Le radici dell'orchidea sono diventate bianche: qual è il motivo e cosa è necessario fare?

L'orchidea è un fiore straordinario. Originaria di paesi esotici, è abbastanza difficile per lei adattarsi alle condizioni degli appartamenti. Certo, hai bisogno di cure competenti, condizioni ottimali per la crescita e lo sviluppo. Nel caso opposto, iniziano a comparire macchie sulle foglie, il peduncolo diventa giallo, le radici si seccano e marciscono.

Successivamente, ti diremo quali sono i criteri per radici sane. Cosa indica lo strano colore degli organi vegetativi? Quali misure adottare per salvare la pianta se il fiore ha lasciato cadere le foglie.

Di che colore ha un apparato radicale sano??

Sono le radici che sono un organo importante delle piante, in particolare le orchidee. Nutrono la pianta con liquidi, minerali e partecipano al processo di fotosintesi. Le orchidee sono note per avere radici aeree e interne..

  1. Sfumature di radici sane: verde chiaro, grigio chiaro, quando idratato, il colore diventa più saturo, verde scuro.
  2. Colore della radice anormale: marrone, giallo chiaro con fioritura bianca.

Vorrei aggiungere che determinare lo stato del sistema di root esclusivamente in base al colore non è corretto. Dopotutto, il colore può cambiare a seconda della composizione del substrato, illuminazione insufficiente, uso di fertilizzanti minerali, caratteristiche naturali.

Radici sane: sode, lisce, sode. E se la radice viene premuta facilmente con un dito, l'interno è cavo, morbido o flaccido - presto è tutto senza vita.

Cosa fare quando l'ombra cambia?

Le cause più comuni di malessere da rizoma sono:

  • mancanza di umidità vitale;
  • cattiva luce;
  • scarsa qualità del suolo;
  • dimensioni del vaso inadeguate;
  • danno meccanico alle radici;
  • le condizioni di temperatura e umidità non soddisfano la norma;
  • uso di acqua dura;
  • danni da infezioni;
  • processo di invecchiamento naturale.

verde

Il colore verde indica lo stato di salute della pianta. L'apparato radicale svolge le sue funzioni dirette: trattenere la pianta nel substrato, fornire umidità e microelementi, e partecipa anche ai processi vitali di scambio di gas e fotosintesi. Il colore verde chiaro indica anche la comparsa di nuove radici giovani..

bianca

Problemi simili si verificano quando si utilizza acqua dura non filtrata come irrigazione. In questo caso, una quantità significativa di sali si accumula nel terreno, che ne modificano la composizione e impediscono la penetrazione dell'aria. Ecco perché c'è un rivestimento bianco sul terreno e sul rizoma..

Misure adottate:

  1. Sciacquare un fiore in una pentola sotto l'acqua corrente.
  2. Rimuovere le parti della radice danneggiate, se presenti.
  3. Cambia substrato.
  4. Inumidisci con acqua eccezionalmente dolce.

Leggi di più sul perché la fioritura bianca appare sulle foglie di orchidea e su come affrontarla con i rimedi casalinghi, leggi qui.

Marrone

Quale potrebbe essere il problema se il rizoma diventa marrone? Le orchidee hanno bisogno di un'ispezione regolare. Se il fiore è piantato in un contenitore trasparente, è facile. Quando si cambia il colore delle radici, è necessario prestare attenzione alle condizioni della pianta.

    Un colore marrone può apparire se le radici sono piantate abbastanza in profondità nel terreno. La mancanza di luce si riflette così nel colore dell'apparato radicale. Inoltre non partecipa al processo di fotosintesi, a seguito del quale non viene prodotto il pigmento responsabile del colore verde..

  1. Rimuoviamo l'orchidea dal vaso di fiori.
  2. Risciacquare le radici con acqua corrente calda.
  3. Lasciali asciugare.
  4. Tagliamo le aree danneggiate, se presenti.
  5. Trapiantiamo il fiore in un vaso trasparente.
  6. Lo mettiamo in un luogo ben illuminato.
  • Come risultato di un eccesso di liquido nel vaso di fiori, si sviluppano malattie da marciume. Tra cui: marciume radicale, grigio, bruno. I sintomi delle malattie sono proprio il colore marrone delle radici, macchie marroni sulle foglie, gemme.

    1. Creazione di condizioni confortevoli ottimali per l'orchidea.
    2. Allontana la pianta malata dai fiori sani.
    3. Rimuovere le aree danneggiate.
    4. Trattare il terreno e la pianta con una soluzione allo 0,2% del farmaco "Fundazola" o "Topsina", in questo caso un metodo efficace per immergere il vaso in una miscela chimica.
    5. La procedura deve essere eseguita almeno tre volte con un intervallo di 2 settimane..
  • Le foglie si seccarono, ma le radici rimasero verdi

    Se l'orchidea è appassita e il rizoma è rimasto verde, quale potrebbe essere la ragione e cosa dovrebbe essere fatto in questi casi?

    • L'appassimento è abbastanza comune a causa dell'aria fredda che colpisce le foglie. L'ipotermia provoca anche lo scarico di fiori e boccioli. Ma non disperare, questo fenomeno è di breve durata. Le foglie appassite, purtroppo, non possono essere trattate. Dovrebbero essere definitivamente eliminati. La pianta non necessita di trapianto. Solo vale la pena trasferirsi in un luogo più caldo e non dimenticare l'idratazione regolare..
    • Il secondo motivo è l'eccessiva umidità, mentre un'orchidea danneggiata dal marciume inizia a perdere fogliame. Le foglie diventano morbide, meno elastiche. Cadono dallo stelo, a seguito del quale la pianta si piega come un costruttore. In questa situazione, dovresti:
    1. Rimuovi il fiore dalla pentola.
    2. Risciacquare le radici sotto l'acqua corrente.
    3. Rimuovere le aree danneggiate, trattare le sezioni con un antisettico.
    4. Lasciar asciugare per una notte.
    5. Trapiantare l'orchidea in un nuovo terreno e un buon strato di drenaggio.
    6. Irrigazione solo dopo che il terreno si è asciugato.
  • Con una malattia fungina - l'appassimento del fusarium, le foglie si seccano e cadono molto rapidamente (sul motivo per cui l'orchidea si asciuga e cosa fare per salvarla, leggi qui e come trattare un fiore dalla muffa sulle radici, foglie e altre parti della pianta, di cui abbiamo parlato in questo articolo ). È importante prendere misure urgenti:

    1. Creazione di condizioni confortevoli ottimali.
    2. Allontana la pianta malata dai fiori sani.
    3. Spruzza il resto dell'orchidea e il terreno con una soluzione acquosa di fungicida.
  • Se non è stato possibile stabilire la causa della caduta delle foglie, un'orchidea con radici sane dovrebbe essere collocata in una serra. Mantenere una temperatura di + 25 ° C, umidità entro il 60-70%, illuminazione intensa e irrigazione regolare con acqua dolce calda. Il processo di crescita della massa verde non è veloce, quindi sii paziente e tutto funzionerà.

