Come prendersi cura della phalaenopsis dopo l'acquisto

Puoi acquistare la phalaenopsis a fioritura varietale in un negozio di fiori, in un garden center o in uno dei tanti negozi online. È molto più facile che far crescere un esemplare in fiore da un bambino. Tuttavia, prendersi cura dell'orchidea e della sua forma ibrida con Phalaenopsis Mix a casa dopo l'acquisto in un negozio ha le sue caratteristiche. Devi sapere come prenderti cura della phalaenopsis dopo l'acquisto in modo che un fiore bello e costoso non muoia.

Il periodo di acclimatazione della pianta dopo le condizioni del negozio

Dopo l'acquisto, l'orchidea Phalaenopsis viene sottolineata a causa dei drammatici cambiamenti nelle condizioni della sua esistenza. Nelle serre in cui vengono coltivate le orchidee, vengono create condizioni ottimali per loro. Quando un fiore entra in un appartamento, dove la temperatura, l'umidità e l'illuminazione sono molto diverse dal precedente, può reagire negativamente a questo facendo cadere fiori, essiccando boccioli e foglie.

La quarantena è necessaria per escludere l'infezione di altre piante da parassiti e malattie da una pianta appena acquisita. Qui si svolgerà anche il processo di adattamento alle nuove condizioni, che richiede 2-3 settimane..

Durante l'acclimatazione in un appartamento di città, è necessario creare un regime di temperatura ottimale per l'impianto. Richiede inoltre una spruzzatura regolare con acqua almeno 2 volte al giorno. Buoni risultati nell'adattamento delle orchidee si ottengono spruzzandole con epin.

Assistenza domiciliare per l'orchidea Phalaenopsis dopo l'acquisto in negozio

Di solito, il negozio vende esemplari già in fiore di phalaenopsis. Se la pianta è sana, cresce bene e si sviluppa bene, prendersi cura di loro dopo l'acquisto è quasi lo stesso che prendersi cura di una normale phalaenopsis in fiore adulta, sebbene ci siano ancora alcune caratteristiche. Questo non è un processo difficile e un fiorista alle prime armi può gestirlo. Inoltre, la phalaenopsis è molto tenace e perdona piccoli errori nel prendersi cura di loro..

Trapianto di piante da interno

Le orchidee Phalaenopsis vengono vendute in terreni non molto adatti per coltivare ulteriormente questo fiore. Pertanto, dopo l'acquisto e l'acclimatazione, è consigliabile trapiantare la phalaenopsis in un nuovo substrato. Ma non è consigliabile trapiantare un'orchidea in fiore. È necessario attendere che fiorisca, e ciò può richiedere diverse settimane, a seconda delle dimensioni del peduncolo e del numero di gemme, quindi procedere al trapianto dell'orchidea Phalaenopsis dopo l'acquisto.

Quando la phalaenopsis è svanita, iniziano a trapiantarla:

  • Per fare questo, è necessario preparare un vaso di fiori trasparente e un substrato per orchidee;
  • Il sottofondo viene pre-versato con acqua bollente e tenuto in acqua per alcune ore in modo che risulti saturo d'acqua;
  • L'orchidea viene rimossa dal vaso di trasporto e il vecchio substrato viene rimosso dalle radici. Se l'orchidea è stata piantata usando una tazza di torba, viene anche rimossa;
  • Successivamente, la pianta viene posta in un nuovo vaso e il substrato viene posto tra le radici..

Irrigazione corretta dell'orchidea

La Phalaenopsis viene annaffiata immergendo la pentola in acqua di ¾. Dopo 25-30 minuti. togliere la pentola, scolare l'acqua in eccesso. Se prima di annaffiare le radici dell'orchidea erano grigiastre, dopo l'irrigazione dovrebbero diventare verde brillante.

La Phalaenopsis viene versata con acqua di rubinetto stabilizzata. La sua temperatura dovrebbe essere 2-3 ° C superiore alla temperatura ambiente. Puoi usare l'acqua piovana per l'irrigazione. La Phalaenopsis spesso si secca dopo l'acquisto..

Pertanto, all'inizio è importante non inondarli in modo che le loro radici non marciscano. Le prime 2-3 volte vengono annaffiate non a lungo. Il tempo di permanenza della pentola in acqua non deve superare i 10 minuti. Nel processo di adattamento, passano al normale regime di irrigazione.

Modalità di illuminazione

La Phalaenopsis richiede una luce brillante e diffusa. La luce solare diretta è controindicata durante il giorno, poiché lascia facilmente ustioni sulle foglie. I raggi del sole mattutino e serale non danneggiano l'orchidea se colpiscono la pianta entro 1-2 ore.

È meglio posizionare il vaso di phalaenopsis sui davanzali delle finestre a sud-est. La Phalaenopsis deve essere adattata gradualmente alla luce solare dopo l'acquisto. Forse, prima dell'acquisto, era solo sotto l'illuminazione artificiale in una serra..

A 1 mese di vita in nuove condizioni, è necessario escludere anche il sole mattutino o serale dalla caduta sulle foglie. La pianta deve essere riparata dalla luce solare. Mentre ti adatti, puoi trasferire il fiore alla normale modalità di illuminazione.

Regime di temperatura corretto

Per un rapido acclimatamento della Phalaenopsis dopo l'acquisto, è molto importante il corretto regime di temperatura. Questo tipo di orchidea è molto termofila. Si consiglia di creare una temperatura naturale nella stanza in cui cresce nella sua terra natale..

La differenza tra le temperature diurne e notturne non deve superare i 5 ° C. Anche la differenza tra la temperatura estiva e quella invernale del contenuto non dovrebbe essere significativa. L'orchidea ama una temperatura costante durante tutto l'anno, come nella sua terra natale nel sud-est asiatico.

Umidità dell'aria e nebulizzazione

Nelle serre dove vengono coltivate le orchidee, mantengono un'elevata umidità. Dopo l'acquisto, Phalaenopsis si ritrova nell'aria molto più secca dell'appartamento. Anche qui avrà bisogno di adattamento. All'inizio, la phalaenopsis deve creare le stesse condizioni di prima dell'acquisto.

Nell'appartamento, l'umidità elevata viene mantenuta spruzzando la pianta. Questa procedura può essere eseguita 2 volte al giorno. Le foglie vengono spruzzate con acqua calda per l'irrigazione. Se l'umidità arriva al punto di crescita, viene rimossa con un tovagliolo di carta. La spruzzatura può essere eseguita meno spesso man mano che ci si adatta. La Phalaenopsis non è capricciosa e cresce abbastanza bene nell'aria abituale di un appartamento praticamente senza spruzzi.

Alimentazione delle piante

Immediatamente dopo aver acquistato la phalaenopsis, non ha senso nutrirsi per 2-3 mesi. Un esemplare in fiore ha ricevuto abbondanza di fertilizzante prima dell'acquisto. Ora è desiderabile ridurre la quantità di fertilizzante nel substrato e trasferire la pianta al normale regime di alimentazione.

Sono venduti in fiale liquide. È molto facile preparare la composizione per l'alimentazione. I fertilizzanti vengono aggiunti all'acqua per l'irrigazione secondo le istruzioni. Quindi la pianta viene annaffiata con quest'acqua. Non utilizzare fertilizzanti su altre piante da interno. Non contengono tutti gli elementi necessari per la crescita e la fioritura della phalaenopsis..

Potenziali parassiti e malattie

La Phalaenopsis in un appartamento può soffrire di un'invasione di insetti dannosi. Molto spesso, un'orchidea è influenzata da:

  • Acaro di ragno;
  • Tripidi e afidi;
  • Scudo;
  • Cocciniglia.

