Illuminazione artificiale per piante da interno

Autore: Tamara Altova. 15 dicembre 2018 Categoria: Piante d'appartamento.

L'illuminazione supplementare artificiale dei fiori da interni non è un lusso, ma una condizione necessaria per la crescita e lo sviluppo in inverno. Dopotutto, non tutti i coltivatori possono organizzare un periodo di dormienza per le sue piante in una stanza fresca, e non tutti hanno bisogno di un tale svernamento. Alcuni tipi di fiori da interno non solo crescono, ma fioriscono anche tutto l'anno e, in modo che non appassiscano in condizioni di brevi ore diurne invernali, sarà necessario installare fonti di illuminazione artificiale per loro. Il modo migliore per organizzare l'illuminazione aggiuntiva e sarà discusso nel nostro articolo.

Disposizione dell'illuminazione artificiale per piante da interno

La quantità e la qualità della luce artificiale

Il bisogno della pianta di una certa quantità di luce dipende dal suo fabbisogno di luce. Ad esempio, culture amanti dell'ombra - begonie a foglia decorativa, stella di Natale, arrowroot, edera, calathea - ottieni solo da 7 a 1000 lux penombra, sono necessari da 1000 a 2000 lux. Le colture che amano la luce, che includono tutte le piante da fiore, cactus e succulente, richiedono almeno 2500 lux, ma durante il periodo di formazione delle gemme e per la piena fioritura, la quantità di luce viene gradualmente aumentata a 5000. E le colture di agrumi e melograni formano ovaie solo con illuminazione aggiuntiva 8000-9000 lx.

Sia le sorgenti luminose artificiali che quelle naturali emettono energia specifica per la lunghezza d'onda. Quando si sceglie una fonte di luce artificiale, è necessario studiarne le caratteristiche tecniche, poiché in diverse fasi di sviluppo, le piante necessitano di raggi diversi:

  • i raggi viola sono necessari per radicare piantine e giovani piante;
  • i raggi blu sono responsabili dello sviluppo delle radici e della produzione di clorofilla B;
  • rosso - per lo sviluppo di organi terrestri e la produzione di clorofilla A;
  • i raggi arancioni sono utili per le piante in tutte le fasi di sviluppo.

Tipi di sorgenti luminose artificiali

Ci sono molte diverse fonti di illuminazione artificiale in vendita: incandescente, fluorescente, LED, a scarica di gas, ioduri metallici, lampade al sodio e fitolampi.

Lo svantaggio delle lampade ad incandescenza con un filamento di tungsteno è che si riscaldano rapidamente e fortemente, quindi vengono posizionate sopra piante con foglie sottili e delicate ad un'altezza di almeno 150 cm, danno poca luce e nel loro spettro prevalgono i raggi rossi, infrarossi e arancioni. stimolando l'eccessiva crescita verticale, dalla quale le piante vengono dolorosamente allungate. Tuttavia, piante grasse e cactus fioriscono bene sotto le luci a incandescenza. Le colture malsane in inverno hanno bisogno di luce che non fornisca calore.

Le luci fluorescenti possono produrre sia luce fredda che calda, ma le lampadine bianche calde producono troppi raggi rossi, quindi le lampadine bianche fredde sono preferite per illuminare le piante. Tieni presente che la potenza della radiazione è più forte al centro di una linea di luce fluorescente che ai bordi. Questo tipo di apparecchio di illuminazione è adatto a tutte le piante. È anche un bene perché utilizza l'elettricità in modo molto economico. Le lampade fluorescenti sono spesso utilizzate per le piantine e non sono adatte solo per piante la cui altezza è superiore a 1 m, ma viole e balsami da interni sotto illuminazione fluorescente possono fiorire per tutto l'inverno. Queste lampade si trovano ad un'altezza di 30-40 cm dalle piante.

Di recente, è possibile acquistare luci a LED economiche che combinano lampade di diversi colori, il che consente di stimolare lo sviluppo delle piante in tutte le fasi della stagione di crescita. Queste lampade si riscaldano molto lentamente. Tuttavia, mescolandosi tra loro, raggi di colori diversi formano un'illuminazione viola-rosata, che agisce in modo un po 'fastidioso sull'occhio umano..

Sono in vendita vari tipi di fitolampade, la cui luce fornisce anche raggi prevalentemente rossi e blu, attivando processi fotochimici nelle piante d'appartamento e aumentando i tassi di crescita..

Le lampade al sodio ad alta pressione convenzionali ea specchio ad alta efficienza luminosa sono ampiamente utilizzate per l'illuminazione artificiale. Ma le sorgenti luminose più preziose per le piante da interno sono le lampade ad alogenuri metallici, che hanno uno spettro simile alla luce diurna. L'unico inconveniente di tali lampade è il loro costo elevato. E non è così facile trovarli in saldo.

Tecniche per aumentare l'illuminazione

L'illuminazione elettrica non è un servizio economico, quindi per aumentarne l'intensità è possibile installare superfici riflettenti sulle pendenze dei finestrini laterali - specchi che rendono più luminosa sia l'illuminazione artificiale che quella naturale, inoltre, la luce solare obliqua che cade sugli specchi aumenta la durata delle ore diurne. Invece di specchi, puoi anche usare fogli e riflettori speciali - riflettori. Anche le tende delle finestre ben tirate riflettono la luce, impedendo ai raggi di raggiungere in profondità la stanza.

Va ricordato che se la distanza tra la sorgente di luce artificiale e la pianta è raddoppiata, l'intensità della luce diminuisce di quattro volte e se gli apparecchi di illuminazione non si trovano dall'alto, ma di lato, gli steli delle piante potrebbero piegarsi e tutte le foglie si gireranno gradualmente verso la lampada..

Questo video ti dirà come puoi realizzare un phytolamp con le tue mani:

Illuminazione aggiuntiva nell'appartamento: una lampada per fiori da interno con le tue mani

I fioristi che sono seriamente impegnati nella coltivazione di piante da interno sono ben consapevoli del ruolo svolto dall'illuminazione artificiale correttamente selezionata. La crescita di successo dei germogli verdi dipende non solo dall'irrigazione e dal suolo, ma anche dalla luce, che li aiuta a svilupparsi completamente..

Nell'ambiente naturale, alcune piante crescono bene in luoghi bui, mentre altre necessitano di luce solare costante. In condizioni di appartamento, la situazione è la stessa. Una lampada per fiori da interno crea un'illuminazione costante e aiuta perfettamente le piante, soprattutto in inverno.