    Guarda un video su come trapiantare un'orchidea con radici marce:

    Prova a ispezionare le tue piante almeno una volta alla settimana. Infatti, la causa della malattia, scoperta ed eliminata nel tempo, è garanzia del completo recupero del fiore. Successivamente, l'orchidea diventerà più forte e di nuovo per favore con una fioritura unica e rigogliosa.

    Video utile

    Dal video imparerai come distinguere le radici di orchidee sane da quelle marce:

    Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

    Cosa fare se l'orchidea ha radici bianche (fioritura)

    I proprietari di orchidee alle prime armi a volte sono spaventati alla vista delle radici bianche. Nella maggior parte dei casi, lo scolorimento è normale. Ma non è sempre così, una fioritura biancastra può essere un segno di una malattia. Ti diremo come determinare correttamente lo stato del sistema di root nel nostro articolo..

    1. Quali dovrebbero essere le radici sane
    2. Come distinguere tra radici sane e malate
    3. Cause che portano a un malsano sbiancamento delle radici
    4. Fioritura biancastra sulle radici di un'orchidea da acqua di scarsa qualità
    5. Come migliorare la qualità dell'acqua dura
    6. Essiccazione delle radici aeree
    7. Cosa fare con le radici secche bianche

    Quali dovrebbero essere le radici sane

    La struttura degli organi sotterranei di un'orchidea differisce in modo significativo da quella della maggior parte delle piante. Associato alle caratteristiche biologiche del tessuto tegumentario, che si chiama velamen.

    Velamen è una raccolta di cellule spugnose e vuote che possono assorbire i nutrienti dall'aria, piuttosto che dal suolo come la maggior parte delle piante..

    In condizioni naturali, riceve l'umidità da pioggia, rugiada, nebbia. La sua altra funzione è proteggere l'orchidea da ustioni e surriscaldamento..

    A. S. Karavaeva "Bella e misteriosa orchidea", rivista "World of Orchids", n. 3, 2015.

    Oltre all'umidità e agli elementi utili per la normale crescita, le radici dell'orchidea hanno bisogno di luce, quindi vengono piantate in vasi da fiori con pareti trasparenti. Ciò consente di monitorare lo stato del sistema di root. In particolare, cambiando il colore, è possibile determinare i tempi della successiva irrigazione:

    • Se l'orchidea ha abbastanza umidità e si sente normale, le sue radici sono di un verde brillante e di colore uniforme..
    • L'aspetto di un leggero rivestimento biancastro indica una mancanza di acqua nel substrato. Cambiando l'ombra sulla superficie della radice, la pianta segnala la necessità di annaffiare.
    Aspetto di un apparato radicale di orchidea sano:
    1 - Puoi aspettare con l'irrigazione.
    2 - L'irrigazione è necessaria con urgenza.

    Il colore delle radici di orchidee sane può cambiare leggermente le sfumature della copertina bianca da grigiastro a leggermente argenteo. Ciò è dovuto alle condizioni di crescita, allo stato del substrato, alla qualità dell'acqua per l'irrigazione e alla composizione dei fertilizzanti. Se il colore cambia, non deve essere malato. Ma è possibile che il suo benessere sia minacciato..

    Come distinguere tra radici sane e malate

    A volte è difficile determinare quale radice sia viva e sana e quale sia vecchia e malata. Un modo per affrontare questo problema è l'irrigazione.

    • Dopo la successiva sessione di irrigazione, le radici a tutti gli effetti e ben funzionanti diventano verdi. Sebbene prima questo velamen cambiasse colore in bianco.
    • Se un organo sotterraneo non funziona normalmente e non può assorbire l'umidità, il suo colore rimane lo stesso, invariato. È meglio rimuovere tali processi. Se, dopo l'irrigazione, le radici non sono cambiate da bianche a verdi, le loro condizioni non sono soddisfacenti, devono essere rimosse.

    Cause che portano a un malsano sbiancamento delle radici

    Importante! Lo stato malsano delle radici bianche è evidenziato non solo dal colore, ma anche dalla densità del tessuto vegetale.

    I processi completi hanno una forma cilindrica regolare, un diametro uniforme su tutta la lunghezza e una buona flessibilità. Se le radici sono colpite, si gonfiano o si restringono parzialmente o completamente. Se piegati, si rompono facilmente..

    Le seguenti circostanze possono portare a questo tipo:

    • Mancanza di umidità nel supporto e bassa umidità dell'aria, inferiore al 50%.
    • Scarsa illuminazione, come cambiamenti improvvisi nel sole cocente e all'ombra. Questo fenomeno è tipico dei lati occidentale e nord-occidentale. Là l'ombra avviene al mattino e nel pomeriggio - luce solare diretta. Senza ombreggiature aggiuntive, l'orchidea soffrirà.
    • Un substrato di scarsa qualità non può fornire alla pianta tutte le sostanze nutritive. Le radici sono le prime a soffrire della mancanza di elementi utili. Molto spesso, gli organi sotterranei si ammalano nelle miscele di terreno impoverito, quelle che hanno più di tre anni. Durante questo periodo, il substrato è surriscaldato e incrostato. L'aerazione è compromessa, le radici mancano di aria, soffocano e non possono funzionare normalmente.
    • L'orchidea ha superato il suo vaso di fiori. Sembra che le radici siano pronte a lasciare il loro luogo di residenza. Nella pentola si forma una palla e le radici aeree crescono in fitti mazzi. È abbastanza ovvio che il substrato non è in grado di fornire nutrimento e alcune radici muoiono prematuramente. La fioritura bianca può apparire quando le radici non hanno superato in modo significativo il loro vaso.
    • L'invecchiamento naturale delle radici porta anche allo scolorimento. Per diverse specie e varietà, questo processo ha periodi diversi. Ad esempio, nella phalaenopsis, la morte graduale si verifica dopo 2-3 anni. Questo è uno dei criteri per la frequenza dei trapianti di piante, anche per la revisione delle radici..
    • Annaffiare le orchidee con acqua dura. Questo è uno degli errori comuni commessi dagli amanti delle orchidee. Ti diremo in modo più dettagliato come risolverlo..

    Fioritura biancastra sulle radici di un'orchidea da acqua di scarsa qualità

    Molti di noi hanno familiarità con il problema dell'accumulo di calcare bianco sugli impianti idraulici dovuto all'elevata durezza dell'acqua. La stessa cristallizzazione si verifica sulla superficie delle radici se vengono annaffiate con liquido da un rubinetto dell'acqua. Per evaporazione, i sali contenuti nell'acqua passano allo stato chimico solido e formano una crosta forte, impermeabile, bianca, grigia o giallastra. L'ombra dipende dalla composizione dell'acqua.