Per distruggere i parassiti, vengono utilizzate formulazioni speciali:

  • Insetticidi: distruggono gli insetti dannosi;
  • Acaricidi: distruggono gli aracnidi dannosi (acari);
  • Preparazioni complesse - per la distruzione di tutti i tipi di parassiti.

Devi usare solo pesticidi acquistati. I rimedi popolari per il controllo dei parassiti non danno il risultato desiderato e non consentono loro di essere completamente distrutti.

La Phalaenopsis è affetta da tali malattie fungine:

  • Marciume radicale: porta alla decomposizione e alla morte del sistema radicale;
  • Marciume nero - la formazione di aree marce nere sulle foglie;
  • Muffa grigia - la formazione di muffa grigia sulle foglie.

L'orchidea viene trattata rimuovendo le aree colpite e trattando il resto con soluzioni di farmaci antifungini - fungicidi.

Cura delle foglie di Phalaenopsis

Le foglie svolgono un ruolo importante in tutti i processi vitali dell'orchidea. Devono essere attentamente curati. La polvere si accumula sulle larghe foglie della phalaenopsis. Va rimosso regolarmente strofinando le foglie con un panno umido. Allo stesso tempo, assicurano che l'umidità non penetri nel punto di crescita.

Ma se ciò accade, l'acqua viene rimossa con un tovagliolo di carta. Inoltre, le foglie di orchidea devono essere spruzzate, poiché questa pianta riceve acqua non solo attraverso le radici, ma anche attraverso la superficie delle foglie. Le foglie secche vengono rimosse nel tessuto vivente. Ciò consente di mantenere la crescita intensiva del fiore.

Cura delle radici delle piante

Le radici delle orchidee Phalaenopsis dovrebbero sempre avere accesso all'aria e alla luce. In essi, come nelle foglie, avviene il processo di fotosintesi. Pertanto, è meglio piantare un'orchidea in un vaso di vetro o plastica trasparente, in modo che sia conveniente osservare lo stato del sistema radicale..

Un'orchidea adulta ha radici aeree che non si estendono nel substrato. Prendono l'umidità dall'aria. Si consiglia di spruzzarli di tanto in tanto con acqua. Non dovrebbero essere rimossi, poiché partecipano anche alla nutrizione della pianta..

Quando si trapianta la phalaenopsis, è necessario esaminare le radici. Se ci sono radici vecchie e oscurate, possono essere tagliate. Ciò consentirà alla pianta di far crescere nuove radici per una crescita intensiva della massa fogliare..

Cura dei peduncoli

Con una buona irrigazione e illuminazione, la phalaenopsis cresce un peduncolo lungo diverse decine di centimetri. Può rompersi dal peso dei fiori, quindi è fissato verticalmente alla cremagliera utilizzando apposite mollette..

Prima di allora, è ancora molto fragile e può rompersi durante l'attaccamento. Un'orchidea con un peduncolo verticale ricoperto di molti fiori sembra molto decorativa. Il peduncolo viene potato quando è completamente asciutto. Un peduncolo verde può formare un ramo laterale con nuove gemme.

Possibili problemi durante la cura di un'orchidea dopo l'acquisto

Spesso possono sorgere problemi seri durante la cura della phalaenopsis dopo l'acquisto. È necessario stabilire la loro causa, altrimenti la pianta non si svilupperà correttamente e presto morirà. Alcuni dei problemi più comuni e le loro cause sono:

  • Le foglie di Phalaenopsis diventano gialle - bassa temperatura dell'aria, regime di irrigazione improprio o scottature solari;
  • Le foglie di orchidea perdono la loro elasticità - irrigazione insufficiente;
  • Le foglie si allungano - la pianta non ha abbastanza luce, in inverno è necessaria un'illuminazione aggiuntiva con fitolamp;
  • Le foglie di Phalaenopsis appassiscono - sbalzi di temperatura improvvisi o umidità dell'aria insufficiente;
  • Le radici si seccano e si scuriscono - alimentazione eccessiva, dovrebbe essere interrotta per 2-3 mesi;
  • Le radici delle orchidee marciscono - irrigazione troppo intensa senza seccare il substrato;
  • Germogli e fiori che cadono: la pianta non ha abbastanza luce e nutrizione, è necessario mettere la pianta in un luogo più illuminato e nutrirsi.

Cosa fare se la phalaenopsis acquistata è in cattive condizioni

A volte è possibile acquistare copie scontate della phalaenopsis nella rete di vendita al dettaglio, che sono in cattive condizioni a causa di cure improprie. Possono avere radici marce e foglie gialle e spesso non hanno radici o foglie. Tuttavia, la maggior parte di queste orchidee può essere riportata in vita..

I principali problemi con la phalaenopsis che possono essere rianimati:

  • Radici marce o loro assenza parziale o totale;
  • Foglie morenti o cadute;
  • Punto di crescita marcio.

Per risolvere il problema alla radice, è sufficiente tagliare eventuali radici marce o danneggiate e quindi asciugare la pianta per diverse ore. Coltiva le radici in una piccola corteccia con muschio di sfagno. Puoi tenere la pianta sopra l'acqua in modo che non tocchi la superficie.

Per far crescere foglie con radici normali, devi piantare l'orchidea in una corteccia poco profonda e prendertene cura come al solito. L'umidità deve essere mantenuta ad un livello elevato. È necessaria la medicazione superiore.

Con un punto di crescita marcio, l'orchidea non cresce. Per la rianimazione, è necessario pulire tutto il tessuto marcio e piantare la pianta in una piccola corteccia con muschio. Nel tempo, darà un peduncolo su cui crescerà il bambino. A volte le foglie iniziano a crescere dal punto di crescita, ma questo è estremamente raro..

Cura adeguata per la phalaenopsis a casa dopo gli acquisti nel negozio

La Phalaenopsis è l'orchidea più comune nella floricoltura indoor.

Si differenzia dalle altre piante da interno per la sua durata e per i grandi fiori, che formano eleganti infiorescenze a grappolo.

Il rispetto di semplici regole fornirà una fioritura luminosa e lunga di questa pianta esotica..

Successivamente, vedremo come prendersi cura adeguatamente della phalaenopsis a casa dopo aver acquistato in un negozio e oltre..

Come scegliere la phalaenopsis nel negozio?

Tra le molte varietà di orchidee da coltivare in un appartamento, la Phalaenopsis viene scelta più spesso..

Quando scegli una pianta, dovresti prestare attenzione non solo alla bellezza, alla quantità e al colore dei fiori, ma anche allo stato del suo apparato radicale. Scegli quello che sembra più fresco, con radici sane, ad es. qualcosa di cui ti puoi preoccupare di meno.

Il substrato in cui viene coltivata l'orchidea deve essere pulito, senza focolai di muffe e altre malattie fungine.

È meglio che contenga grandi pezzi di corteccia con l'aggiunta di una piccola quantità di muschio di sfagno.

La composizione del substrato è meglio includere grandi pezzi di corteccia.

Le radici delle orchidee sono un indicatore della salute delle piante. Sono chiaramente visibili attraverso le pareti trasparenti del vaso, il che consente di scegliere una pianta con un apparato radicale ben sviluppato..

Dall'alto, le radici della phalaenopsis sono ricoperte da una membrana spugnosa - velamen, grazie alla quale assorbono l'umidità dalla pioggia e dalla nebbia. Nelle giornate calde e secche, funge da serbatoio che protegge la pianta dall'asciugarsi..

Normalmente le radici dell'orchidea sono dense, di colore bianco o giallastro; quando inumidite acquisiscono un colore verde chiaro.

In base al colore, puoi determinare lo stadio della crescita delle radici: i giovani sono di un verde brillante, quelli vecchi sono disattivati.

Se trovi radici oscurate, questo è il primo segno di ristagno e decomposizione. Una tale pianta non vale la pena acquistare.

