Come far rivivere un'orchidea senza radici

Tenere un'orchidea a casa spaventa i coltivatori di fiori alle prime armi per paura della morte delle piante. Con una mancanza di esperienza nella cura, l'apparato radicale del fiore è davvero esposto a marcire o seccare. E poiché svolge un ruolo importante nella vita della pianta, il suo danno influisce direttamente sullo stato di pseudobulbi, foglie e fioritura.

Ma puoi, anche se perdi il numero massimo di radici di orchidee, coltivarle usando diversi metodi.

Come capire che un'orchidea ha radici marce

La decomposizione delle radici sotterranee e aeree è una malattia frequente delle piante domestiche a causa di cure improprie o danni da parte di insetti nocivi. Questo processo inizia, molto spesso, in inverno, con una diminuzione delle ore diurne e una diminuzione della temperatura..

Se le lesioni non vengono gravemente trascurate, sono curabili. Per capire se un fiore è malato o no, è necessario distinguere le radici sane da quelle soggette a decomposizione. Ci sono diversi principi per riconoscerli..

Esteriormente

Il primo modo è determinare dall'aspetto generale e dal tatto. Radici di orchidee sane (a sinistra) e malate (a destra)

L'apparato radicale dell'orchidea dovrebbe essere:

  • consistenza densa;
  • di colore argento allo stato normale e verde quando inumiditi (i cloroplasti, i principali partecipanti alla fotosintesi, iniziano a mostrare attraverso), nelle vecchie piante - giallo o solo marrone;
  • liscio ed elastico.

Se sono iniziati processi putrefattivi, compaiono i seguenti sintomi:

  • colore scuro, quasi nero;
  • liquido, muco;
  • muffa;
  • odore putrido;
  • filiforme.

Metodo esperto

La vitalità delle radici è determinata non solo da segni esterni, puoi anche rimuovere la pianta dalla pentola, immergerla in acqua e lasciarla per 3 ore. Le radici sane sono nutrite, acquisiscono compattezza e ricchezza, se i processi sono ancora lenti e pallidi, allora vengono infettati.

Cause delle radici di orchidee in decomposizione

  • Umidità eccessiva se non si seguono le regole di irrigazione.
  • Posizione sbagliata, mancanza di luce.
  • Malattie fungine che colpiscono il sistema radicale.
  • Mancanza di apporto di ossigeno a causa della scarsa qualità del suolo o della sua forte compattazione.
  • Ustioni causate da una fertilizzazione eccessiva.

L'orchidea ha radici secche: ragioni

A volte accade il contrario e le radici si seccano. Il motivo è anche il mancato rispetto delle regole di irrigazione, ma solo quando la pianta non ha abbastanza umidità. Se la situazione non viene corretta, i peduncoli inizieranno ad asciugarsi e quindi le foglie..

Opzioni di rianimazione orchidea

È importante rilevare le malattie in una fase iniziale, nel qual caso sarà più facile far rivivere il fiore.

Per prima cosa devi determinare il livello di decadimento. Sulla base di questo, scegli un metodo per riportare in vita l'orchidea.

La parte insignificante è danneggiata

Se solo alcune piccole aree delle radici hanno subito una malattia e si formano nuovi processi, viene utilizzato un metodo per cambiare il regime:

  • L'orchidea viene rimossa dalla pentola, accuratamente liberata dal terreno mediante risciacquo.
  • Determina le aree interessate, rimuovile, tratta le sezioni con carbone o fungicidi, Kornevin.
  • Mettere a bagno per asciugare, di solito ci vogliono 3 ore.
  • La pianta viene posta in un piccolo vaso (6-7 cm) con un substrato costituito da muschio e argilla espansa, e si creano condizioni che differiscono dal posizionamento precedente. Sono posizionati in un luogo più illuminato o forniscono illuminazione, allungando le ore diurne (almeno 12 ore). Aumentano inoltre il regime di temperatura (+ 22... + 25 ° C).
  • Inumidisci mentre il terreno si asciuga. Puoi farlo immergendo il contenitore con la pianta in acqua per mezz'ora, assicurandoti che lo strato superiore sia bagnato, ma l'acqua non rimanga in basso..

Gravi danni

Quando gran parte decade, viene utilizzato il metodo per coltivare le radici delle orchidee in condizioni di serra.

La fase iniziale della riabilitazione è la stessa del primo caso:

  • La pianta viene rimossa dalla pentola, le radici decomposte vengono tagliate, con molta attenzione. Le restanti aree colpite possono annullare tutti gli sforzi, provocando una nuova ondata di decadimento.
  • Dopo che le sezioni sono state trattate con fungicidi o carbone. Se viene trovata la muffa, il fiore viene posto in una soluzione debole di permanganato di potassio per 20 minuti.
  • Quindi il fiore viene posto su una nave speciale con un fondo convesso, viene versata acqua filtrata morbida in modo che la rosetta delle foglie non lo tocchi e la parte inferiore sia immersa in essa. Lo sciroppo di zucchero o il miele vengono spesso aggiunti all'acqua e la pianta stessa viene trattata con uno stimolante della crescita - Kornevin.
  • Dopo 6-7 ore, la pianta viene rilasciata ed essiccata.
  • Il metodo stesso consiste nel creare uno spazio chiuso per un fiore malato, dove l'anidride carbonica accumulata stimola i cloroplasti a formare nuove cellule. Allo stesso tempo, forniscono una temperatura confortevole di +25 ° C e un'umidità costante di almeno il 70%. Tali condizioni possono essere create utilizzando qualsiasi contenitore di vetro. La serra è periodicamente ventilata. Dosato innaffiato.
  • Assicurati di organizzare una buona illuminazione per l'orchidea per almeno 12-14 ore al giorno.
  • Una volta al mese vengono nutriti con fertilizzanti (Epin, soluzione di miele).

Tempo di rinascita dell'orchidea e azione dopo la rianimazione

Il periodo di recupero di una pianta può durare da un mese a un anno anche se tutto è fatto correttamente.

Il momento migliore per la rianimazione dei fiori è la primavera o l'autunno. In inverno, le possibilità di salvezza sono molto inferiori.

Con il miglioramento dei dati esterni dell'orchidea, quando le foglie diventano verdi e iniziano a crescere nuove radici aeree, si interrompe la fertilizzazione, si riduce l'irrigazione.

Il rispetto delle regole di cura non è un processo molto laborioso, soprattutto se si tratta di un'orchidea Phalaenopsis senza pretese, devi solo guardare la pianta più da vicino per poter effettuare azioni correttive in tempo.

Mister Summer Resident consiglia: costruire radici nei bambini orchidee

I metodi di rianimazione e aumento delle radici nelle orchidee possono essere applicati in caso di un lungo periodo di non comparsa delle radici nei bambini durante la riproduzione.

Per fare questo, usa il metodo della serra domestica usando il muschio di sfagno. Oltre a nuotare sulla schiuma sopra l'acqua.

Coltivare le radici nelle orchidee è un processo abbastanza facile e poco laborioso, anche un fiorista alle prime armi inesperto può gestirlo, seguendo solo le regole.

Aiuteremo a far rivivere un'orchidea: come salvare un fiore senza radici e foglie, o con una cosa?