    Per prevenire il danno che può causare l'acqua dura, deve essere adeguatamente preparata per annaffiare le orchidee..

    Come migliorare la qualità dell'acqua dura

    Per difendereL'acqua del rubinetto viene conservata per diversi giorni in un contenitore aperto. Durante questo periodo, le sostanze pesanti affonderanno sul fondo e l'acqua si combinerà con le molecole d'aria.
    FiltrazioneDopo la decantazione, l'acqua deve essere filtrata. Questo deve essere fatto con attenzione, senza scuotere il sedimento, che si è depositato sul fondo..
    CongelamentoLa procedura di congelamento e scongelamento avvicina l'acqua del rubinetto all'acqua piovana.
    Riduzione della durezza chimicaCon acidi alimentari. Per preparare l'acqua di irrigazione per orchidee, utilizzare:

    Acido ossalico, in ragione di ¼ di cucchiaino per 10 litri di acqua

    Acido citrico - polvere sulla punta di un coltello per 1 litro d'acqua.

    La fioritura bianca sulle radici dell'orchidea può formarsi dall'acqua dura.

    La formazione della placca sulle radici non avviene dall'oggi al domani, è un processo lungo. La salinizzazione del substrato avviene per prima. Quando l'accumulo di sostanze diventa troppo concentrato, i depositi interessano i tessuti della pianta..

    Essiccazione delle radici aeree

    Se le radici che crescono sul substrato diventano bianche e secche, molto probabilmente ciò era dovuto a danni meccanici. Si verificano durante il trapianto o il movimento incurante della pianta. La radice aerea non si rompe sempre completamente. Può essere parzialmente danneggiato e questo non è immediatamente evidente, perché il pezzo di radice rotto non cade, ma è tenuto abbastanza saldamente. Ma il movimento dei nutrienti è compromesso e i vasi non possono fornire alla pianta le sostanze nutritive in pieno. I tessuti delle radici muoiono gradualmente, i primi segni possono essere visti dopo circa 7-10 giorni.

    Un altro motivo per l'asciugatura è l'irrigazione insufficiente. Poiché le radici aeree si trovano sopra il substrato, solo l'umidità evaporata arriva ad esse dall'irrigazione, la sua quantità è molto inferiore a quella che le radici ricevono nel substrato. Se l'irrigazione viene eseguita raramente, la struttura del tessuto superficiale è disturbata dalla siccità. E nel tempo si verificano processi irreversibili e le radici si seccano completamente. In questo caso non è più possibile ripristinarli, devi solo eliminarli..

    Cosa fare con le radici secche bianche

    Tali radici devono essere tagliate. Se ce ne sono molti, dopo l'operazione la pianta deve essere trapiantata. Questo richiede:

    • Rimuovi l'orchidea dalla pentola e liberala dal substrato. Risciacquare le piccole particelle di miscela di terreno con un getto di acqua calda. Successivamente, puoi valutare oggettivamente le condizioni delle radici sotterranee e aeree..
    • Taglia i processi secchi o danneggiati sbiancati a un tessuto vivente. Questa operazione viene eseguita utilizzando strumenti che hanno subito una disinfezione preliminare. Dopo ogni taglio, la lama di un coltello o delle cesoie viene trattata con alcool in modo che l'infezione non si diffonda dal tessuto danneggiato alla parte sana..
    • Dopo la potatura, lasciare asciugare le fette di orchidea, questo può richiedere da mezz'ora a due ore. La durata varia a seconda delle condizioni: temperatura e umidità.
    • Le sezioni essiccate devono essere cosparse di un antisettico - carbone attivo tritato o tritato o cannella finemente macinata. Queste sostanze hanno proprietà disinfettanti..
    • Dopo la potatura e la lavorazione, l'orchidea può essere trapiantata. Ciò richiederà una nuova pentola e un nuovo substrato..

    Importante! Il vaso e il substrato devono essere pretrattati per eliminare possibili agenti patogeni e parassiti.

    Perché le radici dell'orchidea sono diventate bianche?

    Se non hai sufficiente esperienza in floricoltura o semplicemente non ti sei mai imbattuto in un fiore così esotico, ma improvvisamente hai notato le radici bianche dell'orchidea. Cosa fare in questo caso? Prima di tutto, dovresti determinare il motivo per cui l'orchidea ha cambiato la pigmentazione del sistema radicale, perché se tali cambiamenti sono iniziati, significa che la pianta è minacciata di morte prematura.

    Di che colore ha un apparato radicale sano?

    Le radici sono uno degli organi vegetativi più importanti della pianta. Saturano il fiore con sostanze utili, umidità, partecipano attivamente al processo di fotosintesi. L'orchidea ha due tipi di radici: interne e aeree (aeree).

    Le radici sane hanno una tonalità verde chiaro o grigio cenere, che dopo l'irrigazione può diventare verde intenso. Le violazioni nel sistema radicale possono essere identificate dalla loro tonalità marrone o giallo chiaro, inoltre, in questo caso, c'è spesso una fioritura bianca.

    Tuttavia, non dovresti giudicare la salute delle radici dell'orchidea basandoti solo sul colore. Un altro motivo per cui le radici diventano bianche potrebbe essere che il loro colore varia spesso, a seconda di fattori come il livello di luce, la composizione del terreno, il tipo di oligoelementi contenuti nei fertilizzanti..

    In assenza di qualsiasi patologia, le radici appaiono lisce, elastiche e abbastanza dense. Se, premendo sulla radice, all'interno si avverte un vuoto o un'eccessiva morbidezza, significa che questo processo ha completato il suo ciclo vitale..

    Cosa fare quando l'ombra cambia

    Se le radici di un'orchidea hanno cambiato colore, dovresti capire le ragioni di questo fenomeno. Ciò può essere influenzato da una serie di fattori che devono essere prima identificati e poi eliminati. Per esempio:

    1. Il colore bianco con una fioritura grigio sporco, indica l'uso di acqua di irrigazione di bassa qualità, che contiene cloro e molte altre impurità nocive. Ciò contribuisce alla concentrazione di sali nocivi nel suolo, che comporta un cambiamento nella sua composizione chimica, ed è anche un ostacolo all'accesso dell'aria alle radici. Per eliminare la causa, è necessario sciacquare accuratamente il fiore con acqua purificata direttamente nella pentola e rimuovere le radici malate. Quindi cambia completamente il terreno.
    2. Una tinta verde è il colore naturale delle radici sane. Dice che il sistema sta affrontando le sue funzioni. Le radici appena formate hanno solitamente un colore verde chiaro..
    3. Tinta marrone. Indica che le radici sono troppo profonde nel terreno. Ciò contribuisce a una mancanza di luce, che a sua volta porta ad una mancanza del processo di fotosintesi, responsabile del pigmento verde e della salute delle piante in generale. Per aiutare l'orchidea a far fronte alla malattia, è necessario rimuovere il fiore dal contenitore e sciacquare accuratamente le radici con acqua a temperatura ambiente. Asciugare naturalmente e rimuovere le radici malate. Trapianta un fiore in un vaso trasparente.
    4. Lo sviluppo del marciume radicale contribuisce anche alla comparsa di una tonalità marrone. Oltre ai cambiamenti nella pigmentazione dell'apparato radicale, vengono colpiti anche i piatti fogliari, al centro dei quali compaiono macchie marroni, mentre i bordi diventano secchi e fragili. Questa malattia è molto contagiosa, quindi per evitare la morte dell'intera oasi domestica, la pianta dovrebbe essere prima di tutto isolata dagli altri fiori. Per il trattamento, è necessario rimuovere le aree malate di radici e foglie e trattare anche il terreno con Fundazol. Queste manipolazioni per salvare l'orchidea dovrebbero essere eseguite tre volte, con un intervallo di 14 giorni..