Le foglie di una pianta sana sono verdi, dense, lucide, senza segni di rughe, punte secche e macchie. Il danno meccanico alle foglie è accettabile. Hai solo bisogno di un'assistenza post-acquisto più attenta.

È meglio che una foglia giovane cresca dallo sbocco, quindi è più facile assicurarsi che il punto di crescita dell'orchidea non sia danneggiato. Più foglie ha una pianta, meglio è..

L'emergere del peduncolo dalla presa significa che si è formato e non crescerà più in altezza. Se le condizioni sono favorevoli, dovrebbe formarsi una filiale accanto al vecchio punto vendita..

È meglio scegliere un peduncolo, che ha fiori in fiore e boccioli formati. In questo caso, l'orchidea decorerà la stanza per diverse settimane..

Quarantena

Dopo l'acquisto, l'orchidea viene dotata di una quarantena di 2 settimane, in modo che in caso di malattia non infetti altre piante da interno.

Dopo l'acquisto, è necessaria una quarantena di due settimane.

Per questo, prima di tutto, scegli un luogo adatto:

  • La pianta acquistata non deve essere posta alla luce solare diretta, il luogo per il fiore deve essere leggermente ombreggiato;
  • I seni fogliari vengono regolarmente esaminati per parassiti e segni di ragnatele;
  • Durante la quarantena, non è consigliabile annaffiare e fertilizzare la pianta. Ciò aiuterà la Phalaenopsis ad adattarsi più facilmente alle nuove condizioni di crescita;
  • Si consiglia di mettere una pianta che è passata in quarantena per un breve periodo su un davanzale soleggiato e di annaffiarla un po '.

Dopo la quarantena, l'orchidea può essere collocata in un luogo permanente.

Come prendersi cura dopo l'acquisto?

Di norma, un'orchidea acquistata da un negozio specializzato non richiede il trapianto. Può crescere su questo substrato per diversi anni..

È necessario trapiantare una pianta in diversi casi:

  1. Se si usa il muschio di sfagno come substrato;
  2. Torba aggiunta al terreno dell'orchidea.

Il muschio di sfagno e la torba hanno un'elevata capacità di umidità, motivo per cui è molto probabile che le radici si inumidiscano eccessivamente in un appartamento..

La coltivazione indoor di un'orchidea richiede la creazione di determinate condizioni e il rispetto di semplici regole per la cura.

Illuminazione

L'illuminazione è il fattore principale nella fioritura delle orchidee. Nelle stanze con luce sufficiente, alcune orchidee fioriscono fino a tre volte all'anno..

Per scegliere la posizione ottimale per un fiore, è necessario attenersi ai seguenti suggerimenti:

  • L'orchidea ama i luoghi con luce diffusa. La luce solare diretta può causare ustioni alle foglie;
  • In estate, le aree soleggiate dovrebbero essere leggermente oscurate usando plastica, pellicola opaca o altri materiali;
  • In autunno e in inverno, le ore di luce diurna devono essere estese a 12 ore utilizzando una lampada fluorescente da 60 watt. È installato a una distanza di 20-30 cm dall'orchidea..

In autunno e in inverno, le ore diurne devono essere estese a 12 ore.

La durata insufficiente dell'illuminazione in inverno è il fattore principale a causa del quale l'orchidea da interno non forma un peduncolo durante questo periodo..

Regime di temperatura

La patria della Phalaenopsis sono le foreste tropicali, quindi, in una cultura dell'appartamento, le condizioni di detenzione calde e umide sono ottimali per lui.

In estate, il fiore si sente benissimo alla temperatura ambiente diurna da 15 a 30 ℃, in inverno: 20-23 ℃. Il suo sviluppo è ben influenzato dalla fluttuazione giornaliera delle temperature diurne e notturne entro 3-5 ℃.

Una tale differenza stimola la formazione di un peduncolo in un'orchidea..

Irrigazione

In condizioni naturali, la phalaenopsis utilizza le radici per ancorarsi sui tronchi degli alberi e assorbire l'umidità dall'aria, quindi non tollera il ristagno e l'acqua stagnante in una pentola.

Le radici in vivo vengono utilizzate per l'ancoraggio.

L'orchidea necessita di annaffiature intense solo durante la stagione di crescita e fioritura. Questa pianta tollera un substrato troppo secco meglio di uno impregnato d'acqua..

L'eccessiva umidità provoca ingiallimento, appassimento delle foglie e marciume radicale.

Il regime di irrigazione ottimale per la phalaenopsis è osservare le seguenti regole:

  • Per l'irrigazione è adatta acqua dolce con un basso contenuto di sale: sciolta, pioggia o normale, sedimentata dopo l'ebollizione;
  • Innaffia l'orchidea solo dopo che il terriccio si è asciugato: 2-3 volte a settimana in estate e ogni 10 giorni in inverno.

Per l'irrigazione, la phalaenopsis viene posta per 10-15 minuti. in un contenitore con acqua o effettuare abbondanti aspersione dalla doccia.

Quindi la pianta viene posta su un vassoio speciale per mezz'ora in modo che l'acqua in eccesso fuoriesca dai fori di drenaggio..

Successivamente, il fiore viene posto in un vaso di fiori decorativo..

Fertilizzanti e alimentazione

La corretta alimentazione della Phalaenopsis consiste nel seguire alcune semplici regole:

  • Viene effettuato solo durante il periodo di crescita vegetativa dell'orchidea;
  • Per un mese dopo il trapianto, la concimazione non viene applicata e le piante in fiore, malate o indebolite non vengono fertilizzate;
  • Nutrono l'orchidea subito dopo l'irrigazione, altrimenti la concimazione può causare ustioni alle radici;
  • Una pianta in fase di crescita (primavera, autunno) viene concimata una volta ogni 2 settimane. In inverno e in estate calda, è sufficiente nutrirsi una volta al mese, poiché in questo momento il fertilizzante viene assorbito lentamente;
  • Una pianta in diversi stadi di crescita necessita di diversi macronutrienti. Per la crescita della massa vegetativa, ha bisogno di azoto, durante la posa dei gambi dei fiori e la fioritura - fosforo e potassio.

Concimi speciali per orchidee possono essere acquistati presso il negozio e applicati secondo le istruzioni..

Utilizzare fertilizzanti speciali secondo le istruzioni..

Potatura dopo la fioritura

Un'orchidea in fiore può deliziare con il suo aspetto da diverse settimane a diversi mesi. Dopo la fine della fioritura, un peduncolo rimane nel vaso.

In questo caso, devi decidere cosa farne dopo:

  • Se il peduncolo è troppo lungo, ma all'estremità vengono deposte gemme, può essere lasciato così com'è, oppure accorciato tagliandolo 1 cm sopra una gemma ben sviluppata;
  • Spesso il peduncolo viene tagliato sulla seconda o terza gemma. La fioritura su un peduncolo accorciato di solito avviene in 2-3 mesi. Con una potatura più forte, a circa 1 cm dalla base della rosetta, il peduncolo si forma molto più tardi;
  • I peduncoli ingialliti e secchi sono completamente tagliati.

La fioritura della phalaenopsis è in gran parte determinata dall'appartenenza all'una o all'altra specie. Pertanto, la potatura del peduncolo non è fondamentale per la cura di questa pianta..

I problemi

Le condizioni di crescita per la phalaenopsis in una serra o in un negozio possono essere molto diverse dalle condizioni di un appartamento. Pertanto, a volte un'orchidea da camera ha problemi..

Le foglie della Phalaenopsis ingialliscono e appassiscono. Succede che una pianta sana e di successo si ammali.

Le foglie diventano giallastre, diventano morbide, perdono elasticità.