Nonostante il fatto che molti tipi di orchidee abbiano una cura senza pretese, nel processo di crescita, puoi affrontare una serie di problemi. Il più comune di questi è il decadimento delle radici. Ciò è particolarmente vero nel periodo autunno-inverno. Accade così che le radici e le foglie dell'orchidea muoiano completamente. La pianta può essere salvata in questo caso? Vale la pena scoprirlo.

L'importanza di queste parti nella vita di un fiore

Le radici e le foglie sono molto importanti per un'orchidea..

Radici:

  1. Umidità raccolta.
  2. Sviluppa i nutrienti.
  3. Esegui la fotosintesi.

In dettaglio su cosa fare se ci fosse un'inondazione di un fiore, abbiamo parlato in un articolo separato..

Le foglie:

  1. Lo stato delle foglie può indicare quanto la pianta si è adattata all'ambiente esterno..
  2. Foglie dense ed elastiche indicano che il fiore si è sviluppato in condizioni di siccità.
  3. Le foglie leggermente ispessite sono comuni nelle specie che crescono in spazi aperti con una buona illuminazione..
  4. Le orchidee amanti dell'ombra hanno foglie morbide e leggere che bruciano rapidamente al sole.

Quali sono le conseguenze della loro assenza?

Le conseguenze di questa circostanza saranno ovvie. Un fiore non può crescere senza questi elementi essenziali. La sua morte graduale avverrà.

Per determinare quanto sia serio tutto, è necessario esaminare le radici per danni..

I seguenti segni indicheranno la morte del sistema di root:

  1. Cambiamento di colore (puoi scoprire quale dovrebbe essere il colore normale di un apparato radicale sano e perché cambia qui).
  2. Zone scivolose e bagnate.
  3. Se premi sulle radici, l'acqua uscirà da esse..
  4. La presenza di radici filamentose decomposte.

Quali sono le ragioni di questo problema?

Le ragioni della caduta delle foglie e della mancanza di radici in un'orchidea possono essere diverse. I più comuni sono i seguenti:

  1. Irrigazione impropria. Molti giardinieri inesperti credono che più spesso innaffi la tua orchidea, meglio è per la sua crescita. Infatti, questo non è il caso. Devi conoscere la dimensione delle radici dei fiori e il periodo della loro attività. L'irrigazione è necessaria dopo che il supporto è completamente asciutto. Per fare questo, l'orchidea viene piantata in un contenitore trasparente con fori, dove puoi vedere quando la pianta ha bisogno di annaffiare..
  2. Illuminazione. Più precisamente, scarsa illuminazione, soprattutto nel periodo autunno-inverno. Se il normale sistema di illuminazione è disturbato, si verifica un guasto nella crescita del fiore. All'inizio colpisce le foglie, che appassiscono, ingialliscono e cadono. A loro volta, inviano un segnale al sistema di root, che perde gradualmente la sua vitalità..
  3. Non sterilità del substrato. Se il fiore è presente nel terreno per molto tempo, possono accumularsi vari insetti in esso: acari, funghi e altri microrganismi. Possono essere sia benefici che dannosi. Alcuni rappresentanti aggressivi distruggono le radici e il fogliame dell'orchidea.
  4. Accade così che il motivo della caduta delle foglie e della morte dell'apparato radicale non sia stato stabilito. In questo caso, la pianta viene posta in un fungicida. Il suo dosaggio dovrebbe essere la metà rispetto alle istruzioni. Se elabori regolarmente un'orchidea in questo modo, il suo sistema immunitario si rafforzerà..

Come rianimare a casa: istruzioni passo passo

È possibile se tutte le radici e le foglie sono cadute?

In questo caso, sono necessarie azioni urgenti di rianimazione. In questo caso, il fiore viene piantato in una piccola serra, che viene acquistata in un negozio specializzato o realizzata da te da una scatola di plastica. Argilla espansa e muschio vengono versati sul fondo della serra.

Quindi la pianta viene posizionata con cura lì. Una buona illuminazione è molto importante in questo caso, quindi vale la pena acquistare un phytolamp in anticipo.

Quindi vengono eseguite le seguenti procedure:

  1. Periodicamente è necessario immergere il fiore in una soluzione nutritiva e in acqua..
  2. Pulisci la base dove dovrebbero apparire le foglie con un agente stimolante la crescita.
  3. Bagnare l'orchidea in acqua con l'aggiunta di preparati speciali.

Preparazioni che vengono aggiunte all'acqua per ripristinare il sistema di root:

  1. Vitamine del gruppo B. Contribuiscono al ripristino di un apparato radicale decaduto. Il fiore deve essere immerso una volta al mese in una tale soluzione e asciugarlo una volta alla settimana.
  2. Regolatori di crescita. Contengono fitormoni che ripristinano la struttura delle radici. La pianta dovrebbe essere immersa in loro mensilmente (puoi trovare mezzi efficaci per costruire radici in un'orchidea qui).
  3. Fertilizzanti a base di potassio e fosforo. Vengono nutriti una volta ogni 2 mesi..
  4. Glucosio. Se la pianta è sana, il glucosio viene prodotto da solo a seguito della fotosintesi. Un fiore malato ha bisogno di nutrirsi con il contenuto di questa sostanza, poiché il glucosio promuove la formazione di nuove cellule.
  5. Fertilizzante con chelato di ferro stimola la crescita di radici e foglie.

Per i dettagli su come rianimare un'orchidea senza radici, leggi qui.

Nessun punto di crescita

In questo caso, tutte le radici marce vengono rimosse. Questo viene fatto usando forbici pre-disinfettate. Quindi la pianta viene posta nell'acqua in modo che la sua parte superiore si alzi sopra l'acqua. È necessario trasferire il contenitore con l'orchidea in un luogo ben illuminato. Quindi l'orchidea inizierà a riprendersi e presto dovrebbe apparire un nuovo sistema di root..

Suggeriamo di guardare un video sulla rianimazione di un'orchidea senza un punto di crescita:

Non c'è un solo foglio

Se le foglie dell'orchidea hanno iniziato a cadere, ma la radice è rimasta invariata, i seguenti suggerimenti per il restauro aiuteranno:

  1. Non aspettare che tutte le foglie dell'orchidea cadano, devi rimuovere il fiore dal vaso e ispezionare le condizioni del sistema radicale.
  2. È necessario monitorare il sistema di cambiamento naturale delle foglie per non confondere un processo naturale con una condizione patologica.
  3. Le regole per l'irrigazione in condizioni interne dovrebbero essere chiaramente regolamentate.
  4. Se la pianta è stata appena acquistata, dovresti immediatamente controllare le radici per marciume o malattie (quali malattie delle foglie si trovano nelle orchidee?).
  5. Se necessario, è necessario utilizzare una serra della stanza.
  6. A volte vale la pena ripiantare il fiore su un nuovo substrato..
  7. Attenersi al concetto quando si utilizzano prodotti di rinforzo.

Ti suggeriamo di guardare un video su come rianimare un'orchidea senza foglie:

Quando la rianimazione non ha più senso?

Quando tutte le radici dell'orchidea saranno marcite e tutte le foglie saranno appassite, sarà impossibile salvare la pianta.

