Cosa fare se l'orchidea è appassita?

L'essiccazione e l'appassimento delle orchidee è una situazione estremamente dolorosa per qualsiasi coltivatore. Molto spesso, queste bellezze esotiche iniziano ad asciugarsi quando le regole di irrigazione vengono violate e l'umidità dell'aria è insufficiente. Ma a volte la loro essiccazione può essere innescata da altri fattori non legati all'irrigazione e ai livelli di umidità. Molti sono interessati a cosa fare se l'orchidea inizia ad asciugarsi, può essere salvata e come farlo.

Le ragioni

Tra i motivi principali per cui l'orchidea si asciuga, è necessario notare alcuni dei più comuni.

Inosservanza del regime di irrigazione

Un regime di irrigazione errato è uno dei motivi principali che portano al fatto che l'orchidea inizia a soffrire di mancanza di umidità. Tali situazioni si verificano spesso con coltivatori principianti inesperti che, per paura di allagare la pianta, cercano di annaffiarla meno spesso del necessario. Il fatto che l'orchidea stia vivendo un acuto deficit di umidità è indicato da un cambiamento nel colore delle sue radici. Nelle piante sane, hanno un colore verde, che fornisce velamen. In sostanza, il velamen è uno strato di cellule morte che copre le radici delle piante e impedisce loro di seccarsi. Inoltre, il velamen protegge il sistema radicale dai danni. Quando le radici si seccano, a causa di un'irrigazione insufficiente, lo strato di velamen si ispessisce. La formazione di uno strato di cellule morte e porta ad uno scolorimento delle radici.

Per evitare che le orchidee si secchino, è necessario osservare attentamente il regime di irrigazione. La frequenza ottimale è 2-3 volte a settimana in estate e 1-2 volte a settimana in inverno. Se l'estate è molto calda, è consentito annaffiare le piante più spesso..

Normalmente, il substrato nel vaso dell'orchidea dovrebbe essere sempre moderatamente umido..

Insufficiente umidità dell'aria

Nella giungla tropicale, che è l'habitat naturale delle orchidee, l'umidità dell'aria è costantemente alta. A casa, i coltivatori di fiori mantengono il livello di umidità richiesto nella stanza in cui crescono piante esotiche con l'aiuto di una regolare irrorazione con acqua calda. Speciali umidificatori elettrici forniscono anche un aiuto significativo nel mantenere stabile l'umidità dell'aria..

Il modo più semplice per saturare costantemente l'aria con l'umidità è posizionare un ampio contenitore d'acqua vicino alle piante. Nella stagione calda, l'acqua evaporerà dal contenitore, saturando l'aria interna con l'umidità. Le orchidee, d'altra parte, assorbiranno le molecole d'acqua dall'aria sia con le loro radici aeree che con le foglie..

Danno alla radice

Il trauma e il danno alle radici è una causa comune di essiccazione delle piante. Spesso, le radici sensibili e fragili delle orchidee vengono danneggiate da un trapianto inetto o approssimativo. In misura maggiore, tali errori vengono spesso commessi da coltivatori inesperti. A volte il danno alla radice è il risultato dell'attività dei parassiti. Uno dei più famosi è il root worm. Gli individui di questi parassiti hanno un corpo piccolo (2-4 centimetri di lunghezza) simile a un verme di colore bianco, grigio o rosato. Dopo essersi sistemati nel substrato, danneggiano le radici delle orchidee, a seguito delle quali le piante iniziano ad asciugarsi e poi muoiono.

Puoi trovare il parassita esaminando attentamente il substrato nel vaso. Se viene identificato un parassita, il substrato infetto viene distrutto e l'orchidea colpita viene rianimata lavando accuratamente le radici in una soluzione di permanganato di potassio. E puoi anche distruggere il parassita con uno speciale insetticida, che viene sciolto in acqua e versato in una pentola..

Per le piante, questo farmaco non rappresenta un pericolo, ma un verme che cerca di danneggiare nuovamente le radici di un'orchidea sarà sicuramente avvelenato.

La temperatura ambiente è troppo alta

Molti coltivatori alle prime armi che cercano di creare condizioni per le orchidee il più vicino possibile al loro ambiente naturale spesso rendono la temperatura della stanza eccessivamente alta. Le piante esotiche in tali condizioni iniziano a morire per il caldo e a seccarsi. Inoltre, una temperatura ambiente eccessivamente alta porta all'essiccamento dell'aria, che ha un effetto dannoso sulla condizione delle foglie e dei fiori delle orchidee..

Per questo motivo, i floricoltori esperti non consigliano di installare vasi con esotici delicati vicino a radiatori di riscaldamento e altre fonti di calore..

Danni da parassiti e malattie delle piante

Oltre al verme, che danneggia le radici delle piante, anche altri parassiti possono causare l'essiccazione delle orchidee. Quindi, con la sconfitta di afidi, foderi e falsi scudi, gli esotici iniziano ad asciugarsi a causa del fatto che i parassiti si nutrono dei loro succhi. Se l'orchidea inizia ad asciugarsi senza motivo apparente, è necessario esaminare attentamente tutte le sue parti, comprese radici, peduncoli e foglie. Alcuni parassiti (acaro piatto e acaro ragno) sono molto piccoli, quindi possono essere visti solo attraverso una lente d'ingrandimento.

Se vengono rilevati parassiti, è necessario isolare immediatamente la pianta infetta da fiori sani e prendere tutte le misure per distruggere i parassiti. Se il trattamento viene eseguito in modo tempestivo e corretto, l'orchidea inaridita inizierà gradualmente a riprendersi. Un altro motivo comune per l'essiccazione degli esotici è il marciume radicale, che spesso si verifica quando il substrato viene sommerso..

Al fine di prevenire lo sviluppo di malattie dell'apparato radicale delle orchidee, è necessario osservare attentamente il regime di irrigazione e mantenere il substrato in uno stato moderatamente umido, ma non umido..

Come capire che una pianta si sta seccando?

Il fatto che l'orchidea si sia prosciugata o abbia iniziato a manifestare una carenza acuta di umidità è indicato da segni come:

  • ingiallimento e appassimento delle foglie;
  • ingiallimento e appassimento dei germogli in fiore;
  • oscuramento del tronco;
  • foglie e boccioli che cadono;
  • cambiamento di colore delle radici da verde a grigio o grigio-verde.

Nelle orchidee essiccate, lo stato dei germogli e delle foglie cambia. Perdono la loro succosità, attraente lucentezza lucida, diventano rugose e gonfie. Spesso, una striscia gialla si forma lungo i bordi delle piante morenti, indicando che il fiore è gravemente privo di umidità. Con una forte essiccazione, le foglie di orchidea diventano fragili e fragili, sgretolandosi al minimo tocco..

Come risparmiare?

I floricoltori esperti dicono che nella maggior parte dei casi, se l'orchidea è secca, può essere salvata. Tuttavia, prima di intraprendere qualsiasi azione, è necessario stabilire la causa esatta del problema. Se l'essiccazione delle orchidee è causata da una mancanza di umidità, puoi provare quanto segue:

  • ispezionare la pianta e assicurarsi che abbia ancora radici vive;
  • fornire all'orchidea le condizioni più favorevoli;
  • Fornire una leggera umidità al substrato.

