Annaffiare gli alberi

Durante la stagione di crescita, gli alberi hanno bisogno di umidità. L'irrigazione è importante sia per le piante mature che per le giovani piantine. Spesso, ma in piccoli volumi, questo non dovrebbe essere fatto. Poiché il terreno si asciuga durante la stagione, è consigliabile saturare abbondantemente la zona delle radici di ogni albero con acqua almeno 4-5 volte al ritmo di 60-70 litri per 1 m 2. L'irrigazione può essere eseguita utilizzando l'irrigazione automatica o utilizzando altri metodi disponibili - in cerchi vicini al fusto, lungo i solchi. Ciò è particolarmente necessario per gli alberi da frutto durante il periodo:

  • Prima della fioritura;
  • Dopo che le ovaie sono cadute;
  • Durante il periodo estivo secco;
  • 15-20 giorni prima della raccolta.

La mancanza di umidità per la maggior parte delle colture in luglio e agosto influisce negativamente sulla formazione dei boccioli dei fiori, a seguito dei quali entrano in fruttificazione irregolare. L'acqua deve penetrare nel terreno fino a una profondità di 40-60 cm, dove si trovano le radici periferiche più attive dei grandi alberi. È meglio irrigare la sera e la mattina, quando l'evaporazione dell'umidità dalla superficie del suolo diminuisce. Dopo l'irrigazione, può formarsi una densa crosta di fango. Pertanto, viene eseguito l'allentamento, che raggiunge almeno due obiettivi: la terra acquisisce una struttura grumosa, che migliora il regime acqua-aria e le erbacce vengono distrutte.

Cura e manutenzione delle distanze tra le file

I giovani alberi piantati in un luogo permanente, nei primi anni, non hanno bisogno dell'intera area loro assegnata. I giardinieri più zelanti usano i corridoi per coltivare vari raccolti di ortaggi. Tuttavia, il sistema a vapore è un modo più razionale e corretto di coltivare il terreno nei corridoi. Le erbe siderate annuali non richiedono un regime di irrigazione speciale per se stesse. Usarli come fertilizzanti organici è abbastanza efficace. La massa verde di tali piante diventa in seguito un eccellente humus e le radici morenti migliorano la struttura del suolo e aumentano significativamente la fertilità del sito. Inoltre, il concime verde impedisce la crescita delle erbacce e previene l'erosione del vento..

Modi comuni per annaffiare gli alberi

Esistono diverse opzioni ottimali per l'utilizzo dell'irrigazione automatica per vari alberi da frutto, bacche e ornamentali. L'irrigazione a goccia, in quanto metodo più semplice ed efficace, è quella più utilizzata. Questo metodo è buono in quanto l'umidità viene fornita in modo uniforme e preciso al posto giusto. L'azienda HUNTER, specializzata nella produzione di vari irrigatori, ha padroneggiato la produzione di gorgogliatori, piccoli ugelli per l'irrigazione di macchine di grandi dimensioni. Uno speciale ugello consente di spruzzare acqua nella zona delle radici: questa è un'ottima alternativa all'irrigazione a goccia. In questo caso è consentito l'utilizzo di cannoni ad acqua statici e dinamici. I gorgogliatori fissi sono permanentemente sollevati dal suolo e possono essere danneggiati accidentalmente dalla falciatura o rosicchiati dai cani. Il meccanismo dei gorgogliatori dinamici li fa avanzare solo per il tempo di irrigazione impostato, che è molto comodo ed esteticamente gradevole.

Elaborazione di cerchi vicino al tronco

Il terreno all'interno del cerchio vicino al tronco dovrebbe essere regolarmente allentato ed eliminato dalle erbacce. Allo stesso tempo, gli strumenti affilati per la lavorazione vengono utilizzati con attenzione in modo da non danneggiare le radici di alberi e arbusti situati vicino alla superficie della terra. Nelle estati secche, l'acqua è uno dei fattori principali per la crescita e lo sviluppo di successo delle piante. L'appezzamento, dotato di un efficiente sistema di irrigazione in modo tempestivo, è sollevato dal rischio di perdere pregiati alberi di grandi dimensioni e giovani piantine.

Irrigazione corretta

L'acqua è uno dei fattori decisivi per la crescita e lo sviluppo delle piante. È necessario che alberi, arbusti, ortaggi e fiori assorbano i nutrienti dal terreno. L'umidità nel suolo proviene principalmente dalla pioggia e dalla neve. Essendo impegnati nell'agricoltura culturale, è impossibile fare affidamento solo sulle precipitazioni atmosferiche. Gli spazi verdi necessitano di irrigazione regolare. Le piante ornamentali acquistate per soldi decenti possono facilmente appassire e morire. L'irrigazione automatica è il modo più affidabile per proteggere gli spazi verdi dalla calura estiva. Anche la raccolta di frutti e bacche è impossibile senza un'umidità sufficiente. Le condizioni e la qualità dell'irrigazione sono direttamente correlate alla composizione del suolo.

Caratteristiche dell'irrigazione su vari tipi di terreno

Quando si organizza un sistema di irrigazione, è necessario determinare il tipo di terreno sul sito. Si divide in diversi tipi, a seconda dei suoi componenti naturali costituenti:

  • Argilla;
  • Sabbioso;
  • Terreno sabbioso;
  • Argilloso;
  • Calcare;
  • Paludoso.

1. I terreni argillosi sono pesanti e densi. Il ricambio d'aria lento causa lunghi tempi di riscaldamento. Il basso assorbimento di acqua che porta al ristagno di umidità influisce negativamente sulla crescita e sullo sviluppo della maggior parte delle colture. L'installazione di sensori di umidità automatici e sistemi di irrigazione automatici, l'allentamento regolare e la pacciamatura aiuteranno a livellare le difficoltà di coltivazione di tali terreni.

2. Il terreno sabbioso è l'esatto opposto del tipo argilloso. Il terreno respira, è facile da lavorare, si riscalda bene. Ma dopo l'irrigazione si asciuga rapidamente, ei minerali necessari per gli spazi verdi vengono lavati e portati via dall'acqua a una profondità irraggiungibile per le radici. È necessario importare argilla, terra nera, torba in tali aree e produrre compost. Innaffiature più frequenti richieste.

3. Il terreno argilloso sabbioso è adatto per giardini e orti. Grazie al rapporto ottimale tra sabbia e argilla, il terreno assorbe e trattiene l'umidità in modo uniforme. In questo caso, l'introduzione di sostanza organica, la semina del sovescio e un sistema di irrigazione automatico ben funzionante daranno un risultato eccellente..

4. Suoli argillosi - il tipo più adatto per la coltivazione della terra. Il proprietario del sito dovrebbe mantenere solo uno strato fertile. Applicare tempestivamente vari fertilizzanti, letame marcito, utilizzare il pacciame. Organizzando l'irrigazione, qualsiasi pianta suddivisa in zone può essere coltivata in tali aree..

5. La composizione calcarea del suolo è considerata povera in termini di quantità di minerali. La struttura del suolo può essere leggermente rocciosa e alcalina. Il condimento al top con urea, solfato di ammonio, un'attenta cura delle piantagioni prodotte e un'irrigazione automatica ben funzionante consentiranno di cambiare qualitativamente la situazione, garantendo buone rese.