Ma se, tuttavia, piccole parti delle radici sono rimaste in uno stato normale, allora vale la pena provare a rianimare l'orchidea.

  1. Per cominciare, tutte le aree decomposte della pianta vengono rimosse. Quindi si asciuga bene.
  2. Dove sono stati effettuati i tagli, le aree vengono disinfettate. Questo viene fatto usando carbone attivo. Viene schiacciato in polvere e le fette vengono lavorate con questo strumento..
  3. Successivamente, le zone in cui dovrebbero formarsi le radici future vengono trattate con soluzioni vitaminiche.
  4. E non è tutto. Dopo tutte queste azioni, è necessaria una cura e un'alimentazione costanti dell'orchidea..

Cura delle piante appassite

Quando si coltiva un'orchidea, vale sempre la pena ricordare che un fiore tollera la siccità più facilmente di un eccesso di umidità. L'orchidea dovrebbe essere in un vaso trasparente con fori, quindi sarà più facile regolare il tempo di irrigazione. Vale anche la pena prestare attenzione al fatto che la pianta non si surriscalda e riceve un'illuminazione sufficiente. Ma la luce solare diretta è dannosa per l'orchidea, la luce dovrebbe essere diffusa.

È difficile prendersi cura di una pianta malata, ma è abbastanza possibile ripristinarla. Dovrai fare un piccolo sforzo prima che il fiore delizierà di nuovo la famiglia con la sua fioritura.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

Come salvare e far rivivere un'orchidea morente

I rappresentanti della famiglia delle orchidee sono una scelta squisita per una serra, un giardino, una stanza. La graziosa fioritura e la grazia deliziano l'occhio di ogni coltivatore. La cura di questi fiori richiede attenzione e l'adesione obbligatoria alle regole, senza le quali la pianta svanirà rapidamente, perderà fiori e radici e alla fine morirà.

In questo articolo, parleremo di come rianimare un'orchidea a casa dopo cure improprie, discuteremo di alcuni aspetti importanti della cura di loro e ti diremo come prevenire conseguenze dannose. Quindi, rianimiamo l'orchidea dopo cure improprie.

Cura impropria e sue conseguenze

I metodi mal scelti di prendersi cura di un'orchidea spesso comportano problemi di natura globale, anche se questo non può essere notato dal primo giorno. Consideriamo ogni caso separatamente.

E inizieremo considerando un punto così importante come la cura impropria dell'apparato radicale di un fiore. Per tutti i membri di questa famiglia, le radici svolgono un ruolo fondamentale nella nutrizione e una cura impropria di loro può causare seri problemi..

Irrigazione impropria

Con un'annaffiatura eccessiva e un'essiccazione insufficiente del terreno, le radici possono marcire, il che porta alla morte del fiore. Evita questo creando un regime di irrigazione costante e chiaro. In questa situazione, procedono dalle condizioni naturali in cui cresce questa specie. Quasi tutte le orchidee sono epifite, il che significa che si attaccano agli alberi e ci vivono senza parassitare, mentre le piogge ai tropici lambiscono le radici che non sono immerse nel terreno, quindi l'acqua scorre bene da esse e non indugia.

La necessità di irrigazione può essere determinata in 2 modi. Visuale: dai un'occhiata da vicino alle pareti del vaso. Se la condensa si è accumulata su di loro, è troppo presto per annaffiare. E al tatto. La parte superiore del terreno deve essere quasi asciutta per iniziare ad annaffiare. Sfortunatamente, il fiore può sembrare sano per molto tempo prima che gli effetti dell'irrigazione eccessiva e del decadimento diventino visibili..

Importante! Se il fiore viene allagato, il terreno potrebbe diventare inutilizzabile e cambiare..

Quindi, come salvare un'orchidea dopo che è stata allagata e le radici sono marcite. Il fiore viene estratto con cura dalla pentola e ripulito dal terreno. Uno strumento sterile rimuove non solo le radici completamente marce, ma anche quelle su cui si sono formate aree viscide. Le sezioni sono strofinate con carbone attivo. Quindi l'orchidea viene posta in un nuovo terreno e lasciata sola per un po '. La prima irrigazione viene eseguita in 4-5 giorni..

Importante! Le orchidee sono fiori che amano l'umidità, ma non solo l'irrigazione può fornire umidità sufficiente.

Un'irrigazione insufficiente porta anche il fiore a conseguenze irreversibili, a seguito delle quali le radici si atrofizzano e si seccano. La cosa più importante è non confondere le fasi dei cicli di vita del fiore, perché riducendo l'irrigazione, puoi danneggiarlo. Dopo le prime settimane di irrigazione insufficiente, non compaiono segni esterni, solo allora si notano appassimento delle foglie e ingiallimento dell'apparato radicale.

Come salvare un'orchidea se l'irrigazione era insufficiente? Il fiore viene rimosso dalla pentola e accuratamente pulito dal terreno. Quindi le radici essiccate vengono tagliate con strumenti sterili. Taglia a 2-3 centimetri la parte sana rimanente. Le sezioni vengono strofinate con carbone. Dopo la procedura di rianimazione, l'irrigazione viene eseguita per immersione per 10-15 minuti e rafforzata nel terreno, dopodiché viene lasciata sola per una settimana.

Importante! Le radici atrofizzate e secche sono una malattia comune con cure improprie e questo deve essere monitorato con molta attenzione..

Cattivo terreno

Il terreno selezionato o creato in modo improprio può essere un problema per il sistema radicale del fiore. Anche il terreno, che si è incrostato e compattato, può danneggiare. Le radici delle orchidee di solito marciscono o si seccano a causa di problemi con il substrato.

Considera la domanda su come salvare un'orchidea con terreno povero. Se il substrato viene creato in modo improprio, la bellezza morente dovrà essere trapiantata urgentemente con la sostituzione obbligatoria del mezzo nutritivo.

Fioristi e giardinieri inesperti acquistano terreno pronto in un negozio specializzato. Per i coltivatori di fiori esperti, non sarà difficile assemblare il substrato da soli. Composizione approssimativa:

  • Corteccia di pino
  • Sfagno
  • Felce
  • Pomice
  • Argilla espansa
  • Perlite
  • Sabbia bianca grossolana

Importante! La pomice e l'argilla espansa vengono utilizzate per creare un livello di drenaggio, che dovrebbe essere di almeno 3-5 centimetri di altezza.

Il rapporto degli ingredienti dovrebbe variare a seconda del tipo di orchidea. La rianimazione della Phalaenopsis in terreni poveri viene eseguita esattamente allo stesso modo.

Regime di temperatura e posizione

Ogni giardiniere, posizionando un'orchidea a casa, dovrebbe pensare a dove sarà posizionata e come verrà illuminata. I rappresentanti della famiglia delle orchidee non possono tollerare la luce solare diretta, perché è dannosa per le foglie e il sistema radicale. Si verificano ustioni, le radici si atrofizzano, il fogliame cade e, alla fine, la pianta muore.

Per organizzare correttamente un animale domestico nel tuo appartamento, devi sapere in quali condizioni naturali vive normalmente questa specie. In ogni caso, l'esposizione prolungata al sole è estremamente dannosa. E in combinazione con un'irrigazione impropria, ad esempio, insufficiente, ancora più probabile porta a conseguenze negative.