Permette di ravvivare un'orchidea essiccata e annaffiature di fondo, durante le quali l'acqua va versata in un sottovaso che sostiene il portavaso. È importante ricordare che i fiori con un gran numero di radici morte non sono in grado di assorbire completamente l'umidità, quindi fornire loro acqua dovrebbe essere moderato e accurato. Un altro modo per ripristinare le orchidee che non hanno radici viventi è usare una serra improvvisata. Per la sua fabbricazione, è adatta una normale bottiglia di plastica con un volume di 5 litri. Sul fondo del contenitore tagliato, il drenaggio dovrebbe essere versato da uno strato di argilla espansa frantumata, sopra il quale dovrebbe essere posato uno strato di sfagno puro. Inoltre, sopra lo sfagno, è necessario adagiare la pianta interessata e coprirla con la seconda parte del contenitore.

Durante la rianimazione in serra, è necessario mantenere alta umidità e calore. Dopo un po 'di tempo, nuove radici si formeranno sull'orchidea e questa stessa inizierà gradualmente a riprendersi completamente.

Importante! Preparazioni speciali, ad esempio "Epin", "Zircon", consentono di stimolare la formazione delle radici durante il periodo di riabilitazione della pianta. Sono usati con molta attenzione, seguendo rigorosamente le istruzioni..

Non dovresti cedere al panico se la freccia del peduncolo si è prosciugata sull'orchidea. Molto spesso ciò accade nella fase in cui la pianta si prepara per la fase dormiente. Durante questo periodo, dovresti ridurre la frequenza di irrigazione, abbandonare la concimazione e trasferire l'esotico in un luogo fresco ma ben illuminato. Se l'orchidea ha solo steli o rami secchi a causa della mancanza di umidità, puoi provare a rianimarla mettendola in un piattino d'acqua in modo che solo le estremità delle radici tocchino la superficie dell'acqua. A volte questo è sufficiente perché la pianta si riprenda gradualmente. È importante solo assicurarsi che l'acqua nel sottovaso non si asciughi..

Le possibilità di recupero di un'orchidea saranno significativamente più alte se ha un punto di crescita: la parte superiore della pianta. In questo caso, puoi provare a rianimare l'esotico essiccato in uno dei modi sopra indicati..

Se la punta della pianta è danneggiata o muore, le possibilità di successo della rianimazione dell'orchidea sono significativamente ridotte..

Misure di prevenzione

Vale la pena attenersi ad alcune semplici regole per evitare che l'orchidea si secchi..

  • È necessario osservare attentamente il regime di irrigazione. Nella stagione calda, le piante dovrebbero essere annaffiate più spesso, monitorando lo stato del substrato. È importante fornire alla pianta l'umidità dell'aria necessaria. È auspicabile mantenere questo parametro al livello del 30-40%. Quando si spruzza o si innaffia una pianta, è necessario fare attenzione che l'umidità non si depositi nel punto di crescita. Se ciò accade, la parte superiore deve essere accuratamente asciugata con un panno pulito..
  • È estremamente importante monitorare la qualità del supporto. Se è scarsamente traspirante o si asciuga rapidamente, l'orchidea può appassire. Un buon substrato contiene necessariamente corteccia di pino igroscopica, che rimane umida a lungo, fornendo alle radici le condizioni complete per lo sviluppo e la crescita..
  • L'irrigazione con acqua fredda o dura può far seccare le piante. Come risultato di tale irrigazione, il sistema radicale delle orchidee è sottoposto a un forte stress, a causa del quale l'esotico può seccarsi e morire. L'irrigazione deve essere eseguita solo con acqua calda e dolce, ad esempio pioggia, filtrata, distillata.
  • Affinché la pianta non diventi vittima di parassiti e non si secchi a causa della malattia, tutte le sue parti devono essere ispezionate regolarmente e con attenzione.

Questa misura preventiva ti consentirà di identificare il problema in modo tempestivo ed eliminarlo in sicurezza..

Puoi saperne di più su come far rivivere un'orchidea..

Salvare un'orchidea: perché le sue foglie si seccano, cosa farne e come prevenirle?

Le orchidee esotiche prosperano e fioriscono bene a casa. Ma spesso i coltivatori di fiori dilettanti si trovano di fronte al fatto che le foglie di una pianta da interno apparentemente assolutamente sana iniziano ad asciugarsi. Questo non solo oscura l'aspetto di un bellissimo fiore, ma minaccia anche la sua continua esistenza..

In questo caso, è imperativo scoprire le cause della malattia e adottare misure appropriate. Questo è esattamente ciò che verrà discusso nell'articolo..

Cos'è?

Le foglie sane di una bellezza tropicale sono di colore verde denso, liscio, elastico, ricco.

La foglia dell'orchidea inizia ad asciugarsi dalle punte, quindi appare una brutta crosta. In questo caso, la foglia diventa sabbia chiara o marrone scuro. Ma a volte il processo di asciugatura inizia dal centro del foglio, assomigliando a bruciature o strisce..

Qualsiasi deterioramento dell'aspetto del fiore è un brutto segno..

Qual è il pericolo?

Molti, soprattutto i principianti, i coltivatori di fiori non attribuiscono importanza a una foglia essiccata. Perdendo così tempo prezioso per il trattamento e il ripristino della pianta.

Le foglie di orchidea possono asciugare in 2-3 ore. Dopo di che la pianta potrebbe morire. Ecco perché è impossibile ritardare il trattamento. Vale la pena prestare attenzione anche ai più piccoli cambiamenti nell'aspetto..

Il processo di appassimento e essiccazione delle foglie può anche influire sulla salute delle piante d'appartamento vicine. Notando tali cambiamenti nell'aspetto di un animale domestico, devi immediatamente isolarlo dalle altre piante.

Perché si verifica l'essiccazione?

Ci sono molte ragioni per cui il fogliame di una cultura esotica si secca: come ogni altra pianta, le foglie di orchidea crescono, svolgono le loro funzioni, poi invecchiano e muoiono..

Ma se tutte le foglie di un'orchidea si sono seccate contemporaneamente, questo è un serio motivo di preoccupazione..

  • Stress (può innescare un cambiamento nelle condizioni di detenzione).
  • Illuminazione insufficiente: una pianta esotica necessita di un'illuminazione diffusa. Se non c'è abbastanza luce naturale, è necessario utilizzare lampade ultraviolette.
  • Luce solare diretta: le foglie possono seccarsi per surriscaldamento o bruciarsi.
  • Bassa umidità dell'aria: la perdita di umidità provoca l'essiccazione delle foglie.
  • Violazioni del regime di irrigazione: le radici cessano di nutrire la pianta, questa funzione viene rilevata dalle foglie. Con un'irrigazione eccessiva, il terreno marcisce e quindi le radici. E con un'irrigazione insufficiente, al contrario, le radici si seccano.
  • Acqua dura: le impurità si depositano sul substrato e sulle radici, l'umidità viene appena assorbita.
  • Quartiere pericoloso: le piante vicine, come pelargonium, cocca e araucaria, possono influenzare negativamente l'orchidea.
  • Fertilizzanti: le composizioni con potassio sono ottimali per un'orchidea. La sua carenza porta all'ingiallimento e alla caduta delle foglie..
  • I parassiti sono una delle cause più pericolose dell'essiccazione del fogliame.

Leggi perché i fiori si asciugano, come salvare la pianta e in questo articolo scopri cosa fare se il gambo dell'orchidea si è asciugato.

Cosa fare?

Anche se noti che la pianta ha iniziato ad appassire, non affrettarti a liberartene. Una cura adeguata aiuterà a ripristinarlo e ti delizierà con la sua fioritura per molto tempo..