  1. A cosa serve l'illuminazione di piante da interni?
  2. Segni di mancanza di luce nelle piante
  3. Spettro luminoso
  4. Tipi di lampade
  5. Luminescente
  6. Scarico di gas e DNaT
  7. Lampade ad incandescenza
  8. GUIDATO
  9. Come calcolare il numero di lampade e il livello di luce
  10. Fotofilo
  11. Tollerante all'ombra
  12. Amante dell'ombra
  13. Che è meglio: acquista una lampada già pronta o fai da te
  14. Come realizzare una lampada a LED con le tue mani
  15. Linee guida per l'installazione della lampada
  16. Come illuminare correttamente
  17. Sfumature di illuminazione invernale
  18. Consigli utili
  19. video

A cosa serve l'illuminazione di piante da interni?

L'illuminazione per i fiori in un appartamento è una grande opportunità per prolungare una giornata di sole. La luce è la condizione principale per il processo di fotosintesi, che alimenta le piante. Il fogliame contiene un pigmento colorante - la clorofilla, che assorbe anidride carbonica e acqua dall'atmosfera e, sotto l'influenza della radiazione solare ultravioletta, le trasforma in ossigeno e carboidrati. Sono necessari per una crescita e uno sviluppo adeguati..

Con una quantità di luce insufficiente, il processo inizia a muoversi nella direzione opposta e il fiore si indebolisce e muore. I coltivatori esperti forniscono un'illuminazione aggiuntiva per le piante da interno per garantire un'alimentazione, uno sviluppo e una crescita sufficienti dei germogli..

Segni di mancanza di luce nelle piante

Con luce insufficiente, il fiore inizia a cambiare rapidamente aspetto. Ci sono una serie di segnali con i quali è possibile determinare la mancanza di illuminazione, mentre l'irrigazione, l'umidità e la temperatura dell'aria rimangono invariate.

Sintomi fogliari:

  • le talee di fogliame si piegano e si allungano verso qualsiasi fonte di luce che cercano di catturare;
  • dopo le talee, il gambo è piegato;
  • le foglie diventano opache, la saturazione del colore diminuisce, a volte iniziano a sgretolarsi;
  • in alcuni casi, sulla superficie del foglio compaiono macchie rotonde;
  • la lastra cambia forma, diventa curva, i suoi bordi possono avvolgersi;
  • lo stelo della pianta diventa sottile e senza vita e rallenta la crescita;
  • le file di foglie si stanno diradando, le nuove foglie sono più piccole e si formano a grande distanza l'una dall'altra;
  • il fogliame inferiore muore.

I fiori possono anche segnalare una mancanza di illuminazione..

Sintomi di fiori:

  • durante la fioritura si formano meno infiorescenze;
  • i boccioli possono volare in giro;
  • il fiore che sboccia non sarà luminoso come al solito, l'infiorescenza diventerà più piccola e, possibilmente, volerà rapidamente intorno.

In presenza di tali sintomi, è necessario modificare la posizione del fiore sul davanzale della finestra e inserire una fonte di luce aggiuntiva per ripristinarla rapidamente.

Spettro luminoso

La luce ha due caratteristiche importanti: spettro e potenza luminosa o potenza del flusso luminoso. Si consiglia di selezionare l'illuminazione in base a questi criteri e tenendo conto delle fasi di sviluppo dei germogli verdi.

La luce influenza i processi di divisione, stiramento e formazione cellulare. Per la germinazione di semi o giovani piantine, viene presa una fonte di luce con uno spettro blu. Solo lui è in grado di fornire fotosintesi attiva e crescita di alta qualità. Lo spettro rosso accelera la fioritura e rafforza i germogli.

L'analisi spettrale viene presa in considerazione per capire come viene ricevuta la luce eterogenea dal sole e da varie sorgenti artificiali. Caratteristica spettrale: la dipendenza della radiazione intensa dalla lunghezza d'onda. La radiazione solare si verifica nell'intero intervallo visibile con una diminuzione nelle regioni UV e IR.

Per uno sviluppo di successo, le piante non prendono l'intero spettro, ma solo una parte.

Le lunghezze d'onda più importanti:

  • 640-660 nm - colore rosso velluto - necessario per piante adulte per lo sviluppo riproduttivo e il rafforzamento delle radici;
  • 595-610 nm - colore arancione - per la maturazione e la fioritura dei frutti;
  • 440-445 nm - colore viola - per lo sviluppo vegetativo;
  • 380-400 nm - vicino alla gamma ultravioletta - per regolare il tasso di crescita e la formazione di proteine;
  • 280-315 nm - gamma media ultravioletta - per una maggiore resistenza al gelo.

Questa illuminazione non è adatta a tutte le piantagioni. Ogni germoglio verde è unico nelle sue preferenze ondulatorie, quindi non sarà possibile sostituire completamente l'energia del sole con le lampade. Tuttavia, questa opzione migliorerà significativamente la vita degli animali domestici verdi al mattino e alla sera..

Tipi di lampade

Diverse sorgenti di luce artificiale vengono utilizzate per prolungare le ore diurne. Diamo un'occhiata più da vicino a ciascuno di essi e decidiamo l'opzione più adatta..

Luminescente

Le lampade fluorescenti tubolari a spettro completo oa risparmio energetico sono ideali per l'illuminazione di piante da interno. Sono popolari per il fatto che hanno uno spettro selettivo, un basso trasferimento di calore ed efficienza, oltre a un basso costo..

Le lampade creano una luce fredda, mantengono i fiori attraenti e possono essere utilizzate per coltivare piantine. Non sono potenti, quindi sono installati in più pezzi in uno speciale riflettore, che migliora il flusso di luce e impedisce allo sfarfallio di entrare nella stanza..

Tali lampade danno molto blu nel loro spettro, per questo motivo sono combinate con altre sorgenti luminose..

Le lampade fitoluminescenti sono una versione migliorata con uno spettro di emissione selettivo che opera nelle gamme del blu e del rosso. Sono efficaci nel processo di fotosintesi, creano un bagliore uniforme e praticamente non si riscaldano: questo rende possibile installarli vicino ai fiori.

Lo scopo delle lampade fluorescenti è illuminare gli scaffali con i fiori e aggiungere luce alle piante sulla finestra. Non sarà possibile coltivare completamente piante che richiedono illuminazione con l'aiuto di tali lampadine..

Scarico di gas e DNaT

Le lampade a scarica sono utilizzate dai professionisti in grandi stanze: serre, serre, giardini d'inverno. Il loro scopo è creare un potente flusso luminoso. Le case possono essere utilizzate solo in locali non residenziali, poiché la forte luminosità colpisce gli occhi.

Le lampade a scarica di gas sono ioduri metallici, mercurio e HPS - sodio ad arco.