Molto spesso questa è una conseguenza di una cura delle piante impropria:

  • Se allo stesso tempo le radici della pianta sembrano sane, dense e hanno un colore argenteo, allora l'orchidea ha bisogno di annaffiare. Una pianta troppo secca deve essere posta in una ciotola d'acqua per 2-3 ore, la pentola deve essere immersa in acqua fino ai bordi;
  • Il secondo motivo per la comparsa di foglie gialle e pigre potrebbe essere l'essiccazione troppo rapida dal terreno a causa della scarsa bagnatura della corteccia. Uno dei motivi potrebbe essere una violazione della tecnologia per preparare un substrato per orchidee;
  • Se le radici annerite o ammorbidite sono visibili attraverso le pareti del vaso, la pianta avrà bisogno di un trapianto. Una possibile ragione di ciò è il regolare ristagno del substrato di orchidea a base di torba, in cui la corteccia non ha il tempo di asciugarsi. In assenza di ossigeno, le radici smettono di respirare e muoiono;
  • Nella calura estiva, il surriscaldamento delle foglie e del substrato è spesso anche la causa dell'avvizzimento delle foglie. Come risultato dell'intensa evaporazione dell'umidità, le radici della pianta sono particolarmente colpite. In questo caso, l'orchidea necessita di annaffiature abbondanti..

Pertanto, il problema delle foglie ingiallite e pigre nelle orchidee è quasi sempre associato al loro apparato radicale..

L'ingiallimento delle foglie è associato alle condizioni dell'apparato radicale.

La Phalaenopsis di solito inizia a fiorire all'età di 1,5-3 anni. L'inizio della fioritura dipende in gran parte dalle condizioni del suo mantenimento..

Se la rosetta di un'orchidea adulta ha 5-8 foglie, una tale pianta è pronta per formare un peduncolo..

Alcune piante iniziano a fiorire dopo che sono cresciute per un certo periodo in condizioni di differenza tra le temperature diurne e notturne..

Altri si attivano dopo il periodo di siccità..

La condizione principale per la fioritura regolare della phalaenopsis è il rispetto delle regole per la cura della pianta:

  • Illuminazione ottimale,
  • Umidità,
  • Regime di temperatura,
  • Smalto.

Caratteristiche di cura per forme ibride di phalaenopsis

Le orchidee del genere Phalaenopsis hanno più di 70 varietà, la maggior parte delle quali sono note solo agli specialisti..

Negli ultimi decenni, molte orchidee ibride sono apparse nei negozi, tra cui Phalaenopsis mix e Phalaenopsis mini..

Sono rappresentati da piante con fiori dalle forme, sfumature e dimensioni più incredibili, che hanno guadagnato loro una popolarità speciale tra gli amanti dell'esotico.

Le mini orchidee si distinguono per le loro piccole dimensioni, a volte assomigliano a una viola. La loro combinazione di colori corrisponde alla pianta standard.

Le mini orchidee sono più sensibili alla toelettatura e richiedono meno irrigazione e alimentazione. Fertilizzare un bambino del genere non più di una volta al mese.

Altrimenti, prendersi cura di varie specie e ibridi di phalaenopsis praticamente non differisce dalla cura di un'orchidea normale.

Video utile

Guarda una lezione video di uno specialista su come prendersi cura di un'orchidea dopo l'acquisto:

Guarda nel video l'esperienza di un fiorista sulla cura della phalaenopsis dopo l'acquisto:

Guarda il video perché le foglie di orchidea diventano gialle:

Guarda il video per suggerimenti su come prendersi cura della mini phalaenopsis:

Conclusione

Se ti prendi cura e innaffia adeguatamente dopo il negozio, questa elegante pianta ti delizierà a lungo con fiori squisiti..

Come prendersi cura della phalaenopsis a casa dopo il negozio? Istruzioni passo passo

La Phalaenopsis è un bellissimo fiore della famiglia delle orchidee. La bellezza dei suoi peduncoli, disponibili in un'ampia varietà di sfumature, dal bianco al viola, rendono la pianta una delle più apprezzate nel negozio di fiori..

Ma spesso dopo l'acquisto, una bellissima orchidea inizia ad appassire, perde foglie e talvolta muore. Perché sta succedendo questo e cosa fare dopo aver acquistato un'orchidea? In questo articolo parleremo delle regole per prendersi cura di questa pianta tropicale. Guarda anche un video utile sull'argomento..

Differenze nella manutenzione di un fiore a casa e in un negozio

Il fatto è che nei negozi le orchidee vengono coltivate in condizioni specifiche. Il compito principale dei venditori è acquistare la pianta. Pertanto, dovrebbe essere presentabile in apparenza: grande, con abbondante turgore verde e, preferibilmente, fiorito.

Per ottenere ciò, viene utilizzata la medicazione superiore, la pianta viene annaffiata abbondantemente, lo sfagno viene piantato sul muschio, a volte si verifica un vero e proprio inganno: orchidee dipinte di blu. La vernice viene iniettata in un peduncolo bianco e si ottiene un'orchidea blu brillante "esotica", che non esiste nemmeno in natura.

Inoltre, l'orchidea nel negozio di solito non ha accesso alla luce naturale, ma è invece integrata con phytolamps. Ma vengono forniti il ​​regime di temperatura e l'umidità necessaria - ea casa, per creare le condizioni ideali per la pianta, ci vorrà del tempo.

Periodo di adattamento

Quindi, la pianta è stata acquistata ed è tornata a casa, cambiando bruscamente da un microclima all'altro. Ciò che ci sembra insignificante: un cambiamento di temperatura di diversi gradi, una diminuzione o un aumento dell'umidità e della quantità di luce, è molto significativo per un'orchidea. Nel prossimo futuro, si adatterà al mutato ambiente. Questo è chiamato periodo di adattamento..

Passa in modo abbastanza spaventoso: la pianta perde gemme e fiori già sboccianti, le foglie possono iniziare ad appassire e seccare, o in alcuni punti ingiallire. Non c'è bisogno di farsi prendere dal panico e pensare che la phalaenopsis sia sparita: questo è un normale processo di adattamento.

È importante aiutare la pianta a farcela con successo. Per fare questo, crea una "zona di quarantena", posizionandola lontano da altre piante d'appartamento. Questo proteggerà il resto dei fiori dai parassiti che potrebbero essere nel nuovo fiore, dalle sue malattie. Il periodo di adattamento e isolamento del fiore sarà di circa tre settimane.

Cosa fare prima?

  1. Per cominciare, esamina attentamente l'orchidea per parassiti e malattie. Se sospetti che il fiore sia malato di qualcosa, non affrettarti ad iniziare il trattamento. Aspetta un paio di settimane e lascia che diventi più forte dopo il movimento.
  2. Guarda la corteccia. Molto spesso nei negozi, lo strato superiore della corteccia in cui cresce l'orchidea è coperto da una fioritura bianca. È velenoso per la pianta, devi buttare via tutti questi pezzi.
  3. Controlla se ci sono fori di drenaggio nella pentola e se ce ne sono abbastanza. In caso contrario, devono essere eseguiti con urgenza e non è necessario un trapianto di orchidee. Riscalda l'unghia e buca la pentola con dentro l'orchidea. La cosa principale è non danneggiare le radici. I fori di drenaggio in una pentola per orchidee dovrebbero essere posizionati non solo sul fondo, ma anche sulle pareti del vaso.

Prenditi il ​​tuo tempo per innaffiare e nutrire la pianta dopo averla acquistata nel negozio. L'irrigazione dovrebbe essere non più di 1 volta a settimana e l'alimentazione e gli stimolanti della crescita durante il periodo di assuefazione possono solo danneggiare.

Inoltre, non tagliare le foglie pigre e ingiallite: o si rianimeranno dopo un periodo di adattamento, oppure scompariranno da sole, avendo precedentemente dato la vitalità dell'orchidea, di cui ora ha davvero bisogno.