Metodi di rianimazione per malattie

Se, a causa di una posizione e un'illuminazione improprie, la salute dell'orchidea era minacciata, le foglie diventavano gialle, le radici si atrofizzano, quindi, prima di tutto, mettono in quarantena all'ombra, tagliano le radici atrofizzate, strofinano i tagli con carbone e organizzano l'irrigazione per immersione. Dopo queste procedure, la posizione del fiore viene modificata.

  1. Con cure improprie, si verificano malattie fungine e si formano protuberanze sulle foglie ingiallite. Il trattamento viene effettuato con soluzioni di fungicidi e talvolta rimozione di parti malate del fiore.
  2. Macchie batteriche. Di solito vengono colpite le foglie vecchie, che devono essere rimosse, e i tagli vengono trattati con carbone e preparati battericidi..
  3. Atrofia delle radici. Le radici si sono seccate e non sono più in grado di svolgere le loro funzioni. La rianimazione della Phalaenopsis, ad esempio, viene eseguita mediante separazione e trapianto. La cura, il regime di temperatura e la posizione vengono cambiati con urgenza. Caratterizzato anche da foglie secche.
  4. Malattia putrida (marciume radicale). Il regime sbagliato di umidità, irrigazione e temperatura può portare a questa malattia. Il fiore può sembrare sano per molto tempo, sebbene le lesioni putrefattive si stiano già sviluppando. La rianimazione aiuterà a salvare l'orchidea, che viene eseguita tagliando parti marce e un trapianto urgente con quarantena obbligatoria per una settimana.

Parassiti

I parassiti sono uno dei problemi più delicati che può avere un rappresentante della famiglia delle orchidee, perché è molto difficile notarli ad occhio nudo nelle prime fasi del danno. Di solito il loro aspetto è caratterizzato da foglie pigre..

  1. Scudi. Questo tipo di parassita si deposita sul fogliame, ma a causa del fatto che succhia attivamente i succhi da loro, l'intera pianta soffre. Sembrano piccole protuberanze cerose che devono essere trattate con preparati battericidi, dopo aver messo in quarantena l'orchidea.
  2. Mosche bianche. Piccoli insetti bianchi che portano alla perdita del sistema fogliare, e con esso tutta la capacità di fotosintesi, che può portare alla morte delle radici e delle foglie dell'intero fiore. Prima di rianimare l'orchidea, organizzano una quarantena urgente, poiché si spostano facilmente da una pianta all'altra, quindi vengono trattate più volte con preparati battericidi e lavate con una soluzione di sapone da bucato.
  3. Vermi. Piccoli grumi bianchi che si formano su entrambi i lati del fogliame sono anche dannosi per i processi metabolici delle orchidee, perché bloccano l'accesso dei nutrienti da un organo del fiore all'altro, assorbendoli, il che fa scomparire l'orchidea. Vengono rianimati, prima di tutto, meccanicamente, e poi vengono trattati con preparazioni speciali.
  4. Acari di ragno. Questi parassiti creano un rivestimento bianco simile a una ragnatela sulla superficie della foglia che interferisce con la fotosintesi e asciuga il fiore. Rianimare con una soluzione di acqua saponosa e preparati battericidi.
  5. Muffa polverosa. L'elevata umidità e l'irrigazione impropria portano alla comparsa di una pellicola bianca sulla superficie di qualsiasi parte della pianta. Quindi compaiono macchie appiccicose e la parte interessata muore.

Come rianimare un'orchidea in questi casi? Una soluzione di zolfo colloidale, dopo il trattamento con il farmaco, vengono messi in quarantena.

Importante! Eventuali parassiti e parassiti potrebbero non infettare l'orchidea, ma per questo, il proprietario di una pianta esotica deve monitorare attentamente l'aspetto dell'animale e qualsiasi cambiamento in esso..

Rianimazione di orchidee senza radici

Non è sempre possibile monitorare da vicino la salute della tua bellezza esotica, quindi qualsiasi tipo di orchidea può perdere completamente l'apparato radicale. Varie infezioni, invecchiamento, cure improprie e parassiti portano a questo..

Se è successo che tutte le radici sono morte completamente e non ne è rimasta una sola sana, allora non tutto è perduto e il tuo animale domestico può essere rianimato. Ecco come puoi salvare un'orchidea morente:

La rianimazione di un'orchidea senza radici richiede le condizioni più favorevoli per l'emergere di un nuovo apparato radicale, cioè la rianimazione di un'orchidea in acqua.

Importante! Nuove radici possono apparire solo dalle restanti parti sane del fiore, pertanto, l'igiene deve essere eseguita con molta attenzione e in nessun caso lasciare aree marce. E per prevenire processi di decadimento, le sezioni sono trattate con battericidi e carbone attivo. Maggiori informazioni in un articolo separato sulla crescita delle radici delle orchidee.

Nuovi germogli di radici compaiono solo se si conservano gemme sane, che devono essere trovate.

Rianimazione di un'orchidea senza radici e foglie pigre: video sull'argomento.

Come puoi salvare un'orchidea

Viene scelta la temperatura media, solitamente non superiore a 22 gradi. La modalità di illuminazione viene resa stabile, ma non eccessiva. Nei primi giorni, l'orchidea viene messa a bagno in un contenitore d'acqua per 10 minuti. In assenza di effetti negativi, l'ammollo quotidiano viene continuato, aumentando il tempo a 1 ora o più..

Importante! In molte specie di orchidee, l'ammollo può durare fino a un giorno, ad esempio la rianimazione della Phalaenopsis.

In questo articolo, abbiamo discusso di come salvare le orchidee senza radici, rianimare in caso di cure e malattie improprie e come resuscitare il tuo animale domestico esotico preferito..

Salvare i fiori interni: come far rivivere un'orchidea?

L'orchidea è una pianta straordinaria. Combina un carattere capriccioso e una straordinaria vitalità. Nel processo di crescita, i coltivatori di fiori devono affrontare molti problemi. La coltura può seccarsi o perdere completamente le radici a causa della decomposizione. Ma le misure tempestive adottate consentiranno alla pianta di rinascere e continuerà a deliziarsi con la sua fioritura per più di un anno..

Perché l'orchidea muore?

Le ragioni principali della morte della cultura sono l'incoerenza delle condizioni di detenzione con i requisiti. Cambiamenti di temperatura significativi, ristagno del supporto, una mancanza critica di illuminazione possono diventare fatali per questo..

Molto spesso, sorgono problemi durante la stagione fredda. Il fiore reagisce negativamente ai seguenti fattori:

  • aria secca durante il funzionamento in riscaldamento;
  • freddo proveniente dal vetro se tenuto su una finestra;
  • irrigazione con acqua dura;
  • surriscaldamento o ustioni se tenuto al sole;
  • substrato costantemente umido combinato con una bassa temperatura;
  • fertilizzazione in eccesso o impropria;
  • violazione dell'aerazione delle radici dovuta a un substrato troppo compattato;
  • infestazione da insetti nocivi o malattie fungine.

Se non crei le condizioni necessarie e non elimini i fattori che influenzano il benessere del fiore, presto inizierà a morire..

Come capire che la Phalaenopsis iniziò a perire e morire?