Consideriamoli più in dettaglio:

  1. Ioduri metallici. Tali lampade sono considerate l'opzione migliore, in quanto hanno uno spettro equilibrato di radiazioni, potenza e risorse di utilizzo di alta qualità. La predominanza del bagliore rosso è utile durante il periodo di formazione delle gemme. Svantaggio: prezzo elevato.
  2. Mercurio. I dispositivi hanno uno speciale rivestimento che porta la radiazione il più vicino possibile allo spettro richiesto per le piante. Stimola il processo di fotosintesi, aumenta la crescita e la fioritura. Lo svantaggio è la scarsa emissione di luce.
  3. Il sodio (HPS) è una fonte di luce efficace per grandi aree. In termini di vita lavorativa ed efficienza luminosa, vengono confrontati con i LED. Tuttavia, a causa dell'eccessiva luminosità, non sono adatti per l'uso domestico. C'è molta luce rossa nello spettro della radiazione, che stimola l'apparato radicale, pertanto si consiglia di alternarne l'utilizzo con dispositivi ad alogenuri metallici e mercurio.

Lampade ad incandescenza

Una lampada a filamento di tungsteno è un tipo comune di illuminazione che si trova in ogni appartamento.

Lo svantaggio di tali dispositivi: non c'è spettro blu, una grande quantità di radiazione rossa, emissione di luce molto bassa. Tale illuminazione non è l'opzione migliore per le piante: la lampada diventa molto calda e, se la metti sopra i fiori ad un'altezza di un metro, puoi bruciare la pianta.

GUIDATO

Le lampade a LED sono dispositivi semiconduttori privi di riempimento di gas, guaine di vetro o filamenti. Il lavoro qui è fornito da cristalli artificiali attraverso i quali passa la corrente elettrica.

Le fito lampade a LED si dividono in tre gruppi:

  1. Bicolore. I dispositivi bicolore si basano su LED blu e rossi: tale luce è considerata ottimale per illuminare le piante durante la stagione di crescita e porta ad una crescita accelerata della massa verde.
  2. Lampade multispettro. Qui, la gamma del rosso viene ampliata nelle regioni dell'infrarosso e del giallo. Questo dispositivo è richiesto per l'illuminazione di germogli adulti, stimolando la fioritura e la maturazione dei frutti. A casa, è meglio usare il multispettro LED per il verde con una corona densa..
  3. Fito-lampada a spettro completo. Una sorgente di luce artificiale universale con un'ampia gamma di radiazioni con un massimo nelle zone blu e rossa. La retroilluminazione può essere eseguita indipendentemente dal tipo di fiori e dalla loro posizione.

Nei negozi specializzati, è possibile acquistare opzioni già pronte che emettono un flusso dello spettro desiderato..

Considera una serie di altri vantaggi di tali lampade:

  • la luce viene emessa senza trasferimento di calore;
  • la possibilità di utilizzo per piante da acquario;
  • energia efficiente;
  • può lavorare fino a 100 ore senza interruzioni;
  • lunga durata;
  • ecologico.

Tuttavia, il massiccio passaggio ai fito-apparecchi non avviene per due motivi: l'alto costo dei dispositivi di alta qualità e un gran numero di falsi..

Come calcolare il numero di lampade e il livello di luce

L'illuminazione e il numero di lampadine selezionate dipende dalle esigenze degli spazi verdi in illuminazione. L'illuminazione è calcolata in proporzione alla potenza dell'area del fiore.

100 mq dm. è necessario:

  • 2,5 W - per chi ama la luce;
  • 1,5-2,5 W - per coloro che preferiscono una luce moderata;
  • 0,5-1,5 W - per chi ama l'ombra.

In base al grado di flusso luminoso, 1 Watt di potenza di una lampada fluorescente crea 70 lm, una lampada a incandescenza, quattro volte meno. Tenendo conto di questo valore, vengono calcolati il ​​numero e la potenza dei dispositivi. Ad esempio, per un davanzale con un'area di 100 mq Dm, è necessaria la seguente potenza: 2,5 W x 100 mq Dm = 250 W. Per una tale area, sono necessarie 2-3 lampadine da 70 W..

Tuttavia, questo calcolo è approssimativo e può essere guidato quando si scelgono i dispositivi. È preferibile utilizzare lampade oblunghe e potenti: hanno un'elevata efficienza luminosa, ed è meglio acquistare due dispositivi da 34 W rispetto a quattro dispositivi da 17 W..

Le piante sono divise in tre gruppi in base alla loro sensibilità alla luce:

  • scatti che amano angoli bui appartati;
  • fiori che stanno bene all'ombra e al sole;
  • verde che preferisce crescere in zone aperte e soleggiate.

Fotofilo

Requisiti di illuminazione - 4000–6000 lux - un'unità di misura per la potenza di illuminazione. Questo gruppo include: azalea, Kalanchoe, amaryllis, abutilon. I fiori tolleranti all'ombra con un colore variegato necessitano della stessa illuminazione di quelli che amano la luce, poiché in natura crescono in luoghi aperti e soleggiati.

Tollerante all'ombra

Il requisito è 1000-3000 lux. Questa specie comprende: edera, anthurium, dieffenbachia, philodendron e molti altri. Non richiedono illuminazione aggiuntiva se si trovano sul davanzale della finestra, ma nella parte posteriore della stanza durante la stagione invernale hanno bisogno di illuminazione.

Amante dell'ombra

Il requisito è 500-800 lux. Piante senza pretese, per le quali l'illuminazione diffusa è sufficiente per il normale sviluppo. Ma con la sua carenza, possono perdere il loro aspetto attraente. Questo tipo include: arrowroot, calathea, stromant. La luce per queste specie ha bisogno di una luce morbida e diffusa, altrimenti soffriranno.

Che è meglio: acquista una lampada già pronta o fai da te

Quando si sceglie un dispositivo di illuminazione per piante da interno, i coltivatori esperti affrontano un dilemma: acquistare una soluzione già pronta o creare un'illuminazione per le piante con le proprie mani. Dovresti capire questo problema e guardare i pro ei contro di tali opzioni..

Il dispositivo finito si distingue per un'ampia selezione di prodotti in termini di caratteristiche spettrali, prezzo e design.

  • la potenza del dispositivo è selezionata in base all'area di impianto;
  • un produttore di qualità offre prodotti sicuri da usare e facili da collegare;
  • puoi scegliere la disposizione ottimale della struttura: su un treppiede, tipo di dispositivo di sospensione;
  • facilità d'uso: l'altezza e l'angolo di inclinazione sono regolabili ei prodotti si inseriscono armoniosamente in qualsiasi interno;
  • la maggior parte dei dispositivi è dotata di un riflettore che facilita la percezione di radiazioni insolite;
  • gli spettri sono indicati nei documenti ufficiali di accompagnamento del dispositivo;
  • i dispositivi possono essere integrati con un timer per controllare il tempo di funzionamento.

Lo svantaggio di questi prodotti è il prezzo elevato. Le controparti economiche potrebbero non soddisfare le caratteristiche dichiarate.

Prestiamo attenzione alle opzioni fatte in casa e consideriamo i loro vantaggi e svantaggi.

