti a spremere il succo dalle foglie di un fiore ancora molto giovane..

Prima di allevare l'aloe, è necessario creare condizioni di crescita e raccogliere un vaso di fiori (preferibilmente 3 litri o più) e una miscela di terreno (terreno forestale, humus e sabbia a una velocità di 2: 1: 1). Come drenaggio vengono utilizzati carbone o mattoni tritati.

In buone condizioni, l'aloe germoglia rapidamente, quindi le giovani talee che appaiono dovrebbero essere piantate in contenitori separati. I problemi più comuni quando si coltiva l'aloe in casa sono l'eccesso di umidità e la mancanza di luce solare (il più delle volte durante la stagione invernale). Se non allenti il ​​terreno, dall'alto sembra che la pianta abbia assorbito tutta l'umidità, ma si tiene sempre dentro. Per non provocare marciume delle radici e umidità della terra, è necessario annaffiare l'aloe una volta alla settimana. La mancanza di luce è indicata dallo stato delle foglie: diventano letargiche, meno succose, piccole e sottili. La situazione può essere facilmente corretta riorganizzando la pianta di aloe su un davanzale soleggiato..

L'irrigazione, come tutte le piante grasse, è moderata, in inverno è rara. Top vestirsi con fertilizzanti per cactus non più di una volta al mese in estate. Un trapianto viene eseguito secondo necessità (una volta ogni 3-5 anni). Per modellare le piante, quando ti prendi cura della pianta di aloe, pizzica la parte superiore del germoglio in crescita.

Il fiore è diventato molto diffuso tra gli appassionati di coltivazione di piante da interno. L'aloe ad albero è perfettamente coltivata su appezzamenti personali secondo la cultura del trapianto adottata in una determinata area geografica e zona climatica, nonché dal tipo di coltura non piantumata in casa.

L'aloe appartiene a piante amanti della luce e del calore, che devono essere prese in considerazione quando la si posiziona su aiuole aperte e quando la si coltiva in una stanza. Con tutto ciò, è stato notato che l'aloe è in grado di resistere a gelate a breve termine fino a - 1-3 ° C.

Quando si coltiva e si prende cura dell'aloe in estate, la temperatura ottimale per la conservazione è di 18-25 ° C, in inverno - 10-14 ° C. Da fine maggio a metà agosto, l'aloe coltivata in una stanza può essere esposta sul balcone (è importante che il posto sul balcone sia protetto dal vento). E non dimenticare di spruzzare regolarmente il cespuglio con un flacone spray. La stanza in cui si trova la pianta è ventilata dalla primavera, quando l'aria esterna diventa calda, e fino alla fine dell'autunno, ovviamente, se le giornate sono calde e l'autunno non è piovoso.

L'aloe giovane viene trapiantata ogni anno in aprile-maggio, una pianta di età inferiore a 5 anni - ogni 2 anni, adulti - una volta ogni 3 anni. Quando si compilano miscele di terra, è necessario ricordare che una grande quantità di humus porta a una forte crescita, il che è innaturale per le piante succulente..

Allo stesso tempo sono sciolti, "obesi", non tollerano bene l'inverno e si ammalano facilmente.

È necessario monitorare il contenuto di umidità del terreno, evitando che si secchi. Le piantine compaiono in circa 20-30 giorni. Le piantine fortificate si tuffano in piccoli vasi da 7 cm. Composizione del terreno: 2 parti di foglia, 1 parte di tappeto erboso e 1 parte di sabbia grossolana. In estate, le giovani piante devono essere portate in serre coperte di cornici. Nelle giornate di sole, ombreggiare, ventilare e spruzzare 2-3 volte al giorno. In queste condizioni, le piante si sviluppano rapidamente e, poiché la chioma è intrecciata con le radici, vengono trapiantate in vasi da 9 centimetri..

Come mostrato nella foto, la pianta d'appartamento di aloe può essere coltivata in piatti di terracotta o di plastica:

Il vaso di terracotta è poroso, “respira”, quindi si riduce il pericolo di allagamento della pianta. Ma a causa del riscaldamento delle pareti della pentola di terracotta, le radici si seccano. Il fatto è che l'acqua di una tale pentola evapora attraverso le pareti porose e le radici, "raggiungendo" l'umidità, si sviluppano verso le pareti della pentola e la si intrecciano. Inoltre, con una forte evaporazione, la terra si raffredda.