Ho bisogno di un trapianto?

Ho bisogno di un trapianto di fiori in vaso subito dopo il negozio o no? Su questo punto, divampano gravi controversie tra coltivatori di fiori esperti. I sostenitori del trapianto citano come argomenti un possibile pericolo per l'orchidea:

  • Può crescere nel terreno sbagliato, che non fornisce abbastanza umidità e aria per le radici..
  • Le orchidee sono spesso piantate in vasi di ceramica senza drenaggio. Inoltre, è difficile per loro determinare il grado di essiccazione del substrato e la necessità di irrigazione..
  • Le orchidee nei negozi sono spesso allagate, quindi mentre la pianta in casa fiorisce, le sue radici potrebbero già marcire.
  • A volte, per stimolare la crescita, la pianta viene piantata su una cosiddetta "bomba di muschio" - un pezzo di sfagno che trattiene l'umidità, proprio sotto le radici. Al di fuori delle condizioni del negozio, può provocare il marciume delle radici e del fusto.

Un trapianto può anche danneggiare un fiore:

  • Le orchidee vengono solitamente acquistate in fiore e durante il periodo di fioritura la pianta può essere trapiantata solo come ultima risorsa..
  • Qualsiasi trapianto, anche programmato, è stress per la pianta, ed eccolo, inoltre, moltiplicato per lo stress da adattamento.

Come procedere? Concentrati sul fatto che alla phalaenopsis non piace essere toccata. Se l'orchidea ha un aspetto sano, le foglie sono verdi, elastiche, senza macchie nere, le radici aeree non sono danneggiate e il marciume non è visibile sulle radici e sul collo, quindi il trapianto aspetterà. È meglio eseguirlo quando sulle radici compaiono punte verde brillante. Ciò significa che l'orchidea si è completamente adattata e ha iniziato a crescere..

Ma ci sono situazioni in cui un trapianto è assolutamente necessario:

  1. Il vaso è piccolo, si capovolge sotto il peso della pianta, non c'è quasi più terra nei piatti, tutto ha spostato le radici. È particolarmente pericoloso se le piccole radici escono dalla pentola e iniziano a intrecciarla. In futuro, si tesseranno in una spugna idrofobica stretta e l'orchidea morirà senza acqua e sarà difficile tessere un tale nodulo senza danni significativi alle radici.
  2. Le radici sono rovinate: sono secche, o viceversa, ammorbidite e marce. In questo caso, solo un trapianto di emergenza può salvare l'orchidea, con la rimozione di tutto il marciume. Suggerimento: se la pianta sta fiorendo in questo momento, il peduncolo deve essere tagliato.

Istruzioni passo passo

  1. Preparare un nuovo vaso trasparente (2-3 cm più grande del precedente) o disinfettare quello vecchio, fare scorta di substrato. L'opzione migliore è il pino secco o la corteccia di pino.
  2. Rimuovi con attenzione l'orchidea dalla pentola. Per fare questo, è necessario impastare un po 'la pentola: le radici cambieranno posizione, rilasceranno il substrato e saranno facilmente rimosse.
  3. Metti il ​​fiore insieme al substrato in acqua tiepida, lascia per un'ora.
  4. Lavare il vecchio terreno sotto la pressione dell'acqua.
  5. Esamina le radici. Rimuovi tutto ciò che è marcio e morto. Per determinare se una radice è viva, strizzala leggermente. I morti si accartocceranno sotto le dita, l'umidità uscirà da lui.
  6. Tratta tutti i tagli con carbone tritato o cannella.
  7. Lascia asciugare l'orchidea per qualche ora.
  8. Versare il drenaggio sul fondo della pentola: argilla espansa o sabbia di fiume grossolana, quindi posizionare la pianta al centro e iniziare a riempirla con il substrato (leggi quale vaso per la phalaenopsis è meglio qui).
  9. Battere sui lati della pentola in modo che il substrato si depositi, rabboccare se necessario. Non è necessario accettare il substrato: in questo modo rischi di danneggiare le radici.
  10. Fai un supporto per il peduncolo.

Guarda un video sul trapianto di un'orchidea del negozio:

Selezione del posto

Quindi, il fiore è stato trapiantato e ora inizierà a mettere radici in te. Per questo è necessario creare determinate condizioni. Come prendersi cura di un'orchidea acquistata da un negozio di fiori e trapiantata in un vaso?

All'inizio, il fiore è debole e deve essere protetto dalla luce intensa, tenuto in ombra parziale. Ad esempio, puoi metterlo sul comodino vicino alla finestra. In questo caso, il luogo deve essere caldo e protetto dalle correnti d'aria. In futuro, è meglio scegliere i davanzali orientali o occidentali: a sud, la luce solare diretta brucerà foglie delicate e a nord sarà troppo freddo.

Umidità e temperatura

Le orchidee amano l'umidità e il calore. L'umidità dell'aria dovrebbe essere almeno del 40-60%. La temperatura in estate è di 30-32 gradi e in inverno - 15-17 gradi. Se scende o sale di parecchi gradi, provocherà la perdita di foglie..

Se non riesci a ottenere un'umidità ottimale, posiziona la pentola su un pallet di macerie umide e ciottoli. La cosa principale è non esagerare, in modo che la decomposizione delle radici non inizi. La spruzzatura aiuta anche per questi scopi, ma è meglio non spruzzare un'orchidea appena acquistata. Ma puoi pulire le foglie con un batuffolo di cotone inumidito.

Prima irrigazione

È importante non innaffiare l'orchidea dopo l'acquisto, per almeno una settimana o anche 10 giorni. Un divario così ampio è dovuto al fatto che è impossibile sapere quando la phalaenopsis è stata annaffiata l'ultima volta nel negozio. E il trabocco per questo tipo di orchidea è molto più pericoloso della siccità..

In futuro, è necessario annaffiare con acqua calda e dolce. Di solito il fiore viene messo a bagno per mezz'ora in un contenitore d'acqua, simulando un acquazzone tropicale. Puoi scoprire quanto spesso innaffiare l'orchidea phalaenopsis a casa qui..

Di più su come e cosa innaffiare la phalaenopsis durante la fioritura e dopo il trapianto, ne abbiamo parlato in un articolo separato..

Guarda un video sulla prima annaffiatura di un'orchidea dopo il trapianto:

Cosa fare dopo?

Molto probabilmente, la phalaenopsis acquistata è già in fiore o presto fiorirà. Durante la fioritura è sufficiente mantenere la pianta in ombra parziale e annaffiarla ogni 3-4 giorni..

Dopo la fioritura, la freccia deve essere tagliata. La pentola viene nuovamente riorganizzata alla luce, l'irrigazione viene leggermente ridotta. Fertilizzare la phalaenopsis in primavera (su quali fertilizzanti sono necessari per l'orchidea phalaenopsis e su come applicarli correttamente, puoi scoprirlo qui).

Quali problemi sono possibili?

A volte capita che tutto sia fatto correttamente, ma la phalaenopsis ancora non cresce e si indebolisce. Molto spesso ciò è dovuto al trabocco nel negozio. Se le foglie appassiscono e si seccano, non devi pensare che ciò sia dovuto alla mancanza di umidità..

Un'orchidea troppo secca viene completamente ripristinata dopo la prima irrigazione. Ma salvare la phalaenopsis inzuppata è più difficile..

In questa situazione, vale la pena interrompere urgentemente l'irrigazione e provare a trapiantare la pianta per salvare almeno una parte del sistema radicale..

Un altro problema comune è l'infestazione da insetti (i grumi di cotone idrofilo compaiono sulle foglie) o gli acari (una ragnatela sul lato inferiore della foglia). Hai bisogno di un trattamento con un rimedio per il tipo corrispondente di parassiti.