  • la capacità di raccogliere diversi prodotti economici che si completano a vicenda nello spettro dei colori;
  • vengono utilizzati dispositivi più economici ea risparmio energetico;
  • il timer può essere collegato in modo indipendente;
  • l'autoassemblaggio salva le finanze.
  • sono necessari strumenti: un saldatore, un tester, un cacciavite e altri, oltre alla capacità di usarli;
  • è richiesta la conoscenza dell'elettronica.

Come realizzare una lampada a LED con le tue mani

Il dispositivo LED fai-da-te è facile.

Ciò richiederà:

  1. Luogo predisposto per posizionare spazi verdi e illuminazione.
  2. Installa i supporti.
  3. Instradare il cablaggio agli impianti.

Gli elementi led sono spesso usati come illuminazione. La ragione di questa popolarità è semplice: questo tipo combina due spettri: rosso e blu. Questi apparecchi consumano poca elettricità, sono facili da installare e da utilizzare, mentre il loro costo viene ripagato rapidamente. La striscia LED può essere facilmente attaccata a mobili, mensole o pareti usando la colla.

Per realizzare il dispositivo avrai bisogno di:

  1. Elementi led di due spettri di emissione.
  2. Colla hot melt o pasta termica.
  3. Materiale per la base del prodotto.
  4. Alimentazione elettrica.
  5. Cavo, spina e interruttore.

Quando si crea una struttura del genere, scegliere l'opzione di assemblaggio, concentrandosi sul livello di sviluppo dell'impianto.

Rapporto e posizionamento corretti degli elementi:

  1. Ogni diodo emette luce sotto forma di un cono. Per garantire che l'intera area sia illuminata in modo uniforme sotto la lampada, i coni devono sovrapporsi l'un l'altro..
  2. Nella prima fase, per i giovani germogli, viene effettuato un rapporto di elementi due a uno: viene preso un rosso per due diodi blu. Questa opzione di posizionamento aiuta lo sviluppo del sistema di root. La pianta diventa corta con un fusto spesso e foglie ben sviluppate.
  3. Il secondo stadio: le piante hanno bisogno di riposo: il rapporto desiderato è uno a uno.

Quando si forma il dispositivo LED, gli elementi nella sequenza selezionata vengono fissati sulla base utilizzando colla a caldo o bulloni. Il nastro finito è collegato all'alimentazione, al cavo, alla spina e all'interruttore.

Linee guida per l'installazione della lampada

Quando installi le lampade, dovresti seguire alcune regole che ti aiuteranno a coltivare spazi verdi sani e non danneggiarli..

Raccomandazioni per il posizionamento dei dispositivi:

  1. Devi dirigere la luce dall'alto verso il basso: è così che il sole illumina le piante - questo attiva i processi vegetativi.
  2. La lampada è posizionata all'altezza più vicina ai germogli, ma dovresti essere consapevole di possibili ustioni termiche.
  3. Evita di far cadere la sorgente luminosa durante la spruzzatura: il dispositivo può guastarsi rapidamente.
  4. Non puoi fare l'illuminazione laterale: i germogli raggiungeranno la fonte e si deformeranno.
  5. L'uso di schermi a specchio dirige il massimo flusso luminoso verso la pianta e allo stesso tempo protegge gli occhi del coltivatore.

Maggiore è la distanza dalla lampada al fiore, minore è l'intensità del flusso luminoso. Il superamento della distanza della metà riduce la potenza di quattro.

La versione ottimale del dispositivo è una struttura che può essere spostata. In questo modo la lampada può essere avvicinata e allontanata a seconda delle esigenze dell'impianto..

Come illuminare correttamente

La corretta retroilluminazione dipende dall'animale verde. Il dispositivo viene selezionato per lui dopo aver studiato le informazioni. Ogni fiore ha le sue caratteristiche. È necessario conoscere le norme stagionali della pianta per compensare la mancanza di sole.

Sfumature di illuminazione invernale

In inverno, quasi tutti gli spazi verdi sono privi di illuminazione naturale a causa della ridotta luce solare. Le piante adulte necessitano di 12 ore di luce naturale, le giovani piantine necessitano di circa 16 ore. Pertanto, gli elettrodomestici vengono regolati in base alle ore di luce naturale..

Al mattino e alla sera, i dispositivi dovrebbero essere accesi per tre o quattro ore. La condizione principale per la normale crescita della vegetazione è la retroilluminazione regolare, l'inclusione temporanea non sarà utile.

Inoltre, è impossibile superare le norme di illuminazione aggiuntiva: ogni pianta ha i suoi bioritmi e un flusso luminoso continuo può interrompere i processi naturali. Molti fiori sono dormienti in inverno..

Per eliminare il rischio di luce eccessiva, è necessario acquistare un timer che spegnerà il dispositivo.

Consigli utili

In qualsiasi momento dell'anno, gli animali domestici verdi si sentiranno benissimo se dar loro l'opportunità di catturare la luce..

Condividiamo consigli utili di fioristi esperti:

  1. Gli specchi ordinari aumentano l'intensità del ristoro artificiale. Sono installati sui pendii laterali delle finestre, il che consente un'ulteriore riflessione dei raggi del sole.
  2. Lamina, tessuto bianco lucido e riflettori forniscono anche un'emissione luminosa aggiuntiva. Sono posizionati in modo che la luce venga riflessa nella direzione dei fiori interni..
  3. Le tende di tulle, che si trovano tra il verde e la stanza, aiutano a riflettere la luce diffusa. Ma se appendi il tulle tra la finestra e le piante, l'intensità dell'illuminazione naturale diminuirà..
  4. Ogni fiore ha i suoi bioritmi naturali e, per non interrompere il processo naturale, è necessario elaborare un programma.
  5. È possibile creare un bagliore versatile per animali domestici verdi posizionando uno schermo opaco.
  6. La retroilluminazione della dracaena e di altri alberi simili ad alberi con luce calda darà loro una forma compatta.
  7. La corretta alternanza di giorno e notte manterrà le piante in salute. Per questo motivo, la lampada deve essere accesa 1-2 ore prima dell'alba e spenta 2 ore dopo il tramonto..

video

Questo video racconta la corretta illuminazione degli spazi verdi e dove posizionare grandi piante per l'inverno..

Illuminazione per piante da interno: la giusta impostazione della luce

Tutte le piante, come qualsiasi organismo vivente, hanno una propria individualità e non possono esistere nelle stesse condizioni. Qualcuno ha bisogno di molta umidità, mentre altri preferiscono la siccità. Alcuni amano il caldo, mentre altri hanno bisogno di freschezza. Lo stesso vale per l'illuminazione: tutte le piante da interno sono diverse, quindi i requisiti di luce per tutti i fiori da interno sono diversi..

Sole o ombra? Questa domanda può essere risolta correttamente solo dalle culture stesse con il loro sviluppo e aspetto sano..

Prima di capire di che tipo di illuminazione hanno bisogno le piante, devi capire perché i fiori hanno bisogno di luce..