Nei vasi di plastica, le radici della pianta non si seccano, possono essere annaffiate meno spesso. Quando scegli un vaso, ricorda che le radici dovrebbero essere a 2-3 cm dalle pareti del vaso.

La pianta che hai acquistato dal negozio deve rimanere nella pentola di torba per due settimane per adattarsi alla tua casa e alla tua famiglia. Se l'aloe è in un substrato nutriente, lascialo così fino alla primavera.

Il giorno prima del trapianto, la pianta viene annaffiata, quindi il vaso viene capovolto, il grumo di terra con le radici viene accuratamente rimosso. Il drenaggio da argilla espansa o mattoni rotti viene posto sul fondo del nuovo vaso e uno strato di substrato viene posizionato sopra. L'aloe viene posta in una nuova pentola, lo spazio tra le radici e la pentola viene riempita di terra e leggermente compattata. Per fare questo, inserisci un bastoncino di legno piatto con un'estremità smussata nella pentola e fai diversi movimenti circolari in senso orario.

Quando si prende cura di un fiore di aloe indoor dopo il trapianto, la pianta viene annaffiata con una piccola quantità di acqua, posta in un luogo leggermente ombreggiato (ombra parziale) e non annaffiata per tre giorni, poiché l'aloe senza radici non tollera l'umidità in eccesso. Nel primo mese dopo il trapianto, si consiglia di non riorganizzare la pianta..

La coltura del trapianto prevede la riproduzione e la coltivazione del materiale di piantagione nel periodo autunno-inverno in condizioni di terreno protetto, su scaffali in serre, verande riscaldate, in locali residenziali, seguita dalla messa a dimora di piante nel periodo primaverile-estivo in piena terra. In condizioni interne, l'aloe fiorisce a febbraio-marzo, i frutti non maturano, a causa dei quali non si verifica la formazione di semi. Ma anche a casa, quando si utilizza l'impollinazione artificiale dei fiori, è possibile ottenere una prole da seme. Per ottenere il risultato desiderato, è necessario lasciare maturare completamente i semi nelle scatole legate..

Quando si alleva un'agave a casa, è necessario tenere conto del fatto che l'aloe è una pianta molto leggera. Pertanto, quando si posizionano vasi con agave in un appartamento, dovrebbero essere posizionati nei luoghi più soleggiati. La pianta dell'età si sente bene all'aria aperta, quindi puoi posizionare vasi con una pianta sotto le prese d'aria aperte.

In estate, vasi di aloe possono essere portati sul balcone, prestando attenzione al fatto che le piante sono protette dal forte vento.

Un vecchio ha bisogno di annaffiature abbondanti una volta ogni pochi giorni. 2-3 ore dopo l'irrigazione, è necessario controllare il fondo della pentola e drenare l'acqua in eccesso da esso per evitare la putrefazione delle radici. Ridurre la frequenza delle annaffiature durante i mesi invernali se l'aria nell'appartamento non è troppo secca. In caso contrario, il regime di irrigazione rimane lo stesso dei mesi estivi, mentre particolare attenzione viene prestata allo scarico dell'acqua in eccesso dalla pentola..

Per nutrire la pianta una volta al mese, viene utilizzato liquame o fertilizzante minerale già pronto (metà della dose consigliata sulla confezione).

Le giovani piante dovrebbero essere ripiantate ogni anno, gli adulti - una volta ogni 2-3 anni, se necessario. L'aloe cresce meglio in una miscela di terra composta da 2 parti di tappeto erboso, 1 parte di humus, 1 parte di sabbia e 1 parte di terreno frondoso. Alla miscela devono essere aggiunti mattoni e carbone finemente tritati.