È possibile determinare che un'orchidea sta avendo problemi dal suo aspetto. Vale la pena prestare attenzione alla presenza dei seguenti segni:

  • foglie letargiche, che ingialliscono gradualmente;
  • ingiallimento dei germogli, a partire dalla corona;
  • mancanza di gemme (più di 3 mesi);
  • cambiare la posizione della pianta nel vaso;
  • essiccazione e sospensione delle radici aeree;
  • fioritura verde e alghe all'interno del vaso.

Se almeno uno di questi segni è presente, vale la pena rimuovere il fiore dal vaso ed esaminare il sistema radicale. Segni di problemi alla radice:

  • marrone o nero;
  • morbidezza al tatto;
  • scarico di fluido quando premuto;
  • struttura filamentosa.

Cosa fare se l'impianto è allagato?

L'eccessiva bagnatura del substrato è l'errore principale dei fioristi alle prime armi. Le radici dell'orchidea sono speciali e non puoi annaffiarla come le altre colture. Puoi capire che la pianta è inondata dal colore delle radici nel vaso. Quindi le foglie iniziano a raggrinzirsi e le gemme cadono. Se non agisci, il fiore inizierà presto a morire..

Eliminazione del golfo e del trabocco

L'unico modo per affrontare il trabocco o il trabocco è trapiantare il fiore in un substrato fresco e cambiare il vaso. Procedura operativa:

  1. La pianta viene accuratamente rimossa dalla pentola. Non può essere estratto, altrimenti le radici si spezzeranno. È meglio tagliare con cura la pentola in due e rimuoverli.
  2. Il substrato viene pulito dalle radici, lavato con acqua tiepida ed esaminato.
  3. Taglia le parti marce con forbici affilate e disinfettate.
  4. Dopo l'essiccazione, le sezioni vengono spolverate con carbone tritato o cannella.
  5. Spruzzare le radici con un fungicida e lasciare asciugare l'uscita per un giorno.
  6. Il drenaggio viene posato sul fondo della nuova pentola, un substrato appena preparato viene versato in uno strato sottile e un'orchidea viene posizionata su di esso. Lo spazio libero tra le radici è coperto da un substrato, lasciando il colletto della radice sulla superficie.

Come non traboccare un'orchidea?

La pianta necessita di un'umidità del substrato rigorosamente verificata nelle diverse fasi di sviluppo, a diverse temperature e umidità dell'ambiente. L'essiccazione eccessiva e il ristagno idrico sono ugualmente pericolosi per un'orchidea..

In media, la frequenza di irrigazione è la seguente:

  • durante la stagione di crescita attiva - 2 volte a settimana;
  • durante la fioritura e in un periodo molto caldo - a giorni alterni;
  • durante il periodo di riposo - una volta ogni 2-3 settimane.

Quando si regola l'umidità, vale anche la pena considerare il tipo di orchidea:

  1. Cymbidium, Phalaenopsis, Pafiopedilum vengono annaffiati quando il sudore scompare all'interno delle pareti del vaso.
  2. Cattleya, Oncidium, Odontoglossum, Dendrobium richiedono la completa asciugatura del supporto prima della successiva annaffiatura.
  3. Wanda ha bisogno di spruzzare quotidianamente da una bottiglia spray.

Come far rivivere un fiore a casa?

Il metodo di rianimazione di un fiore morente dipende dalle sue condizioni e dal problema che si è presentato.

Come far rivivere le radici marce?

Un esotico con radici completamente marce viene ripristinato dopo la loro completa rimozione. Il compito del fiorista è quello di far crescere un nuovo apparato radicale nello sbocco superstite.

Secondo i giardinieri, il modo più efficace è appendere la presa sopra l'acqua:

  1. Dopo aver rimosso le radici decomposte, le sezioni vengono essiccate per diverse ore e trattate con carbone.
  2. L'acqua viene versata in un recipiente trasparente e l'uscita viene sospesa con un filo in modo che la parte inferiore si trovi a 1-2 cm dal liquido.
  3. Il contenitore va installato in una stanza calda (23-25 ​​gradi) in un luogo con illuminazione diffusa ma intensa.
  4. Nel processo di crescita delle radici, il livello del liquido viene monitorato e, se necessario, rabboccato. Per evitare che le foglie si secchino, vengono pulite con una soluzione di acido succinico o il farmaco "Doctor Foley". Ciò aiuterà l'orchidea ad acquisire forza ed energia..

Le nuove radici si formano entro 2-2,5 mesi. Non appena la loro lunghezza raggiunge i 5-6 cm, la pianta viene piantata in un vaso con muschio di sfagno. Questo materiale ha una buona capacità di umidità e allo stesso tempo una maggiore traspirabilità, che aiuterà una pianta indebolita a riprendersi più velocemente. Dopo la completa rianimazione e crescita delle radici, l'orchidea viene trapiantata nel substrato familiare per questo tipo di pianta.

Come salvare un'orchidea quando è surriscaldata?

Anche tenere un raccolto in una stanza troppo calda e asciutta o alla luce diretta del sole può ucciderlo. Segni di surriscaldamento:

  • foglie appassite (spesso con punti luminosi o punte gialle);
  • sfumatura giallastra e arricciature delle radici;
  • secchezza e fragilità delle radici aeree.

In caso di surriscaldamento, la pianta viene rimossa dal davanzale della finestra in un luogo fresco per il raffreddamento.

Come lasciare un fiore con una mancanza di luce?

Segni di mancanza di illuminazione sono foglie raggrinzite o piccole con una tonalità opaca. Il fiore sembra cadente, malsano, non fiorisce a lungo. Le radici iniziano gradualmente a marcire, poiché interrompono i processi di fotosintesi.

Sarà possibile ravvivare la pianta solo se provvista di illuminazione brillante e diffusa per almeno 12 ore al giorno. Il posto migliore per crescere è la finestra est o ovest. In inverno o con tempo nuvoloso, l'orchidea è integrata con lampade fluorescenti o fitolampi.

Se la pianta è malata

Il ristagno o il surriscaldamento di una cultura è pericoloso non solo di per sé. Provocano lo sviluppo di malattie sulla pianta. I segni delle malattie dipendono dal loro tipo:

  1. Fungino - manifestato da fioritura bianca o grigia, macchie, macchie sulle foglie.
  2. Batterico: provoca marciume delle radici, annerimento delle foglie e pseudobulbi, seguito dal loro appassimento. Spesso le foglie si ricoprono di macchie piangenti, dalla pianta emana un odore sgradevole.

Nel trattamento delle malattie fungine, il farmaco Fitosporin si è dimostrato efficace. Vengono trattati 2-3 volte con un intervallo di 7 giorni.

Le malattie batteriche sono curabili solo in una fase iniziale. Innanzitutto, tutte le parti interessate della pianta vengono rimosse, quelle sane vengono strofinate con pappa antibiotica. Gli esperti consigliano di utilizzare il farmaco clorexidina. Per recuperare dopo il trattamento, l'irrigazione viene ridotta, la temperatura viene abbassata a 22-23 gradi.