Il punto è che la foglia di una pianta è una piccola fabbrica in cui si svolge un lavoro costante e diligente. Sul lato inferiore della foglia ci sono numerosi stomi, fessure attraverso le quali le piante ricevono l'anidride carbonica dall'aria. Allo stesso tempo, le radici estraggono alcuni minerali dal terreno e li trasportano attraverso il sistema di conduzione della pianta alle foglie. In tutte le parti verdi delle piante, ad es. le foglie e gli steli verdi contengono clorofilla, un pigmento verde. Cattura l'energia della luce solare.

Non appena i raggi del sole "colpiscono" la pianta verde, il processo chimico inizia a convertire l'acqua e l'anidride carbonica in carboidrati - nutrienti necessari per la crescita e uno sviluppo sano. L'intero processo è chiamato fotosintesi, la cui fonte di energia è la luce solare..

Se le condizioni di illuminazione degli impianti vengono violate, la "macchina" si ferma, il processo non va, anche se i "lavoratori" (grani di clorofilla) ei materiali (acqua, nutrienti, anidride carbonica) sono pronti a lavorare. Ciò significa che senza luce, i fiori interni, alla fine, "muoiono di fame", sebbene siano abbondantemente annaffiati e nutriti. Le piante d'appartamento appassiscono in condizioni di scarsa illuminazione.

Quindi che tipo di illuminazione è necessaria per i fiori, quali piante da interno non hanno bisogno di luce e quali, al contrario, hanno bisogno della sua abbondanza?

Illuminazione insufficiente o eccessiva dei fiori interni

Fortunatamente, ogni pianta, comprese le piante da interno, segnala tempestivamente un'illuminazione insufficiente in casa. Se vedi uno di questi segnali, assicurati di cambiare la posizione del tuo animale domestico..

L'illuminazione insufficiente per i fiori in un appartamento è indicata da:

  • Scarsa crescita delle piante,
  • Foglie piccole,
  • Cambia colore delle foglie variegate: diventano verdi,
  • Steli lunghi, sottili e morbidi (si verifica "eziolazione"),
  • Scarsa formazione di boccioli di fiori,
  • Un aumento della distanza tra i nodi fogliari sui nuovi steli rispetto ai vecchi steli.

Un'illuminazione eccessiva per le piante in casa è tanto dannosa quanto insufficiente.

Se metti una pianta che ama l'ombra sulla finestra a sud, nelle ore più calde le foglie si attaccheranno e si bloccheranno impotenti. Dopo un po ', sulle foglie compaiono prima macchie gialle, poi marroni: questa è una scottatura solare. Allontana una tale pianta dalla finestra verso l'interno della stanza: l'effetto dei raggi del sole si indebolisce ad ogni centimetro. Puoi anche ombreggiare un po 'la pianta durante le ore più calde della giornata, dalle 11 alle 14 circa: disegna la tenda o semplicemente posiziona un foglio di giornale tra il vetro della finestra e la pianta.

Con la giusta illuminazione delle piante, quando l'animale riceve la giusta quantità di luce, cresce sano, con tralci forti, internodi corti, foglie e fiori dai colori intensi.

La quantità di luce può essere misurata. Per misurare l'intensità della luce, esiste un'unità speciale - lux, che consente di determinare esattamente dove nella stanza e a che ora del giorno l'intensità dell'illuminazione è massima e minima.

Un esposimetro speciale, un esposimetro, può essere acquistato in un negozio specializzato. Un tale dispositivo è simile a un esposimetro ed è molto conveniente per gli amanti delle piante da interno..

Va ricordato che l'intensità della luce dipende dalla stagione e dall'ambiente. In una soleggiata giornata estiva, intorno a mezzogiorno, l'illuminazione è di 100.000 lux (lx). Ma se allo stesso tempo ti trovi con un esposimetro sotto un albero, mostrerà solo 10.000 lux. La quantità di luce allo stesso tempo nella stanza, vicino al vetro della finestra, è di 2500 lux e al centro della stanza - solo 500 lux. La situazione è molto diversa in una normale e luminosa giornata invernale. Sul davanzale della finestra dove si trovano le tue piante, il dispositivo registra solo 500-1000 lux. È quasi buio al centro della stanza.

Le migliori condizioni di illuminazione per la crescita attiva delle piante a casa

Illuminare le tue piante in casa è molto importante. Per utilizzare correttamente i dati di cui sopra, è necessario sapere che tipo di illuminazione richiedono le vostre piante. Possono essere divisi approssimativamente in gruppi e per determinare il regime di luce in ciascun gruppo, i coltivatori domestici di solito non utilizzano suite, ma i termini generalmente accettati: "sole", "ombra parziale" e "ombra" e, in base a ciò, raccomandano il corretto posizionamento delle piante nell'appartamento.

Le piante che richiedono un'illuminazione intensa per la crescita attiva (con una forza di 1500-2000 lux o più) dovrebbero essere posizionate su una finestra soleggiata esposta a sud.

Per ottenere una migliore illuminazione per le piante che necessitano di una luce diffusa di circa 1000 lux, vengono poste in posizione semiombreggiata su una finestra esposta ad est o ad ovest. I fiori da interno che non amano la luce, cioè richiedono poca luce (500-700 lux), possono essere posizionati in un luogo ombreggiato, su una finestra esposta a nord.

In botanica, oltre agli indicatori nelle suite, sono stati stabiliti altri tre concetti per determinare il regime di luce delle piante. Secondo questi termini, le piante che amano la luce amano un luogo soleggiato; significa sempre una finestra esposta a sud. Le piante meno esigenti preferiscono l'ombra parziale, che molti associano alle finestre esposte a ovest e ad est. Infine, le piante che tollerano l'ombra prosperano su una finestra esposta a nord..

Dovresti essere consapevole che questi concetti non sono del tutto accurati. La frase "luogo semiombreggiato" è già fuorviante. Sarebbe più corretto sostituirlo con la frase "luogo luminoso", tk. le piante adatte necessitano di una luce diffusa e intensa, ma non sopportano il caldo sole di mezzogiorno sulle finestre meridionali. Anche la divisione per punti cardinali non è sempre equa: è necessario tenere conto dell'ambiente.

Se c'è un albero davanti a una finestra esposta a sud, tale finestra non può più essere definita “solare”, ma solo “luminosa”. Una finestra esposta a ovest su un balcone o una loggia coperta è talvolta più scura di una finestra esposta a nord.

L'illuminazione è influenzata sia dal paesaggio che dalla zona di residenza. La finestra a sud su una strada strettamente edificata, e anche al primo piano della casa, è sempre meno "soleggiata" che in una casa indipendente.

Successivamente, scoprirai quali fiori da interno praticamente non hanno bisogno di luce e quali semplicemente non possono esistere senza una buona illuminazione..