Le foglie fresche, pur mantenendo proprietà utili, possono essere conservate per non più di un giorno, le materie prime essiccate vengono conservate per circa 2 anni. Le piante troppo cresciute subiscono la completa rimozione del germoglio principale, le foglie inferiori vengono rimosse da esso per le materie prime e la sua parte superiore, chiamata corona, viene lasciata per il radicamento. Questo tipo di piantina è di altissima qualità, da essa crescono piante più potenti e produttive, che sono persino in grado di fiorire nell'anno della semina. È abbastanza possibile ottenere più di 2 kg di foglie fresche per 1 m2, questa quantità di materie prime potrebbe essere sufficiente per soddisfare le esigenze di ogni famiglia per questa preziosa pianta medicinale.

Gli errori più comuni quando si coltiva l'aloe (agave) a casa:

  1. umidità in eccesso. Se le annaffiature sono troppo frequenti, le radici della pianta iniziano a marcire, e prima o poi muore;
  2. mancanza di luce solare, che si verifica spesso in inverno. In questi casi, i gambi dell'agave sono distesi senza essere riempiti di succo, le foglie diventano più piccole, si siedono sul gambo meno spesso;
  3. terreno selezionato in modo improprio. Il terreno argilloso pesante non è adatto alla pianta, poiché è scarsamente drenato, non c'è aerazione e l'umidità non evapora bene da esso. Quando si ripianta l'aloe, non aggiungere la torba alla miscela di terreno, nonostante faccia parte di quasi tutte le miscele di terreno;
  4. taglio improprio di foglie, cioè taglio di foglie di agave che non hanno raggiunto i 15 cm di lunghezza. Solo le foglie che hanno raggiunto questa lunghezza hanno proprietà medicinali quando si tratta di aloe indoor. Allo stesso tempo, è meglio tagliare le foglie nel periodo inverno-primavera, perché in estate l'agave accumula attivamente il succo, in modo che entro l'inverno tutti i componenti attivi siano già raccolti nella pianta. Solo la polpa fresca della pianta e il suo succo hanno proprietà curative..

Se è successo che hai esagerato con l'irrigazione o hai lasciato la pianta alle cure di un vicino che non è troppo esperto nella complessità dell'irrigazione dell'aloe, e il risultato è ovvio: la pianta è morta, tutte le radici sono marcite, pensi che tutto ciò che rimane è buttarlo via. Non affrettarti. Forse può ancora essere salvato. Rimuovere tutte le foglie inferiori per lasciare un piccolo gambo e foglie sane. Metti la talea in una tazza d'acqua per aggiungere fertilizzante per cactus e piante grasse. Quando appaiono le radici, asciugare e trapiantare nel terreno.

Metodi di propagazione del fiore di aloe: crescita da semi e talee

I metodi di propagazione più popolari per l'aloe sono per seme e un'attenta divisione delle giovani piante..

Quando si coltiva l'aloe dai semi, la semina viene effettuata a marzo in scatole riempite a metà con terreno di humus con una serra e una piccola miscela di sabbia. I semi seminati vengono pressati ermeticamente, annaffiati, quindi coperti con uno strato di sabbia di 0,5 cm e posti in un luogo caldo con una temperatura di 20-25 °; a temperature più basse, la terra diventa ammuffita e acida. Per la riproduzione del fiore di aloe, la terra viene presa della seguente composizione: foglia - 1 parte, tappeto erboso chiaro - 1/2 parte, sabbia - 1 parte. Le piantine coltivate vengono piantate in vasi una alla volta nella stessa miscela di terreno con l'aggiunta di mattoni rotti e carbone. L'anno successivo, in primavera, le piante devono essere ricaricate. Quando vengono propagate dai semi, le giovani piante acquisiscono un aspetto decorativo dopo 2 anni.

La propagazione dell'aloe per talea avviene principalmente in primavera. I germogli vengono tagliati a pezzi lunghi 10-12 cm, essiccati durante il giorno, i punti dei tagli vengono cosparsi di polvere di carbone. L'atterraggio avviene sulla sabbia.

Le talee non vengono spruzzate e annaffiate di tanto in tanto, per non creare umidità eccessiva nel supporto (possibilmente marcio), non ombreggiare. Quando compaiono le radici, l'irrigazione viene intensificata e piantata nella stessa miscela di terreno delle piantine. Dopo un anno, è opportuno effettuare il trasbordo.