    Ora gli amanti delle piante d'appartamento possono facilmente farcela da soli, se un giorno vedono che le radici della loro orchidea preferita diventano improvvisamente bianche, le orchidee d'acciaio diventano. Tuttavia, le malattie sono più facili da prevenire che da curare, quindi è importante aderire alle regole di cura e manutenzione sviluppate dai professionisti per questo fiore..

    Muffa bianca sulle orchidee cosa fare. Come sbarazzarsi delle malattie della phalaenopsis a casa. Malattie e cure

    Spesso tali malattie compaiono sulle radici della pianta e sono associate al mancato rispetto delle condizioni per mantenere il fiore..

    La lotta contro tutte le manifestazioni di malattie, così come un'adeguata cura, aiuteranno a mantenere la salute e la fioritura regolare dell'orchidea.

    Sano apparato radicale dell'orchidea: come appare, colore, compattezza.

    Le radici sono un indicatore della salute di un'orchidea. Normalmente sono densi, elastici, di colore bianco o giallastro, dopo l'irrigazione acquisiscono un colore verde chiaro. Il colore della radice è determinato dal tipo di orchidea e spesso dipende dalle medicazioni applicate.

    Alcune specie hanno radici naturalmente scure e questa non è una manifestazione della malattia. All'interno del substrato, dove la luce solare non penetra, le radici possono assumere un leggero colore marrone.

    Radici bianche di un'orchidea: perché sono diventate bianche?

    Molto spesso, una pianta apparentemente sana ha punti bianchi, fiori o palline sulle radici. Cos'è e come affrontarlo? Le risposte a queste domande manterranno la tua orchidea sana e con un bell'aspetto..

    La comparsa di punti e macchie bianche

    La comparsa di tali punti e macchie sulle radici può essere di natura non infettiva, associata all'annaffiatura dell'orchidea con acqua dura e non filtrata. In cui:

    • una quantità significativa di sali si accumula nel terreno, a seguito della quale la composizione del suolo cambia;

    la salinizzazione del substrato impedisce il normale flusso d'aria nelle cellule della radice.

    Un eccesso di sale può anche apparire come macchie bianche sulla superficie e nelle profondità del supporto..

    Perché compaiono muffe bianche e placca?

    Tale placca sulle radici forma muffa (sembra lanugine), che si forma a seguito della rapida moltiplicazione di funghi microscopici dei generi Alternaria, Cladosporium, ecc.:

    • le spore fungine possono stare a riposo a lungo e non manifestarsi in alcun modo;
    • quando si verificano condizioni favorevoli, iniziano a moltiplicarsi attivamente, penetrano nei vuoti tra la corteccia, si diffondono sulla superficie del substrato, le radici e il gambo dell'orchidea.

    Il terreno fertile ideale per le muffe si verifica quando si verificano contemporaneamente una serie di fattori:

    • umidità eccessiva nel supporto;
    • elevata umidità ambientale;
    • temperature sufficientemente basse (di solito non superiori a + 20 ℃).

    Il rispetto delle regole di cura è la migliore prevenzione delle malattie infettive delle radici.

    Palline bianche

    A volte si formano piccole palline bianche sulle radici dell'orchidea - un adattamento protettivo dei funghi del suolo a condizioni avverse.

    Si formano come risultato di un plesso di formazioni filamentose di micelio - ife e possono avere una forma sferica o irregolare, e raggiungere anche valori da diversi millimetri a 2 o più centimetri.

    Non appena le condizioni sono favorevoli per il fungo, le palline bianche:

    • germoglia sotto forma di una ragnatela - micelio, catturando tutte le nuove aree di radici e substrato;
    • il micelio prende dal terreno una parte significativa dei nutrienti necessari alla pianta.

    Se non combatti il ​​fungo, nelle fasi successive del suo sviluppo inizia la morte delle radici dell'orchidea..

    Da dove viene la muffa

    Se una spessa peluria appare sulla superficie del substrato, sulle radici o sulle foglie dell'orchidea, la pianta viene infettata da una malattia fungina. I microrganismi patogeni si diffondono attraverso il flusso d'aria. In condizioni favorevoli, dove è caldo e umido, le spore si depositano e germinano. L'aspetto della muffa dipende da quale agente patogeno si è depositato nella pentola. Le orchidee possono essere trovate con una fioritura di bianco o nero..

    Spesso, i floricoltori stessi, senza saperlo, creano l'atmosfera necessaria per la crescita e la riproduzione di successo di agenti patogeni microscopici..

    • La muffa appare quando le temperature calde e l'umidità elevata persistono a lungo. Tali condizioni sono spesso create dagli stessi coltivatori di fiori, quando nella calura estiva cercano di salvare le orchidee con abbondanti annaffiature e generose irrorazioni..
    • L'aerazione è compromessa, sia intorno alla parte a terra della pianta che all'interno del substrato. Questo accade se i vasi da fiori sono troppo affollati o in un'area in cui il libero accesso all'aria è difficile..

    C'è un altro motivo per la muffa. La possibilità di acquisire un'orchidea insieme a un substrato infetto non è esclusa. Cioè, gli agenti patogeni erano in un vaso di fiori portato da un negozio di fiori. Quando loro (agenti patogeni) sono entrati in buone condizioni per loro, hanno iniziato a moltiplicarsi intensamente.

    Suggerimento # 1. Presta attenzione! Se la muffa non è cresciuta, è praticamente impossibile identificarla al momento dell'acquisto. A tal proposito la pianta acquistata, portata a casa, va tenuta in quarantena, cioè separata dalle altre piante da interno. Il periodo di isolamento è di almeno due settimane. Puoi aggiungere una nuova orchidea alla collezione solo dopo esserti assicurato che non vi sia alcun pericolo infettivo per le piante..