6. I terreni paludosi richiedono una saturazione completa di sabbia e argilla. Vari tipi di letame, escrementi di uccelli e compost vengono utilizzati per stimolare e aumentare il numero di microrganismi. Il terreno di torba trattiene bene i fertilizzanti e la coltivazione di tali terreni è possibile.

Quando si posa un giardino alberato, vengono preparate piccole colline di riempimento alte fino a 1 metro o fosse con terreno importato e preparato. Per ogni pianta viene selezionato un regime di irrigazione individuale.

7. Il tipo di terreno ideale per l'agricoltura è il suolo nero. La terra con uno strato fertile alto, una struttura eccellente per assorbire e trattenere l'acqua, darà al fortunato proprietario di un tale sito il minimo problema. In questo caso, il risparmio dovrebbe essere investito in un sistema di irrigazione automatico moderno e completo..

Come innaffiare gli arbusti usando l'irrigazione automatica?

Quando si progetta un sistema di irrigazione automatico per un appezzamento, bisogna sempre pensare non solo ad annaffiare il prato, ma anche ad altre piante, come arbusti da frutto, arbusti ornamentali, alberi, ecc. eccetera. L'area con arbusti costituisce spesso il 50% della superficie terrestre e di regola quest'area deve essere irrigata con acqua.

Come sapete, il prato necessita di essere annaffiato abbastanza spesso e con un elevato consumo di acqua. Ciò è dovuto al fatto che l'erba del prato non riesce a trattenere a lungo l'umidità pur mantenendo l'altezza dell'erba di circa 4-5 cm, a tal proposito il consumo di acqua per l'irrigazione del prato è notevolmente superiore rispetto alle altre piante del sito.

L'apparato radicale degli arbusti consente loro di nutrirsi di acqua dalle profondità del suolo, il che riduce significativamente il consumo di acqua per l'irrigazione degli arbusti. Tuttavia, è imperativo annaffiare durante la fioritura e gli arbusti da frutto..

Scopriamo ora come innaffiare i cespugli. Nei sistemi di irrigazione automatica, vengono solitamente utilizzati 2 tipi principali di irrigazione: aspersione (irrigazione con irrigatori) e gocciolamento (radice).

L'aspersione è quasi sempre usata per il prato, perché l'area con il prato è aperta e, di conseguenza, l'irrigazione più ottimale è l'irrigazione dell'acqua su tutta l'area del prato.

Per gli arbusti, ha più senso utilizzare l'irrigazione a goccia per fornire acqua direttamente alle radici delle piante. Pertanto, il consumo di acqua per l'irrigazione degli arbusti è notevolmente ridotto. Un tubo di gocciolamento con contagocce ha una portata d'acqua molto specifica. Ad esempio, i contagocce Hunter utilizzano 2 o 4 l / h. La distanza dei contagocce è di 33 cm, di conseguenza, puoi sempre contare il numero di contagocce nella zona delle radici del cespuglio e quindi calcolare con precisione il consumo di acqua per ogni arbusto.

Per un'irrigazione efficace degli arbusti, le linee di tubi gocciolatori che irrigano gli arbusti sono assegnate a zone separate. Pertanto, distinguono chiaramente tra diverse modalità di irrigazione di arbusti e prati..

In ogni caso, per la corretta suddivisione del sito in zone, è necessario progettare e programmare l'irrigazione di varie tipologie di piante..

Il problema dell'irrigazione efficace sia degli arbusti che dei prati sarà sempre aiutato dai professionisti nel loro campo. Progetteranno con competenza il sistema e successivamente installeranno il sistema di autowatering. Ordina subito il catering automatico!

Irrigazione delle radici di alberi e arbusti

Quindi cerchiamo di capire come innaffiare correttamente e più efficacemente il sistema radicale di alberi e arbusti.
Per prima cosa, passiamo ai documenti ufficiali, quindi alle raccomandazioni di paesaggisti e giardinieri..

Ecco cosa ci risponde il quadro normativo a questa domanda:
"Regolamenti normativo-produttivi per la manutenzione degli spazi verdi a Mosca".

1. Manutenzione di alberi e arbusti
1.1. Irrigazione

1.1.1. Gli alberi nelle piantagioni, e in particolare sulle strade e autostrade cittadine, necessitano di annaffiature regolari, che dovrebbero garantire un'umidità ottimale costante nello strato radicale del terreno. L'albero raggiunge il suo sviluppo migliore quando l'umidità del suolo è il 60% della piena capacità di umidità. La mancanza di umidità nel terreno riduce la disponibilità di nutrienti minerali per la pianta.
1.1.2. Le velocità e la frequenza di irrigazione dipendono dalle condizioni meteorologiche, dalla composizione meccanica del suolo e dal suo contenuto di umidità, dal grado di resistenza all'umidità e alla siccità delle specie arboree, dalla profondità e dalla larghezza del sistema radicale. In media, gli alberi dovrebbero essere annaffiati al ritmo di 30 litri per 1 mq. m di un buco vicino allo stelo su terreni con una consistenza leggera e fino a 50 litri - su terreni con una consistenza pesante, mentre la frequenza di irrigazione su terreni sabbiosi e sabbiosi dovrebbe essere superiore a quella su argillosi e argillosi.
La frequenza di irrigazione durante la stagione di crescita dovrebbe essere almeno 2-3 volte.
1.1.3. I tempi e la frequenza delle annaffiature dipendono dall'età delle piante, dalla fase di sviluppo e dalle condizioni esterne. Gli alberi di età inferiore a 15 anni con clima secco e caldo dovrebbero essere annaffiati fino a 5 volte durante la stagione di crescita, per le piante adulte, la frequenza di irrigazione è ridotta a 2-4 volte a stagione.
L'irrigazione è importante durante il periodo di crescita intensiva di radici, germogli e foglie (aghi) assorbenti attivi, ad es. a maggio e giugno, così come le annaffiature autunnali (sub-invernali), soprattutto negli anni asciutti.
Si consiglia di annaffiare gli arbusti almeno 3-4 volte a stagione con una portata di irrigazione di 20-25 l / mq. m.
1.1.4. L'irrigazione di alberi con griglie vicino al tronco sopra i fori deve essere effettuata utilizzando macchine a impulsi idraulici o dopo aver rimosso le griglie. Questi ultimi tornano al loro posto alla fine dell'irrigazione e del riempimento dei buchi.
1.1.5. L'irrigazione degli alberi piantati in una striscia di prato viene effettuata utilizzando un dispositivo di irrigazione, macchine per l'irrigazione o in buche, queste ultime dopo l'irrigazione devono essere allentate ad una profondità di 2-3 cm per evitare la comparsa di una crosta e per prevenire la comparsa di piante indesiderate.
1.1.6. Per piazze, giardini e parchi dove alberi e arbusti crescono in gruppi o singolarmente su un prato, il metodo più accettabile è l'irrigazione continua degli spazi verdi..
Il vantaggio dell'irrigazione continua è che il terreno viene inumidito uniformemente fino a limiti ottimali e la sua struttura non viene distrutta. Inoltre, l'acqua spruzzata come pioggia lava via la polvere dalle chiome degli alberi.
1.1.7. Per lavare lo sporco e la polvere che si è depositata sulle foglie e sugli aghi, è necessario irrorare e lavare le chiome di alberi e arbusti, soprattutto nel periodo primaverile, con l'inizio di temperature diurne positive, e nelle giornate calde, in ragione di 2-3 litri di acqua per 1 mq. m di superficie della corona della pianta. Le corone vengono lavate utilizzando soluzioni allo 0,1-0,4% di vari detergenti in acqua (sapone verde, OP-10, sulfonato universale o qualsiasi detersivo in polvere che non contenga componenti sbiancanti). L'aspersione e il lavaggio delle corone devono essere eseguiti nelle prime ore del mattino (entro e non oltre 8-9 ore) o la sera (dopo 18-19 ore). La frequenza dei trattamenti dipende dalla categoria di impianto, dalla lontananza dalle fonti di inquinamento atmosferico, dal contenuto di polvere e sporco su foglie, aghi e germogli, ma almeno 2-4 volte a stagione.
1.1.8. Negli anni siccitosi, è necessario effettuare il carico dell'acqua autunnale e sorgiva degli alberi con un tasso di irrigazione triplo specificato al punto 1.1.2..