Se i piatti a foglia intera sono asciutti

Se una o due delle foglie inferiori sono secche e la pianta sembra sana, non c'è motivo di preoccuparsi. Questo è un processo naturale: il fiore elimina le foglie vecchie e non necessarie. Un fiore esotico ha bisogno di aiuto se:

  • la crescita e lo sviluppo della cultura si ferma;
  • le foglie iniziano a raggrinzirsi e perdono il turgore;
  • le radici cambiano colore in marrone.

Anche la presenza di uno dei segni elencati è motivo di riabilitazione dell'impianto.

Ti suggeriamo di guardare un video su cosa fare se i piatti fogliari inferiori di un'orchidea sono asciutti:

Suggerimenti

La mancanza di umidità non è l'unica ragione per le punte delle foglie scure e secche. Irrigazione con acqua dura e presenza di parassiti e una violazione del contenuto di umidità del substrato, mancanza o eccesso di fertilizzanti e temperature dell'aria elevate, illuminazione troppo intensa o colpo diretto di raggi e persino un contenitore troppo stretto possono portare a questo..

Al fine di identificare la causa dell'essiccazione delle punte delle foglie e intraprendere le azioni corrette per la riabilitazione, è necessario esaminare e valutare responsabilmente le condizioni della pianta.

  • Aria secca: installa inoltre un umidificatore e un vassoio con ciottoli bagnati o muschio sotto il vaso di fiori.
  • Acqua povera: mantieni l'acqua per l'irrigazione per almeno un giorno, puoi sostituire l'acqua normale con la pioggia o l'acqua bollita.
  • Irrigazione impropria: se impregnato d'acqua, lasciare asciugare il substrato e saltare un'annaffiatura. Se non c'è drenaggio o il foro di drenaggio è troppo piccolo, trapianta urgentemente il fiore.
  • Siccità - al contrario, l'acqua più spesso. Ma assicurati che l'acqua non ristagni nei pallet..
  • Parassiti - Assicurati di isolare la pianta da altre colture indoor per prevenire la diffusione di parassiti. Quindi è necessario aumentare l'umidità dell'aria, lavare le foglie con acqua saponosa. In caso di trapianto di fiori, il contenitore deve essere accuratamente lavorato e disinfettato..

Soprattutto con attenzione per la presenza di parassiti, è necessario ispezionare i germogli e la parte inferiore delle foglie..

  • Violazione delle condizioni di detenzione - per fornire illuminazione, temperatura, umidità, regime di alimentazione ottimali.
  • Indipendentemente dai motivi per cui le punte delle foglie hanno iniziato ad asciugarsi, assicurati di prendere le seguenti misure igieniche:

    1. rimuovere la placca bianca dalla superficie del substrato, sostituire lo strato superficiale del terreno con nuovo terreno fresco;
    2. pulire il fogliame della pianta dalla polvere;
    3. modificare l'umidità posizionando accanto un umidificatore o un contenitore con acqua.

    Ripristino del sistema di root

    Se diventano fragili e hanno una tinta marrone, allora sono morti, e questo è il motivo principale per l'essiccazione delle foglie. Ma anche in questo caso, puoi salvare la bellezza dell'interno. Per fare ciò, è necessario rimuovere i resti di muschio e terra dalle radici. Sbarazzati di tutte le aree danneggiate e morte con un coltello affilato e disinfettato.

    Brucia i punti dei tagli con un verde brillante o cospargili con polvere di carbone. Trapiantare la pianta rianimata in un nuovo substrato leggermente umido.

    L'orchidea trapiantata non deve essere annaffiata per i primi giorni. Spruzzare solo leggermente.

    Come evitare che il problema si ripresenti?

    Condizioni confortevoli e cura competente di una bellezza tropicale sono la migliore prevenzione dell'aspetto delle foglie secche.

    Regole semplici ma molto importanti per la cura e il mantenimento di un'orchidea:

    • luce solare diffusa;
    • umidità non inferiore al 70%;
    • irrigazione ragionevole con acqua calda e stabile;
    • temperatura dell'aria 17-24 gradi;
    • substrato selezionato correttamente;
    • alimentazione moderata;
    • trapianto tempestivo con sostituzione completa del suolo;
    • ispezione regolare.

    L'orchidea esotica è capricciosa ma resistente. Pertanto, se le foglie della pianta iniziano ad asciugarsi, le possibilità di ripristinare la bellezza sono grandi anche in assenza di un normale apparato radicale. È sufficiente identificare ed eliminare la causa nel tempo.

    Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.

    Cosa fare se l'orchidea si è prosciugata?

    Un'orchidea, come qualsiasi altra pianta d'appartamento, può ammalarsi o essere attaccata da parassiti. In questo caso, il danno può essere sia lieve che molto esteso. A un esame superficiale, un fiorista inesperto potrebbe semplicemente pensare che l'orchidea si sia prosciugata senza una ragione apparente. Non scartare immediatamente una tale pianta. Nella maggior parte dei casi, può essere salvato.

    L'orchidea ha peduncolo appassito

    L'essiccazione del peduncolo in un'orchidea è molto comune. E questo non è sempre un segno di malattia. Forse il punto è semplicemente un'assistenza inadeguata o il mancato rispetto delle condizioni di detenzione.

    Il peduncolo di un'orchidea può seccarsi in modi diversi. L'opzione più comune è quando la freccia del fiore rimane succosa e verde, e le gemme stesse iniziano ad asciugarsi e cadere. Questo è più spesso osservato nelle piante appena acquisite. Ecco come reagiscono allo stress. In questo caso, l'alimentazione può aiutare il fiore..

    L'opzione successiva è quando non solo i boccioli dell'orchidea si seccano, ma il peduncolo stesso inizia a ingiallire e morire. La ragione più probabile di ciò risiede nel mancato rispetto delle condizioni di crescita o nell'assistenza inadeguata. Quindi l'orchidea può reagire a una mancanza di luce, nutrizione, allagamento o temperatura troppo alta o bassa..

    Foglie di orchidea secche

    A volte l'essiccazione di un'orchidea inizia con l'ingiallimento e la morte delle foglie inferiori. In questo caso, si dovrebbe prestare attenzione alla natura del corso del processo stesso. Se una o al massimo due delle foglie inferiori sono diventate gialle e la pianta continua a svilupparsi e sembra assolutamente sana, non c'è nulla di cui preoccuparsi. È così che elimina le foglie vecchie e non necessarie..

    Dovresti stare attento se il processo di estinzione progredisce ulteriormente, cioè i piatti fogliari situati sopra iniziano a morire. Molto spesso, in questo modo, le foglie di un'orchidea che hanno subito un alloro o sono marcite nell'area del colletto della radice si seccano..

    Segni con cui è possibile determinare che l'orchidea ha bisogno di rianimazione

    Per non perdere il momento in cui la pianta ha bisogno del tuo aiuto, dovresti prestare attenzione ai seguenti segni:

    • Le foglie perdono turgore e iniziano ad avvizzire.
    • Crescita e sviluppo si fermano.
    • Il colore della radice cambia dal verde chiaro al marrone.

    Se trovi almeno uno dei segni sopra nel tuo fiore, non puoi esitare. L'orchidea deve essere rianimata con urgenza.

    Ripristino del sistema di root

    Quindi, cosa succede se scopri che l'orchidea si sta prosciugando a causa dei danni al sistema radicale? È molto facile distinguere tra radici danneggiate e sane. Per fare questo, devi buttare fuori con cura la pianta dal vaso ed esaminare attentamente le radici. Se diventano marroni, fibrosi e fragili, allora sono già morti. Normalmente dovrebbero essere sodi e di aspetto verde..