Conclusione

Ora sai come prenderti cura della tua Phalaenopsis appena acquistata e sei in grado di far fronte a tutte le sorprese e i problemi. Con la dovuta cura, l'orchidea crescerà, fiorirà e ti delizierà per molti anni! Ora, grazie alle nostre istruzioni passo passo, sai cosa fare dopo aver acquistato la Phalaenopsis.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

Di che tipo di cure ha bisogno la Phalaenopsis a casa dopo l'acquisto in un negozio??

Molti, vedendo fiorire un'orchidea in un negozio, vogliono acquistarla. Ma non tutti sanno come prendersi cura di lei, che tipo di clima ama la pianta e che è necessario fare tutta una serie di lavori prima che la phalaenopsis metta finalmente radici nell'appartamento.

Ti parleremo delle sfumature della scelta di una pianta sana, come prendersene cura adeguatamente subito dopo l'acquisto e cosa fare per rendere la pianta piacevole alla vista con una rapida fioritura.

Differenze nel mantenere una casa e un negozio di fiori

Le condizioni per conservare i fiori nei negozi ea casa dopo l'acquisto sono significativamente diverse. L'obiettivo del venditore è vendere le piante, più velocemente è, meglio è.

I fiori dovrebbero essere belli nell'aspetto, senza foglie secche. È meglio quando la phalaenopsis fiorisce, quindi l'acquirente presterà rapidamente attenzione alla pianta..

Per fare ciò, i negozi usano alcuni trucchi:

  • utilizzare l'alimentazione in quantità maggiore;
  • annaffiature abbondanti;
  • sfagno.

Si tratta anche di un inganno quando una tintura viene iniettata nella pianta e invece di fiori bianchi compaiono fiori blu brillante, che non sono in natura.

Come scegliere il vaso giusto per la phalaenopsis, leggi qui.

Le orchidee hanno anche un accesso limitato alla luce solare nel negozio. I venditori usano phytolamps. Ma la giusta temperatura e umidità nei negozi di fiori vengono mantenute. A casa, è necessario creare condizioni ideali, il che richiede tempo.

Qual è il periodo di adattamento e come va?

Cambiare il microclima del negozio in un microclima dell'appartamento per un'orchidea è di grande importanza. Il fiore reagisce anche a piccoli cambiamenti di umidità, temperatura, illuminazione. L'impianto impiegherà un po 'di tempo per adattarsi al cambiamento. Questo è il periodo di adattamento.

Durante l'adattamento, i boccioli ei fiori cadono, le foglie diventano letargiche, ingialliscono e si seccano. In effetti, non dovresti aver paura. Per un'orchidea, questo è il solito corso di adattamento a un nuovo clima..

Affinché la pianta si adatti meglio, deve essere collocata separatamente e deve essere creata una "zona di quarantena". Aiuterà anche a evitare la contaminazione di altre piante d'appartamento. La Phalaenopsis dovrebbe essere tenuta in tale quarantena per tre settimane..

Cosa fare prima e cosa non fare?

Istruzioni dettagliate su cosa fare se hai acquistato un'orchidea in un negozio e l'hai portata a casa:

  1. Il primo passo è esaminare la phalaenopsis per la presenza di insetti e malattie. Dopo aver scoperto la malattia, non iniziare subito il trattamento, ma attendere due settimane affinché il fiore si adatti e si rafforzi dopo aver cambiato le premesse.
  2. Esamina la corteccia versata nella pentola. Dovrebbe essere privo di fioritura bianca, che è velenosa per la phalaenopsis. La corteccia con una tale fioritura deve essere rimossa e riempita di nuovo.
  3. Controlla la pentola per i fori di drenaggio. Dovrebbero essere posizionati non solo lungo il fondo, ma anche sui lati della pentola. Se non ci sono buchi, devono essere realizzati indipendentemente, la cosa principale nel processo è non danneggiare le radici dell'orchidea.

Per la phalaenopsis acquisita, è necessario selezionare un luogo da cui il fiore non può essere rimosso in seguito..

  1. Non è necessario innaffiare immediatamente il terreno in una pentola di un'orchidea acquistata in negozio o nutrirla abbondantemente. L'irrigazione deve essere effettuata non più di 1 volta alla settimana, e l'uso di fertilizzanti e stimolanti, durante l'adattamento della pianta, deve essere completamente escluso.
  2. Non è necessario rimuovere le foglie appassite e gialle. Durante l'adattamento, possono prendere vita o cadere da soli dalla pianta. Le foglie appassite danno la loro energia alla pianta, di cui ha davvero bisogno.

Ti offriamo di guardare un video su cos'altro devi fare dopo aver acquistato la phalaenopsis:

Devo trapiantare in un altro vaso e quando è necessario?

Questa domanda interessa molti giardinieri. In generale, mentre la pianta si sta riprendendo dal trasloco, non è consigliabile ripiantarla. Devi lasciarlo crescere più forte.

Ma in alcuni casi, è necessario trapiantare un fiore da interno dopo l'acquisto in un negozio:

  • la decomposizione del terreno si è verificata nel vaso acquistato e non si asciuga per molto tempo dopo l'irrigazione - più di una settimana (qui puoi scoprire quale dovrebbe essere il terreno per coltivare l'orchidea phalaenopsis);
  • le radici della phalaenopsis sono colpite, hanno macchie nere o il sistema radicale è completamente asciutto;
  • le foglie della pianta diventano gialle, ma non a causa del processo naturale di appassimento.

Abbiamo parlato di più di quando è meglio trapiantare l'orchidea phalaenopsis a casa in un articolo separato..

Istruzioni dettagliate: come trapiantare?

Prima di piantare, devi preparare:

  • uno strumento di potatura pretrattato con alcool;
  • suolo;
  • sfagno;
  • una pentola lavata con la soda;
  • un bastoncino per spingere il terreno tra le radici;
  • mezzi per elaborare sezioni (verde brillante, carbone tritato, cannella);
  • argilla espansa;
  • Preparazioni di Epin e Fitosporin-M;
  • Cotton fioc;
  • bastoncini e clip per peduncoli.
  1. Prepara una soluzione che rafforzi l'immunità della pianta per immergere l'orchidea in essa. Per fare questo, hai bisogno di 1/5 cucchiaino di Fitosporin-M, diluito in una piccola quantità di acqua calda. Rabboccare con acqua per ottenere due litri di soluzione. Aggiungi Epin (10 gocce).
  2. Prendi l'orchidea nel palmo della mano alla base e capovolgi il vaso. Se il sistema di root non esce, il contenitore deve essere tagliato.
  3. Rimuovi il vecchio terriccio dal sistema radicale. Le radici della Phalaenopsis sono fragili, è necessario pulirle accuratamente.
  4. Esamina il fiore. Le foglie e le radici danneggiate e secche devono essere tagliate. Le radici delle orchidee sane dovrebbero essere sode, pulite, verdi o grigio-verdi.
  5. Immergere il sistema radicale del fiore per 40 minuti nella soluzione Fitosporin-M preparata in anticipo. Tratta le radici tagliate con un antisettico. Lascia asciugare le radici per tre o quattro ore.
  6. Metti dei bastoncini per ogni peduncolo della pianta.
  7. Riempi il fondo del contenitore di semina con il drenaggio. Metti la pianta al centro. Copri le radici con la terra. Innanzitutto, è meglio aggiungere un po 'di vecchio e quindi aggiungere un substrato fresco.
  8. Riempi delicatamente lo spazio vuoto tra le radici con la corteccia. Per fare questo, agita leggermente la pentola. Le radici superiori possono essere lasciate scoperte. Metti il ​​muschio in cima al terreno.
  9. Metti l'orchidea nel posto assegnato per 10 giorni. La temperatura non deve superare i + 22 gradi. Non è necessario annaffiare la pianta subito dopo il trapianto.