Ed ecco cosa rispondono giardinieri e giardinieri a questa domanda:

Quando si piantano alberi giovani, si consiglia di versare 3-5 secchi su un cerchio di alberi. Se prendiamo il volume di un secchio di 15 litri, quindi, in linea di principio, otteniamo valori quasi simili a quelli prescritti nelle fonti normative e legali..

Ora scopriamo come è ancora possibile eseguire l'irrigazione automatica dell'area delle radici di alberi e arbusti.


Ci sono 3 modi principali:

3. Irrigazione dell'apparato radicale dell'RZWS. L'opzione più efficiente e, a sua volta, la più costosa.
Il sistema di irrigazione delle radici RZWS è appositamente progettato per garantire che acqua, ossigeno e sostanze nutritive penetrino in profondità anche nel terreno denso per una crescita sana delle radici sia vicino alla superficie che in profondità nel sottosuolo..
Una particolarità dell'RZWS è il dispositivo brevettato HUNTER, costituito da alette che permettono di erogare l'acqua esattamente dove serve, e conferiscono al cilindro di irrigazione una rigidità, grazie al quale è facile da installare.
Tra le altre cose, l'RZWS è versatile e resistente agli atti vandalici, il che è molto comodo per l'uso nelle strutture comunali..
I cilindri sono disponibili in tre tipi e si differenziano solo per lunghezza e, di conseguenza, per numero di stadi.

Irrigazione automatica degli alberi

Alcuni giardinieri scoprono che annaffiare i loro alberi da giardino non produce risultati evidenti. Secondo un malinteso comune, è sufficiente annaffiare la piantina più volte dopo la semina, dopodiché può estrarre la quantità richiesta di liquido dal terreno da sola. Questo punto di vista è supportato da numerosi esempi di alberi che sentono e danno frutti..

Infatti, un'irrigazione corretta e di alta qualità aumenterà la capacità dell'albero di dare frutti e lo renderà più resistente al freddo. Poiché un albero richiede da 3 a 20 secchi d'acqua, l'irrigazione manuale richiede troppo tempo. È molto più saggio utilizzare un sistema di irrigazione automatico. Le varietà di questi sistemi saranno discusse nella seconda parte dell'articolo..

Navigazione nell'articolo:

Irrigazione automatica degli alberi da frutto: come e quando?

Non è necessario inumidire ogni giorno il terreno sotto gli alberi. Non solo questo non sarà benefico, ma renderà anche difficile per l'ossigeno raggiungere le radici a causa della formazione di una crosta sulla superficie. L'irrigazione degli alberi da frutto dovrebbe essere abbondante ma poco frequente..

Annaffiare piantine di frutta

Le uniche eccezioni sono gli alberi trapiantati di recente, che vengono costantemente annaffiati fino a quando non mettono completamente radici. Più vecchia è la pianta, più tempo ci vuole per adattarsi. Il periodo durante il quale l'albero necessita di una maggiore irrigazione viene calcolato in base allo spessore del tronco: per ogni 2,5 cm c'è 1 anno.

Anche determinare di quanta acqua ha bisogno un albero trapiantato di recente non è difficile: per ogni anno di vita vengono aggiunti 2-3 secchi al volume d'acqua.

Tempi di irrigazione degli alberi da frutto

Gli alberi maturi devono essere annaffiati solo in determinati momenti.

  • All'inizio della primavera, il frutteto ha bisogno di annaffiare, poiché le radici non riescono a ottenere abbastanza umidità dal terreno ghiacciato.
  • Durante lo sviluppo delle ovaie, è necessaria anche l'irrigazione per garantire la maturazione del frutto. Con una mancanza d'acqua, alcune delle ovaie potrebbero cadere..
  • Successivamente, la pianta viene annaffiata 2-3 settimane prima del raccolto..
  • L'ultima irrigazione dell'anno viene eseguita nel tardo autunno. È necessario per aiutare l'albero a prepararsi per il freddo in arrivo..

Nelle regioni caratterizzate da estati calde e secche, si consiglia di aggiungere alcune innaffiature aggiuntive a stagione..

Come annaffiare correttamente gli alberi da frutto

Con l'irrigazione manuale, l'acqua viene spesso versata proprio accanto al tronco, permettendogli di fluire verso l'esterno. A volte viene praticato un buco intorno all'albero in modo che tutta l'umidità rimanga al suo posto. Entrambi i modi sono considerati sbagliati.

Il fatto è che le radici centrali sono quasi prive della capacità di assorbire liquidi. La maggior parte dell'acqua viene fornita da sottili radici periferiche situate alla larghezza della corona o anche oltre. Per questo motivo, il metodo più efficace di irrigazione manuale è considerato quello in cui vengono scavati solchi o piccoli pozzi attorno all'albero..

Tipi di irrigazione automatica del giardino

Esistono due tipi principali di irrigazione automatica per alberi da frutto: irrigazione a pioggia e irrigazione a goccia. La seconda opzione è considerata più progressiva, sebbene l'aspersione abbia i suoi vantaggi.

Oltre a fornire liquido alle radici delle piante, l'aspersione svolge funzioni aggiuntive:

  • riduce la temperatura dell'aria,
  • satura il terreno con ossigeno e composti azotati,
  • idrata le foglie.

L'irrigazione a goccia, a differenza dell'aspersione, satura gradualmente la terra con l'umidità. L'irrigazione a goccia automatica è particolarmente efficace quando i gocciolatori vengono posati sotto la superficie del suolo. Questo metodo consente la fertilizzazione in loco, non richiede di scavare solchi ed elimina molti altri fastidi..

L'irrigazione regolare degli alberi da frutto è una garanzia del loro aspetto eccellente, salute e un ricco raccolto. Ordina l'irrigazione automatica per risparmiare energia, tempo e acqua.