    Puoi anche salvare un'orchidea con una completa perdita del sistema di root. Pertanto, non buttare immediatamente la pianta danneggiata. Il processo di rianimazione di un apparato radicale danneggiato è il seguente:

    1. I resti del substrato e del muschio vengono rimossi dalle radici.
    2. Tutte le aree morte e danneggiate vengono rimosse con un coltello affilato. In questo caso, il coltello deve essere disinfettato con alcool prima dell'uso..
    3. I punti di taglio sono bruciati con verde brillante o in polvere con polvere di carbone.
    4. La pianta trattata viene trapiantata in un substrato fresco e leggermente umido.

    Attenzione! Per i primi giorni, non dovrebbe essere consentito annaffiare un'orchidea appena piantata. Per ridurre la perdita di umidità, puoi spruzzare leggermente le foglie più volte al giorno..

    Per prevenire ulteriori danni alle radici, dovresti conoscere le ragioni principali di questo fenomeno indesiderabile:

    • Substrato di bassa qualità. Il muschio e la corteccia inclusi nel substrato non devono essere gravemente marci. Dovrebbero essere sodi e densi al tatto. Se, quando li stringi tra le dita, iniziano a sgretolarsi facilmente, allora è il momento di trapiantare l'orchidea. Nel processo di decomposizione, il substrato inizia a modellarsi e marcire, diventando una fonte di varie malattie putrefattive e fungine. E anche durante l'irrigazione, inizia ad assorbire troppa umidità, il che porta a ristagni d'acqua..
    • Modalità luce. Le piante soffrono particolarmente per le violazioni del regime di luce nel periodo autunno-inverno. A casa, durante questo periodo, la temperatura raggiunge il massimo a causa del riscaldamento incluso e l'illuminazione si riduce notevolmente. Questa combinazione è molto dannosa per le orchidee. A poco a poco, la loro crescita e sviluppo si interrompono e le radici iniziano a marcire.
    • Livello di umidità. Le orchidee sono originarie dei tropici, quindi hanno bisogno di alta umidità. L'irrorazione quotidiana con acqua calda e stabile è molto utile per loro. Ma allo stesso tempo è imperativo assicurarsi che il substrato nella pentola si asciughi tra un'annaffiatura e l'altra..

    Cosa fare con un peduncolo essiccato?

    Abbiamo capito cosa fare con le radici danneggiate e cosa si dovrebbe fare se la freccia del fiore dell'orchidea phalaenopsis si è prosciugata? Un peduncolo morente non indica sempre un danno alla pianta. Molto spesso, l'orchidea viene così preparata per il periodo dormiente. In questo caso, la freccia si asciuga gradualmente, dando nutrienti alla pianta. A questo punto la pianta dovrebbe creare le condizioni adeguate, altrimenti la rifioritura non può attendere. Per questo:

    • Riduci la frequenza e la quantità di irrigazione.
    • Smetti di usare la medicazione superiore.
    • La pianta è posta in un luogo fresco e ben illuminato..
    • Crea una differenza tra le temperature diurne e notturne.

    Fatte salve le condizioni sopra elencate, dopo il riposo, la pianta rilascerà necessariamente una o più frecce di fiori..

    A volte il peduncolo non si asciuga completamente, solo i boccioli che si trovano su di esso si seccano e cadono. La freccia stessa in questo momento rimane completamente verde. In alcuni casi, continua persino a crescere e uno o due fiori compaiono sulla sua corona. Le qualità decorative di una tale orchidea sono significativamente ridotte. Per correggere questa situazione, dovresti potare.

    Per fare ciò, il secondo o il terzo germoglio viene contato dal basso e il peduncolo viene tagliato in questo punto. Non è consigliabile tagliarlo alla radice, poiché in questo caso può richiedere molto tempo per svilupparne uno nuovo. Con la potatura parziale, le gemme dormienti si risvegliano sulla "canapa" rimanente, che inizia rapidamente a crescere. A questo punto l'orchidea va annaffiata frequentemente e abbondantemente. E si consiglia anche di utilizzare un'alimentazione speciale. Dovrebbero essere allevati in stretta conformità con l'annotazione allegata, un eccesso di sostanze nutritive non è meno dannoso della loro mancanza.

    Dall'articolo sopra, abbiamo imparato come salvare un'orchidea che si è prosciugata per un motivo o per l'altro. Si scopre che questo non è difficile. L'importante è monitorare costantemente le condizioni della pianta e prevenire violazioni delle condizioni di crescita e cura. Dopotutto, come sai, è molto più facile prevenire che correggere le conseguenze per molto tempo..

    I motivi principali per cui le foglie dell'orchidea phalaenopsis si asciugano

    Sebbene la Phalaenopsis sia il tipo di orchidea più senza pretese ed è abbastanza facile da curare, è anche suscettibile a varie malattie e all'influenza di fattori negativi. Di conseguenza, la pianta smette di fiorire, perde fogliame o inizia a seccarsi..

    Con un trattamento inopportuno, l'esotico può ammalarsi gravemente o addirittura morire. Parliamo delle cause e delle manifestazioni dell'essiccazione, nonché del trattamento dei fiori.

    Perché le foglie dell'orchidea phalaenopsis si seccano?

    Segni

    Il sintomo più evidente del malessere dell'orchidea è l'essiccazione delle foglie. Oltre all'essiccazione, le foglie possono ingiallire, diventare letargiche o cadere del tutto, ma non dimenticare il loro invecchiamento naturale..

    L'essiccazione di 1-2 foglie all'anno è considerata la norma..

    Oltre alle foglie, lo stato del peduncolo e le gemme situate su di esso parleranno dei cambiamenti nella salute della Phalaenopsis.

    Ci sono molte ragioni per cui le foglie di orchidea possono seccarsi..

    Spesso i petali cadono e il peduncolo inizia ad asciugarsi dopo la fine della fioritura, che è la norma, tuttavia, se le loro condizioni si sono deteriorate bruscamente in un momento in cui i boccioli sono appena sbocciati o anche prima della fioritura, l'orchidea ha bisogno di aiuto.

    L'organo principale della Phalaenopsis è il suo apparato radicale, è lei che sintetizza i nutrienti e li trasferisce all'intera pianta.

    Normalmente, le radici dovrebbero avere un ricco colore verde subito dopo l'irrigazione e verde chiaro o addirittura grigiastro il giorno prima..

    Se le radici si seccano, hanno un'ombra insolita, allora è urgente iniziare a rianimare l'esotico.

    Le ragioni

    Ci sono diversi motivi per l'essiccazione dell'orchidea Phalaenopsis, parliamo di ciascuno di essi in modo più dettagliato.

    Scarsa qualità del substrato

    Le radici della Phalaenopsis sono ariose e devono ricevere energia solare per la fotosintesi, e lo scopo principale del substrato è fissare la pianta in un vaso.

    Alla qualità e alla composizione del substrato vengono applicati numerosi requisiti, il cui fallimento porta alla malattia o alla morte della pianta..

    Inizialmente, se il terreno soddisfa pienamente tutti i requisiti, il sistema radicale riceve una quantità sufficiente di ossigeno e sostanze nutritive.

    Nel tempo, il substrato si verifica:

    • Depositi di sale;
    • Appare la muffa;
    • Inizia un fungo.

    Da tutto ciò, il terreno perde le sue proprietà, diventa più denso e non passa più le sostanze necessarie per l'apparato radicale.

    Quando l'apparato radicale della Phalaenopsis si asciuga, prima di tutto viene valutato lo stato del substrato, ovvero la sua densità, l'assenza di muschio, muffe e la capacità di passare i nutrienti.