    Niente panico se, tuttavia, appare la muffa. Le misure tempestive adottate salveranno le piante da una grave malattia. Ma è anche impossibile posticipare la liquidazione, una lesione gravemente trascurata può portare alla morte dell'orchidea.

    Per affrontare efficacemente gli agenti patogeni, è importante conoscere le caratteristiche del loro sviluppo e il danno che possono causare..

    Cause delle radici delle piante bianche

    Le ragioni che causano la comparsa di aree sbiancate sulle radici di un'orchidea possono essere di diversa natura..

    Scarsa qualità del suolo

    La qualità del terreno influisce direttamente sulle condizioni dell'apparato radicale dell'orchidea:

    • un substrato denso o di scarsa qualità interrompe la circolazione dell'aria e, di conseguenza, l'apporto di ossigeno alle radici crea le condizioni per lo sviluppo di agenti patogeni;
    • ogni due o tre anni la pianta deve essere trapiantata in un nuovo substrato, poiché quello vecchio si decompone, perde le sue proprietà, diventa un ottimo ambiente per lo sviluppo di malattie fungine.

    Mancanza di umidità

    Un'irrigazione irregolare o scarsa può far seccare le radici, facendole raggrinzire e diventare bianche. Prima di tutto, questi processi si manifesteranno sulle radici aeree, il che può essere facilitato anche dalla bassa umidità nella stanza..

    La prevenzione di questo è il corretto regime di irrigazione e l'irrorazione regolare dell'orchidea..

    Illuminazione

    La mancanza di luce è una delle cause principali di tutte le malattie delle piante..

    Un'orchidea ha bisogno di molta luce diffusa, quindi nel periodo autunno-inverno è meglio illuminare la pianta con un phytolamp.

    Dimensioni del vaso inadeguate

    Molto spesso, le malattie dell'apparato radicale sono associate a un volume del vaso selezionato in modo errato. Un vaso troppo grande aumenta la probabilità di ristagni d'acqua e rende difficile valutare il grado di essiccazione del supporto.

    Infezioni

    Le radici delle orchidee possono essere colpite non solo dalle muffe, ma anche dal marciume batterico, che non forma placca bianca o macchie sulla superficie delle radici.

    Acqua dura per l'irrigazione

    L'uso di acqua dura (altamente mineralizzata) per l'irrigazione porta alla formazione di una fioritura bianca sulle radici. Puoi anche addolcire l'acqua a casa usando:

    • filtri speciali per l'acqua;
    • aggiungere all'acqua 3 g di cenere di legno o 100 g di torba fresca, che vengono mescolati in 10 litri di acqua.

    Per evitare che si formi, la pianta deve essere annaffiata con acqua eccezionalmente dolce (sciolta, piovana o stabilizzata).

    Malattie dell'orchidea: trattamento domiciliare

    Le malattie delle foglie e delle radici possono essere causate da funghi, meno spesso da microrganismi patogeni, le malattie virali sono ancora meno comuni. A differenza delle malattie causate da funghi e microbi, sono incurabili..


    Prima di iniziare il trattamento, è importante diagnosticare correttamente la malattia.

    L'unica cosa che si può fare è distruggere l'orchidea colpita per evitare di infettare altre piante. Ma la maggior parte delle malattie delle orchidee sono curabili. È importante solo riconoscerli in tempo e prendere le misure necessarie..

    In generale, è possibile trattare un'orchidea a casa. Anche se la pianta è affetta da una malattia pericolosa, ma c'è una piccola opportunità per salvare il fiore, ha senso provare.

    Marciume radicale: come curare una malattia

    Le radici delle orchidee iniziano molto spesso a marcire a causa di condizioni di temperatura inadeguate in combinazione con un'eccessiva umidità del suolo. Molto spesso la miltonia, il cymbidium, le scarpe ne sono malate.

    • Le foglie diventano marroni, le radici diventano morbide e, quando vengono pressate, iniziano a trasudare liquido, l'orchidea smette di crescere.
    • Per prevenire la putrefazione delle radici, è necessario innanzitutto fornire una temperatura adeguata alla pianta..
    • Se il marciume radicale si è già sviluppato, le radici e il substrato vengono trattati con una soluzione al 2% di Fundazol o Topsin
    • Per il miglior effetto, sono necessari 3 trattamenti con un intervallo di 10-14 giorni.

    Marciume grigio

    Con il marciume grigio, appaiono soffici macchie grigie sulle foglie, sui fiori, sulle radici aeree. Phalaenopsis, cymbidium, cattleya sono sensibili ad esso. Come altri marciumi, si sviluppa più spesso in condizioni di elevata umidità ea basse temperature, quando è difficile per il fiore combattere la malattia..

    La sua migliore prevenzione è mantenere i fiori in condizioni adeguate. Anche un eccesso di fertilizzanti azotati è irto del suo sviluppo..

    Per salvare una pianta, devi:

    Passo 1rimuovere foglie e peduncoli colpiti
    Passo 2cospargere le fette con qualsiasi agente essiccante
    Passaggio 3eseguire diverse irrorazioni con una soluzione di qualsiasi agente fungicida

    se il marciume grigio ricompare, dovrebbe essere usato un nuovo rimedio, poiché il fungo è in grado di sviluppare resistenza ai farmaci e il farmaco a lui familiare sarà meno efficace.

    Marciume nero

    Con il marciume nero, appaiono macchie nere piangenti nelle ascelle delle foglie, le foglie muoiono e cadono. Molto spesso, il marciume nero colpisce le piante indebolite..


    La manifestazione del marciume nero su un fiore inizia con macchie scure

    È anche provocato dalla temperatura troppo bassa del contenuto. Cattleya e le scarpe sono più suscettibili a questa malattia..

    Come altre malattie fungine, il marciume nero viene trattato rimuovendo il tessuto interessato e trattando la pianta con Fundazol o Topsin. L'attenzione alla temperatura ambiente aiuterà a prevenirlo..

    Il marciume nero è contagioso, quindi la pianta malata deve essere messa in quarantena.

    Macchia fogliare

    La macchia fogliare è una malattia caratteristica della phalaenopsis, solitamente causata da ustioni fogliari dalla luce solare diretta in primavera e all'inizio dell'estate. Macchie scure piangenti compaiono sulle lame fogliari, che crescono rapidamente, portando alla fine alla morte della foglia.

    Non è difficile far fronte allo spotting: le foglie danneggiate vengono rimosse, le sezioni vengono cosparse di zolfo colloidale, la pianta viene spruzzata con una soluzione fungicida. Per evitare il suo verificarsi, le piante devono essere ombreggiate all'inizio della primavera, quando il sole inizia a splendere intensamente..


    Lo spotting è una conseguenza diretta della bruciatura delle foglie

    Non spruzzare durante il giorno: le gocce d'acqua, trasformandosi in una sorta di lenti, contribuiscono alle ustioni.