Post di navigazione

  • Domanda di visita di uno specialista
  • Cataloghi dei prodotti
  • Attrezzatura da cacciatore
  • Attrezzatura Rain Bird
  • Ti consigliamo di leggere
  • Articoli per l'irrigazione automatica
  • Siamo di fronte
  • Istruzioni hardware
  • Mappa del sito
  • Chi siamo nei media
  • Prezzo irrigazione automatica
  • Il costo della consegna delle attrezzature a Mosca e nella regione
  • Garanzia
  • Calcola il costo di un impianto di irrigazione
  • Irrigazione automatica degli alberi da frutto
  • Irrigazione automatica dei campi sportivi
  • Irrigazione a goccia: semplice e di alta qualità
  • Progetto impianto di irrigazione automatica
  • Fasi della creazione di un sistema di irrigazione
  • Dove prendere l'acqua per il sistema di irrigazione?
  • In cosa consiste il sistema di irrigazione automatica?
  • Dove posizionare la capacità di stoccaggio
  • L'efficienza dell'irrigazione a goccia, i suoi vantaggi e svantaggi

Invia messaggio utilizzando
modulo di feedback

La manutenzione del servizio comprende i seguenti tipi di lavoro: riparazione post-garanzia, conservazione del sistema per il periodo di clima freddo, nuova conservazione del sistema dopo il riscaldamento. Per preservare o de-preservare il sistema, è sufficiente contattare la nostra azienda per telefono +7 (499) 381 40 51. Dopodiché, un team di professionisti arriverà in cantiere ed eseguirà tutto il lavoro in modo efficiente e rapido. In caso di malfunzionamento del sistema, puoi contare su personale qualificato...

La progettazione di un sistema di irrigazione automatico è necessaria per la sua costruzione professionale. Anche se non avrà una struttura complessa e sarà composto solo da elementi di base, non potrai fare a meno del design. Per poter realizzare un progetto di un impianto di irrigazione automatico, saranno necessari i seguenti dati di input: un diagramma di un sito in scala con l'indicazione delle dimensioni; fonte d'acqua per l'irrigazione e sue caratteristiche; i tuoi desideri. Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno...

Sotto la guida di questo consulente, sarai in grado di eseguire autonomamente l'installazione del sistema, il che ridurrà significativamente i costi. I compiti del consulente comprendono: spiegare ai lavoratori i principi generali di funzionamento del sistema di irrigazione automatica, i requisiti per gli allacciamenti; controllo di qualità dell'installazione del sistema di tubazioni, suo lavaggio, identificazione di potenziali punti deboli; installazione di apparecchiature di pompaggio ed elettronica, consulenza sull'installazione di irrigatori; controllo della qualità dell'installazione del sistema prima della chiusura delle trincee, istruzioni per l'installazione...

La conservazione del sistema di irrigazione automatico delle piante è una procedura obbligatoria che deve essere eseguita prima dell'inizio del gelo. Implica lo spurgo di tutte le parti del sistema, che può essere fatto automaticamente o manualmente. Il processo di conservazione del sistema Prima di tutto, è necessario arrestare il flusso di acqua nel sistema di irrigazione automatico. Per fare ciò, chiudere il rubinetto che regola l'afflusso di acqua nell'impianto, scaricare tutta l'acqua dal serbatoio di accumulo, quindi rimuovere i raccordi da esso...

La deconservazione del sistema di irrigazione automatica viene eseguita in un ordine rigorosamente definito. Di seguito è riportato un piano generale per l'avvio primaverile del sistema di autoconsumo. È necessario iniziare installando la pompa e i raccordi delle tubazioni nella posizione corretta, quindi installare i raccordi delle tubazioni del serbatoio di stoccaggio. Posizionare i tappi sul tubo di gocciolamento. Risciacquare accuratamente l'elemento filtrante del filtro principale del sistema di irrigazione. Ora puoi aprire la valvola o il rubinetto per l'alimentazione dell'acqua all'impianto e...

I proprietari di giardini adiacenti sono ben consapevoli di quanto tempo e fatica richiede la manutenzione, soprattutto nei casi in cui questo terreno occupa un'area significativa. La maggior parte di questo tempo viene presa annaffiando le piante. Per realizzare un giardino verde e fiorito bisognerà studiare le caratteristiche di ogni pianta, scoprire quanto siano frequenti e abbondanti le annaffiature. Pioggia secondo programma Quando si ordinano lavori sul dispositivo di irrigazione automatica dalla nostra azienda,...

Rifornimento automatico fai da te

Prendersi cura di un appezzamento vicino alla casa - un orto, una serra, un giardino, un prato, aiuole - richiede molto tempo e fatica e l'irrigazione è un sacco di problemi. Se è automatizzato, richiederà meno tempo e fatica, e il risultato sarà migliore: meno acqua andrà via, la resa e l'aspetto delle piante miglioreranno. Riguarda la regolarità e l'uniformità dell'irrigazione. Tali sistemi sono sviluppati da ditte specializzate, ma l'irrigazione automatica può essere eseguita a mano.

Tipi di sistemi di autoconsumo

L'irrigazione in modalità automatica è possibile per le piantagioni piantate in qualsiasi modo: all'aperto, in una serra, anche su un balcone o su un davanzale. È solo che la scala e i metodi saranno diversi. L'acqua può essere fornita in diversi modi:

    Irrigatori. Attraverso appositi dispositivi, l'acqua viene spruzzata sulla superficie, simulando la pioggia. Questo metodo di irrigazione automatica viene spesso utilizzato per irrigare i prati. L'erba risponde bene all'applicazione dell'acqua superficiale. La domanda per altre piantagioni può essere limitata a causa della possibilità di sviluppare malattie.

Un modo per annaffiare automaticamente le piante è spruzzare acqua

Uso più economico dell'acqua durante il gocciolamento

L'approvvigionamento idrico sotterraneo viene effettuato utilizzando la tecnologia a goccia, ma il volume del movimento terra è elevato

Nonostante le diverse modalità di approvvigionamento idrico, lo stesso sistema di irrigazione automatizzato è costruito allo stesso modo secondo gli stessi principi. Differiscono nella pressione di esercizio: l'alimentazione dell'acqua a goccia può funzionare anche in sistemi a gravità con bassa pressione - da 0,2 atm; per gli irrigatori, la pressione dovrebbe essere più alta. Di conseguenza, i componenti del sistema di irrigazione e le sue connessioni devono essere progettati per diverse pressioni di esercizio. Nessun'altra differenza: il layout è lo stesso.

Principi di costruzione

Lo schema di base dell'irrigazione automatica è brevemente il seguente. È presente una fonte d'acqua, dalla quale viene posata una condotta principale lungo il sito fino alle zone di irrigazione. Inoltre, utilizzando tee, croci, tubi di piccolo diametro e dispositivi di approvvigionamento idrico, viene creato un sistema di irrigazione. Per il normale funzionamento delle unità di uscita dell'acqua, sono necessari filtri; sono installati sulla rete idrica principale. È tutto. Tutto il resto è particolare. Anche una pompa o un sistema di controllo può essere o può essere eliminato

Il sistema di autoconsumo fai-da-te è un compito reale

Come viene gestito

L'irrigazione può essere controllata da un controller (unità di automazione) o da una persona ruotando una gru. Se è installato un controller, il sistema è quasi completamente automatizzato: attiva e disattiva l'alimentazione idrica in un determinato momento. Esistono dispositivi con un grado molto elevato di automazione: monitorano il tempo, l'umidità del suolo e, in base a questi dati, regolano il funzionamento dell'attrezzatura. Nella versione più semplice, l'irrigazione automatica in un dato momento fornisce acqua, dopo un certo periodo di tempo (impostato nelle impostazioni) si spegne.