    Irrigazione eccessiva, marciume radicale

    Nonostante il suo habitat in natura, la Phalaenopsis tollera la siccità abbastanza persistentemente, ma il ristagno del sistema radicale ha un effetto estremamente negativo..

    Con un'eccessiva umidità nel substrato, si forma il ristagno idrico, attraverso il quale le radici non possono ricevere abbastanza ossigeno e, di conseguenza, iniziano a marcire.

    I giardinieri alle prime armi cercano di sistematizzare l'irrigazione del fiore, mantenere un alto livello di umidità nel substrato o annaffiare la pianta con i metodi sbagliati (ad esempio, un annaffiatoio).

    Mancanza di illuminazione

    Appassimento, marciume del sistema radicale, caduta delle foglie: tutto questo è attribuito al fungo, all'eccesso di umidità, ma questi sono motivi secondari.

    Affinché l'orchidea si senta bene, deve essere dotata di una buona luce..

    La ragione più importante in questo caso sarà la luce insufficiente..

    Se il fiore non ha abbastanza luce, anche con un livello sufficiente di umidità dell'aria, in un buon substrato, con un'irrigazione adeguata, l'orchidea non si sentirà a suo agio.

    Succede che nella stagione invernale, la Phalaenopsis può smettere di crescere e ibernare..

    I microrganismi patogeni, i funghi sono vicini costanti dell'orchidea, ma finché la pianta ha abbastanza luce, non possono causare danni significativi ad essa.

    Con un'illuminazione sufficiente (almeno 12 ore al giorno) la Phalaenopsis è in grado di crescere, anche in acqua senza substrato.

    Salti di temperatura

    Poiché la Phalaenopsis è originaria dei paesi tropicali, è una pianta termofila..

    La temperatura più confortevole per un'orchidea va da +16 a +32 0 С durante il giorno e da +15 a +18 0 С di notte..

    Se la salute del fiore si è deteriorata, è necessario assicurarsi che prima la temperatura nella stanza non scenda al di sotto di +15 0 С.

    Insieme alle cadute di temperatura, le correnti d'aria sono pericolose per le orchidee..

    E anche correnti d'aria fredda.

    Se le foglie delle orchidee diventano acquose, gli steli si seccano, forse queste sono le conseguenze di una violazione del regime di temperatura.

    Aria secca

    Orchidee - amanti di un clima abbastanza umido.

    Tenerli in casa richiede misure aggiuntive da parte dei floricoltori per umidificare l'aria, soprattutto durante il periodo caldo dell'anno..

    L'umidità dell'aria ottimale per la Phalaenopsis è considerata compresa tra il 50% e l'80%, sebbene sia consentito anche il contenuto della pianta al 100% di umidità.

    La concentrazione di umidità nell'aria inferiore al 30% - 35% ha un effetto dannoso sulle condizioni della pianta.

    I coltivatori inesperti cercano di compensare l'aria secca con frequenti irrorazioni, che creano condizioni confortevoli per la comparsa di funghi e altri microrganismi patogeni..

    Misure preventive

    Cosa fare in una situazione del genere se hai la phalaenopsis appassita - come salvarla dalla morte?

    Se il motivo risiede nel substrato, è necessario trapiantare immediatamente l'orchidea in un terreno adatto..

    La composizione di maggior successo è considerata la corteccia di pino (1,5-2 cm) in combinazione con torba, carbone di legna e radici di felce schiacciate.

    In caso di illuminazione insufficiente, è necessario prolungare artificialmente le ore diurne con l'aiuto di lampade.

    Si consiglia di redigere un programma specifico, ad esempio:

    • Fino alle 11.00, il fiore può essere sul davanzale della finestra e ricevere l'energia necessaria dalla luce del sole;
    • Più vicino al pranzo, è necessario spostare la pentola all'ombra per evitare scottature.

    Fornendo all'orchidea luce, buona umidità e una temperatura adeguata nell'appartamento, puoi goderti a lungo la fioritura della tua bellezza.

    Per mantenere il livello di umidità richiesto nella stanza, un pallet con ghiaia fine viene posizionato sotto il vaso di fiori, che viene costantemente inumidito con acqua.

    In questo caso il livello dell'acqua non deve raggiungere il fondo della pentola..

    Come salvare una phalaenopsis prosciugata: trapianto e rianimazione

    Per la rianimazione della Phalaenopsis, vengono utilizzati diversi metodi, a seconda della causa dell'essiccazione. Ecco qui alcuni di loro:

    • Se le radici dell'orchidea sono eccessivamente secche, è necessario metterla in una soluzione allo 0,1% di acido succinico per circa un'ora, questa azione consentirà all'esotico di assorbire rapidamente l'umidità e ripristinare la salute del suo apparato radicale;
    • Le radici danneggiate, secche o marce devono essere rimosse con una lama sterile e i siti di taglio devono essere trattati con agenti antimicrobici;
    • Quando è surriscaldata, la pianta viene trasferita all'ombra, in questo caso è importante che la caduta di temperatura non sia superiore a 5 0 С.

    Con l'assistenza tempestiva, l'impianto viene ripristinato in 2-3 giorni. Se il motivo risiede nella qualità del substrato o nella sua sovrasaturazione con l'umidità, è necessario un trapianto immediato della pianta..

    Per trapiantare, è necessario eseguire i seguenti passaggi:

    • Per una facile rimozione dal vaso, si consiglia di immergere il vaso con la pianta in acqua per alcuni minuti prima del trapianto;
    • L'apparato radicale dell'orchidea deve essere pulito dal vecchio substrato, rimuovendo le radici malate;
    • Il fondo di un vaso di fiori precedentemente preparato viene cosparso di terra, quindi la pianta viene posta nel contenitore. Inoltre, tutti i vuoti vengono riempiti con il substrato;
    • Dopo il trapianto, la pianta richiede una maggiore umidità e una stanza ombreggiata, l'irrigazione viene effettuata 3-4 giorni dopo il trapianto.

    Perché il rene superiore si secca?

    Una domanda abbastanza comune tra i giardinieri alle prime armi.

    Ci possono essere diverse ragioni:

    • Forse il peduncolo stesso inizia ad asciugarsi dopo la fioritura;
    • Il secondo punto è che l'apparato radicale della pianta è indebolito e non può fornire nutrienti alla pianta;
    • Se lo stelo si asciuga dopo aver tagliato la pianta, la questione è nelle azioni sbagliate..

    Osservando tutti i passaggi per la cura dell'orchidea, puoi evitare di seccare il bocciolo superiore del fiore.

    Con la corretta sequenza di azioni, un'attenta lavorazione delle sezioni, nonché un'adeguata cura durante il periodo di adattamento, la pianta si riprende rapidamente e continua a crescere.

    Video utile

    Guarda il video perché le foglie di orchidea appassiscono:

    Scopri nel video come innaffiare correttamente la Phalaenopsis:

    Istruzioni video su come prendersi cura di un'orchidea in inverno:

    Guarda il video su come trapiantare correttamente un'orchidea:

    Conclusione

    L'essiccazione della Phalaenopsis è un campanello d'allarme per il suo proprietario.

    Il compito più importante per il giardiniere è identificare le ragioni dell'essiccazione dell'orchidea..

    Solo un aiuto tempestivo e azioni competenti ti permetteranno di ripristinare rapidamente la salute del tuo animale domestico e di goderti la sua bellezza per molti anni a venire.

    Cosa fare se le foglie dell'orchidea phalaenopsis appassiscono?