    Marciume fusario

    Con il marciume del fusarium, le foglie ei giovani germogli della pianta diventano morbidi, come se saturi di umidità, si arricciano, sulla loro superficie appare un rivestimento polveroso rosato, si indebolisce, i peduncoli che hanno iniziato a svilupparsi muoiono.

    È più suscettibile all'epidendro, alla miltonia, alla phalaenopsis. La causa dello sviluppo della malattia è l'elevata umidità e la mancanza di circolazione dell'aria..

    Per curare una pianta malata, è necessario un trattamento con farmaci antifungini come Fundazol. Di solito sono sufficienti tre trattamenti a intervalli di due settimane. Le foglie non devono essere spruzzate durante il trattamento.

    È imperativo ventilare la stanza in cui crescono le orchidee e anche garantire la temperatura corrispondente alle esigenze della pianta. Le stesse misure aiuteranno a prevenire lo sviluppo del marciume del fusarium..

    Antracnosi: quanta cura è necessaria

    Con l'antracnosi, i giovani germogli, gli pseudobulbi e le foglie sono ricoperti da macchie nero carbone, sulla cui superficie può apparire un soffice fiore rosato o giallastro.

    Come può apparire? Le ragioni della sua comparsa sono l'umidità e la mancanza di circolazione dell'aria, il ristagno di acqua nelle ascelle delle foglie. Phalaenopsis, scarpe, oncidium sono suscettibili all'antracnosi.


    L'antracnosi su qualsiasi pianta appare come piccole macchie nere

    Il trattamento è il seguente:

    Passo 1rimozione delle parti interessate
    Passo 2i tagli devono essere cosparsi di carbone tritato o zolfo colloidale
    Passaggio 3trattamento dell'impianto con preparati contenenti rame, ad esempio liquido bordolese
    Passaggio 4eseguire due o tre trattamenti

    Muffa polverosa

    Un'altra malattia fungina delle orchidee è l'oidio. Ad alta temperatura e umidità, i germogli e le foglie si ricoprono di una fioritura pelosa simile a una ragnatela.

    Questa malattia minaccia tutti i tipi di orchidee ed è tra le più comuni in condizioni indoor..

    Per combatterlo, la pianta viene spruzzata con una soluzione di zolfo colloidale o qualsiasi preparato fungicida, come Skor, Topsin. I trattamenti preventivi con Fundazole aiuteranno a prevenirne lo sviluppo.

    Cosa fare se le radici delle piante diventano bianche?

    In tutti i casi, quando compaiono macchie bianche sulle radici dell'orchidea, il fiore viene trapiantato in un nuovo substrato e in un nuovo vaso:

    • dopo aver rimosso dal terreno, le radici vengono lavate con acqua tiepida ad una temperatura di circa 35 ℃;
    • tutte le radici malsane (secche, marce o con macchie bianche) vengono rimosse;
    • in caso di infezione da funghi, il sistema radicale viene immerso in una soluzione fungicida per 15 minuti.

    Prima di piantare l'orchidea in un nuovo substrato, immergere il terreno in acqua bollente per un quarto d'ora e, dopo l'essiccazione, trasferirlo in un contenitore dove successivamente verrà piantato il fiore.

    In futuro, per l'irrigazione verrà utilizzata solo acqua con un basso contenuto di minerali..

    Le orchidee sono piante molto resistenti e possono riprendersi anche dopo aver perso tutte le foglie o le radici. Le misure di rianimazione, così come la cura e la cura adeguata, faranno rivivere il fiore e gli forniranno una fioritura lunga e rigogliosa.

    Tipi di muffe pericolosi per le orchidee

    A prima vista, sembra che la fioritura bianca e soffice sia la stessa. Infatti, questo non è il caso. Vari agenti patogeni si depositano sul substrato, sulle radici e sulle foglie. Le misure di controllo e la scelta dei medicinali dipendono da cosa è stata infettata la pianta..

    Maggiori informazioni sulle caratteristiche della muffa.

    Muffa bianca nel substrato

    Come affrontarlo

    La miscela di nutrienti per orchidee è, infatti, residui di piante: corteccia di pino, muschio di sfagno, radici di felce, scaglie di cocco, ecc. Con una forte umidità, diventa un ottimo terreno fertile per i microrganismi, compresi quelli dannosi per le piante. Per evitare la contaminazione delle piante, è meglio acquistare una miscela di terreno per orchidee da produttori affidabili. Ma anche allora, vale la pena trattare il substrato prima di piantare le piante. Inoltre, questo non è difficile da fare se segui i seguenti consigli:

    Passo 1Posizionare la quantità richiesta della miscela acquistata in un contenitore di metallo, in modo che si adatti liberamente, senza sigillare.
    Passo 2Versare sopra l'acqua bollente e lasciare raffreddare completamente a temperatura ambiente.
    Passaggio 3Quindi, scolare l'acqua e impostare lo scarico dell'umidità in eccesso..
    Passaggio 4Pianta un'orchidea il cui apparato radicale è stato pretrattato con fungicidi.

    Importante! Il supporto che hai preparato da solo deve essere trattato termicamente. Dopotutto, la corteccia e il muschio portati da una foresta o da un parco contengono necessariamente microrganismi, tra cui agenti patogeni.

    Se c'è poca muffa sulla superficie del substrato, puoi eliminarla rimuovendola con parte del terreno. La miscela rimasta nella pentola deve essere completamente asciugata. E con ulteriori annaffiature, assicurarsi che l'acqua non ristagni e che il substrato si asciughi dall'alto verso il basso tra un'irrigazione e l'altra.

    In media, una volta ogni 2-3 anni, la miscela di terreno per orchidee deve essere sostituita con una nuova composizione. Non aspettare che appaia la muffa. Meglio trapiantare l'orchidea in tempo.

    Fai anche quando la fioritura bianca si trova sulle radici..


    Il substrato su cui è apparso lo stampo deve essere sostituito.

    La muffa sulle radici è una seria minaccia per la salute delle orchidee

    Gli agenti patogeni delle radici distruggono il tessuto spugnoso - velamen.

    Il velamen è uno strato di rivestimento complesso che svolge la funzione respiratoria e fornisce all'orchidea i nutrienti ottenuti dall'aria.

    A. S. Karavaeva

    "Bella e misteriosa orchidea", rivista "Orchid World", n. 3, 2009.


    La muffa sulle radici può uccidere un'orchidea.

    Il fungo cresce nelle radici, danneggiandole a livello cellulare. Non possono funzionare normalmente e la pianta è indebolita. Se non viene eliminata, la muffa può prendere il sopravvento e distruggere il sistema radicale..

    Come mantenere le radici dalla muffa

    Per salvare un'orchidea dalla muffa, deve essere trapiantata in un substrato disinfettato fresco..