Se non c'è un programmatore di irrigazione, una persona deve aprire e interrompere la fornitura di acqua. Ma questo è tutto ciò che ti viene richiesto, il sistema di irrigazione farà il resto..

Consumo di acqua e intensità dell'irrigazione

Poiché il flusso d'acqua attraverso i punti di distribuzione è principalmente normalizzato, è possibile determinare con una precisione sufficientemente elevata quanto tempo dovrebbe richiedere l'irrigazione in modo che non ci sia molta acqua, e non poca. Se tutte le piante annaffiate richiedono la stessa quantità di acqua, non sorgono problemi, ma non è sempre così. Questo è il caso del prato, a volte ci sono estese piantagioni delle stesse piantagioni in giardino o in giardino. Ma più spesso c'è una situazione in cui alcune piante amano più l'umidità, altre meno. Esistono diversi modi per risolvere questo problema:

  • Indossare gocciolatori o irrigatori con flusso d'acqua regolabile. Con il loro aiuto, per ogni sito o pianta, imposta la quantità di umidità richiesta per un'irrigazione.
  • Usa controller multizona. Possono controllare in modo indipendente più zone di irrigazione. Questo è conveniente in giardino, in giardino o in serra, dove ci sono estese piantagioni di piante che richiedono un'umidità diversa.

A volte è più redditizio realizzare due sistemi di irrigazione autonomi

Ecco perché l'irrigazione automatica con le tue mani può essere eseguita: hai molte opportunità per ottenere il risultato desiderato.

Dove prendere l'acqua

La fonte d'acqua per un sistema di irrigazione automatico può essere un sistema di approvvigionamento idrico, un contenitore con acqua pompata, un pozzo, un pozzo, un fiume, un lago. In tutti i casi, i filtri sono installati sulla pipeline principale. È solo che fonti diverse richiedono attrezzature diverse. Se pompi l'acqua da una sorgente aperta (fiume, lago), assicurati di mettere prima un filtro grosso, poi uno fine. In tutti gli altri (ad eccezione della fornitura di acqua potabile) sono installate solo attrezzature per la pulizia di precisione.

L'irrigazione fai-da-te del sito può essere eseguita da qualsiasi fonte d'acqua

Se parliamo di irrigazione automatica di un giardino o di una serra, è decisamente meglio pompare prima l'acqua in un contenitore dove si riscalderà, quindi distribuirla sul sito. Per i cottage estivi e le trame personali, ci sono una serie di sistemi che funzionano quasi per gravità. Hanno bisogno di una pressione minima, che si crea sollevando il contenitore ad un'altezza di circa 1-2 metri. Esistono sistemi che possono funzionare se il contenitore è rialzato di 10-40 cm da terra (questi sono i sistemi di irrigazione a goccia AquaDusya, Vodomerka e altri, puoi leggere a riguardo qui).

Con una tale organizzazione - con un serbatoio d'acqua - puoi scegliere qualsiasi pompa per un sistema di irrigazione automatico. Se solo avesse potuto pompare periodicamente acqua nel serbatoio. Il livello dell'acqua nel serbatoio è spesso controllato da un meccanismo a galleggiante (come in una cassetta del water). In questo caso, non dimenticare di prevedere un trabocco di emergenza e portarlo a qualche fonte, altrimenti il ​​tuo sito potrebbe trasformarsi in una palude.

Se l'alimentazione idrica viene utilizzata come fonte, centralizzata o meno, e viene scelta l'irrigazione a goccia, è necessario un riduttore che riduca e stabilisca la pressione nel sistema, poiché la maggior parte di questa apparecchiatura può funzionare a una pressione non superiore a 2 atm.

Schemi di irrigazione automatica

Ci sono molte opzioni e variazioni degli schemi. Sono molto mobili e ti consentono di tenere conto di tutte le caratteristiche di appezzamenti e piantagioni. Si consideri il caso in cui l'acqua viene fornita da una fonte utilizzando una stazione di pompaggio immediatamente per annaffiare le piante. Questa opzione di irrigazione automatica è mostrata nella foto sotto..

Un tale sistema di irrigazione fai-da-te nel paese può essere assemblato in un giorno.

L'acqua può essere fornita alle piante in gocce o utilizzando irrigatori. C'è un'unità di applicazione del fertilizzante. Sarà utile nel sistema di irrigazione automatica di un orto, serra o giardino, anche se non sarà superfluo neanche per un prato e un giardino. Il numero di linee di irrigazione viene determinato in base alla necessità, quindi viene calcolata la pressione. I contagocce o gli irrigatori vengono selezionati in base alla quantità di acqua richiesta per le piante.

Nella foto sotto è mostrato uno schema di un sistema di irrigazione automatico che utilizza irrigatori. Questi dispositivi hanno diversi nomi: irrigatori e irrigatori, motivo per cui l'irrigazione viene chiamata "irrigatore".

Il sistema di irrigazione a pioggia è adatto per annaffiare un prato o piccole piantagioni - fino a 10-15 cm

La principale differenza tra i sistemi di irrigazione del prato è che le condutture sono spesso posate sottoterra. Per tenere lontani gli irrigatori durante il taglio del prato, dovrebbero anche nascondersi nel terreno. Esistono anche modelli del genere.

Lo schema di irrigazione automatica dell'orto, della serra e del giardino è mostrato nella figura seguente. L'acqua viene prima pompata nel contenitore. Da lì può essere alimentato per gravità se l'alimentazione dell'acqua è gocciolante (viene aspirata). Per fornire la pressione richiesta per gli irrigatori, sarà necessario installare una pompa o una stazione di pompaggio.

Sistema di irrigazione nel paese da un container

Se un orto, giardino o serra ha bisogno di umidità, puoi sistemare tutto come nella figura sotto. Dal fatto che si differenzia dall'alto per la presenza di una stazione di pompaggio che fornisce acqua ai filtri, dopodiché la tubazione già diverge verso i letti.

L'irrigazione automatica fai-da-te del giardino può essere assemblata da componenti o acquistare kit di irrigazione già pronti

Procedura per lo sviluppo di un sistema di irrigazione fai da te

Per prima cosa prendi una planimetria del sito in scala. Se non è già pronto, disegna su carta millimetrata o un grande pezzo di carta in una gabbia. Applicare tutti gli edifici, aiuole, piante di grandi dimensioni.

Sviluppo della configurazione

Sulla pianta, disegna le zone di irrigazione, la fonte d'acqua, la sua posizione. Lungo la strada, disegni come passerà la pipeline principale. Se hai intenzione di spruzzare con gli irrigatori, disegna le loro aree di azione. Dovrebbero sovrapporsi e non dovrebbero esserci aree incomplete.

Se le piantagioni sono piantate in filari, è più razionale utilizzare l'irrigazione a goccia: il consumo di acqua è molto inferiore, così come il costo delle attrezzature. Quando si sviluppa uno schema di irrigazione a goccia, il numero di linee di irrigazione dipende dalla distanza tra le file. Per le file tra le quali la distanza è superiore a 40 cm, è necessaria una linea per ciascuna. Se le file sono più vicine di 40 cm, irrigo tra le file e le linee sono una in meno.