Orchidea di aiuto rapido

Per quanto riguarda il salvataggio di un esotico (durante la diagnosi dei problemi), è importante fornirgli il primo soccorso correttamente. Qualsiasi disturbo nell'aspetto della pianta richiede un'azione immediata:

  • gonfiore, placca e ingiallimento delle foglie causano funghi. Le parti interessate vengono rimosse, i siti tagliati vengono trattati con un fungicida;
  • quando compaiono macchie batteriche sulle foglie vecchie, vengono potate e trattate con carbone attivo;
  • una pianta con foglie e radici essiccate viene trapiantata in un nuovo substrato;
  • se si notano escrescenze di cera ingombranti o buchi sulle foglie, vengono trattate con insetticidi contro gli insetti nocivi.

Cura dei fiori rianimata

Il restauro dell'orchidea sarà rapido e di successo se segui le regole di cura speciali:

  1. Irrigazione delicata e moderata (preferibilmente in un vassoio).
  2. Controllo dei parassiti.
  3. Mantenere una temperatura confortevole entro 22-25 gradi e umidità del 50-60%.

Come prevenire la morte della Phalaenopsis?

L'attenta aderenza alle raccomandazioni per le condizioni di manutenzione e le regole di cura aiuta a prevenire i problemi durante la crescita di un'orchidea:

  1. Conformità agli standard di irrigazione. La Phalaenopsis è un fiore speciale che deve essere annaffiato periodicamente. La porzione successiva di umidità viene aggiunta al substrato solo dopo che le radici hanno assorbito quella precedente. L'apparato radicale deve respirare, quindi non può essere costantemente nell'acqua.
  2. Fornisce un'illuminazione intensa per almeno 12-14 ore al giorno. Senza molta luce solare diffusa, la pianta perde la sua immunità. Le radici si indeboliscono e non possono fornirle sostanze nutritive.
  3. Alimentazione corretta. Il principale nemico dell'orchidea, che porta al marciume radicale, è un eccesso di azoto. La medicazione superiore viene eseguita tenendo conto della fase di sviluppo vegetativo della pianta. In questo caso, il dosaggio viene ridotto di 2-3 volte in modo che non vi sia sovralimentazione..
  4. Mantenere un livello di umidità di almeno il 60%. Se non c'è abbastanza umidità nell'aria, il vaso con la pianta viene posto su un pallet con argilla espansa. Deve essere pre-riempito con acqua, un umidificatore automatico deve essere installato nella stanza e le foglie e le radici devono essere spruzzate ulteriormente..

Non vale la pena buttare via un'orchidea pigra, secca e persino senza radici. Con un po 'di sforzo e pazienza, può essere salvata. Un fiore che ama la vita “approfitterà della possibilità di salvezza”, l'importante è scegliere il metodo giusto. Prima di utilizzare qualsiasi metodo di rianimazione, dovresti prima familiarizzare con le raccomandazioni di specialisti e fioristi esperti. Azioni sbagliate in questa situazione possono aggravare lo stato deplorevole della pianta..

Come far rivivere un'orchidea?

A molte persone piace davvero un fiore così originale e bello come un'orchidea, ma non tutti sanno che prendersene cura è piuttosto difficile. Se non dai al fiore le condizioni necessarie per l'esistenza, la contemplazione della bellezza si fermerà molto presto, poiché la pianta semplicemente morirà. Nel caso in cui i primi segni di estinzione iniziassero a comparire sull'orchidea, è necessario sapere come prendere misure per salvarla.

Perché l'orchidea muore?

Un'orchidea è una pianta che ci è arrivata da un habitat tropicale, quindi cambiamenti di temperatura significativi, cambiamenti nella durata delle ore diurne diventano distruttivi per questo. Se nella stagione calda il fiore si sente bene, anche se è per strada, nella stagione fredda i giardinieri inesperti hanno evidenti problemi a prendersene cura. Se non crei le giuste condizioni per l'esistenza, molto presto puoi vedere come l'orchidea scompare davanti ai nostri occhi. Per capire cosa è successo e cosa si dovrebbe fare, è necessario ispezionare l'impianto e prestare attenzione a:

  • copertura decidua - in caso di problemi con le radici, il fiore avrà foglie pigre, che diventeranno rapidamente gialle;
  • germogli: se c'è un processo di ingiallimento dall'alto alla radice, questo indica evidenti problemi con la salute del fiore;
  • assenza di fiori per lungo tempo - la radice muore, non ha la forza di nutrire i boccioli e dare loro l'opportunità di fiorire;
  • crescita costante del fiore: un cespuglio sano cresce in posizione verticale e si trova bene in una pentola con piccole fluttuazioni, ma se la freccia inizia a inclinarsi e l'orchidea penzola quando il vaso si muove, il sistema radicale non è più in grado di tenere saldamente il cespuglio nel terreno.

Nel caso in cui la pianta domestica abbia almeno uno dei suddetti segni, vale la pena rimuovere le radici dal vaso, pulirlo dal terreno ed esaminare attentamente.

Per capire se il sistema di root è vivo o meno, dovresti prestare attenzione ai seguenti segni:

  • colore: le radici vive sono generalmente chiare o verdastre, quelle marce diventano scure, nere o marroni;
  • elasticità: una radice sana ha una struttura densa e quella morente diventa morbida a causa dei vuoti all'interno a causa del processo di decomposizione attivo.

L'orchidea non è morta fino a quando non si è completamente prosciugata, in tutti gli altri casi c'è un'opportunità per salvarla. Tra i problemi più comuni con le orchidee che si trovano nei fioristi alle prime armi ci sono:

  • cespuglio senza punto di crescita;
  • parte superiore congelata;
  • una freccia si spezzò;
  • le foglie appassiscono;
  • trabocco di un fiore;
  • un ramo si è spezzato;
  • le foglie si bruciano al sole;
  • ho un'orchidea dipinta.

Nonostante il fatto che i problemi siano abbastanza diversi, possono essere causati solo da cinque fattori..

  • Surriscaldamento del fiore. Le condizioni in cui si trova il fiore devono essere sempre sotto controllo. Lasciare l'orchidea tutto il giorno in una stanza calda non ventilata o su una finestra soleggiata si surriscalda. A causa dell'esposizione al calore attivo, si verifica un consumo intenso di umidità, che termina presto, che provoca l'appassimento del fogliame e l'essiccazione dell'intero fiore. Se non è stato possibile salvare l'orchidea da una situazione del genere, devi immediatamente iniziare ad aiutare il fiore rimuovendolo per un paio d'ore in una parte buia della stanza in modo che la pianta torni in sé. È molto importante in questo momento non toccare il cespuglio, lasciarlo riposare, quindi aggiungere acqua o spruzzare il fogliame. Potrebbero essere necessari da uno a due giorni per tornare completamente allo stato precedente..

Dopo tale stress, è importante monitorare attentamente lo stato dell'ambiente e l'attività solare per non consentire in nessun caso un ulteriore surriscaldamento..