    L'orchidea Phalaenopsis è una pianta d'appartamento che piace con la sua lunga e affascinante fioritura. Ma il fiore può essere soggetto a varie malattie e cure improprie portano alla sua morte. È spesso possibile osservare che le foglie dell'orchidea phalaenopsis ingialliscono e appassiscono. Ci sono molte ragioni per questo: irrigazione impropria, malattie, terreno asciutto. La cura dei fiori dovrebbe essere presa.

    • 1 Cause di ingiallimento delle foglie di phalaenopsis
    • 2 Irrigazione errata
    • 3 Problemi di illuminazione
    • 4 Overdose di fertilizzante
    • 5 Mancanza o eccesso di sostanze
    • 6 Infezioni e parassiti
    • 7 Altre cause di foglie gialle

    La cura impropria dell'orchidea influisce sulle sue condizioni. Le foglie dell'orchidea phalaenopsis diventano gialle e appassiscono per i seguenti motivi:

    1. 1. Irrigazione e illuminazione improprie.
    2. 2. Overdose o mancanza di alimentazione.
    3. 3. Infezioni e parassiti.
    4. 4. Età.
    5. 5. Piccolo vaso di fiori.
    6. 6. Stati stressanti.

    L'irrigazione insufficiente o eccessiva dell'orchidea influisce sull'aspetto e sulle condizioni generali del fiore. Le radici di un fiore sono direttamente correlate al colore del fogliame. Se la pianta è costantemente allagata, le foglie diventano morbide e gradualmente iniziano a ingiallire. Su di loro si osservano punti umidi. Solo il trapianto in un nuovo substrato aiuterà a salvare la pianta..

    La causa della formazione del giallo sulle foglie inferiori è una zolla terrosa secca.

    In questo caso, è necessario prestare attenzione al metodo di irrigazione. Non è consigliabile annaffiare la pianta da un annaffiatoio, poiché l'acqua scorre direttamente nella padella, la corteccia non viene bagnata e le radici non hanno il tempo di bere. La pianta inizia a trarre umidità e sostanze nutritive dalle foglie vecchie. Il risultato è la morbidezza e il giallo delle foglie inferiori. Per curare la pianta, è necessario modificare il metodo di irrigazione. L'irrigazione più vantaggiosa è immergere il fiore in una pentola d'acqua profonda..

    Se l'irrigazione è regolare, il metodo viene scelto correttamente, ma l'orchidea si copre di macchie gialle, quindi è necessario prestare attenzione alla durezza dell'acqua. Con frequenti annaffiature con acqua dura, il substrato inizierà a diventare salato. Ciò farà sì che la pianta smetta di usare il ferro e sviluppi la clorosi funzionale. In questo stato, il fiore inizierà a diventare giallo sulla foglia inferiore, quindi il cambiamento di colore influenzerà il resto della vegetazione. Di conseguenza, le foglie cadranno.

    Per il trattamento, è necessario trapiantare il fiore in un nuovo terreno ed eseguire l'alimentazione fogliare: le foglie devono essere lavate con fertilizzanti come Pocon, Bona Forte. Un trapianto è richiesto solo quando la pianta non è in fiore. Nelle orchidee in fiore, il substrato deve essere pulito dai sali con acqua distillata. Quest'acqua deve essere diluita con acqua di rubinetto in rapporto 1: 1.

    Dopo un breve periodo di tempo, le foglie della phalaenopsis scompariranno e ne appariranno di nuove al loro posto.

    Se le foglie del fiore hanno iniziato ad allungarsi e il loro colore è diventato verde chiaro, ciò indica che la pianta soffre di mancanza di illuminazione. È molto semplice risolvere questa situazione: vale la pena spostare il vaso in un luogo più luminoso. In inverno e in autunno, puoi evidenziare la pianta usando un phytolamp.

    Evita di tenere il fiore alla luce diretta del sole. La pianta probabilmente si brucerà, il suo fogliame sarà coperto di macchie gialle, diventeranno morbide e la phalaenopsis morirà dopo un po '.

    Spesso nei negozi, i fiori vengono spesso nutriti con stimolanti della crescita per rendere la phalaenopsis più benefica. Due anni dopo l'acquisto, potresti scoprire che la pianta inizia ad appassire. In pochi giorni, solo una radice può rimanere dalla pianta e le foglie e il fusto appassiranno.

    Per salvare la pianta, è necessario posizionare la phalaenopsis in un luogo caldo e ben illuminato. Per le prime due settimane, non dovresti nutrire il fiore. Dopo quindici giorni, puoi iniziare a concimare l'orchidea con una soluzione, che dovrebbe essere diluita al 50% con acqua. Innanzitutto, devi coltivare la vegetazione del fiore, per questo devi nutrire la pianta con preparati con un alto contenuto di azoto. Quando si utilizza un'alta concentrazione di condimento superiore, innaffiare il substrato con le radici con acqua corrente. L'alimentazione può essere riavviata in sei settimane.

    Le foglie gialle possono apparire a causa della mancanza di potassio. L'orchidea ha poco di questa sostanza, quindi inizia a utilizzare le riserve di foglie vecchie. Nel tempo, il giallo influenzerà l'intero fiore e le foglie cadranno. Aiuterà la pianta a trapiantare in nuovo terreno e concimare con fertilizzante ad alto contenuto di potassio.

    L'eccesso di calcio influisce negativamente sulle punte delle foglie. Diventano gialli e cadono. Ciò è dovuto al fatto che i fertilizzanti minerali sono selezionati in modo errato. Per trattare la pianta, è necessario abbandonare i fertilizzanti con calcio, preferire un'alimentazione speciale per le orchidee.

    La mancanza di ferro influisce sul giallo delle foglie. La povertà del substrato costringe la pianta a rivolgersi a foglie vecchie per i nutrienti. Per aiutare la pianta, è necessario saturare l'orchidea con un alto contenuto di ferro..

    Oltre a cure improprie, la phalaenopsis è esposta a invasioni fungine e infettive e lesioni da insetti che amano nutrirsi della linfa delle piante.

    È necessario monitorare attentamente le condizioni della pianta per evitare spiacevoli lesioni infettive e parassiti dannosi. Le foglie gialle, arricciate e appassite sono un segno diretto della malattia della phalaenopsis.

    Funghi e infezioni possono formarsi sulla pianta a causa di cure improprie. Malattie e parassiti che possono essere trovati nelle orchidee:

    • Fungo Fusarium. Si verifica a causa del frequente ristagno del coma di terra. Il fungo attacca il sistema radicale. A causa della mancanza di sostanze nutritive, le foglie iniziano a ricoprirsi di macchie gialle e arricciature. La malattia tende a diffondersi rapidamente, il risultato potrebbe essere la morte della phalaenopsis. Per aiutare la pianta a sbarazzarsi della malattia, è necessario rimuovere le radici e il fogliame malati. Le aree colpite vengono trattate con preparati Vitaros, Fundazol, Fitolavin. Successivamente, è necessario trapiantare la pianta in terreno fresco e irrorare con gli stessi preparati.
    • Macchia batterica. La malattia è identificata dalle foglie gialle, che dopo un po 'iniziano a scurirsi e diventare morbide a causa della perdita di turgore. Macchie bagnate appariranno sul fogliame. L'isolamento da altre piante da interno e alcune misure per combattere le macchie aiuteranno a salvare il fiore. È necessario tagliare le aree interessate del fiore. Le sezioni vengono elaborate con soluzione di iodio. Se la malattia è gravemente colpita, dovrebbero essere usati farmaci più potenti. Entro dieci giorni, è necessario osservare la pianta, se le macchie hanno cessato di apparire, la diffusione dell'infezione è terminata.
    • Whitefly. Se si trova una fioritura zuccherina sui fiori della phalaenopsis, si può giudicare la sconfitta del fiore da parte di un insetto: mosca bianca. Nel tempo, le foglie dell'orchidea ingialliscono e cadono. Una soluzione di sapone da bucato e il farmaco Aktiliktom aiuteranno a combattere il parassita. Insaponare e spruzzare con la medicina dopo un po 'porterà alla distruzione dell'insetto.
    • Zecca del morbillo. Un insetto che attacca il sistema radicale e spara. A causa delle radici danneggiate, l'orchidea manca di nutrienti e umidità. Le foglie ingialliscono e cadono dopo un breve periodo di tempo. I farmaci Karbofos e Agrovertin aiuteranno a combattere il segno di spunta. I fondi vengono utilizzati secondo le istruzioni. Dopo la lavorazione, il fiore deve essere trapiantato in un nuovo substrato..