Piante da interno che richiedono molta luce

In molti appartamenti le finestre dei soggiorni si affacciano sul lato sud della casa. Di norma, si tratta di grandi finestre e molte piante possono essere posizionate sui davanzali delle finestre, che nei giorni di sole sono illuminati dal sole da mezzogiorno a sera..

Le piante che ti sono familiari dai tuoi viaggi nel sud si sentono benissimo qui: bouganville con fiori lussuosi, ibisco, bokarnea (Beaucarnea recurvata), yucca (Yucca). Un altro fiore da interni che ama la luce del sole è il Pittosporum tobira. La finestra a sud può diventare un collegamento verde e fiorito tra la casa e il giardino.

Sfortunatamente, la maggior parte di queste piante esotiche che richiedono molta luce non sono facili da coltivare. Prima di tutto, i problemi sorgono in inverno. Naturalmente, ci sono anche tipi più resistenti per le finestre meridionali..

Ad esempio, queste piante che prosperano ovunque:

Sansevieria

Chlorophytum (Chlorophytum)

Ortica indoor senza pretese

Coleus blumei, ibridi

Euforbia (Euphorbia milii)

E se ti piacciono i cactus, sulla finestra a sud puoi organizzare un giardino di cactus a più livelli.

Quando si creano condizioni di illuminazione ottimali per i fiori da interno, tenere presente quanto segue:

  • Nei giorni di sole, la temperatura vicino alle finestre meridionali aumenta notevolmente e le piante che si trovano qui devono essere annaffiate e spruzzate frequentemente, ma non a mezzogiorno!
  • Il terreno si surriscalda rapidamente in vasi di plastica nera, quindi usa vasi di ceramica per le finestre meridionali. Puoi mettere pentole scure in contenitori leggeri.
  • Se hai una finestra a vasistas o una presa d'aria, tienili aperti durante l'estate. In caso contrario, l'aria calda ristagnerà..

Quando ti prendi cura dell'illuminazione dei fiori a casa, non dimenticare l'ombreggiatura delle piante sulla finestra a sud. Qui è possibile ospitare colture più diverse se si trasforma la luce solare diretta bruciante in una piacevole luce diffusa..

Questo può essere fatto ombreggiando in vari modi:

  • I più facili da usare sono persiane mobili, tende da esterno, tende da sole.
  • Ancora più veloce e più facile: tende in tessuto o carta, persiane (attenzione: le tende metalliche non devono toccare le piante, poiché diventano molto calde), telai ricoperti di tela.
  • Temporaneamente: giornale o cartone.

Le seguenti sono piante d'appartamento che richiedono molta luce e quindi sono ideali per le finestre meridionali.

Amaryllis o hippeastrum (Hippeastrum)

Ricresce ogni inverno. Prima appare una freccia con 2-4 fiori e poi se ne va. Inizia ad annaffiare quando appare una freccia di fiori alta pochi centimetri.

Kalanchoe Blossfeld (Kalanchoe blossfetdiana)

L'impianto è di breve durata. In estate può stare in un luogo semiombreggiato. Effettua aria secca e temperatura ambiente in inverno. Adatto alla coltivazione idroponica.

Beaucarnea, o gamba di elefante (Beaucarnea recurvata)

Una pianta dalle foglie decorative molto apprezzata, facile da coltivare. Ama l'aria fresca. In estate puoi metterlo in giardino. Preferisce il fresco in inverno.

Hibiscus, o rosa cinese (Hibiscus rosa-sinensis)

Fiorisce in una stanza calda quasi tutto l'anno. In inverno, vengono posti in una stanza fresca con una temperatura di 15 ° C. Ama l'alimentazione frequente. Può essere coltivata come una rosa standard.

Bosco di Ceropegia (Ceropegia woodii)

Non brilla di bellezza, ma è interessante con germogli pendenti lunghi e sottili. Tollerante all'aria secca, richiede un'annaffiatura minima.

Calamondin, o arancio (Citrofortunella microsagra)

Questa pianta può essere vista allo stesso tempo fiori profumati e piccole arance. Per impollinare, trasferisci il polline da un fiore all'altro con un pennello. Suscettibile alle infestazioni di parassiti.

Yucca

È una pianta d'appartamento che ama la luce ed è considerata una delle colture indoor di fogliame più popolari. Si sente bene all'aperto in estate. In inverno vengono posti in una stanza fresca. Un buon drenaggio nella pentola è molto importante. Non dovrebbe essere sovralimentato.

Strelitzia, o uccello del paradiso (Strelitzia reginae)

Fiori incredibilmente belli. La pianta è fotofila, anche in inverno, è necessario fornire una buona illuminazione. Apparato radicale molto sensibile, quindi trapiantare scarsamente e con attenzione, ricordando un buon strato di drenaggio nel vaso.

Rosa cinese (Rosa chinensis)

In estate è meglio portarlo all'aria aperta, in inverno per tenerlo al fresco. In primavera eseguire potature leggere. Può essere coltivata come una rosa standard, alta o in miniatura.

Bambù al coperto, o pogonaterum (Pogonatherum paniceum)

Una pianta non molto facile da coltivare. Ha bisogno di umidità dell'aria molto elevata, calore, anche in inverno, e terreno sempre umido.

Fiori da interno che non amano la luce solare intensa e foto di piante da appartamento

La maggior parte degli appartamenti si affaccia alle finestre est e ovest di camere da letto, stanze dei bambini, sale da pranzo e sale studio, dove penetra la morbida luce del mattino e della sera. Di regola, non ci sono molte piante in queste stanze, ma potresti cambiare la situazione. Ci sono alcuni fiori da interno che non necessitano di luce intensa e, inoltre, per la maggior parte delle colture domestiche, non c'è niente di meglio delle finestre a est o ovest. È così leggero qui che quasi tutte le piante da interno, sia la fioritura decorativa che tutto il fogliame decorativo, si sentono a proprio agio. L'atmosfera è relativamente calda, ma non ci sono i raggi del sole cocente di mezzogiorno. Quelle specie che necessitano di luce solare intensa possono essere posizionate vicino al vetro stesso e le piante d'appartamento che amano l'ombra che non richiedono molta luce devono essere leggermente allontanate dal vetro della finestra.

Le finestre della cucina e del bagno, a volte del soggiorno, di solito sono rivolte a nord. La maggior parte delle finestre sono piccole; frescura e ombra sui davanzali delle finestre. Tali finestre sono ingiustamente famose. Naturalmente, non ci sarà un'abbondanza floreale lussureggiante, come sulle finestre a sud, ma possono sembrare una vera giungla verde con macchie colorate separate.

Ad esempio, posiziona una monstera (Monstera deliciosa) e una palma kentiya (Howeia) su un davanzale, con felci e soleirolii in mezzo. Appendi una fioriera con edera (Hedera helix) o edera d'uva o cissus (Cissus) al muro; metti le begonie in fiore o le fucsie sullo scaffale.