Sviluppo di sistemi di irrigazione fai da te

Dopo che tutte le sezioni sono state disegnate, decidi la lunghezza delle tubazioni richieste, conti quanti e quali punti di distribuzione dell'acqua hai, decidi l'attrezzatura: il numero di tubi, tubi flessibili, raccordi a T, contagocce, ugelli di spruzzatura, se hai bisogno o meno di una pompa e un riduttore, sarà se il container è installato o meno, quale automazione deve essere installata e dove. Dopo tutto questo già pensato, fino ai diametri di tubi, raccordi e adattatori, inizia la fase pratica. Un sistema di irrigazione disegnato su carta inizia a prendere forma sul tuo sito.

Cominciamo a costruire

Ulteriori lavori di costruzione sono già in corso. E la prima cosa di cui hai bisogno è decidere come posare i tubi. Ci sono due modi: posare la tubazione sopra o seppellirla in una trincea. Di solito è posato a terra in campagna: qui l'irrigazione è stagionale e in autunno viene smantellata. Molto raramente, gli impianti di irrigazione nei cottage estivi vengono lasciati per l'inverno: anche se l'attrezzatura può resistere all'inverno, possono semplicemente romperla o rubarla.

Quando creano un sistema di irrigazione automatico per un lotto di una residenza permanente, cercano di rendere tutto il più discreto possibile, perché i tubi sono interrati. In questo caso vengono scavate trincee con una profondità di almeno 30 cm, profondità sufficiente affinché i tubi non vengano danneggiati durante lo scavo. Ricorda solo che tubi, raccordi e altre apparecchiature che rimangono durante l'inverno devono tollerare il congelamento..

Una delle fasi della creazione dell'irrigazione automatica con le proprie mani è il lavoro sul terreno e la posa dei tubi principali

I rami per l'irrigazione partono dalle principali condotte idriche. Si consiglia di realizzare tutte le unità e le connessioni in portelli con coperture: precisamente in connessioni, tee, ecc. il più delle volte si verificano perdite. Scavare un'intera trincea per trovare una perdita non è la cosa più divertente da fare, e se tutte le "aree problematiche" sono note in anticipo e relativamente accessibili, la manutenzione diventa un compito facile.

Quando si posano le condutture principali nel sottosuolo, installare i punti di connessione in scatole speciali

L'ultima fase: a seconda del metodo di irrigazione selezionato, i distributori d'acqua sono installati nei tubi, tutto è collegato e testato.

Componenti

Il layout della tubazione sul sito è costituito da tubi polimerici. Sono resistenti alla corrosione, non reagiscono alla maggior parte dei fertilizzanti, sono affidabili, facili da installare (esistono metodi di installazione senza dispositivi speciali). Tubi più utilizzati HDPE (polietilene a bassa pressione). A tutti i vantaggi descritti in precedenza, si aggiunge la resistenza ai raggi ultravioletti: possono essere posati sulla superficie. Sono adatti anche LDPE (polietilene ad alta pressione), PVC (cloruro di polivinile, ma ha paura delle radiazioni ultraviolette) e PPR (polipropilene, il suo svantaggio: deve essere saldato e non può essere smontato).

Molto spesso, i sistemi di irrigazione automatica fai-da-te sono assemblati da tubi in HDPE su raccordi a compressione

Per gli impianti di irrigazione automatica di rustici estivi, serre e orti, si utilizza generalmente un tubo di diametro 32 mm. Se hai intenzione di innaffiare un gran numero di letti, è meglio prendere la dimensione di un gradino più grande, fino a 40 mm.

I tubi in HDPE vengono assemblati utilizzando raccordi a compressione (con guarnizioni filettate). Possono resistere alla pressione nei sistemi di approvvigionamento idrico dei grattacieli, quindi possono resistere esattamente alla pressione per l'irrigazione. Il loro vantaggio: a fine stagione possono essere districati, smontati e riutilizzati l'anno successivo..

Se si seleziona l'irrigazione a goccia, è possibile collegare tubi o nastri a goccia alla linea, è possibile montare i contagocce sui tubi normali (praticare un foro e inserire un piccolo dispositivo lì). Per l'irrigazione a pioggia, vengono installati degli irrigatori. Hanno una struttura diversa e zone di copertura di diverse forme e dimensioni: tonde, settori, rettangolari.

I tipi e le tipologie di accessori per l'irrigazione automatica sono ben descritti nel video di uno dei leader di mercato dei sistemi di irrigazione, l'azienda tedesca Gardena (Gardena). La loro attrezzatura è di alta qualità, ma anche i prezzi sono molto alti..

Sistema di irrigazione automatico fai-da-te: dalla stesura di uno schema all'installazione dell'attrezzatura

La realizzazione di complessi impianti di irrigazione automatica che consentano l'irrigazione di grandi aree è compito di aziende specializzate altamente specializzate. Un proprietario interessato è in grado di costruire un sistema sul suo sito che fornirà automaticamente a tutte le piantagioni umidità vitale. E se tutto è calcolato correttamente, le piante piantate sul sito riceveranno acqua tenendo conto delle esigenze individuali..

Organizzazione del catering automatico sul sito: tipologie di impianti di irrigazione

1. Sistemi di irrigazione: installazioni di irrigazione che simulano le precipitazioni naturali sotto forma di pioggia. Tali installazioni sono comuni per la loro semplicità e facilità d'uso. Sono utilizzati per annaffiare prati e aiuole. Il principio di base dell'organizzazione e del posizionamento degli ugelli in un sistema di irrigazione è che il raggio di irrigazione degli ugelli adiacenti deve sovrapporsi completamente. Cioè, dopo l'irrigazione, non dovrebbero esserci praticamente aree asciutte sul territorio..

Idealmente, gli irrigatori dovrebbero essere posizionati ai vertici dei triangoli. Ogni irrigatore deve essere irrigato da almeno un altro irrigatore.

2. Gli impianti per l'irrigazione a goccia (puntuale) sono sistemi di irrigazione che forniscono acqua direttamente alla zona di impianto, irrigando direzionalmente il suo apparato radicale. Un sistema di irrigazione simile per il sito viene utilizzato principalmente per annaffiare alberi, arbusti, serre e piante da giardino (per annaffiare i rappresentanti della flora con un apparato radicale profondo). Il principio di disposizione delle attrezzature di irrigazione in tali sistemi è che le linee d'acqua con gocciolatori di irrigazione (nastri a goccia) si trovano lungo i filari di impianto a breve distanza dai tronchi delle piante.

3. Impianti per l'irrigazione sotterranea (sottosuolo) - sistemi di irrigazione, la cui funzionalità è simile all'irrigazione a goccia. Questi sistemi di irrigazione automatica differiscono dagli altri in quanto i tubi di irrigazione porosi sono posti sottoterra e forniscono acqua direttamente al sistema radicale delle piante..

Gli umidificatori per l'irrigazione del sottosuolo (tubi con fori rotondi oa fessura) si trovano a una profondità di 20... 30 cm. La distanza tra due linee adiacenti è di 40... 90 cm (a seconda delle caratteristiche individuali della coltura irrigata e del tipo di terreno). La distanza tra i fori dell'umidificatore è di 20... 40 cm. Il sistema di irrigazione del sottosuolo è problematico in termini di funzionamento, quindi poche persone decidono di installarlo sul proprio sito.