  • Violazione delle regole di irrigazione. Vale la pena ricordare che l'orchidea è una pianta tropicale e ama l'acqua, ma in quantità normalizzata. Se riempi costantemente il vaso, puoi solo ottenere la decomposizione delle radici. Per evitare ciò, vale la pena aggiungere acqua solo quando il terreno è ben asciugato. Un'altra situazione problematica è l'irrigazione insufficiente, che ha anche un effetto negativo sulla pianta, perché le radici si seccano semplicemente. Non esiste una struttura chiara per il tempo di irrigazione, quindi vale la pena fare affidamento sull'aspetto del terreno nella pentola: non appena si asciuga bene, puoi aggiungere umidità.
  • La presenza o l'assenza di fertilizzanti. Qualsiasi pianta che cresce in condizioni atipiche per se stessa deve essere supportata con fertilizzanti. Quantità eccessive di loro non saranno utili, poiché invece l'apparato radicale sarà avvelenato e il cespuglio morirà. Per capire che c'è troppo fertilizzante, basta valutare attentamente l'aspetto del fiore. Con un eccesso di sostanze nutritive, si può vedere l'appassimento della pianta, l'ingiallimento del fogliame, un cambiamento nel colore delle radici e il loro decadimento. Se noti questi segni nel tempo, c'è la possibilità di salvare l'orchidea rimuovendola dal vaso, lavando le radici, rimuovendo tutte le parti danneggiate e piantandola in un nuovo terreno..
  • Decadimento delle radici. Con evidenti cambiamenti nella parte a terra della pianta, vale la pena controllare le condizioni dell'apparato radicale. Se è in ordine, la ragione dovrebbe essere cercata in qualcos'altro, ma se ci sono chiari segni di morte, allora dovresti provare a fermare questo processo e salvare il fiore.
  • La presenza di parassiti nel terreno - molto spesso sorgono problemi con un'orchidea quando i coleotteri parassiti, che sono anche chiamati coleotteri a clic, compaiono nel terreno. Sono loro che diventano la ragione principale dell'avvizzimento del sistema radicale, poiché lo assorbono attivamente. Per sbarazzarsi di una tale disgrazia, è necessario rimuovere il fiore dal vecchio vaso, eliminare il terreno, lavare le radici e piantarlo in un nuovo terreno. È importante attendere un certo periodo di tempo prima di applicare eventuali fertilizzanti, altrimenti si possono avvelenare le radici della pianta, che non si sono ancora riprese dall'attacco dei coleotteri..

Qualunque sia il problema che devi affrontare nel processo di cura di un'orchidea, è importante sapere che c'è sempre la possibilità di salvarla, l'importante è prendere tutte le azioni necessarie in tempo.

Come salvare un fiore?

Se l'orchidea domestica ha iniziato a morire rapidamente, può essere salvata grazie alle misure prese in tempo. La rianimazione a casa dipenderà dalla gravità delle condizioni del fiore e dal problema che doveva essere affrontato. Nel caso in cui le radici della pianta siano marcite, è necessario rianimare urgentemente, altrimenti non sarà possibile salvare il cespuglio. La procedura si riduce al fatto che l'orchidea viene trapiantata in una serra specializzata, che viene acquistata o realizzata a mano utilizzando una bottiglia di plastica. Per un recupero più veloce, è necessario posizionare la cultura in argilla espansa, si sentirà bene anche nel muschio.

Per il recupero attivo, è necessario prendersi cura di un'illuminazione specializzata che può essere creata grazie a un phytolamp. Per lasciare la boscaglia, è necessario svolgere le seguenti attività:

  1. di tanto in tanto, immergere il fiore in una soluzione da una miscela di sostanze nutritive e in acqua;
  2. nel luogo in cui dovrebbero crescere le foglie, è necessario pulire i rami con una soluzione speciale per stimolare la crescita;
  3. eseguire procedure da bagno per un fiore utilizzando preparati specializzati.

Tra i farmaci più utili e ad azione rapida che possono salvare efficacemente un'orchidea, ce ne sono diversi.

  • Vitamine del gruppo B. Grazie a loro, puoi ripristinare il sistema radicale. Una volta al mese è necessario lasciare la pianta in una tale soluzione e una volta alla settimana pulire tutte le sue parti.
  • Sostanze per la regolazione della crescita. A causa della presenza di fitormoni nella composizione, è possibile ripristinare rapidamente la struttura delle radici. Ogni mese è necessario immergere il cespuglio in questa composizione..
  • Fertilizzanti contenenti potassio e fosforo. Puoi usarli una volta ogni due mesi..
  • Glucosio. In un fiore sano, questa sostanza viene prodotta in modo indipendente e, in caso di malattia, è necessario aiutare a stimolare la formazione di nuove cellule, cosa possibile grazie al glucosio.
  • Microfertilizzanti. È possibile accelerare la crescita di radici e fogliame grazie alla ghiandola.

Possono essere necessari da due mesi a un anno intero per far rivivere completamente un fiore dopo un grave danno, quindi non dovresti rinunciare a cercare di salvare la cultura se mostra ancora segni di vita..

Se l'orchidea manca di un punto di crescita, è necessario rimuovere tutte le radici marce e mettere il cespuglio in acqua. È necessario tagliare le radici danneggiate con le forbici che sono state precedentemente disinfettate.

Per accelerare il processo di recupero, è necessario scegliere il luogo più illuminato nella stanza per l'orchidea. Se tutto è fatto correttamente, nel prossimo futuro inizierà il processo di rigenerazione e appariranno nuove radici..

Se tutte le foglie sono cadute sulla coltura, devi fare quanto segue:

  1. togliere il cespuglio dal vaso, liberarlo da terra e valutare le condizioni dell'apparato radicale;
  2. niente panico alla prima caduta di fogliame, perché questo è un processo naturale, quindi è importante separare nettamente questi due stati e intervenire solo se c'è un problema;
  3. vale la pena prestare attenzione all'irrigazione, alla quantità di acqua e alla frequenza della procedura;
  4. nel caso di un recente acquisto di una pianta, è necessario esaminare le sue radici per marciume o danni da parassiti e malattie;
  5. se necessario, puoi usare una serra della stanza;
  6. di tanto in tanto è meglio cambiare il terreno dell'orchidea per ridurre al minimo il rischio di infezione del sistema radicale;
  7. se il fiore è alto e ha bisogno di sostegno per esso, è importante poterli installare correttamente, in modo da non danneggiare il rizoma, che potrebbe essere la ragione per cui il cespuglio muore.

Se l'orchidea è appassita e nessuno dei problemi di cui sopra aiuta, molto probabilmente la ragione di tutto è malattia e parassiti. Salva il cespuglio in questo caso con altri metodi.

Per determinare quale tipo di aiuto è necessario, vale la pena comprendere la causa del problema..

  1. Se la cura della pianta viene eseguita in modo errato, è probabile che dovrai affrontare malattie fungine, che si manifestano nell'ingiallimento del fogliame e nella formazione di protuberanze su di esse. Per salvare le foglie, è necessario trattarle con fungicidi e le parti pesantemente colpite hanno avuto un completo successo.
  2. Un altro problema è associato alla comparsa di macchie batteriche: il più delle volte il fogliame vecchio che deve essere tagliato è interessato. Se questa procedura viene eseguita in tempo, la boccola sarà in perfetto ordine. Il luogo del taglio deve essere trattato con carbone e preparati battericidi..
  3. Quando le radici si seccano, iniziano a morire e non possono più fornire un'alimentazione normale all'intero fiore, quindi le foglie ingialliscono e cadono. Per salvare l'orchidea, la trapiantano e ne cambiano la cura..
  4. La presenza di una malattia putrefattiva: se il regime di irrigazione e la temperatura nella stanza non corrispondono, questa malattia può svilupparsi. Il pericolo della malattia è che non si manifesta immediatamente, quindi è necessario reagire immediatamente trapiantando la pianta in un nuovo vaso, assicurandosi che sia messa in quarantena per una settimana.