    • Per questo, le piante vengono rimosse dalla pentola e pulite dal vecchio terreno..
    • Le radici vengono lavate sotto un leggero getto di acqua tiepida per valutare meglio eventuali danni.
    • Se le radici sono troppo colpite, vengono tagliate. Le fette vengono fatte 3 cm sopra l'area interessata

    Suggerimento # 2. Utensili da taglio, è necessario disinfettare in anticipo per non trasferire la muffa sulle ferite aperte.

    • Dopo la potatura, il sistema radicale viene immerso in una soluzione fungicida.

    Un comprovato agente anti-muffa è il solfato di rame. È venduto nei negozi di giardinaggio.


    Il solfato di rame è una polvere cristallina fine di colore blu brillante.

    Il solfato di rame è ampiamente utilizzato per proteggere le piante da giardino dai patogeni fungini. Il prodotto è efficace anche contro la muffa dell'orchidea.

    Quando le radici colpite vengono tagliate, vengono immerse in una soluzione preparata:

    • da due grammi di solfato di rame e un litro d'acqua.

    Suggerimento # 3. Prima di applicare il liquido, è necessario attendere che i cristalli siano completamente sciolti. Per garantire la protezione delle radici dalle ustioni che possono causare microparticelle, è meglio filtrare la soluzione attraverso un doppio strato di garza.

    • Metti le radici in una soluzione di solfato di rame per 15 minuti.
    • Asciugare prima di piantare in un substrato fresco. Per disinfettare la miscela di terreno, vengono inserite diverse compresse di carbone attivo.

    Dopo il trapianto, l'orchidea viene messa in quarantena per 2-3 settimane. Se durante questo periodo la muffa non appare, la pianta viene riportata al suo posto permanente..

    Con ulteriore cura per la prevenzione, di volta in volta, all'acqua per l'irrigazione viene aggiunto permanganato di potassio (permanganato di potassio). La soluzione viene resa rosa pallido e filtrata prima dell'irrigazione.

    Un altro modo è usare l'acido citrico, la muffa non ama un ambiente acido:

    • ½ cucchiaino di acido citrico alimentare.
    • 200 ml di acqua tiepida +300, preferibilmente bollita.

    L'orchidea viene annaffiata con questa soluzione due volte al mese..

    Alcuni coltivatori organizzano bucce di limone o arancia secche attorno ai vasi di orchidee. Funzioneranno anche le bucce di altri agrumi. L'aroma evaporato sopprime la diffusione delle spore della muffa.

    Come salvare un'orchidea dalla muffa su radici, foglie e altre parti della pianta?

    Esistono molti tipi di fiori. Tuttavia, una delle più belle è sicuramente l'orchidea. L'orchidea stessa è un fiore senza pretese e si adatta a condizioni diverse.

    Se conservato e mantenuto in modo improprio su questo bellissimo fiore, si può formare una cosa così spiacevole come la muffa..

    Perché la muffa bianca e nera appare in una pentola, su foglie e radici, e come trattare una pianta, lo scopriremo insieme. Vedrai anche come appare questa malattia su una pianta..

    Cos'è e come appare?

    La muffa è un fungo che spesso infetta le piante d'appartamento, ma sembra una fioritura ispida che si forma sulle foglie, sul fusto e sulle radici. Si diffonde e si moltiplica con l'aiuto delle spore, estremamente tenaci. Portate a casa una volta, le spore del fungo possono infettare l'intero fiore con cure improprie.
    Le macchie di muffa possono essere grigio chiaro, biancastro, verdastro o nero. Sembra una sottile crosta soffice sulla superficie di un fiore..

    Puoi scoprire di più su cos'è la muffa, perché appare su un'orchidea e come eliminarla in questo articolo..

    Come sbarazzarsi di?

    Consideriamo più in dettaglio cosa fare in questa situazione, come affrontare la formazione di questo disturbo su varie parti del fiore.

    Sulle foglie


    Esistono due tipi: bianco e nero.

    Se la muffa bianca appare sulla superficie e nelle ascelle delle foglie, questa è la fase iniziale della malattia. Puoi combatterlo con una soluzione di solfato di rame. Per fare questo, prendi un cucchiaino di vetriolo e diluiscilo in 2 litri d'acqua. Dovresti ottenere una soluzione azzurra. Dovrebbero pulire le foglie, soprattutto con attenzione nei luoghi in cui la muffa si accumula maggiormente. Oppure spruzzalo 2 volte al giorno finché la placca non scompare.

    Se la muffa nera è già apparsa sul fiore, è meglio tagliare con cura le foglie colpite e pulire i punti di taglio con la stessa soluzione di vetriolo.

    Sulle radici

    Questo tipo di fungo è più difficile da combattere.

    1. Prima di tutto, è necessario asciugare completamente il substrato in cui cresce l'orchidea..
    2. Quindi si consiglia di allentare completamente il terreno, rimuovere il fiore stesso dalla pentola e sciacquare accuratamente le aree danneggiate (la temperatura dell'acqua consigliata è di 35 gradi), se si trovano radici essiccate, è meglio tagliarle con cura.
    3. Metti il ​​fiore trasformato (steli e radice) in una soluzione fungicida per 15 minuti.

    Nel substrato

    Il terreno ammuffito è meglio smaltirlo. Prima di piantare un'orchidea in un nuovo substrato, è necessario immergerla (terreno) in acqua bollente per 15 minuti, dopodiché attendere che si asciughi completamente e solo dopo riempire il contenitore in cui si posiziona l'orchidea.

    Si consiglia di mettere 3 compresse frantumate di carbone attivo o corteccia d'albero nel substrato. Dopo la semina, non è consigliabile annaffiare l'orchidea per circa 3-5 giorni. Questo viene fatto in modo che le aree danneggiate guariscano e non si formino nuove aree problematiche. Si consiglia inoltre di posizionare l'orchidea in un luogo asciutto e ben illuminato..

    Di seguito puoi guardare un video che descrive cosa fare con la muffa dell'orchidea:

    Se la pianta è completamente colpita


    Se il fiore è completamente ricoperto di muffa, puoi provare a tagliare con cura lo stampo con un coltello affilato, quindi trattare le aree danneggiate con una soluzione di solfato di rame (come prepararlo è indicato sopra).

    Si consiglia inoltre di trapiantare il fiore in un altro vaso con un nuovo substrato, precedentemente disinfettato. Dopodiché, non innaffiare il fiore per 5 giorni e mantenerlo in condizioni con minima umidità dell'aria, è auspicabile che la luce solare diretta cada. Anche in questo caso, puoi usare lampade ultraviolette, riscaldare l'orchidea con loro.

    Da dove viene la placca

    Hai visto come fioriscono gli stagni in tarda primavera e in estate? La stessa cosa accade in un vaso di fiori. L'abbondanza di umidità, luce e calore si combinano per fornire condizioni eccellenti per la crescita delle alghe. Di solito, i vasi iniziano a fiorire nei seguenti casi:
    - il contenitore è troppo grande, il terreno non ha il tempo di asciugarsi;

    - il trapianto non è stato eseguito da molto tempo, il substrato è frantumato e incrostato;

    - la pianta riceve troppa acqua;

    - il supporto consuma troppo umidità.