Indipendentemente dal metodo di irrigazione scelto, la progettazione di un sistema di irrigazione automatico si baserà sugli stessi principi. Differenze significative consisteranno solo nell'utilizzo di diversi elementi per l'irrigazione e nel fatto che diversi tipi di impianti hanno pressioni di esercizio differenti.

Quindi, i sistemi di gocciolamento per gravità possono funzionare anche a una pressione di 0,2 atm..

I primi funzionano a una pressione molto bassa compresa tra 0,2 e 0,8 atm. In parole povere, coloro che non hanno una fornitura d'acqua nel sito possono essere collegati a un serbatoio o un barile. È vero, la canna deve essere sollevata di 1,5 - 2 metri.

Nelle installazioni a sprinkler, questa cifra è molto più alta (diverse atmosfere). E dipende dalle caratteristiche dell'attrezzatura utilizzata.

Schema schematico di un impianto di irrigazione

Gli elementi principali dell'organizzazione di un'installazione di irrigazione automatica combinata (con contorni di irrigazione a goccia e pioggia) sono mostrati nel diagramma.

Questo schema funziona come segue: l'acqua dalla sorgente (utilizzando una pompa o per gravità) viene inviata alle zone di irrigazione attraverso condutture principali con un diametro di 1-1 1/2 pollici. Le zone di irrigazione sono dotate di tubi di piccolo diametro (3/4 di pollice).

C'è un terreno di 18 acri e un pozzo in una fossa ad anello (pompa nello stesso posto). Il sistema prevede tubi in polipropilene da 1 "e 3/4".

Oltre alla fonte di collegamento, si consiglia di inserire un serbatoio di accumulo nel sistema di irrigazione. Può essere un contenitore oscurato con un volume di 2 m³ e più (a seconda del consumo di acqua durante l'irrigazione). Il serbatoio è dotato di un sensore di riempimento a galleggiante. Se esposto alla luce solare diretta, svolgerà una doppia funzione: potrà accumulare e riscaldare acqua in quantità sufficiente per un'irrigazione. Il serbatoio è riempito con acqua da un sistema di approvvigionamento idrico, un pozzo o un pozzo. Per evitare la crescita di alghe all'interno del serbatoio di stoccaggio, può essere oscurato con una pellicola nera.

Le zone di irrigazione a pioggia sono dotate di irroratori rotanti (dinamici) oa ventaglio (statici). I nastri antigoccia sono posti nelle zone di irrigazione a goccia.

Le elettrovalvole installate nell'unità di distribuzione dell'acqua, in un dato momento, attivano un determinato circuito di irrigazione.

L'apertura e la chiusura delle elettrovalvole viene effettuata tramite un controller (chiamato anche programmatore o computer di irrigazione) secondo un determinato programma. Il programmatore è installato accanto all'unità di distribuzione dell'acqua. La pompa inizia a pompare acqua nel sistema automaticamente (al momento della caduta di pressione nella linea). E la pressione scende non appena si apre l'elettrovalvola.

Affinché il sistema funzioni perfettamente, è dotato di filtri che vengono installati direttamente nella rete idrica principale.

Per evitare l'intasamento dei filtri sprinkler, è necessario installare un filtro a disco in ingresso o, meglio, in uscita dalla vasca..

La stazione di pompaggio, indicata nello schema, comprende un serbatoio di accumulo, un filtro fine, una valvola di non ritorno, un gruppo di spurgo (per preservare l'impianto per l'inverno), nonché una pompa che fornisce acqua alla linea di irrigazione.

La figura mostra il set completo più semplice di attrezzature per l'irrigazione. A seconda delle specifiche esigenze, il sistema può essere dotato di elementi aggiuntivi, e possono mancare alcuni dispositivi (pompa principale, sensore pioggia, gruppo di spurgo, elettrovalvole, ecc.).

Durante la creazione di un sistema di rimpatrio automatico, dovremo completare diversi passaggi obbligatori.

Vorrei informarvi sui passaggi che faremo per raggiungere l'obiettivo:

  1. Disegna una planimetria dettagliata con tutti gli oggetti esistenti.
  2. Selezione e posizionamento degli irrigatori nel disegno.
  3. Separazione degli irrigatori in zone (una zona è un'area controllata da una valvola).
  4. Calcolo dell'idraulica e selezione della pompa.
  5. Calcolo della sezione del tubo e determinazione delle perdite di carico nell'impianto.
  6. Acquisto di componenti.
  7. Installazione del sistema.

I punti 3-5 vengono eseguiti in parallelo, poiché una modifica in qualsiasi parametro porta alla necessità di modificare il resto. Se ci sono più irrigatori in una zona, è necessaria una pompa più potente e questo, a sua volta, porta ad un aumento della sezione del tubo.

Diamo uno sguardo più da vicino a questi passaggi..

Planimetria

Avremo bisogno di un piano di terreno per redigere un layout per le attrezzature di irrigazione.

Il piano è disegnato in scala. Dovrebbe indicare le zone di irrigazione, la fonte d'acqua, nonché le piante autonome (alberi, ecc.) Che si prevede di irrigare.

Sviluppo di un programma di autoconsumo

Quando il piano del sito è pronto, puoi disegnare i percorsi delle condutture principali su di esso. Se si prevede di creare una zona di irrigazione dell'acqua piovana, è necessario indicare sul diagramma le posizioni di installazione degli irrigatori, nonché il loro raggio d'azione.

Se sul sito viene creata una zona di irrigazione a goccia, anche le sue linee dovrebbero essere indicate nel diagramma generale.

Calcolo del sistema

Tracciando un diagramma di irrigazione dettagliato, è possibile determinare la lunghezza delle tubazioni e calcolare il numero esatto di punti di irrigazione (numero di irrigatori e gocciolatori).

In termini di calcolo della sezione trasversale dei tubi, oltre a determinare il volume del serbatoio di stoccaggio e la capacità dell'attrezzatura di pompaggio, tutto è molto ambiguo. Per eseguire i calcoli corretti, sarà necessario conoscere la velocità di irrigazione di tutte le piante piantate sul sito. I calcoli dovrebbero essere basati sulla conoscenza teorica dell'idrodinamica e questo problema richiede uno studio separato. Pertanto, per evitare errori, è meglio rivolgersi ai servizi di specialisti appropriati o ai rappresentanti di un'azienda che vende accessori per sistemi di irrigazione automatica. Saranno in grado di selezionare l'attrezzatura e gli elementi di sistema adatti al tuo sito.

Se vuoi fare tutto da solo, una semplice soluzione al problema riguardante il calcolo del sistema di irrigazione è offerta dall'utente del nostro portale.

Rendere tutto innaffiato è abbastanza semplice. Ogni irrigatore ha un consumo di acqua specificato. Sommando il consumo di tutti gli irrigatori, si ottiene il consumo totale. Successivamente, viene selezionata una pompa, dove questa portata totale è a una prevalenza di 3-4 atm. Si scopre il cosiddetto. "punto di lavoro".

La linea di pensiero è corretta. Solo nel calcolo, si dovrebbe tener conto dell'altezza di risalita dell'acqua e della forza di resistenza del liquido che si verifica quando l'acqua si muove attraverso i tubi, così come quando passa attraverso i rami (da un diametro grande a uno più piccolo). Se il sistema di irrigazione è combinato (con un irrigatore e un circuito di gocciolamento), gli errori nei calcoli possono portare a conseguenze spiacevoli.