Basta non spostare le piante dalla finestra a nord, in un'area di illuminazione completamente insufficiente..

Di seguito sono riportate le piante da interno che non hanno bisogno di molta luce, quindi possono essere posizionate su finestre a nord e negli angoli bui:

Hamedorea, o palma pennuta (Chamaedorea)

Una delle palme più modeste. È poco impegnativo per la posizione, tollera la temperatura ambiente e gli spruzzi sparsi in inverno. Questo fiore di casa, non amante della luce intensa, cresce bene in coltura idroponica..

Begonia fogliare (Begonia)

Molte specie e ibridi con foglie dai colori attraenti. Richiede un'elevata umidità dell'aria, ma non nebulizza. Non tollera le correnti d'aria.

Spathiphyllum (Spathiphyllum)

In inverno, dovrebbe essere posizionato in un luogo più luminoso che in estate. È una pianta d'appartamento che non ha bisogno di molta luce ed è anche tollerante alla stanza calda. Fai attenzione durante la spruzzatura: l'involucro e l'infiorescenza a forma di orecchio non possono tollerare l'umidità. Non innaffiare abbondantemente.

Capelli da nubile (Adiantum)

Richiede temperatura e umidità molto elevate, rendendola una pianta da bagno ideale. Tuttavia, questo fiore domestico, che non richiede molta luce, non dovrebbe essere posizionato su un davanzale sopra un radiatore. Fai attenzione a spruzzare e concimare prodotti chimici.

Giunco ​​di palude (Scirpus cernuus)

Senza pretese per la posizione, ma richiede un'elevata umidità. Assicurati che ci sia sempre acqua nella padella.

Qui puoi vedere le foto di fiori interni che non amano la luce solare intensa:

Quali altri fiori da interno non hanno bisogno di molta luce: piante d'appartamento senza pretese

Coloro che coltivano piante su finestre a nord sono lieti di informare che le specie che se la cavano con una scarsa illuminazione sono, di regola (ad eccezione delle felci), piante facili da coltivare, sane e forti, raramente suscettibili alle malattie e molto modeste.

Se ti piacciono le piante da fiore decorative, mettile sulla finestra a nord per un breve periodo. Riporta i tuoi animali domestici in un vecchio posto ben illuminato dopo due settimane per riprendere i sensi.

Ecco alcune altre descrizioni di fiori domestici senza pretese che fanno a meno della luce intensa:

Fucsia

Fiori con una varietà di combinazioni di colori. Nel tempo, la pianta forma un piccolo cespuglio. In un luogo luminoso, richiede annaffiature più frequenti. La primavera ha bisogno di potature radicali.

Una pianta ideale per i coltivatori principianti: si sente benissimo ovunque, si propaga facilmente per talea, in estate puoi metterla all'aria aperta Questa è una pianta d'appartamento a cui non piace la luce, devi annaffiare moderatamente.

Tolmiya Menzies (Tolmiea tepziesii)

Una pianta facile da coltivare. Si sviluppa bene in qualsiasi luogo, solo non sotto il sole splendente. Tollerante all'aria secca. In estate può essere esposto all'aria aperta. Bella pianta ampelosa.

Aglaonema

Le specie con foglie verdi tollerano l'ombra. Ama l'alta temperatura e l'umidità, il terreno caldo. Non dimenticare un buon drenaggio! Pianta adatta alla coltivazione idroponica.

Tsikas, o palma da sago (Cycas revoluta)

Questo è un altro fiore domestico che non ha bisogno di luce intensa, ma ama l'aria fresca ed è molto sensibile all'umidità. Tsikas non tollera trapianti frequenti. Le piante più vecchie hanno bisogno di molto spazio. Cresce molto lentamente.

Fiori da interno che non richiedono molta luce: piante da interno per camera da letto, bagno e corridoio

L'appartamento dovrebbe avere quante più piante da interno possibile. Questo vale non solo per il soggiorno, ci sono altre stanze in cui i fiori non crescono peggio, e talvolta anche molto meglio..

Piante nelle camere da letto - Le camere da letto tendono ad essere esposte a est e sono illuminate dal mite sole mattutino. È ideale per molte piante che non sopportano il sole pungente di mezzogiorno..

A volte c'è abbastanza spazio nella camera da letto per un piccolo albero: tiglio (Sparmannia africana) o ficus Benjamina (Ficus benjamina).

Le piante da appartamento possono essere collocate in camera da letto negli "appartamenti invernali" che non richiedono molta luce e necessitano di una temperatura moderata di circa 15 ° C in inverno..

Spesso viene chiesto se le piante nella camera da letto assorbano effettivamente ossigeno dalle persone che dormono durante la notte. Questo è in parte vero, le piante assorbono ossigeno di notte, ma in quantità tali da essere completamente invisibili. Si dorme come in una "foresta" ermeticamente chiusa di colture indoor. Tuttavia, alcune persone non tollerano l'aroma delle piante dall'odore intenso e si lamentano del mal di testa..

In questi casi, non mettere pelargoni profumati, aranci in fiore, primule, ecc., Nella camera da letto, ma non abbandonare completamente le piante..

Piante in bagno. Se il tuo bagno ti sembra scomodo, freddo, troppo sterile, ravvivalo con piante da interno che non hanno pretese di luce! Ad esempio, una grande felce farà una meravigliosa trasformazione del bagno. Naturalmente, un prerequisito per questo deve essere la presenza di una finestra. In un bagno completamente buio, avrai a che fare con fiori di plastica artificiali. Tuttavia, non tutti i fiori domestici che non richiedono molta luce possono essere collocati in bagno. Le specie che amano il calore e l'elevata umidità crescono bene qui..

Palme da cocco (Cocos nucifera) e Dracaena variegata (Dracaena), così come monstera (Monstera deticiosa), philodendron (Philodendron) e cyperus (Cyperus) si sentono benissimo nel clima "serra" del bagno..

Se il bagno è piccolo, è facile posizionare piccole piante da interno che non necessitano di luce intensa: canne (Scirpus segpius) e saltium (Soleirolia soleiroiii).

Puoi persino mettere in fiore violette di Uzambara (Saintpaulia, ibridi), che amano l'atmosfera umida. E se sei innamorato delle decorazioni appariscenti, metti un barattolo di tillandsia atmosferica sullo scaffale tra un bicchiere per lavarti i denti e una spazzola per capelli.

Per le piante in bagno, vari aerosol sono molto dannosi, ad esempio lacca per capelli e deodoranti per la cura del corpo. Pertanto, prova a posizionare fiori interni che non richiedono molta luce in modo tale che schizzi di questi vari cosmetici non cadano sulle foglie..

Piante nel corridoio e sulle scale. Già all'ingresso della tua accogliente e accogliente sala verde, sarà chiaro a tutti che sei un amante delle colture indoor. Le piante per il corridoio o le scale devono essere scelte con molta attenzione..