    L'orchidea ama la tensione. Ricordalo sempre. Il vaso dovrebbe adattarsi perfettamente alle radici e non essere troppo grande. È preferibile avere le gambe vicino al contenitore. Da una tale "casa" il liquido esce più velocemente ed è più facile che l'aria circoli. Se hai una fioriera, mettici dentro il fiore solo un giorno dopo l'irrigazione. Dovrebbe esserci un piccolo spazio tra le pareti del contenitore decorativo e ordinario. 1,5 cm sono sufficienti.

    Ogni orchidea ha le sue esigenze. Possiamo solo osservare lo stato dell'animale e agire in base alla situazione. Dimentica le regole rigide. Se la pianta ha la sua "palude", il problema potrebbe risiedere non solo nella frequenza delle annaffiature. Il terreno comune delle orchidee è corteccia di pino, muschio, carbone e foglie cadute. Questo è un minimo universale. La composizione per le diverse specie è diversa. Se il substrato si asciuga male, aumentare la proporzione di corteccia. Componenti ad alta intensità di umidità: muschio, scaglie di cocco, torba, ecc. Portali via. Il terreno incrostato non consente il passaggio dell'aria e non consente all'acqua di evaporare, quindi deve anche essere sostituito.

    Con misure preventive, tutto è chiaro. Perché gli invasori che sono già apparsi pericolosi??

    Attenzione: alghe!

    Alcuni coltivatori affermano che i verdi sono assolutamente innocui per le orchidee, segnalano solo il ristagno. Questo non è vero. Le alghe non sono in grado di uccidere in poche settimane, ma degradano la qualità del fiore.

    Gli ospiti indesiderati "intasano" il terreno. Il substrato diventa più denso, i vuoti tra i pezzi di corteccia vengono riempiti. L'aria non penetra bene alle radici e il liquido evapora più lentamente. Appaiono tutte le condizioni per il decadimento.

    Non dimenticare l'acidità. Le orchidee non amano gli ambienti alcalini. In esso assorbono peggio l'umidità e le sostanze nutritive. Le alghe crescono ad alto pH e si adattano al loro ambiente. È necessario combattere non solo con le cause, ma anche con le manifestazioni. Come? Ci sono due modi: lungo e veloce.

    Salvare la principessa dei fiori

    Il modo più semplice ed efficace è escludere il ristagno. A poco a poco, le alghe scompariranno da sole. Se organizzi un'asciugatura lunga, si scuriranno e non torneranno mai più. Non ti piacciono i metodi radicali? Avvolgi la pentola in un foglio, catturando l'area verde. Lascia una piccola finestra attraverso la quale le radici riceveranno la luce. Le alghe prosperano sul lato che normalmente è esposto al sole.

    Un'opzione traumatica ma sicura è il trapianto. Hai sempre bisogno di cambiare "casa"? Non. Vale la pena preoccuparsi solo se le foglie iniziano ad appassire, la crescita è rallentata. I sintomi allarmanti sono perdita di radici, sistema debole, presenza di aree viscide. Questa è la prova del decadimento. Un trapianto è l'ultima risorsa, non un evento comune. Nel processo, danneggerai sicuramente le radici, quindi prima confronta i benefici e i danni.

    Se decidi che il vaso deve essere pulito o sostituito con uno nuovo, rimuovi con cura il fiore. La parte della corteccia che ha iniziato a fiorire dovrà essere sicuramente rimossa. Se stai cambiando il supporto, scegli un supporto che assorbe meno acqua. È desiderabile catturare una porzione della corteccia "sana". Risciacquare le radici con cura ma accuratamente. Inviali in una soluzione fungicida debole (circa il 25% del dosaggio suggerito nelle istruzioni) per 10 minuti. Immergi la pentola in qualsiasi antialga sicuro per le piante. Si consiglia di prendere un nuovo contenitore. Lascia asciugare le radici prima di reimpiantare. Ci vorranno almeno 12 ore. Non innaffiare la pianta per 5 giorni dopo la procedura..

    Quando si passa attraverso il sistema di root, non tagliare tutto! A volte all'inizio la radice è secca, e poi c'è un finale di vita sano. Nutre ancora il fiore con l'acqua! Se non sei sicuro che ci sia una parte morta davanti a te, non toccarla. La radice secca è morbida, senza vita, si sbriciola. Rotten - si insinua nelle dita. Non prestare attenzione al colore. Le radici profonde possono essere pallide o gialle a causa della scarsa illuminazione.

    Le alghe non sono il problema più pericoloso che un fiorista orchomane possa affrontare. Questo è un sintomo di ristagno idrico. Se lo vedi in tempo, puoi evitare molte minacce..

    Signore e Signori Se l'articolo vi è piaciuto o avete commenti, scriveteci, saremo felici di leggere e prendere nota della vostra esperienza e opinione. Grazie per l'attenzione! Cordiali saluti, amministrazione del sito EffectBio.RF

    Come non curare un fiore?

    • In nessun caso deve essere consentita un'umidità elevata nella stanza in cui si trova il fiore..
    • Non esagerare con i prodotti chimici usati per combattere la muffa.
    • Sebbene sia consigliata l'essiccazione e un luogo soleggiato per il trattamento dei fiori, non va dimenticato che l'esposizione prolungata alla luce solare diretta (soprattutto nel caldo periodo estivo) può provocare scottature termiche della delicata orchidea..
    • Se usi una soluzione di solfato di rame o fungicida, non dovresti consentire un'alta concentrazione di queste sostanze chimiche, poiché potresti causare un'ustione chimica del fiore.

    Prevenzione

    Per fare questo, è necessario praticare dei fori di drenaggio nel vaso in cui cresce il fiore. Il substrato in cui si trova l'orchidea deve essere asciugato occasionalmente, cioè non annaffiarlo per diversi giorni. È meglio usare acqua filtrata pulita per l'irrigazione..

    Di tanto in tanto aggiungere una soluzione debole di permanganato di potassio all'acqua per l'irrigazione (il colore dovrebbe essere rosa pallido, non più luminoso). A volte puoi aggiungere un paio di pastiglie di carbone attivo o corteccia al substrato dell'orchidea. Osserva il regime di temperatura. La temperatura ottimale è di 22-25 gradi. Evita l'umidità elevata ed è meglio posizionare il fiore in un luogo soleggiato.

    Chi Siamo

    Acquista bulbi di giglio per postaLily Zagora (Zagora). Grande giglio profumato. Macchie cremisi bicolore e luminose su petali giallo pallido. Sullo sfondo di macchie, i fili staminati di un colore verdastro sembrano splendidi.