Dalle "piccole cose subite": tutto è sempre determinato dall'addebito del pozzo (fonte d'acqua) e dalla pressione nel tubo di alimentazione! Nessuna pressione - gli irrigatori non funzionano, troppa pressione - strappando il tubo di gocciolamento.

Questo problema è facilmente risolvibile installando un riduttore all'ingresso della linea di gocciolamento. Il riduttore permette di ridurre la pressione di esercizio nel circuito di gocciolamento a 1,5... 2 bar. La linea di irrigazione rimarrà completamente funzionante.

Se stiamo parlando di un piccolo sistema di irrigazione a goccia, è molto più facile da calcolare. Inoltre, un tale sistema, come abbiamo già detto, può funzionare senza pompa..

Ho già un semplice sistema di gocciolamento da 3 anni: un bagno in acciaio (200 l) e da esso vengono allungati i tubi con contagocce. Circa 17 cespugli di cetriolo nella serra vengono annaffiati tutto il giorno. L'acqua scorre per gravità.

Installazione della pipeline

Iniziando la costruzione del sistema, la prima cosa da fare è determinare il modo ottimale di posa dei tubi. Ci sono solo due di questi modi:

1. A terra - adatto per l'irrigazione stagionale (in campagna). Questo metodo di posa delle tubazioni consente di smantellare completamente l'impianto al termine della stagione irrigua e di proteggerne gli elementi da danneggiamenti (o furti).
2. Sottosuolo - adatto per aree destinate a residenza permanente. In questo caso, i tubi vengono posati a una profondità di almeno 30 cm, in modo che non possano essere danneggiati da un trattore con guida da terra, un coltivatore o una pala.

Per il mio sito, voglio realizzare il tubo principale lungo il percorso centrale, e da esso i tubi con gli irrigatori sono ai lati. In modo che per l'inverno possano essere raccolti e inviati per lo stoccaggio, e quindi arati con calma con un trattore con guida da terra in autunno e primavera.

Eseguiamo trincee secondo uno schema sviluppato in precedenza. Se il percorso principale corre lungo un prato già in crescita, il cellophane dovrebbe essere posato lungo la futura trincea, su cui verrà rimosso il terreno.

O questo è quello che suggerisce uno degli utenti di FORUMHOUSE.

Ho seppellito una pala su una baionetta. Si infila una pala da tre bordi, quindi si solleva questo cubo d'erba con la terra, si posa il tubo e lo si richiude. L'effetto è sorprendente. Una settimana dopo, dopo la pioggia, come se niente fosse! E la pipa sta già mentendo: è bello da vedere.

Il cablaggio dell'irrigazione automatica viene spesso montato da tubi polimerici. Non si corrodono, hanno una bassa resistenza interna e sono facili da installare. Idealmente, dovrebbero essere usati tubi in polietilene a bassa pressione (HDPE). Sono resistenti ai raggi UV e possono essere collegati tramite raccordi a compressione filettati. Questa è la loro vantaggiosa differenza rispetto ai tubi in polipropilene, che sono collegati mediante saldatura. Infatti, in caso di incidente, le prestazioni di un sistema basato su polipropilene sono difficili da ripristinare.

A proposito, se gli elementi del sistema non sono nascosti sotto terra, i collegamenti filettati sui tubi HDPE alla fine della stagione di irrigazione possono essere rapidamente smontati e tutti i componenti possono essere rimossi per il rimessaggio invernale.

Affinché il sistema di irrigazione automatico vada in inverno "senza shock", l'acqua viene scaricata nel punto più basso. A tal fine è possibile utilizzare valvole di sfiato dell'acqua, che vengono attivate quando la pressione nel sistema scende al di sotto di un determinato valore. Dopo l'attivazione della valvola, l'acqua viene rimossa dal sistema per gravità. Se il sistema ha più circuiti di irrigazione, è consigliabile installare valvole su tutte le linee di alimentazione. Se non è presente un punto inferiore sul sito (se il sito è piatto), viene creato artificialmente.

Scavo fino alla profondità del congelamento con una piccola pendenza. Il punto più basso è nella fossa stessa. Per l'inverno, quasi tutta l'acqua dovrebbe defluire lì.

È preferibile installare una valvola di scarico non solo in un "pozzetto", ma in un pozzo di drenaggio attrezzato.

Lo spurgo di tutte le sue linee con aria compressa (pressione di esercizio 6… 8 bar), che viene effettuato senza rimuovere gli irrigatori e i contagocce, aiuta a preservare l'impianto per l'inverno. Tutti i sistemi di irrigazione che non dovrebbero essere smantellati per l'inverno dovrebbero utilizzare attrezzature resistenti al gelo (irrigatori con valvole di scarico).

C'è una valvola antigelo in ogni uscita dell'acqua e in ogni irrigatore, quindi non ho mai sfiatato l'acqua per 5 anni.!

Installazione delle connessioni

Tutti i rami delle condutture principali, nonché i collegamenti periferici, i rubinetti e le T devono essere posizionati in portelli speciali. Dopotutto, questi elementi del sistema sono i più problematici (si verificano perdite alle articolazioni). E se l'ubicazione delle aree problematiche è nota e l'accesso ad esse è aperto, la manutenzione del sistema diventa più facile..

Dopo che tutti gli elementi interrati del sistema sono stati assemblati e messi in opera, il sistema deve essere lavato. Ciò aiuterà a rimuovere i detriti che interferiranno con il normale funzionamento dell'autowater..

Nella fase successiva, è possibile collegare al sistema nastri antigoccia e irrigatori. Gli irrigatori sono articoli standard disponibili presso negozi specializzati. Per creare un circuito di gocciolamento, è possibile utilizzare nastri antigoccia già pronti, ma esiste anche un'alternativa: normali tubi di irrigazione, in cui vengono montati i contagocce a un determinato intervallo.

Una stazione di pompaggio con tutti i suoi elementi, un'unità di distribuzione dell'acqua e un programmatore: tutti questi dispositivi sono installati in un luogo prestabilito, a cui vengono forniti elettricità e acqua dalla fonte principale.

Rifornimento automatico sul sito: elementi opzionali

Può essere opportuno dotare la linea principale dell'impianto di irrigazione di prese d'acqua che consentano di collegare un tubo per l'irrigazione manuale, per il lavaggio dell'auto e per altre necessità. I sensori di pioggia e temperatura spegneranno il sistema se l'irrigazione non è pratica. Tutti questi dispositivi vengono installati esclusivamente a piacimento.

Se sei interessato a creare da solo un sistema di autoconsumo, puoi sempre leggere le opinioni degli altri utenti del nostro portale che hanno esperienza pratica nella costruzione di tali sistemi. Se sei interessato a schemi e progetti di sistemi di irrigazione automatica, il forum ha un argomento corrispondente per te. Per chi desidera realizzare con le proprie mani un semplice impianto di irrigazione a goccia o a pioggia, si consiglia di visitare la sezione FORUMHOUSE corrispondente. Puoi anche conoscere i vantaggi e le caratteristiche dei sistemi di irrigazione a goccia dal nostro video.