Offriamo di guardare un video sul trapianto di phalaenopsis:

Come prendersi cura di un fiore da interni acquistato in negozio?

Una volta acquistata e portata a casa una pianta, non è sufficiente metterla ovunque. L'orchidea ha bisogno di cure adeguate e la creazione di un microclima familiare per questo.

Ti offriamo di guardare un video sulla cura della phalaenopsis acquistata:

Selezione del posto

  • La Phalaenopsis, come altri fiori, può essere posizionata su davanzali o supporti speciali. Le finestre sul lato est sono le più adatte.
  • L'orchidea non ama la luce solare diretta. Può fiorire perfettamente nella parte posteriore della stanza, ma le ore diurne dovrebbero essere di almeno 12. Se le finestre si trovano sul lato sud, in estate è necessario creare un'ombra artificiale per la pianta. In inverno, con poche ore di luce diurna, vengono utilizzati i fitolampi.
  • Il vaso deve essere girato periodicamente in modo che l'orchidea non cada da un lato..

Creare le condizioni per crescere

La Phalaenopsis ha bisogno di aria umida. Nell'appartamento, soprattutto in inverno, l'aria è molto secca. Pertanto, è necessario utilizzare umidificatori. Possono essere acquistati o fatti in casa. Un pallet con acqua è perfetto, in cui è necessario riempire argilla espansa o ciottoli. Posiziona un vaso di fiori sulle pietre.

L'orchidea, in piccole quantità e solo prima di pranzo, può essere spruzzata. È importante assicurarsi che non rimanga acqua nelle ascelle delle foglie, altrimenti il ​​fiore marcirà. Nella stagione calda, accanto all'orchidea, devi mettere un contenitore pieno d'acqua.

La stanza deve essere periodicamente ventilata, ma in modo che l'impianto stesso non sia in correnti d'aria. Il miglior intervallo di temperatura per un'orchidea va da + 24 a + 29 gradi in estate e da + 17 a + 25 gradi in inverno. La Phalaenopsis non ha un periodo di riposo pronunciato. Per stimolare la formazione di gemme, è necessario abbassare la temperatura a + 17. Tenere la pianta al suo interno per 2-2,5 settimane, fino a quando non si formano le gemme.

Ispezionare la pianta e determinarne le esigenze

Succede che le azioni vengono eseguite correttamente e l'orchidea ha smesso di crescere e si è indebolita. Ciò potrebbe essere dovuto all'abbondante irrigazione nel negozio. Le foglie appassite e secche non sono sempre un segno di mancanza di umidità.

Se la phalaenopsis è troppo secca, può essere ripristinata dopo la prima irrigazione. Ma se è allagato, sarà difficile salvare la pianta. Quando trabocca, è urgente smettere di annaffiare e trapiantare l'orchidea.

Se sulla pianta è presente un verme o un acaro, deve essere trattato con un rimedio progettato contro l'uno o l'altro tipo di parassita.

Prima irrigazione

Dopo l'acquisto, la pianta non viene annaffiata, ma lasciata passare attraverso il processo di adattamento.

  1. Ispeziona il sistema radicale e il terreno prima di annaffiare.
  2. Tutte le sostanze che assorbono l'umidità (muschio) devono essere rimosse dal supporto.

Per l'irrigazione l'acqua deve essere pulita, filtrata, calda. È meglio annaffiare la mattina per far asciugare la pianta fino alla sera. Un buon modo per annaffiare è quando la pentola della phalaenopsis viene posta in una ciotola piena d'acqua per 2-3 ore. La corteccia e le radici assorbiranno la quantità d'acqua necessaria per la pianta.

La Phalaenopsis ama l'irrigazione moderata. Possono tollerare brevi periodi di siccità. Ma reagiscono bruscamente all'irrigazione senza un regime. Per elaborare un regime di irrigazione, è necessario tenere conto della temperatura e dell'umidità nella stanza, del periodo dell'anno e delle condizioni della pianta.

Prossimi passi

Di solito, l'orchidea portata dal negozio ha già acquisito colore o sta per fiorire. Durante la fioritura, la phalaenopsis deve essere protetta dalla luce intensa e dall'irrigazione con una frequenza di una volta ogni 3-4 giorni.

Possibili problemi

A causa delle mutevoli condizioni, un'orchidea del negozio potrebbe riscontrare i seguenti problemi:

  • La pianta è essiccata, il sistema radicale è argenteo. Una tale pianta ha bisogno di annaffiare.
  • Terreno asciutto in una pentola, la corteccia è scarsamente inumidita. Ciò potrebbe essere dovuto a una violazione del metodo di produzione del substrato. Il terreno deve essere cambiato.
  • Radici nere e morbide della phalaenopsis. Indicare un trabocco regolare del terreno. La corteccia non si secca, le radici mancano di ossigeno e iniziano a morire. La pianta deve essere trapiantata.
  • Spesso gli insetti nocivi sono presenti nel substrato e nelle stesse orchidee del negozio. Possono influenzare non solo la parte esterna della pianta, ma anche il suo apparato radicale. In questo caso, la pianta viene trattata con i preparativi necessari..

La Phalaenopsis è il miglior regalo per i floricoltori, ma è stravagante a modo suo e con le sue caratteristiche. Se impari le regole per prendersi cura delle orchidee, puoi raccogliere molti tipi di piante a casa, inclusi esemplari rari. E poi ammira come fioriscono magnificamente.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

Orchidea (phalaenopsis). Come prendersi cura dopo l'acquisto

Hai un'orchidea? Molto spesso nei negozi di fiori puoi trovare l'orchidea Phalaenopsis. Non importa se l'hai comprato da solo o ti è stato presentato un "bouquet fiorito" - forse il negozio non se ne è preso cura molto bene o ha prestato poca attenzione.


Devo trapiantare l'orchidea phalaenopsis dopo l'acquisto?


Quando un'orchidea ha bisogno di un trapianto dopo l'acquisto:

  • Un'orchidea in una pentola non ne vale la pena da sola. E succede, le foglie si sono sviluppate unilateralmente e vanno oltre il vaso, l'orchidea si gira. Oppure un peduncolo con un supporto ha deviato notevolmente e sbilancia l'orchidea. In questo caso, un modo radicale per risolvere il problema è un trapianto. In alternativa, puoi posizionare l'orchidea in una fioriera di vetro pesante. Oppure puoi allineare il peduncolo con il supporto rimuovendolo e reinstallandolo.
  • C'è poco substrato nel vaso e l'orchidea "penzola" in esso. In questo caso, anche il supporto del peduncolo si piegherà e travolgerà la pianta in vaso. In questo caso, ci sono delle opzioni: puoi riempire il substrato o trapiantarlo immediatamente in un altro vaso, possibilmente più grande.
  • L'orchidea ha qualche tipo di problema alla radice. Nell'orchidea phalaenopsis, grazie al vaso trasparente, puoi vedere le radici rovinate. Se ci sono molte radici problematiche, circa la metà di tutte quelle visibili, l'orchidea dovrà essere trapiantata. È necessario rimuovere tutte le radici danneggiate (cospargere il sito di taglio con carbone tritato, per questo puoi schiacciare una compressa di carbone attivo) e piantare l'orchidea in un nuovo substrato. Potresti dover sacrificare i fiori (tagliare il gambo e metterlo in un vaso), ma salverai la pianta. Se ci sono poche radici, non estenderanno la fioritura, se le radici rimangono meno del venti percento, allora c'è anche la possibilità di morire delle foglie inferiori, perdita di turgore fogliare, perché le radici rimanenti semplicemente non possono nutrire un tale numero di foglie, ma non c'è nulla di cui preoccuparsi - se riesci a crescere radici, le foglie cresceranno nuove.
  • Vuoi vedere la tua orchidea in un vaso diverso. Puoi trapiantare o posizionare un vaso di plastica in una bella fioriera (dovrebbe essere trasparente o traslucida).