Nella maggior parte dei casi, i corridoi delle nostre case sono stretti, quindi una pianta è sufficiente qui. Ma se lo metti davanti a uno specchio, l'effetto sarà sorprendente. Anche l'edera (Hedera helix) sul muro vicino alle scale o la Tradescantia appesa a uno scaffale per cappelli sembra decorativa. Può essere più fresco e più buio nel corridoio e sulle scale che nelle stanze, quindi non dovresti posizionare viste qui che preferiscono il calore tropicale e / o l'illuminazione intensa..

Scegli fiori da interno che non richiedono molta luce:

Aspidistra (Aspidistra elatior)

Sanseviena

Chlorophytum (Chlorophytum comosum)

Se il tuo corridoio è abbastanza grande ma buio, fornisci alle piante un'illuminazione artificiale.

È importante ricordare che non dovrebbero esserci correnti d'aria nel corridoio che causano la caduta delle foglie. Pertanto, non mettere le piante in un tale corridoio.

Illuminazione artificiale aggiuntiva delle piante a casa: lampade per fiori da interno

Con l'inizio dell'inverno, qualsiasi coltivatore domestico deve affrontare un problema come una diminuzione del livello di illuminazione durante il periodo freddo. Pertanto, in autunno, dovresti prestare particolare attenzione al posizionamento delle piante. Le giornate si accorciano, il sole è raro, l'illuminazione degli animali domestici è ridotta.

Ci sono piante che hanno uno stadio dormiente, in altre parole: molte colture vengono preparate dalla natura per una stagione con luce insufficiente. Non crescono o crescono molto lentamente, ad es. sono a riposo. In queste settimane, quando le condizioni per un ulteriore sviluppo sono insoddisfacenti, devi fare di tutto affinché le piante attraversino normalmente il periodo di dormienza. Mettetele in un luogo fresco, annaffiatele poco a poco, non date loro da mangiare. Se il davanzale della finestra meridionale risulta essere il più bello, non importa: in inverno, qui si possono fare anche viste che amano l'ombra e il sole invernale non li danneggerà.

Ma ci sono anche alcune piante che non hanno bisogno di riposo. I problemi sorgono con le colture esotiche tropicali, che nella loro patria sono abituate alla luce solare intensa durante tutto l'anno.

Come possiamo aiutarli in inverno? Fai del tuo meglio per fornire loro una scarsa luce invernale. Per questo, tali azioni sono importanti..

  • Lava di nuovo le finestre prima che inizi l'inverno.
  • Posizionare le piante vicine l'una all'altra sul davanzale della finestra (in nessun caso lasciarle in fondo alla stanza).
  • Non dovrebbero esserci tende, tende o persiane tra il vetro della finestra e le piante.
  • Se dopo tutto questo non è abbastanza luce, c'è un altro modo: l'illuminazione artificiale per piante da interno.

Se la normale luce del giorno per le piante non è sufficiente in inverno vicino alla finestra della stanza, o in qualsiasi stagione in un angolo buio, puoi compensarla con l'illuminazione artificiale..

Le lampade a incandescenza convenzionali non sono adatte per l'illuminazione aggiuntiva delle piante: diventano molto calde e possono bruciare i fiori di casa.

L'industria produce lampade speciali per l'illuminazione artificiale delle piante domestiche: a sospensione, a parete e sotto forma di tubi. A prima vista, non differiscono dalle normali lampade e lampade, ma in realtà i loro raggi hanno una composizione diversa..

Contengono più luce ultravioletta e blu e meno raggi infrarossi. La loro luce è più simile alla luce del giorno, è più fresca della calda luce giallastra delle lampadine a incandescenza. È possibile acquistare lampade speciali separate collegate a qualsiasi fonte di luce (con la potenza appropriata) o l'intero sistema nel kit (a proposito, abbastanza economico). Lampade di diversi design per un'illuminazione aggiuntiva dei colori difficilmente differiscono per l'intensità della luce. Nella maggior parte dei casi, la luce artificiale è mista, piacevole alla vista.

Esistono anche lampade al mercurio con luce bianca brillante e basso consumo energetico. Queste lampade sono spesso utilizzate negli uffici e nelle aziende orticole. Sono economici ma costosi da acquistare.

Assicurati di usare lampadine extra per illuminare le tue piante d'appartamento! Quando si coltivano fiori sotto la luce artificiale, seguire le linee guida seguenti. Le lampade a sospensione dovrebbero essere appese al centro delle piante in modo che queste ultime non si pieghino. Le lampade da parete sono meno pratiche in questo senso. Quindi, quando si utilizza un'illuminazione aggiuntiva per piante da interno, considerare quanto segue:

  • Più alta è la lampada, maggiore è l'area irradiata e più piante ricevono un'illuminazione aggiuntiva. È vero, l'intensità della radiazione diminuisce con l'aumentare della distanza dalla sorgente di luce all'oggetto..
  • La distanza dalla pianta alla lampada è di circa 80 cm.
  • Se ci sono molte piante, usa più lampade.
  • Se le piante vengono coltivate esclusivamente sotto illuminazione artificiale, le lampade dovrebbero bruciare da 12 (per le specie che amano l'ombra) a 16 (per le piante che amano la luce) ore al giorno.
  • Se le lampade vengono utilizzate in inverno come fonte di luce aggiuntiva, è sufficiente accenderle per 4-6 ore.

Piante d'appartamento per brevi e lunghe ore diurne

Alcune specie da fiore decorative hanno requisiti speciali per l'illuminazione. La loro formazione di gemme dipende non solo dall'intensità della luce, ma anche dalla durata della giornata. Pertanto, ci sono colture indoor di una giornata corta e una giornata lunga..

Nelle piante con una giornata corta, come la stella di Natale (Euphorbia pulcherrima) e la Kalanchoe (Kalanchoe), brattee e fiori dai colori vivaci si sviluppano solo con una "giornata corta", ovvero quando sono accesi non più di 12 ore al giorno. Anche un lampione fuori da una finestra o una piccola lampada da terra in una stanza possono diventare troppo leggeri per tali piante..

Copri questi tipi con una scatola di cartone o un secchio per 12 ore (dalla sera alla mattina) per 6 settimane ogni giorno. Chi ama sperimentare può far fiorire le piante che fioriscono in inverno in autunno. Questo "controllo della luce" consente ai giardinieri di coltivare e vendere crisantemi in fiore (anche colture a giornata corta) tutto l'anno..

Le piante a giorno lungo includono una serie di piante estive coltivate nei nostri giardini, così come le violette di Usambara (Saintpauiia ionantha, ibridi). Fioriscono quando l'illuminazione continua per almeno 14 ore al giorno e alle piante non importa se è luce naturale o artificiale.

La maggior parte delle specie da interni conosciute appartiene a piante d'appartamento "neutre", la cui fioritura non dipende direttamente dalla durata della giornata..