    Potrebbero esserci altri motivi per il cambiamento nel colore del fogliame:

    1. 1. Età. Nel tempo, una foglia inferiore ingiallita può essere trovata nell'orchidea. Ciò suggerisce che sono diventati vecchi. Questo processo è naturale, dovresti rimuovere solo la foglia ingiallita.
    2. 2. Vaso da fiori stretto. Le foglie di Phalaenopsis iniziano a ingiallire a causa del fatto che il vaso è diventato piccolo per lui. Dovresti trapiantare l'orchidea solo in un vaso che sarà due centimetri più largo del precedente..
    3. 3. Stati di stress. Alla Phalaenopsis non piace quando la sua posizione cambia, la temperatura e le condizioni di luce cambiano. Il fiore inizia a subire stress, che è determinato dalle sue foglie ingiallite. Le foglie torneranno in salute se permetti alla pianta di acclimatarsi e ottimizzare le condizioni di vita.
    4. 4. Compattazione del supporto. Nel tempo, la corteccia, che costituisce il substrato dell'orchidea, inizia a deteriorarsi e la pianta soffre di carenza di ossigeno. Le foglie iniziano a ingiallire. Successivamente, la pianta muore. Per evitare ciò, è necessario aggiornare il supporto ogni tre anni..
    5. 5. Surriscaldamento del sistema di root. Il fogliame giallo e flaccido diventa dovuto al surriscaldamento delle radici. Il motivo è la luce solare diretta, l'aria calda delle batterie. La pianta è troppo secca. Il substrato si asciuga e le radici vengono raffreddate, il che inibisce l'assorbimento dell'umidità. Affinché la pianta torni in sé, è necessario rimuoverla dal riscaldamento centralizzato o dalla luce solare diretta. Lascia l'orchidea da sola per tre ore. In questo momento, non puoi spruzzarlo e annaffiarlo. Sono necessari fino a quattro giorni per ripristinare le foglie al loro aspetto precedente..
    6. 6. Danni al sistema di root. Il giallo si forma a causa di radici danneggiate. Per capire se è così, devi muovere leggermente la pianta da un lato all'altro. Se l'orchidea si trova saldamente nel terreno, allora c'è la disidratazione del sistema radicale. La pianta deve essere posta in un vassoio con acqua, la cui temperatura sarà compresa tra 30 e 40 gradi all'ora. Quindi è necessario versare completamente la pianta con acqua tiepida. Successivamente, l'acqua accumulata deve essere rimossa dai nuclei e dai seni tra le foglie e posta in un luogo luminoso dove la temperatura sarà compresa tra 18 e 25 gradi. Dopo 2-3 giorni, le foglie della phalaenopsis si riprenderanno completamente. Se l'orchidea cammina da un lato all'altro durante lo spostamento, è necessario estrarla dal vaso ed esaminarla per le radici danneggiate. Tutte le radici marce dovrebbero essere rimosse. I siti di taglio vengono trattati con polvere di carbone attivo o altri preparati antisettici che non contengono alcol. Il resto del fiore dovrebbe essere piantato in terreno fresco..

    Ci sono molte ragioni per la formazione di foglie gialle in un'orchidea. Infezione da infezioni e parassiti, irrigazione eccessiva e forte, ustioni dovute a farmaci - stimolanti della crescita e fertilizzanti, mancanza ed eccesso di illuminazione e invecchiamento naturale della phalaenopsis influenzano il colore e le condizioni della foglia. Per salvare la phalaenopsis, sono necessarie cure adeguate e l'uso tempestivo di farmaci antiparassitari. Quindi le foglie dell'orchidea rimarranno sempre verdi ei fiori si diletteranno con il loro bell'aspetto..

    Le foglie di orchidea appassiscono e seccano: cosa fare e come aiutare la pianta

    6 principali cause di letargia fogliare nelle orchidee

    Sotto l'azione della maggior parte dei fattori negativi, i piatti fogliari inferiori diventano morbidi in primo luogo. Se la pianta manca di umidità e nutrizione e il sistema radicale non può compensare la mancanza, le risorse vengono ridistribuite dalle foglie dal basso. Il loro apporto nutritivo va al top.

    Molto spesso, le foglie di orchidea appassiscono e diventano gialle per i seguenti motivi:

    1. mancanza di umidità;
    2. surriscaldare;
    3. congelamento;
    4. problemi di radice;
    5. acqua in eccesso;
    6. malattia.

    Nota: se hai acquistato una nuova orchidea, non danneggerà la quarantena di un mese. Questa volta sarà sufficiente per assicurarsi della sua salute..

    Mancanza di umidità

    Le orchidee sono originarie dei tropici, quindi hanno bisogno di terreno umido combinato con calore per una vita piena. Con un'organizzazione impropria dell'irrigazione, il riempimento delle cellule fogliari con l'umidità si riduce, le foglie appassiscono, diventano senza vita.

    Per risolvere il problema, è sufficiente annaffiare l'orchidea. Per questo:

    • preparare un contenitore riempito con acqua tiepida precedentemente stabilizzata;
    • immergere la pentola lì - il livello dovrebbe essere "all'altezza delle spalle";
    • fare una doccia calda - innaffiare l'orchidea su tutta l'area fogliare;
    • a seconda delle dimensioni lasciare la pentola in acqua per 1-3 ore in modo che il substrato sia completamente saturo di umidità;
    • togliete il fiore, lasciate scolare completamente l'acqua, asciugate l'eccesso sulle foglie con un panno di cotone;
    • posizionare l'orchidea su un davanzale caldo e ben illuminato.

    Per evitare di ripetere la situazione, innaffia il fiore mentre il terreno si asciuga..

    Nota: la velocità di essiccazione del substrato è influenzata dalla sua composizione, scioltezza, temperatura alla quale viene mantenuta la pianta.

    Surriscaldare

    Quando la stanza è troppo calda, il terreno si riscalda rapidamente, a causa della quale c'è un'evaporazione attiva dell'acqua, le radici si seccano e non possono assorbire l'umidità. L'orchidea fa evaporare l'acqua, ma il sistema radicale non la compensa. Entro poche ore i tessuti perdono elasticità e rughe. Il fiore appassisce perdendo il suo aspetto.

    Se esposto alla luce solare diretta, è possibile un'ustione, in cui il tessuto fogliare è danneggiato, diventa giallo e appassisce.

    Se l'orchidea è surriscaldata, ci sono 3 passaggi per salvare:

    1. Conservare in un luogo fresco, lontano da una finestra soleggiata per almeno 2-3 ore.
    2. Solo dopo che si è completamente raffreddata la pianta deve essere annaffiata, spruzzata con acqua calda.
    3. Posiziona il vaso su un davanzale protetto dalla luce solare diretta.