Se la pianta fiorisce e sembra sana (l'orchidea non è allagata, non c'è marciume, annerimento delle foglie, normale turgore fogliare), il trapianto durante il periodo di fioritura è indesiderabile, poiché l'orchidea spende tutte le sue forze sulla fioritura, è meglio trapiantare la pianta dopo la fioritura. Allo stesso tempo, fai attenzione con l'irrigazione, di solito la phalaenopsis si trova in un substrato che consuma umidità e devi annaffiarli solo dopo che si sono completamente asciugati, è meglio asciugare che versare.

La Phalaenopsis è un'epifita e hanno bisogno di asciugare le radici.

Quante volte innaffiare l'orchidea phalaenopsis?


Di solito ci sono in vendita standard e mini-phalaenopsis. Standard: piante abbastanza grandi con fiori grandi, vendute in vasi con un diametro di 8-15 cm, la corteccia funge da substrato, a volte con l'inclusione di muschio di sfagno, radici di felce, ecc. Le mini-phalaenopsis sono piccole stesse ei loro fiori non sono grandi, vengono venduti piccoli vasi, e spesso il substrato è muschio di sfagno senza l'aggiunta di corteccia. Poiché la capacità di umidità dei substrati è diversa, la cura di questi due tipi di phalaenopsis è leggermente diversa..

Se le piante sono di dimensioni standard, è meglio annaffiarle una volta ogni 7-10 giorni, immergendo la pentola in una ciotola d'acqua per 5-10 minuti (l'acqua non deve arrivare sulle foglie e nel punto di crescita, se lo fa, asciugare con un tovagliolo). Quindi lasciano scolare completamente l'acqua e mettono la pianta a posto.

È più difficile annaffiare le piante nel muschio, quindi non uso lo sfagno come unico componente del substrato, è meglio trapiantarlo dal muschio nella corteccia della frazione centrale. La cosa principale è annaffiare in modo che il muschio sia umido, ma non bagnato. A volte è sufficiente annaffiare una volta alla settimana, a volte una volta ogni 5-10 giorni: tutto dipende dalle condizioni di temperatura e dall'umidità dell'aria. Se la condensa si accumula sulle pareti della pentola, puoi praticare dei buchi nelle pareti della pentola (con un diametro di 0,5 - 1 cm), in una tale pentola il substrato si asciugherà più velocemente.

Dopo l'irrigazione, non esporre l'orchidea al sole e anche le correnti d'aria dovrebbero essere evitate. Il miglior indicatore di una corretta irrigazione è un aspetto vigoroso della pianta e foglie verdi dense..

È importante che le orchidee alternino l'irrigazione e l'essiccazione. La maggior parte delle orchidee cresce sugli alberi, usandole come supporto. Le radici sono sparse in tutte le direzioni, c'è una massa di radici aeree che raccolgono l'umidità dall'aria, quindi il trabocco (substrato costantemente bagnato) provoca marciume e morte delle radici. In caso di dubbio se è ora di annaffiare, è meglio aspettare un paio di giorni in più che versare.


Di che tipo di illuminazione ha bisogno la Phalaenopsis??


Durante la fioritura, la Phalaenopsis non necessita di una buona illuminazione. Puoi posizionarlo in fondo alla stanza o in una stanza senza luce naturale. Ma dopo la fioritura, la Phalaenopsis deve fornire una buona illuminazione..

In natura, la phalaenopsis vive all'ombra degli alberi. Nell'appartamento, una finestra di qualsiasi orientamento si adatterà a loro, ad eccezione del nord e del sud (nel caso di una finestra a sud, potrebbe essere necessaria l'ombreggiatura). La luce solare diretta provoca la comparsa di caratteristiche macchie chiare sulle foglie: ustioni. Se questo è successo con la tua orchidea, deve essere urgentemente riorganizzata in un luogo meno illuminato o ombreggiato.

Le Phalaenopsis sono orchidee che amano la luce, ma il sole diretto è controindicato per loro.
La Phalaenopsis può anche essere coltivata con successo in fondo alla stanza, utilizzando lampade fluorescenti per illuminarle..

Trapianto di Phalaenopsis

Per me, il substrato migliore e più conveniente oggi è la corteccia di pino. Lo raccolgo io stesso in una pineta da alberi caduti e seccati da tempo (non c'è, o pochissima, resina in tale corteccia), poi con l'aiuto di mio marito lo taglio a cubetti di circa 1-2 cm e lo faccio bollire per un'ora.

Puoi usare la corteccia che viene venduta nel negozio (solo, per favore, non comprare "substrato per orchidee", contiene torba, che non è adatta per la nostra phalaenopsis, la torba riempie i vuoti all'interno del vaso, comprime il substrato e interferisce con una buona essiccazione del substrato, di conseguenza - è possibile la decomposizione delle radici).

Altre opzioni di substrato:

Corteccia di pino (pezzi 1-2 cm) + carbone in un rapporto di 5: 1 (5 parti di corteccia + 1 parte di carbone) - basso contenuto di umidità, buona permeabilità all'aria. Fertilizzante necessario per orchidee.
Corteccia di pino + muschio di sfagno tritato + carbone di legna in un rapporto di 5: 2: 1 - elevata capacità di umidità. È necessaria una concimazione aggiuntiva per le orchidee.

Se la parte inferiore dello stelo è marcia, deve essere tagliata su tessuto assolutamente sano, ogni volta prima di tagliarla disinfettando un coltello o un rasoio in alcool o accendendo il fuoco. Quindi coprire il taglio con zolfo, carbone o cannella in polvere e asciugare all'aria per circa una settimana, appendendolo verticalmente in un bicchiere vuoto. Dopo una settimana, metti il ​​muschio di sfagno in un bicchiere in modo che non tocchi il taglio e inizia a cospargere il muschio. Mantieni la pianta calda e sotto un'illuminazione fluorescente.
Se fosse possibile fermare il marciume, dopo un po 'appariranno radici aeree dalle ascelle delle foglie.


Come far rifiorire l'orchidea phalaenopsis?

La fioritura della Phalaenopsis è stimolata da una leggera essiccazione e da un abbassamento della temperatura. Non innaffiare affatto la pianta per 10-12 giorni. Allo stesso tempo, ridurre la temperatura notturna di 3-5 gradi rispetto al giorno.


Fertilizzanti per orchidee

Le Phalaenopsis non richiedono un'alimentazione frequente e regolare; possono fiorire abbondantemente per mesi e allo stesso tempo accontentarsi di scarse sostanze nutritive, strappandole dalla corteccia e dallo sfagno in decomposizione. Tuttavia, per il pieno sviluppo della pianta, deve essere periodicamente alimentato. È possibile acquistare un fertilizzante speciale per orchidee o utilizzare altri fertilizzanti minerali complessi, ma in questo caso la concentrazione della soluzione dovrebbe essere ridotta di 2-3 volte rispetto a quella consigliata dal produttore per le piante "normali".
Prima di concimare, la phalaenopsis deve essere annaffiata per evitare ustioni alle radici.

È inaccettabile nutrire orchidee malate, questo può portare alla morte della pianta, inoltre non dovresti nutrire piante da fiore, questo può portare a spargimento prematuro dei fiori.

Questo articolo è rivolto ai principianti, unisciti alla conversazione sul nostro forum, fai domande, condividi la tua esperienza.
Buona fortuna a coltivare queste meravigliose piante :)