È anche possibile coltivare l'aloe con la parte superiore del germoglio e i germogli che si formano alla base dei germogli. La cura è la stessa delle talee.

Riproduzione di aloe a casa da parte dei bambini (con video)

Il centenario si riproduce bene non solo per seme, ma anche per via vegetativa. Il significato di questo metodo sta nel radicamento dei bambini che si sviluppano direttamente sui principali germogli di piante adulte; la preferenza è data ai bambini, la cui taglia è di almeno 3 cm, alle latitudini meridionali radicano bene in agosto-settembre nelle serre. In condizioni indoor e in serra, una pianta adulta è in grado di formare da 5 a 30 germogli laterali. Per coltivare piantine di alta qualità, non è necessario disporre di una grande quantità di terreno: è del tutto possibile posizionare 300-400 bambini per 1 m2, la cui dimensione può variare da 3 a 5 cm.Per ottenere il miglior risultato quando si radicano le piantine, è necessario prima appassire i bambini tagliati prima di piantare in stanza calda. Per eseguire questa manipolazione, è necessario che i bambini siano in uno stato invertito, cioè con le estremità del taglio verso l'alto.

Il video "Riproduzione dell'aloe in casa" mostra come coltivare un'agave:

Per la riproduzione dell'aloe, i bambini preparano un substrato di semina: una miscela di terreno fertile, humus e sabbia in un rapporto di 3: 1: 0,5. Questo substrato viene caricato in vasi, scatole, focolai, rack per serre. Lo strato di carico dovrebbe essere di circa 22-25 cm, quindi viene livellato e i bambini vengono piantati. Il drenaggio da ghiaia o sabbia deve essere posato sotto il substrato di piantagione. Dopo aver piantato la pianta, è necessario annaffiarla durante il periodo di radicazione, la cui durata dipende dal regime di temperatura (in media 25-30 giorni). È inoltre necessario mantenere un'umidità moderata nello strato superiore del substrato. Un anno dopo, le piantine di aloe vengono piantate in un terreno protetto o aperto. 10-15 giorni prima di piantare piantine della cresta, è necessario riempire con fertilizzanti organici al ritmo di 6-8 kg / m2 di letame marcito e 50 g / m2 di perfosfato granulato; i fertilizzanti azotati vengono applicati 4-5 volte durante la stagione di crescita sotto forma di medicazione alla dose di 5 g / m2.

In condizioni di coltura forzata in terreno protetto e aperto, l'area di alimentazione ottimale per le piantine coltivate è di 20x25 cm (20 piante per 1 m2). Nei primi due mesi, chiamati periodo di attecchimento, la pianta necessita di annaffiature frequenti ma moderate ogni 4-5 giorni, poi si forma il regime di irrigazione a lunghi intervalli. Per ottenere un risultato di qualità, è necessario eseguire sistematicamente il diserbo in file e l'allentamento nei corridoi.

Le piante madri ben sviluppate nel periodo autunnale (da fine ottobre a metà novembre) raccolgono materie prime - le foglie succulente inferiori e quelle medie, che raggiungono i 18 cm di lunghezza, così come i bambini per continuare la riproduzione dell'aloe.

Due periodi sono ottimali per la propagazione dell'agave: metà primavera o fine estate. Per fare questo, è necessario tagliare i germogli basali, il gambo o le talee apicali di aloe lunghi 10-12 cm e tenerli per almeno un giorno all'aria aperta. Durante questo periodo, la ferita si asciuga, che può essere cosparsa di carbone tritato e il germoglio è pronto per la semina. Dopo aver preparato un contenitore con sabbia bagnata, i germogli di agave vengono piantati a una profondità di circa 1 cm. La distanza tra i germogli dovrebbe essere di 3-5 cm. Dopo la semina, i germogli non devono essere annaffiati spesso, altrimenti potrebbero marcire. L'annaffiatura dell'aloe diventa più frequente dopo che i germogli hanno messo radici. Fino a quando non si formano le radici, puoi conservare i germogli in un piccolo contenitore con acqua. Dopodiché, dovrebbero essere trapiantati in un piccolo vaso..