    Ci vuole tempo per ripristinare l'equilibrio idrico e la rigenerazione, quindi il risultato sarà evidente solo per 3-4 giorni.

    Un punto importante! In nessun caso le foglie riscaldate devono essere raffreddate dal flacone spray. Tali azioni possono causare la comparsa di aree vitree, danni ai tessuti, morte di placche fogliari e germogli..

    Congelamento

    Tutte le varietà di piante esotiche tropicali non tollerano temperature sotto lo zero. Pertanto, se in inverno, durante la messa in onda, ti sei dimenticato di chiudere il balcone, la finestra o il riscaldamento è stato improvvisamente spento, l'orchidea si congelerà inevitabilmente e inizierà ad appassire.

    In meno, l'acqua nelle cellule si congela, si espande, danneggia irreversibilmente i tessuti. Di conseguenza, si verifica il congelamento, le foglie appassiscono e muoiono davanti ai nostri occhi. La temperatura critica per le orchidee è di -15 ° C, dopo la sua esposizione è inutile salvare il fiore.

    Il trattamento per le aree congelate consiste nella rimozione del tessuto danneggiato. Le aree interessate sono completamente tagliate, i tagli vengono elaborati con carbone tritato.

    Nota! Un trapianto durante questo periodo non dovrebbe essere effettuato, in modo da non portare via le forze necessarie per il recupero dalla pianta..

    Problemi di root

    Se le condizioni per mantenere le orchidee non vengono rispettate, il sistema del cavallo potrebbe seccarsi o marcire. Ciò influenzerà immediatamente lo stato delle foglie: appassiscono, si raggrinziscono, ingialliscono e muoiono. Le radici sono danneggiate a causa dell'essiccazione e del ristagno idrico del substrato, quando si applica un fertilizzante troppo concentrato.

    Prima diagnosi: rimuovere l'orchidea dal vaso ed esaminare il sistema di radici. Segni di radici sane: tinta leggera, leggermente verdastra, struttura densa ed elastica. Sulle radici malate sono presenti aree mucose rugose, secche o umide di colore marrone, da cui viene rilasciato fluido quando vengono schiacciate.

    Per una qualsiasi di queste lesioni, l'orchidea deve essere trattata. Per fare questo, fai un trapianto:

    1. Rimuovi la pianta dalla pentola, esamina attentamente le radici.
    2. Usa un coltello affilato per rimuovere le aree secche o marce.
    3. Trattare le sezioni con carbone attivo frantumato in uno stato di polvere.
    4. Pianta l'orchidea in un terreno appositamente preparato.
    5. Pulisci le foglie pigre con acido succinico diluito in acqua. Questa misura aiuterà a ripristinare rapidamente l'elasticità.

    Dopo il trapianto per 3 giorni, non innaffiare, puoi iniziare a nutrire in un mese.

    Nota: le miscele di terreno per orchidee non contengono terra, il loro compito principale è garantire la stabilità del fiore e creare condizioni vicine al naturale.

    In natura, i rappresentanti della famiglia delle orchidee crescono sui tronchi degli alberi, quindi il componente principale del substrato sono le parti grossolane della corteccia delle conifere, che forniscono nutrimento e aerazione.

    Il resto dei componenti fornisce capacità di umidità, quindi le loro proporzioni dipendono dall'umidità dell'aria. Se la stanza è umida, puoi cavartela con una corteccia, aggiungendo circa il 5% di carbone. Nell'aria secca vengono introdotti sfagno e torba a basso contenuto di sale.

    In vendita è disponibile un substrato universale già pronto per piante di orchidee. Al momento dell'acquisto, è consigliabile scegliere miscele senza componenti artificiali..

    Acqua in eccesso

    In un ambiente tropicale naturale, le radici delle orchidee sono quasi quotidianamente bagnate sotto docce calde e seccano dalla circolazione dell'aria. Quando cresci in casa, cerca di mantenere le condizioni vicine al naturale. Ciò significa che il substrato deve avere una buona aerazione e drenaggio per ventilare le radici..

    Uno dei principali nemici delle orchidee è il ristagno idrico stagnante. Quando l'acqua ristagna in una pentola o anche in una padella, le radici inizieranno sicuramente a marcire. Ciò influenzerà immediatamente le foglie: diventeranno morbide e inizieranno ad appassire..

    Per comprendere l'entità della lesione, prima diagnosticare e agire:

    • mescolare l'orchidea se si trova saldamente nella pentola: le radici sono ancora vive, è sufficiente non innaffiare le piante per un po '(fino a quando il substrato non si asciuga);
    • se il composto di piantagione è troppo compattato, si consiglia di sostituirlo, dopo aver asciugato le radici;
    • se il fiore vacilla da un lato all'altro - il sistema radicale è danneggiato, deve essere trattato come nella sezione precedente.

    Nota: per non allagare la pianta, determinare il tempo di irrigazione in base alla secchezza della miscela di substrato e non in base al calendario. In estate e in inverno (durante il riscaldamento), l'essiccazione può avvenire più rapidamente che in primavera e in autunno.

    Malattie

    Le orchidee si ammalano raramente, tuttavia, con una mancanza di cure, gli esemplari indeboliti possono essere infettati. In questo caso, appaiono delle macchie sulle foglie, appassiscono e successivamente muoiono. Il trattamento consiste nella rimozione delle aree infette, utilizzando antisettici e fungicidi, disinfettando il vaso.

    Il danno maggiore è causato da colonie di zecche e insetti parassiti. Si spostano dai fiori infetti, succhiano il succo, a causa del quale le foglie verdi appassiscono. I tipi più comuni di parassiti sono:

    • Acari rossi piatti: si depositano sul lato superiore dei piatti fogliari. Si nutre di succhi, da cui le foglie ingialliscono, perdono elasticità e si arricciano.
    • Foderi: vivono sul retro delle foglie. Man mano che i succhi vengono aspirati, sulla superficie delle foglie compaiono macchie gialle che aumentano gradualmente di dimensioni.
    • Coleotteri piatti: nascondersi nelle pieghe del foglio, danneggiando i punti di crescita.
    • Acari di ragno: provocano l'ingiallimento, l'arricciatura e l'essiccazione delle foglie. Sono identificati dalla comparsa di sottili ragnatele sul lato inferiore dei piatti fogliari e dei fiori..
    • Tripidi: infettano tutte le parti della pianta, possono essere portatori di infezioni. Il danno è causato non solo dagli insetti adulti, ma anche dalle larve.

    Nota: la maggior parte dei tipi di acari inizia solo all'aria secca, quando le foglie appassiscono e diventano morbide. Pertanto, mantenere l'umidità, spruzzare regolarmente l'orchidea, assicurarsi che non ci sia surriscaldamento.

    Per sbarazzarsi di piccoli parassiti, applicare una serie di trattamenti insetticidi diluiti alla massima concentrazione possibile. Per questo, sono adatti mezzi di azione sistemica o da contatto intestinale. I trattamenti vengono eseguiti tre volte, con un intervallo di 10-12 giorni. In questo caso, tutte le piante d'appartamento dovrebbero essere spruzzate..

    Cosa fare per evitare che le foglie appassiscano

    Mantenere la salute della pianta è importante per evitare di perdere compattezza e infestare l'orchidea con parassiti. Per fare questo, segui le tre regole di cura più importanti: mantieni il fiore caldo, ma non permettere il calore, innaffia regolarmente, ma senza umidità stagnante, e fornisci luce, ma senza raggi diretti.