Oltre alle malattie, i parassiti possono anche portare problemi alla cultura. Il primo segno della loro sconfitta è l'avvizzimento del fogliame, quindi vale la pena fare attenzione a questa condizione del fiore. I rappresentanti più pericolosi per le orchidee sono tali insetti..

  • Le cocciniglie sono piccoli parassiti che si insediano sulle foglie delle piante e ne succhiano tutti i succhi, motivo per cui avviene il processo di appassimento. Per sbarazzarsi delle cocciniglie, è necessario mettere in quarantena l'orchidea e spruzzarla con una preparazione battericida..
  • Le mosche bianche sembrano piccoli insetti bianchi che si nutrono di fogliame, distruggendolo completamente, il che impedisce alla pianta di eseguire processi di fotosintesi e questo porta alla morte. Per sbarazzarsi della mosca bianca, è necessario mantenere l'orchidea in quarantena, il che consentirà di prevenire la diffusione del parassita ad altri fiori. Successivamente, vengono utilizzati preparati battericidi e una soluzione di sapone da bucato..
  • I vermi sembrano piccoli grumi bianchi che si diffondono lungo entrambe le parti della foglia e interferiscono con il metabolismo, il che porta a una violazione dello sviluppo della pianta. Il processo di rianimazione viene eseguito meccanicamente, dopo di che vengono già utilizzati farmaci specializzati.
  • L'acaro del ragno è un parassita che copre le foglie come una ragnatela, che interrompe la fotosintesi e aiuta ad asciugare il fiore. Puoi salvare l'orchidea trattandola con acqua saponosa e preparati battericidi.
  • L'oidio appare quando la stanza è umida. Sulle foglie si forma una fioritura bianca, che causa la morte dell'intera pianta..

Se solo l'orchidea acquistata o donata iniziasse a morire, dovresti immediatamente prendere tutte le misure possibili per rianimarla. Prima viene stabilita la causa dell'avvizzimento, prima sarà possibile iniziare il processo di salvataggio. Avendo un'idea di che tipo di cura dei fiori dovrebbe essere e quali condizioni gli piacciono e quali dovrebbero essere evitate, puoi ridurre al minimo il rischio di danni a una pianta domestica e ammirarne la crescita e la fioritura per lungo tempo.

Assistenza di follow-up

A seconda dell'entità del danno all'orchidea, dipenderà anche la durata del suo periodo di recupero. Questo può richiedere da sei mesi a un anno, quindi dovresti avere pazienza e prenderti cura della pianta in modo tale da facilitare il più possibile il suo periodo di recupero e riprendere tutti i processi vitali. Affinché il fiore si sviluppi più velocemente, puoi pulire le foglie con una soluzione che attiva e accelera la crescita. Per risultati ottimali, fallo 1-2 volte a settimana..

È meglio ripristinare l'orchidea nella stagione calda. In inverno, la procedura di guarigione viene allungata per un periodo più lungo. A seconda del problema che hai dovuto affrontare, potresti dover trapiantare il fiore in un nuovo contenitore. È meglio coltivare un'orchidea in un vaso adatto a una pianta di dimensioni particolari.

È importante permettere alle radici di crescere senza costringerle. Se è ancora necessario un trapianto, vale la pena prendersi cura del substrato corretto, che sarà leggero e nutriente, che accelererà il recupero della coltura..

Piantare nella corteccia di pino è considerata l'opzione più accettabile, poiché:

  • rende il terreno traspirante;
  • assorbe l'umidità, consente di rimuovere l'umidità in eccesso;
  • ha un effetto antisettico dovuto alla lignina;
  • contiene molto azoto, ceneri e ossigeno, cera, grassi vegetali e altri oligoelementi e acidi minerali.

Dopo aver eseguito tutte le misure per ripristinare la pianta, vale la pena fare tutto il possibile per evitare che ciò accada di nuovo. In futuro, è necessario monitorare rigorosamente l'irrigazione, la luce, la temperatura e l'umidità nella stanza..

Suggerimenti

Per eseguire azioni di rianimazione di successo, è necessario disporre della massima quantità di informazioni, incluso essere guidati dai consigli di persone che hanno provato determinati metodi nella propria esperienza. Tra i suggerimenti più preziosi ci sono i seguenti.

  • In caso di marciume radicale dal basso o marciume dell'intero apparato radicale, il fiore non può essere immediatamente posto in umidità per ripristinare le radici. La prima priorità è combattere la malattia oi parassiti che hanno portato al risultato disastroso. È importante trattare l'area interessata con fungicidi e asciugarla bene. Affinché l'orchidea riceva umidità, è necessario porla sopra l'acqua, mantenendola in questa posizione per circa due settimane, dopodiché sarà possibile far germogliare le radici nell'acqua.
  • Se c'è un'area marcia sul gambo o sulla radice, deve essere curata, per la quale la secchezza è un prerequisito. Una volta risolto il problema, è necessario piantare un fiore e spruzzare o asciugare le foglie per idratarlo. L'irrigazione in questo momento non sarà desiderabile. Non appena il cespuglio è ben radicato, l'irrorazione si interrompe. Puoi aggiungere acqua in quantità standard.
  • In assenza di marciume sulla radice o sul gambo, puoi saltare il processo di astensione dalla germinazione dell'acqua e utilizzare immediatamente l'umidità o aumentare il sistema radicale.
  • Affinché il processo di rianimazione avvenga il più rapidamente possibile, è necessario dare all'orchidea la massima luce. In inverno vengono utilizzate lampade fluorescenti, che possono funzionare 15 ore al giorno. Il dispositivo non deve emettere calore in modo che le foglie non si surriscaldino e si secchino. In estate, non ci sono problemi con la luce, l'importante qui è proteggere la cultura dalla luce solare diretta.
  • Nel caso in cui la foglia inferiore inizi a diventare gialla dal bordo, questo è normale, ma se il processo proviene dallo stelo, si sviluppa il marciume al suo interno. Nel primo caso, la foglia deve essere rimossa quando è diventata gialla di più della metà, nel secondo - ai primi segni. La rimozione avviene strappando il foglio e non tagliandolo. È importante eseguire la procedura in modo che non vi siano resti della parte rimossa. Per aiutare la pianta, vale la pena trattarla con fungicidi, che proteggeranno l'orchidea e saranno utili nell'elaborazione del sito di strappo..

Questi sono suggerimenti di base per accelerare il processo di guarigione della tua orchidea e ridurre al minimo i danni che ha fatto in passato. Il rigoroso rispetto delle raccomandazioni e dei consigli darà la possibilità non solo di salvare la boscaglia colpita, ma anche di prevenire eventuali deviazioni nello sviluppo grazie alla ricca conoscenza in questo settore..

Per informazioni su come rianimare un'orchidea, guarda il prossimo video.